21 ottobre 2015

Roberto Barresi referente di ‘Terra libera’ a Capua

CAPUA - ‘Terra libera’ allarga i propri confini e arriva a Capua, uno dei Comuni più importanti della Provincia di Caserta, che si appresta a rinnovare il Consiglio in occasione delle elezioni amministrative della prossima primavera. Il referente locale del movimento, diretta espressione del consigliere regionale Luigi Bosco, è Roberto Barresi, il quale ha affermato: «Desidero innanzitutto ringraziare sinceramente Luigi Bosco per avermi chiamato a svolgere un compito delicato e di responsabilità. La presenza a Capua di ‘Terra libera’ è finalizzata a ridare diritti e dignità al territorio e ai cittadini. Capua deve essere davvero una terra libera da una politica distorta e priva di progettualità e concretezza, che ha portato in questi anni la città ad una situazione di estremo degrado ed immobilismo, allontanando i cittadini dalla partecipazione e dalle scelte amministrative. Bisogna agire subito, con serietà, passione e competenza, attraverso l’impegno costante di persone serie, perbene, motivate e credibili, capaci di saper fare, senza interessi personali. Tutto ciò, anche in un contesto di rapporti e collaborazione tra enti e con un dialogo continuo e proficuo con la Regione Campania, della quale Bosco è nostro rappresentante ed autorevole esponente. Dobbiamo portare avanti una politica per la nostra terra di Capua, libera, sana, trasparente, forte e caparbia, al fianco dei cittadini, ascoltando veramente le loro esigenze, i problemi e le idee, trasformando il tutto in programmi condivisi da seguire ed obiettivi partecipati da raggiungere. Con questi presupposti, in maniera chiara e decisa, lanciamo la nostra sfida e la nostra scommessa e, con i cittadini di Capua lavoreremo per ridare un valore serio, autentico e credibile alla buona politica».
Pietro Rossi

ALLUVIONI IN CAMPANIA, PATRICIELLO SCRIVE A DE LUCA


on. Aldo Patriciello

Bruxelles “È di estrema necessità non soltanto attivare ogni procedura per l’immediato ripristino delle principali infrastrutture urbane, ma anche adoperarsi affinché le istituzioni utilizzino appieno tutte le risorse messe loro a disposizione dalle attuali normative regionali, nazionali ed europee”. È quanto si legge nella lettera che l'on. Aldo Patriciello, parlamentare europeo e membro del Gruppo Ppe, ha indirizzato al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca affinché solleciti il Governo a richiedere l’accesso al Fondo europeo di solidarietà per venire in soccorso dei territori duramente colpiti dagli allagamenti degli ultimi giorni. Nella missiva indirizzata al Governatore della Campania l’eurodeputato azzurro sottolinea che “i violenti temporali abbattutisi in molte zone dell’Italia centro-meridionale hanno generato una situazione di estrema emergenza, sia per quanto concerne la sicurezza dei cittadini, sia sotto il profilo della tenuta del sistema economico e produttivo”. Un riferimento particolare al beneventano, colpito più di tutti dai “devastanti nubifragi verificatisi la settimana scorsa che, oltre ad aver messo in ginocchio l’assetto urbano di molti centri, rischiano di compromettere oltremisura la capacità produttiva di numerose aziende del territorio”.  Da qui la necessità di richiedere l’aiuto di Bruxelles, attraverso l’erogazione dei contributi previsti dal Fondo di solidarietà dell’Unione europea, creato proprio per rispondere alle grandi calamità naturali e che fino ad oggi ha erogato assistenza finanziaria per un valore di oltre 3,7 miliardi di euro in favore di 24 Paesi europei.  Un Fondo che – scrive Patriciello – “potrebbe rappresentare un utilissimo strumento per venire in soccorso dei tanti Comuni colpiti dai fenomeni di dissesto idrogeologico” che hanno interessato, nelle ultime ore, vaste aree della Campania”. La concessione dei contributi previsti dal Fondo è, però, subordinata alla richiesta da parte del Governo dello Stato membro e non contempla alcun automatismo nell’erogazione dei contributi in favore delle zone alluvionate. “Un meccanismo – spiega nella lettera l’europarlamentare molisano - che, unitamente all’esigenza di inoltrare tale domanda alla Commissione europea entro 12 settimane, rende evidente come sia prioritario agire in stretta sinergia con il Governo in tempi rapidi per ottenere il sostegno da parte delle istituzioni europee”.

Punto d'ascolto e sportello emergenza CNA Benevento sui danni causati dall'alluvione



BENEVENTO – La CNA Benevento ha aperto un punto d'ascolto per raccogliere situazioni relative a danni causati a imprese  associate (e non) dagli eventi alluvionali. Chiede  agli imprenditori di segnalare, attraverso i nostri responsabili oppure attraverso la mailinfo@cnabenevento.com  la loro situazione affinché si possa  avere un quadro completo di quanto accaduto e eventualità assistere le imprese  nella redazione dei formulari inerenti la “ Procedura per la ricognizione Danni”. Cna Benevento ha predisposto, quindi  uno sportello per far fronte all'emergenza  attivo presso la sede di Viale Mellusi 36    dalle ore 9 alle ore 13. Inoltre La Cna Benevento rende disponibile le sue imprese del settore termoidraulico ed elettrico per la    rifunzionalizzazione delle attività commerciali e  unità abitative danneggiate dall’alluvione. In attesa di indicazioni precise da parte delle istituzioni, fornisce alcuni suggerimenti su come comportarsi:
- verificate se le polizze assicurative attivate sulla vostra imprese e/o abitazione prevedono la copertura per danni alluvionali
- preparate un'ampia documentazione fotografica a testimonianza dei danni subiti dalla vostra struttura e da qualsiasi attrezzatura danneggiata da acqua o fango
- in caso di spese relative a smaltimento rifiuti, ripristini o altre riparazioni è necessario conservare le fatture che dovranno contenere come descrizione un riferimento specifico all’evento
- in caso di danni a strutture o impianti è opportuno una relazione di un tecnico iscritto all’albo

Per info e segnalazioni è  gratuitamente a disposizione  i seguenti recapiti
3472224664
info@cnabenevento.com
Anna Zollo

“Le tisane: sorsi di benessere… in autunno” con Slow Food Terre di Capua



CAPUA - Un appuntamento con Slow Food Terre di Capua per approfondire il mondo delle tisane domenica 25 ottobre 2015 alle ore 18.00, presso Ex Libris Palazzo Lanza, a Capua, in Corso Gran Priorato di Malta, 25. Infusa, decotta o macerata, la tisana viene da secoli collegata all’idea di benessere e alla cura di sé. Tisane che possono essere “magiche” perché ci aiutano a  risanare il corpo e la mente in modo da recuperare quell’armonia “perduta attraverso i secoli”. Una storia millenaria a supporto dei benefici delle tisane, magari sminuite negli anni dell’illuminismo, ma ritenute sempre valide perché rispettose della natura. Nel corso dell’evento si cercherà di scoprire, sia degustando infusi e decotti che ascoltando la relatrice Viviana Gentile, esperta erborista e pratica del settore dal 1982, titolare dell’erboristeria “La Panacea”, perché questi rimedi sono sopravvissuti nella storia della medicina, tutt’oggi  consigliati in modo sempre più mirato, grazie anche all'utilizzo di piante provenienti da mondi lontani. Per comporre una tisana efficace, studiando antichi manuali e ricettari, ci vuole molta passione mentre un po' di tempo, pratica e pazienza saranno gli ingredienti giusti per assumere veri  e propri “sorsi di benessere”. Alcuni dolci, pensati e realizzati ad hoc da Ex Libris Palazzo Lanza,   accompagneranno la degustazione, esaltando sapori e profumi delle preparazioni. Insieme ci si confronterà,  stuzzicando la curiosità dei presenti, divertendosi con aneddoti bizzarri e approfondendo le proprietà benefiche delle erbe e dei loro componenti.  Tableau di erbe officinali e brochure divulgativa realizzata per i partecipanti all’incontro a cura a cura dell’Erboristeria “La Panacea”.
Contributo:
€ 6,00 soci Slow Food
€ 9,00 non soci
 La partecipazione all’incontro si effettua su prenotazione, entro sabato 24 ottobre:
– inviando una mail a: slowfoodterredicapua@gmail.com
– telefonando al 3290206404

Anna Zulla e Mirella Zulla a Parigi per partecipare ad ART SHOPPING 2015.



PIEDIMONTE MATESE - Le sorelle pittrici, Anna Zulla Ciarciello e Mirella Zulla, di Piedimonte Matese, confermano una nuova collaborazione con la QueenArtStudio dell’Art Director e Critico Maria Grazia Todaro e saranno presenti al Salone d'autunno "Art Shopping" 2015 a Parigi, la prima mostra di Arte aperta al Carrousel du Louvre dove 600 gallerie e artisti mostrano le loro opere a più di 10.000 visitatori e compratori di Arte Contemporanea. La manifestazione si svolgerà dal 23 al 25 ottobre 2015, la cerimonia di apertura è prevista per il 23 ottobre alle ore 19.00 con ingresso solo su invito. L'evento si conferma uno degli appuntamenti più importanti nel mercato dell'arte europea. Nato per rendere accessibile l'arte contemporanea a tutti , l'iniziativa permette agli artisti di indiscutibile talento, ma anche ad artisti affermati nel panorama internazionale dell'arte, di proporre le loro opere ai visitatori e alla vasta gamma di collezionisti. L'Art Shopping, situata all'interno di un’ambiente storico e culturale unico come quello del Louvre, visitato da milioni di turisti, ha lo stesso accesso attraverso la grande piramide di vetro, che porta al Museo del Louvre. Durante la 16 ° edizione della Mostra d'arte in Art Shopping, sarà presente ancora una volta, nella Galleria QueenArtStudio, un vero e proprio percorso artistico offerto da più di 40 artisti provenienti da tutto il mondo. Scultura, disegni, fotografie, degli eccellenti Artisti: Alistair Cooke, Ambra Loreti, Anna Zulla Ciardiello, Carlà Tomatis, Daniela Di Pasquale, Dario Mazzoli, Debora Sorgon, Demetrios Hatzikos, Eddie Jelinet, Elly Boudrie, Federica Scoppa, Francesco Altomare, Giuseppe Portella, Gibo Perlotto, Habiba Zouabi, Ippazio Campa, Isabel Carafi, Jazxart Jaime Bona, Lilian Hicel, Loredana Messina, Mahmud Anwar Alnasir, Marilena Lacchinelli, Marina Del Giudice, Marinella Albora, Metin Topa, Marcella Beltrami, Mirella Zulla, Monika Walter, Nicola Andreace, Nina Gonzalez, Noemi Mortella, Olga Percinschi, Paola Paladini, Paulus Noomen, Pedro Marquez, Pietro Rovida, Reyna Zapata, Rikke Kiil, Santa Loffredi, Serena Artico, Serena Baldaccini, Simona Fiandri, Tinamaria Marongiu, Xavier Yarto, Yuni Ko.
Pietro Rossi

Richiesto l’intervento dell’ASL a Caiazzo per fronteggiare il randagismo.



CAIAZZO - L'Asl intervenga immediatamente per fronteggiare il fenomeno del randagismo che continua a verificarsi sul territorio comunale caiatino. La richiesta arriva dal Comune che ha interessato della problematica l'unità operativa di veterinaria che ha sede proprio in città per mettere riparo ad una questione in continua evoluzione così come segnalata da diversi cittadini. Su impulso dell'amministrazione guidata dal sindaco Tommaso Sgueglia, nei giorni scorsi il comandante della Polizia Municipale Pietro Del Bene ha inviato una nota ufficiale al dipartimento di Veterinaria dell'azienda sanitaria locale di Caserta in cui chiede un intervento tempestivo e concreto per catturare i numerosi cani che vagano nel centro urbano come nelle zone rurali. Una situazione resa ancora più preoccupante dai diversi casi di tentata aggressione dei randagi nei confronti dei cittadini, come segnalato nell'ultimo periodo dai residenti di via Selvetelle, della zona del Cimitero e di Rione Garibaldi. Proprio in queste zone, l'altra mattina il maresciallo Del Bene ha effettuato un sopralluogo durante il quale ha riscontrato la presenza di ben 7 cani che circolavano liberamente e senza padrone, tanto da indurre immediatamente il Comune a richiedere un'opera di accalappiamento di tali randagi "anche con interventi ripetuti - si legge nella nota inoltrata all'Asl, e per conoscenza anche al comandante della locale stazione dei Carabinieri, maresciallo Michele Fioraio - al fine di scongiurare spiacevoli morsicature ad ignari passanti, stante anche l'approssimarsi della ricorrenza della commemorazione dei defunti che determina maggiore frequentazione di cittadini presso il cimitero e le zone attigue". 
Pietro Rossi