31 marzo 2017

Il dottor Fabio Civitillo, annuncia la sua candidatura a Sindaco, per le amministrative di Piedimonte Matese, nella fila del Partito Democratico

Fabio Civitillo
PIEDIMONTE MATESE  - “Sono certo che i tempi siano maturi, quindi rompo gli indugi e offro la mia disponibilità a candidarmi come Sindaco per le comunali di Piemonte Matese, per il Partito Democratico” - esordisce il dott. Fabio Civitillo nel dare l’annuncio“. La mia esperienza professionale, al servizio delle persone, mi spinge a fare questa scelta per il Bene Comune”. “Non aver avuto dei trascorsi politici - seguita - non rappresenterà un punto debole, anzi, si tratta del segno tangibile che anima lo spirito di rinnovamento a guida dell’azione civica di tutti noi. Soltanto rimboccandoci le maniche per offrire un futuro migliore alla nostra Comunità, dando fondo a tutte le competenze di cui disponiamo, potremo parlare di politica dalla parte dei cittadini.”  Ovviamente, nello spirito delle dichiarazioni del commissario locale e provinciale del P.D., Senatore Mirabelli, sono pronto a confrontarmi nelle  sedi opportune con tutti quelli interessati a costruire un centro sinistra unito e vincente.   “Sono certo che queste mie dichiarazioni - termina Civitillo - serviranno da sprone a tutte le forze politiche progressiste, per fare un serio discorso unitario”.

Pietro Rossi

PRESENTAZIONE DELLA V EDIZIONE DEL CALENDARIO UNICO DEGLI EVENTI 2017


Caiazzo - Le Pro loco del Consorzio Turistico “Medio Volturno” sono liete di invitare la S.V. alla Presentazione della Quinta Edizione del Calendario Unico degli Eventi 2017 che si terrà sabato 01 aprile alle ore 15.30, presso la tenuta San Bartolomeo Casa in Campagna in Caiazzo, nell’ambito dell’annuale appuntamento con la manifestazione “I Giardini del Volturno”, secondo il programma allegato come da locandina. L’iniziativa, patrocinata dall'Unione nazionale Pro Loco, dalla Regione Campania, dalla Provincia di Caserta e dall’Ente Provinciale per il Turismo di Caserta, è promossa dalle 12 Pro loco dei piccoli comuni dell’Alto Casertano che, per il quinto anno consecutivo, si sono unite per poter valorizzare al meglio, facendo rete, il proprio patrimonio culturale materiale ed immateriale. Tra i sodalizi protagonisti di quello che è ancora considerato umani mente un modello da seguire in termini di sinergia e messa in rete nel campo dell’associazionismo e della promozione di un programma unico di appuntamenti che animeranno il Medio Volturno nei prossimi mesi, fino al termine dell’anno, figurano le Pro Loco di Alvignano, Baia e Latina, Caiazzo, che quest’anno ospiterà il varo della brochure, Castel Campagnano, Castel di Sasso, Dragoni, Formicola, Liberi, Piana di Monte Verna, Pontelatone, Ruviano e Treglia.  Saranno presenti l’Assessore Regionale al Turismo Corrado Matera, il Presidente della Provincia di Caserta Silvio Lavornia, il Coordinatore del Gal Alto Casertano Pietro Andrea Cappella, il Presidente dell’Unpli Campania Mario Perrotti con il Presidente Provinciale in Terra di Lavoro Maria Fiore, i Presidenti delle Pro Loco guidati dal presidente del Consorzio Turistico Pasquale Di Meo, i Sindaci dei comuni interessati con in testa il primo cittadino caiatino Tommaso Sgueglia, ed i rappresentanti tutti del mondo associazionistico. 

Pietro Rossi


Il gruppo consiliare di maggioranza "Caiazzo Bene Comune" esprime piena solidarietà e vicinanza umana al Sindaco Tommaso Sgueglia

Tommaso Sgueglia
CAIAZZO - Il gruppo consiliare di maggioranza "Caiazzo Bene Comune" esprime piena solidarietà e vicinanza umana al Sindaco Tommaso Sgueglia per la gravissima frase usata nei suoi confronti dalla consigliera di minoranza Patrizia Merola che, al termine del Consiglio comunale di ieri sera, alla presenza di tutti noi, ha rivolto le seguenti parole all'indirizzo del primo cittadino: "Sei un uomo morto". Espressione di una gravità inaudita e degna di altri contesti che si commenta da sola e che non appartiene certamente all'alveo del normale e civile confronto politico, perché da essa traspare solo odio, livore ed acredine personale verso la persona, prima ancora che verso la figura istituzionale, dell'amico Tommaso Sgueglia.  Nello stigmatizzare tale violenza verbale che non si addice certo ad una cittadina di una comunità onesta e laboriosa qual è Caiazzo, e men che meno è degna di una rappresentante del popolo e di una figura istituzionale, peraltro di professione avvocato, il gruppo Caiazzo Bene Comune invita la consigliera Merola a chiedere scusa non solo al Sindaco Sgueglia ma anche all'intera comunità locale che è scevra e lontana da espressioni e modi di fare che qualificano l'autrice, diffidando la medesima dal mantenere in futuro un atteggiamento così ostile e rancoroso nei confronti delle figure istituzionali cittadine. In un clima generale di crescente avversione verso la politica a tutti i livelli, appare davvero inaccettabile che una consigliera comunale apostrofi in maniera così minacciosa e pericolosa un Sindaco solo perché non ne condivide e sostiene l'operato amministrativo. Analogamente, la maggioranza condanna l'atteggiamento complessivamente irriguardoso e sghignazzante tenuto dal gruppo di opposizione in aula, così come respinge le facili insinuazioni, figlie di chiacchiere da marciapiede, riprese dal consigliere Stefano Giaquinto su taluni argomenti da lui usati in Assise per attaccare l'azione portata avanti dall'Amministrazione all'insegna della trasparenza e della legalità. Se questo è il modo di fare di taluni esponenti di Uniti per Caiazzo, non osiamo immaginare il clima di odio e violenza verbale che saranno capace di generare da qui al prossimo anno quando in città si tornerà a votare per le comunali.Non saranno certo, però, le loro gravi espressioni ed i loro pericolosi atteggiamenti intrisi di odio e livore personale a frenare la nostra amministrazione o ad incutere in noi alcun timore, ribadendo piena ed incondizionata fiducia nel Sindaco Tommaso Sgueglia e nell'intera Amministrazione di Caiazzo Bene Comune, chiamati oggi più che mai ad andare avanti fino in fondo per evitare che la città faccia un salto nel buio e diventi ostaggio di pratiche e modi di fare a noi lontani anni luce. 

INCONTRO POSITIVO AL MINISTERO PER OTTENERE IL RICONOSCIMENTO DELLA ECCEZIONALITÀ DELLA SITUAZIONE DEGLI OPERAI DEL SETTORE METALMECCANICO DI TERRA DI LAVORO.

Camilla Sgambato
Caserta - Nella mattinata di ieri, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, su richiesta della parlamentare Camilla Sgambato, la Sottosegretaria Franca Biondelli ha incontrato i segretari confederali provinciali Camilla Bernabei (Cgil), Antonio Farinari (Uil) e Giovanni Letizia (Cisl) ed una delegazione dei lavoratori per affrontare la questione relativa al Bacino di Crisi di Caserta. Alla presenza dei dirigenti delle direzioni generali del dicastero, De Dominicis per gli ammortizzatori sociali e degli incentivi all’occupazione, e De Camillis per la tutela delle condizioni di lavoro e delle relazioni industriali, i rappresentanti sindacali hanno evidenziato la particolare e difficile situazione che vivono i circa 750 operai metalmeccanici un tempo impiegati nelle 8 aziende che hanno chiuso i battenti nel corso dei primi anni 2000, aprendo da allora una fase di incertezza trasformatasi in vera e propria emergenza sociale nell'ultimo decennio a causa della mancata ricollocazione occupazionale dei lavoratori.  Come sottolineato anche dalla deputata Sgambato, per via della loro giovane età anagrafica, gli operai hanno ormai concluso il percorso sia della cassa integrazione nel 2015 ed anche la disoccupazione ordinaria, per cui non godono più degli ammortizzatori sociali indispensabili per accompagnare loro fino ad una nuova reimmissione nel circuito lavorativo attivo, anche attraverso la previsione di quote di salvaguardia per le nuove assunzioni a farsi nel prossimo futuro. Un tema questo più volte sollevato e proposto dai sindacati ma non ancora attuato nonostante i diversi accordi istituzionali stipulati negli anni. Da parte della Sottosegretaria Biondelli, è arrivato un primo riconoscimento della specificità del Bacino di Crisi di Caserta rispetto alla situazione che vivono gli altri ex lavoratori della Campania, con l'invito ad aprire un tavolo di confronto con la Regione sul rapido e concreto utilizzo dei fondi già disponibili. Al termine dell'incontro, i rappresentanti sindacali e la delegazione di operai hanno espresso prudente soddisfazione rispetto all'apertura ottenuta dal Ministero del Lavoro, ringraziando l'On. Sgambato per aver favorito e reso possibile l'incontro che ridà fiducia alle maestranze. "Abbiamo ottenuto la riapertura del tavolo sul Bacino di Crisi di Caserta che presenta una situazione eccezionale e molto più complessa rispetto agli alle altre realtà campane. Lo stato di disagio che vivono tanti lavoratori ora inoccupati non può essere procrastinato ulteriormente, nè la situazione di incertezza riguardo al loro futuro occupazionale deve continuare oltremodo, per cui bisogna dare risposte e tracciare una prospettiva per l'intero comparto.  Il confronto con la Regione dovrà servire proprio a questo, fermo restando che, indirne ai sindacati, manterremo l'interlocuzione con il Ministero e continueremo a lavorare fino alla fine per una positiva soluzione della problematica", dichiara Sgambato. 
 Pietro Rossi