02 settembre 2015

“MUSICA IN VILLA” A SAN POTITO SANNITICO



San Potito Sannitico. Si terrà il prossimo 12 Settembre, nello splendido scenario dei giardini di “Villa Carolina”, il concerto “Musica in Villa” organizzato dall’Associazione Culturale Am’ARTE, con il patrocinio del comune di San Potito Sannitico. Con questo evento si vuole rendere omaggio ad artisti locali attraverso opere di musica tradizionale. Si esibiranno, durante la serata, la promettente e giovane soprano Ylenia Iasalvatore accompagnata da una classica “orchestrina” popolare, come nelle più antiche tradizioni a cavallo tra l’800 ed il ‘900. La serata sarà introdotta dal dott. Maurizio D’Abbraccio, membro dell’Associazione Am’ARTE ed avrà inizio alle ore 20.00 (ingresso gratuito) e si concluderà con un rifresco offerto da aziende agrituristiche locali e dal Supermercato D’Abbraccio.
Pietro Rossi

Si del Consiglio comunale al bilancio di previsione 2015.



Tommaso Sgueglia
CAIAZZO - L'approvazione dell'importante documento finanziario è arrivata a margine della seduta monotematica dell'assise convocata per il tardo pomeriggio di lunedì dalla presidente Raffaella Sibillo. Con il voto favorevole della maggioranza di Caiazzo Bene Comune, che ha in maniera compatta avallato e sostenuto le scelte compiute dalla giunta presieduta dal sindaco Tommaso Sgueglia, il previsionale per l'esercizio finanziario in corso è stato licenziato positivamente tra la soddisfazione dell'amministrazione.  Ad illustrare il bilancio in aula è stato il vice sindaco con delega alle Finanze Antimo Cerreto che ha tratteggiato per grandi linee le scelte politiche contenute nello stesso: "Siamo partiti dalla razionalizzazione delle spese e dal contenimento dei costi di gestione per arrivare ad un secondo punto qualificante rappresentato dal mancato ulteriore indebitamento dell'Ente dovuto alla scelta di non rinegoziare ancora la maggioranza dei mutui contratti negli anni con la Cassa depositi e prestiti che ci avrebbe consentito certo di spalmare su più anni le rate, ma anche di gravare ulteriormente sulle casse municipali, perciò abbiamo preferito non mettere un'ipoteca sul futuro delle generazioni caiatine e di far risparmiare 15 mila euro di interessi che quest'anno già sono calati del 6%.  Il prossimo anno estingueremo 3 mutui e fra 2 anni altri 8 prestiti". Quindi, il vicario del sindaco Sgueglia ha toccato vari argomenti, dalla spesa per il personale, "che non crescerà perché abbiamo diminuito la previsione di dipendenti anche se il prossimo anno contiamo di avere un ragioniere in più e perché no, un tecnico in pianta stabile, così come il segretario comunale lo avremo part time", alle tasse come l'Imu "la cui previsione generale è calata in relazione a quella agricola ma le aliquote sono rimaste invariate rispetto allo scorso anno", alla Tasi con gettito simile al 2014, ma che ci vede protagonisti di un "massiccio  recupero dell'evasione Ici e presto incasseremo con l'obiettivo di ampliare la platea di cittadini oggetto di accertamenti da parte dell'Ente", finendo "all'addizionale Irpef ferma al 0,3%, alla Tosap confermata e alla Tari abbassata in favore dei cittadini". Soddisfatto al termine della seduta per l'adozione definitiva del bilancio il primo cittadino Sgueglia: "Avanti tutta con i programmi e gli obiettivi che questa maggioranza di Caiazzo Bene Comune si è data e che l'amministrazione che mi onoro di guidare, sta realizzando così da tradurre le parole in fatti concreti. Stiamo con grande senso di responsabilità affrontando e risolvendo problemi incancrenitisi con il trascorrere degli anni e di cui la città deve superare una volta e per sempre, e lo stiamo facendo dialogando con i cittadini e confrontandoci con la popolazione che ora ha un ruolo davvero centrale nel governo locale. Ne è esempio lampante la diminuzione delle tariffe comunali come la Tari e la conferma di altre, quali Tasi, Imu agricola e addizionale Irpef che è al minimo". 
Pietro Rossi

PROTOCOLLO D’INTESA TRA GAL ALTO CASERTANO E UNPLI CASERTA

Carmine De Pascale.


CAIAZZO -"L'Alto Casertano in cammino verso Europa 2020"- la forza dei partenariati locali nella definizione delle strategie di sviluppo, è il tema scelto per la presentazione del protocollo d'intesa tra il GAL Alto Casertano, l'Unpli Caserta ed i consorzi turistici delle Pro Loco del Medio Volturno, del Matese e dell'Alto Casertano, che verrà sottoscritto sabato 5 settembre, con inizio alle ore 10,30, nel piccolo teatro "Giuseppe Jovinelli" di Palazzo Mazziotti di Caiazzo. L'accordo nasce dall'esigenza comune di realizzare attività di promozione del territorio e delle sue risorse culturali, turistiche, folkloristiche, ambientali e delle tradizioni; da qui il tema del convegno di lancio dell'iniziativa che vuole porre così l'attenzione sulla nuova programmazione dei fondi europei e la proiezione dell'accordo di partenariato tra GAL, Unpli e Consorzi verso la prossima agenda comunitaria. I soggetti firmatari del protocollo, difatti, hanno dei tratti in comune che discendono dalle finalità istituzionali di ciascuno: la promozione e la valorizzazione del territorio dell’Alto Casertano e delle sue peculiarità naturali, artistiche, storiche e ambientali; la messa in campo di azioni volte al miglioramento della qualità della vita delle comunità locali; lo stimolo alle istituzioni per la individuazione di soluzioni sostenibili di sviluppo del territorio; la sensibilizzazione delle comunità locali per una maggiore presa di coscienza del proprio patrimonio fatto di storia usi costumi e tradizioni e dei propri territori. Obiettivi questi che si potranno meglio raggiungere attraverso il rafforzamento del partenariato che il GAL ha attivato da oltre venti anni e che punta a mettere in atto forme di scambio di conoscenze e di informazioni tra i firmatari dell'intesa. Il protocollo rappresenta, inoltre, la base per una collaborazione su progetti in comune nell’ambito dei Programmi di Sviluppo Rurale improntati sul metodo partecipativo e dal basso, con l’attuazione di progetti comuni che riguarderanno soprattutto i seguenti temi: sviluppare un ambiente favorevole al tempo libero mirato a varie attività ricreative, valorizzare le risorse culturali e paesaggistiche delle quali i territorio dell’Alto Casertano è ricco, perseguire l’attivazione e lo sviluppo delle comunità rurali, coinvolgere e motivare le nuove generazioni perché decidano di restare nelle proprie comunità, aumentare le opportunità di svago designate ai giovani, sviluppare l’artigianato tradizionale, i prodotti tipici e gli eventi, stimolare le attività sociali ed economiche tra i residenti delle comunità locali.  Alla tavola rotonda in programma per sabato prossimo al Piccolo Teatro Jovinelli, dopo i saluti istituzionali del Sindaco della città di Caiazzo Tommaso Sgueglia, parteciperanno i Presidenti dei Consorzi del Matese Angelo Rossolino, dell'Alto Casertano  Arturo Marseglia, del Medio Volturno Pasquale Di Meo, del Comitato provinciale Unpli Caserta Maria Grazia Fiore, ed il Coordinatore del GAL Pietro Andrea Cappella. Le conclusioni saranno affidate al consigliere regionale della Campania con delega al Turismo Carmine De Pascale.  “I partenariati sono l’unico strumento che possa far superare i momenti di difficoltà legati non solo alla situazione economica dei nostri territori: la forza dei partenariati sta nel mettere insieme esperienze, mezzi, idee per il raggiungimento di obiettivi di interesse collettivo”, afferma il coordinatore del GAL Cappella.  
Pietro Rossi

Tutto pronto per la terza edizione del Festival dell’erranza a Piedimonte Matese.


Chiostro di S.Domenico

PIEDIMONTE MATESE  - Tutto è pronto ormai per la terza edizione del Festival dell’erranza, dal 4 al 6 settembre l’incantevole borgo di Piedimonte Matese ospiterò  una tre giorni di festa e condivisione, con presentazioni di libri, spettacoli, riflessioni e workshop sul tema dell’erranza, con particolare attenzione alla suggestione che permeerà tutto l’evento: il rapporto tra “lo straniero e le nuvole”, di chiara derivazione baudelariana, e quindi l’ospitalità e l’incontro con l’Altro, aspetti di grande attualità in questo preciso momento storico.  Gli autori e gli ospiti del Festival 2015 invitati a riflettere sulla relazione che intercorre fra lo "Straniero" e gli interrogativi che la sua presenza costringe a porre, e l'incessante mutevolezza delle  nuvole, sono: Carmen Pellegrino,  Marco Neirotti, Fabrizio Coscia, Darinka Montico, Fatima Mahfud, Paolo Mastroianni, Christian Carmosino, Daniele Biella, Silvio Perrella, Ferdinando Camon e, per il consueto spettacolo del sabato sera, il cantautore napoletano Maldestro.  Per la prima volta avremo la presenza durante gli eventi con un proprio stand e un rappresentante, dell’Organizzazione Emergency. E ancora, il Festival collaborerà con il Gal dell'Alto Casertano che presenterà un video sulla via Francigena del Sud. Il Festival dell’Erranza, ha commentato il Direttore artistico Roberto Perrotti, è il luogo dove s’incontreranno viaggiatori, sportivi, filosofi, religiosi, scrittori, artisti per indagare sull’arte di girare il mondo, sulla necessità di mettersi in cammino, sulla tendenza al nomadismo, sull’entusiasmo all’esplorazione, sull’impulso al viaggio, sulla fatica del migrare, sull’impegno agonistico dello sportivo.Ascolteremo le loro narrazioni che solleciteranno la nostra attenzione verso i temi centrali della modernità.

Pietro Rossi