20 agosto 2016

20esimo anniversario del gemellaggio con Ochtendung.

CAIAZZO- Solenni celebrazioni quest'oggi in città in occasione del 20esimo anniversario del gemellaggio con Ochtendung, la comunità tedesca accomunata a quella caiatina, medaglia d'argento al merito civile, nel ricordo della strage di Monte Carmignano del 13 ottobre 1943, ordinata dall'ufficiale delle Ss W. Lehnigk-Emden che risiedeva proprio nella cittadina situata nel Lander della Renania-Palatinato. L'amministrazione comunale del sindaco Tommaso Sgueglia ha inteso promuovere diversi momenti di incontro e riflessione pubblica cui parteciperanno i rappresentanti istituzionali di Ochtendung al fine di ricordare la sottoscrizione del patto di amicizia tra le due città, avvenuto nel 1996 per volere dell'allora sindaco  Nicola Sorbo.  Il sindaco ed il borgomastro terranno i discorsi solenni di apertura, in territorio caiatino, del ciclo di celebrazioni che prevede un secondo evento, quello più importante, domani 21 agosto. Al mattino, alle ore 9,30 presso il cimitero comunale, Sgueglia e Hirsch deporranno insieme una corona d'alloro sul sacrario dei 22 martiri dell'eccidio di 73 anni fa alla presenza delle massime autorità militari e religiose, dei rappresentanti delle associazioni interessate e dei cittadini tutti.  A seguire, alle ore 10, da piazza Porta Vetere partirà il corteo istituzionale fino alla basilica minore di piazza Santo Stefano Menecillo dove il vescovo della diocesi di Alife-Caiazzo, monsignor Valentino Di Cerbo, celebrerà la santa messa.  Nel pomeriggio sempre di domenica, appuntamento alle ore 18 presso il luogo della strage, a Monte Carmignano, dove il sindaco Sgueglia ed il borgomastro Hirsch sottoscriveranno il patto di gemellaggio e rinnoveranno gli impegni reciproci di pace e fratellanza tra le due comunità. 
Pietro  Rossi


Santa messa in ricordo di Teresa Musco

CASERTA - Il sindaco della Città di Caiazzo, Tommaso Sgueglia, ha partecipato alla santa messa in ricordo di Teresa Musco, la mistica di origini caiatine morta il 19 agosto 1976. In occasione del quarantennale della sua prematura dipartita, il Vescovo della diocesi di Caserta, mons. Giovanni D'Alise, ha celebrato la funzione religiosa in suffragio di Teresa Musco presso il Duomo di Caserta, con in prima fila il sindaco Sgueglia e alla presenza di tantissimi cittadini e fedeli caiatini. Il pastore diocesano del capoluogo di Terra di Lavoro, intrattenutosi con il primo cittadino Sgueglia prima della messa, ha ricordato la figura della pia donna in odore di santità e con le stimmate, nata a Caiazzo il 7 giugno 1943, dove vivono i suoi familiari, e a Caserta. Al termine della celebrazione eucaristica, ai presenti è stato donato  in copia il libro di Pierluigi Mirra dal titolo "Il Tormento della Santità-Teresa Musco".  

Pietro Rossi