20 gennaio 2016

Il Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano aderisce all'Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura



PIEDIMONTE MATESE  - Il Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano aderisce all'Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare, il nuovo organismo promosso su scala nazionale dalla Coldiretti per diffondere la conoscenza e la consapevolezza del patrimonio agroalimentare italiano, con l’obiettivo di creare un sistema coordinato e capillare di controlli idonei a smascherare i comportamenti che si pongono in contrasto con la legalità. L'Ente guidato dal Presidente Prof. Pietro Andrea Cappella, quale sostenitore, ha sposato da subito l'iniziativa, i cui fini corrispondono con le attività istituzionali del consorzio ed i cui obiettivi con l'azione di programmazione sin qui attuata dalla maggioranza che, da ormai quasi 5 anni, regge le sorti dello stesso ente consortile.  L'Osservatorio presieduto dal numero 1 di Coldiretti nazionale Roberto Moncalvo (nella foto con il Presidente del Sannio Alifano Cappella), mentre vice è il presidente dell’Eurispes Gian Maria Fara, vede alla guida del suo comitato scientifico il già procuratore nazionale antimafia Giancarlo Caselli, al fine di rendere "trasparente l’indicazione dei flussi commerciali con l’indicazione delle aziende che importano materie prime dall’estero e venga bloccato ogni finanziamento pubblico alle aziende che non valorizzano il vero Made in Italy dal campo alla tavola". Con l'adesione, il consorzio di bonifica del Sannio Alifano sarà partecipe delle diverse azioni e dei vari controlli da attuare sul territorio ed in favore degli agricoltori, divenendo così l'interlocutore privilegiato e l'interfaccia ufficiale del neonato organismo sulla criminalità nell’agricoltura nell'intero comprensorio dell'Alto casertano e della vicina valle Telesina. In particolare, l'Ente consortile collaborerà con l'osservatorio nelle attività tese a "contrastare le contraffazioni e le adulterazioni alimentari, attraverso la creazione di modelli di controllo che consentano la più completa informazione dei consumatori; - spiega il presidente Cappella - diffondere una cultura che valorizzi gli elementi distintivi della produzione agricola nazionale e riconosca i vantaggi (economici, ambientali ed occupazionali) del rispetto della legalità per il Paese ed il nostro territorio del Sannio Alifano; proporre azioni collettive di tutela dei consumatori; sviluppare proposte dirette alla razionalizzazione e alla semplificazione delle regole inerenti alle filiere agricole; svolgere un ruolo propositivo nei confronti delle Autorità Amministrative indipendenti e delle Commissioni parlamentari d’inchiesta sui fenomeni della criminalità, della contraffazione e della pirateria commerciale. Il tutto attraverso rapporti di collaborazione e partnership tra l'osservatorio ed il nostro consorzio che si pone così sempre al servizio dei propri contribuenti e degli agricoltori tutti del territorio servito". 

Cultura, il mondo s’inchina al genio di Dante. Tantissime celebrazioni per i 750 anni dalla nascita



Cancello ed Arnone (Matilde Maisto) – Tutta l’Italia si inchina davanti al genio di Dante Alighieri. In occasione del 750esimo anniversario della nascita del padre della “Divina Commedia”, in scena 187 manifestazioni in tutto il Paese e ben 173 all’estero. Per mesi mostre, letture, convegni e conferenze, concerti di musica classica e contemporanea, spettacoli di teatro e danza, video installazioni e proiezioni, lectio magistralis, summer school con i massimi protagonisti della scena culturale nazionale e internazionale e studiosi di letteratura dantesca. Il programma è stato riconosciuto evento di interesse nazionale dal Comitato storico – scientifico della Presidenza del Consiglio dei Ministri e le manifestazioni del calendario delle celebrazioni hanno visto impegnate in prima fila le città più legate al Sommo Poeta – Firenze, Ravenna, Verona, Roma. Anche Caserta ha aderito a questa bellissima iniziativa e nei giorni 9 e 10 gennaio u.s. più di mille lettori sono stati coinvolti nel prestigioso evento e non sono mancati tanti nomi eccellenti. E per declamare “Ne lmezzo del cammin di nostra vita” e l’inizio dell’Inferno è venuto Sperello di Serego Alighieri, dall’Osservatorio astronomico di Arcetri, astrofisico, appassionatissimo di motociclismo e autore, tra l’altro, di un incredibile “Viaggio in moto da Perugia a Pechino lungo le Vie della Seta”. Discendente del ramo materno di Dante (l’ultima pronipote diretta, Ginevra, nel ‘500 sposò un Serego e unì i cognomi), il professore ha aperto il gruppo di testa della maratona sabato 9 gennaio alle 15 nell’Aulario di Santa Maria Capua Vetere della Seconda Università di Napoli, che ha organizzato l’iniziativa con l’Ucsi, l’Unione cattolica della stampa italiana, la Reggia di Caserta, la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, la Dante Caserta e nazionale, la Scuola Specialisti dell’Aeronautica e alcuni istituti scolastici del capoluogo e non solo: Liceo Classico Giannone, Liceo Classico Manzoni, Istituto Professionale Mattei, che presta i suoi allievi filmaker, insieme con l’Accademia di Belle Arti di Napoli; Liceo Pizzi di Capua, Fondazione Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni e tanti altri. Ebbene sulla scia di questa bellissima manifestazione il gruppo di “Letteratitudini” di Cancello ed Arnone ha pensato di organizzare una ‘lectura dantis’ per l’incontro di gennaio 2016. Infatti gli amanti della letteratura si sono dati appuntamento per la serata di mercoledì 27 alle ore 19,30 ed ognuno dei soci sarà lieto di leggere dei versi della Divina Commedia. Per questa speciale occasione si sta facendo il possibile per coinvolgere quante più persone possibili e specialmente i giovani di Cancello ed Arnone.

LA PROGRAMMAZIONE 2014 - 2020: LE INNOVAZIONI NEI CONTENUTI E NELLA GOVERNANCE DELLA POLITICA DI COESIONE



PIEDIMONTE MATESE - L’Anci Campania, assieme all’Istituto per la Finanza e l’Economia Locale (Ifel), sta promuovendo un ciclo di incontri formativi indirizzati agli amministratori e funzionari pubblici. Domani 21 gennaio 2016, dalle ore 10:00 alle 15:00, sarà la Biblioteca comunale di Piedimonte Matese ad ospitare un seminario gratuito rivolto a dipendenti e amministratori comunali della Campania, un incontro di approfondimento sul tema “La Programmazione 2014-2020: le innovazioni nei contenuti e nella governance della politica di coesione”, focus sulle potenzialità e le opportunità offerte ai Comuni dai fondi strutturali europei e sullo scenario in cui gli Enti locali si troveranno ad operare. Si tratterà di un aggiornamento circa le novità introdotte dal quadro regolamentare del prossimo settennio, ma anche di un approfondimento sull’Accordo di Partenariato e dei Programmi Operativi Regionali, affinché si fornisca ai partecipanti del seminario un quadro complessivo dell’ambito in cui si ritroveranno a lavorare e candidare a finanziamento le proprie progettualità. Docenti del seminario saranno Maria Esposito, architetto specializzata in politiche pubbliche e pianificazione territoriale, e Roberto Cacciapuoti, esperto in project management, gestione e coordinamento di programmi di formazione. L’incontro prevede, dopo la registrazione dei partecipanti, i saluti istituzionali del sindaco di Piedimonte Matese, Vincenzo Cappello, membro dell'Esecutivo regionale Anci, e del direttore Anci Campania Pasquale Granata. L’introduzione ai lavori sarà invece del coordinatore didattico Alessandro Coppola. "Sarà una evento formativo importantissimo per i sindaci e i dirigenti comunali - sottolinea Vincenzo Cappello - per una migliore comprensione delle novità introdotte nella nuova programmazione dei fondi europei e delle possibilità offerte da queste risorse essenziali per gli enti locali e per la crescita dei territori”.