19 settembre 2015

Cambiamenti in arrivo per la raccolta differenziata a Piedimonte Matese



PIEDIMONTE MATESE - Piccola rivoluzione in arrivo nel servizio di raccolta differenziata sul territorio comunale di Piedimonte Matese. Un nuovo calendario - in vigore dal prossimo 5 ottobre - per il ritiro porta a porta che introduce cambiamenti nei giorni di ritiro, ma soprattutto nuove possibilità fornite al cittadino per eseguire uno smaltimento dei rifiuti prodotti ancora più preciso, sicuro per l’ambiente e rispettoso dell’igiene urbana. Da tempo ormai i cittadini del capoluogo matesino hanno imparato a fare i conti con la suddivisione dei rifiuti nella varie tipologie, per permettere una gestione più sicura ed ecosostenibile del loro processo di smaltimento. La ditta che ha ora in carico la gestione del servizio, la Div.A del gruppo Termotetti, ha modificato quelli che finora sono stati i giorni di raccolta, rendendo più precisa la suddivisione dei materiali da riciclare e aggiungendo la possibilità del ritiro del vetro accanto all’umido organico, l’indifferenziato, il multi-materiale leggero, carta e cartone.  Cambiamenti che se da un lato contribuiscono al miglioramento del processo di riciclo, dall’altro producono anche un calo dei costi di smaltimento. Assumerà inoltre un ruolo più centrale l’isola ecologica ubicata nell’area del nuovo macello comunale di via Baden-Powell (già via Canneto). Un luogo che già in passato è stato punto di raccolta di ingombranti o materiale elettronico raee, e dove dal 5 ottobre, ogni mercoledì, i cittadini potranno recarsi per depositare anche abiti usati, oli esausti, legno, plastica, neon, lampadine e tutti quegli oggetti che hanno bisogno di attenzioni particolari per essere smaltiti. “Il perfezionamento delle modalità di conferimento dei rifiuti è un importante passo in avanti per la nostra città – sostiene l’assessore delegato al ciclo integrato dei rifiuti, Pinuccio Simonetti – inoltre con le potenzialità dell’isola ecologica, avremo nuovi strumenti per migliorare la raccolta differenziata e innalzarne le percentuali. Come sempre, l’attenzione dei cittadini al rispetto delle buone pratiche rimarrà assolutamente indispensabile”. Da martedì 22 settembre a sabato 10 ottobre (dal martedì al sabato) si provvederà alla distribuzione di materiale informativo e di sacchetti, grazie a una postazione installata ad hoc in piazza Roma dove cittadini ed esercenti potranno trovare assistenza e informazioni sulle nuove modalità di raccolta porta a porta.


Parte il tour di 'Terra libera'

CASERTA - Dopo l’incontro di Caserta della settimana scorsa, inizia il tour in tutta la provincia di ‘Terra libera’, il movimento politico espressione diretta del consigliere regionale Luigi Bosco. Si parte giovedì 24 settembre alle 19 in via Agostino Stellato (presso il ‘Paradise Cafè’); sabato 26 settembre alle 18, l’appuntamento è in via Vittorio Veneto a Curti (presso i locali dell’ingegnere Gennaro Iodice); giovedì primo ottobre, infine, la carovana di ‘Terra libera’ si sposterà in via dei Romani a Santa Maria Capua Vetere (presso ‘Voglie Matte’). «Abbiamo – afferma il consigliere Luigi Bosco – organizzato degli incontri in vari comuni della provincia di Caserta, innanzitutto per ringraziare i cittadini che mi hanno sostenuto in occasione delle elezioni regionali. Ritengo che sia assolutamente doveroso iniziare a pianificare una serie di attività che guardino soprattutto allo sviluppo del territorio, sfruttando anche la mia recente elezione a vicepresidente della commissione consiliare Attività produttive, Industria, Commercio, Turismo e Lavoro. Inoltre, dopo il successo ottenuto all’ultima competizione elettorale, abbiamo l’obbligo di impegnarci in vista delle imminenti elezioni amministrative. Infatti – conclude il consigliere regionale – per una immediata crescita del nostro territorio, è fondamentale una perfetta sinergia tra gli enti locali e la struttura regionale; di questo ne sono più che convinto». Dopo i tre appuntamenti già fissati a San Prisco, Curti e Santa Maria Capua Vetere, nel prossimo mese di ottobre ‘Terra libera’ arriverà a Capua, Casagiove ed Aversa.

Pietro Rossi

Casapesenna, De Rosa – Zagaria. Non tarda ad arrivare la replica della Consigliera Provinciale dopo le accuse del Sindaco al componente della propria maggioranza consiliare.

Raffaella Zagaria
Sono dalla parte dei cittadini di Casapesenna e dei diritti della tanta gente onesta che quotidianamente si sveglia alle sei del mattino per mettere il piatto a tavola per sé e la propria famiglia – non tarda ad arrivare la replica del Consigliere Provinciale Raffaella Zagaria dopo le domande e le accuse mosse dal Sindaco De Rosa che chiedeva al proprio Consigliere da quale parte politica stesse. Sono a servizio della gente onesta che vorrebbe vedere amministrato il proprio Comune con la diligenza del buon padre di famiglia, come se il Comune fosse la propria famiglia e le casse dello stesso Ente, le proprie tasche, anche quando ci sono scelte difficili da condividere, intraprendere e portare avanti. Di un Comune come una casa di vetro e di scelte senza conflitti di interessi. Ho esaminato, a differenza di quanto  afferma il Sindaco, attentamente l’ultimo bilancio al vaglio della scorsa Assise consiliare ed è stata proprio questa mia oculata disamina, unita alle considerazioni del Revisore dei Conti nella sua relazione, che tra l’altro non sono state mai portate all’attenzione del Consiglio Comunale e dei Consiglieri tutti anche se ad essi erano indirizzate, e di cui non ne comprendo minimamente le ragioni,  a portarmi verso quella scelta difficile lo ammetto, ma negli interessi dei cittadini della comunità che ho sempre a cuore.  Mi piacerebbe molto che il Sindaco capisse che condividere un progetto non vuol dire, dire sempre sì a testa bassa. Mi piacerebbe molto che il Sindaco capisse che condividere un progetto vuol dire confrontarsi con teste pensanti, anche scontrarsi, pure accesamente, per poi, però, farsi forza anche con la convinzione dell’altro. Cosa che purtroppo fino ad oggi non è mai accaduta. Questa è la mia idea di progetto e di condivisione, mi piacerebbe molto ascoltare  e comprendere la sua, visto che ultimamente parla spesso pubblicamente di progetto. Sono e sarò sempre a disposizione per qualunque confronto – conclude la Consigliera – mai mi sottrarrò al dibattito pubblico, portando avanti però, fiera e sempre convintamente il mio convincimento, frutto di quotidiani confronti, che ribadisco ancora una volta, mai nulla e nessuno potrà mercificare, deviare o mortificare.”
Comunicato Stampa

Raffaella Zagaria

Parcheggio di via San Carlo a Caserta , oltre il danno anche la beffa.

CASERTA- Apprendiamo, in questi giorni, le ennesime cronache di malaffare in città e ci ritroviamo a fare i conti, insieme alle associazioni ai tanti amici casertani, su chi abbiamo dovuto osteggiare in questi anni per difendere la nostra città. Quanto sta emergendo dalle indagini della Dda, sui lavori dell'inutile parcheggio interrato di via San Carlo - non occorre elencare i già tanti presenti in città - ci dà ancora una volta ragione, in quanto, la realizzazione di quell'opera inutile che rischia ora, dopo aver impoverito ulteriormente il nostro centro storico, di diventare un mostro urbanistico, ha il sapore amaro della beffa. Abbiamo più volte richiesto la sospensione di quei lavori affinché fossero condotte le dovute verifiche a quel progetto che palesava rilevanti omissioni e inadempienze, rispetto alle normative ed ai regolamenti urbanistici, e altrettante volte non abbiamo ricevuto risposte. In un'unica occasione, tuttavia, la Giunta ci rispose affermando che "la struttura risponde alle logiche di riutilizzazione e rivitalizzazione dei centri storici, diversamente abbandonati dall'assenza di posti auto". Un quadro allarmante di quella che è, tutt'oggi, l'idea di sostenibilità urbana di buona parte delle componenti politiche in gioco per la guida della città. Se davvero coloro che hanno ricevuto gli avvisi di garanzia fossero colpevoli, restituiscano la terra sottratta e siano condannati a piantare alberi. Dopo l'ennesimo sfregio alla città dobbiamo pretendere il ripristino di quei luoghi negati. Noi di Speranza per Caserta ci siamo opposti all'ora e ci opponiamo oggi a questa idea di città. Non vogliamo la realizzazione di opere dannose ed inutili per Caserta e pretendiamo la trasparenza totale nell'azione amministrativa.

Ufficio stampa
Speranza per Caserta

L’Altra Europa Caserta

Autunno Musicale 2015 Novecento tra video e musica

Svetozar Ivanov
Sabato 19 alle ore 19,30 presso la Chiesa dei SS Rufo e Carponio avrà luogo il secondo concerto dell’Anteprima dell’Autunno Musicale dell’Associazione Anna Jervolino e dell’Orchestra da Camera di Caserta. Il pianista Svetozar Ivanov proporrà "Romance Sentimentale", video concerto con  footage dai film Romance Sentimentale  di Sergei Eisenstein (1930), Brumes d’Autumne  di Dimitri Kirsanoff  (1929) e musiche di Luciano Berio, George Crumb, Alexander Scriabin, Arnold Schoenberg, Galina Ustvolskaya. Svetozar Ivanov  ha tenuto concerti  alla Carnegie Hall, Merkin Hall, e Steinway Hall di New York, Salle Gaveau e Associazione Philomuses di Parigi, Salon Razumovsky di Vienna, Mansfield 22 di  Londra, Bethaniënklooster di Amsterdam, Pianotune Festival in Belgio, PianoEchos Festival in Italia, DDR Radio di Berlino, Seiler Piano Festival di Creta, Città Murata Festival in Irlanda del Nord, la Royal Academy of Music in Danimarca, Irish Academy of Music, "Salon des Arts" e "Settimane Musicali di Sofia" in Bulgaria. Stuart e Ivanov sono entrambi docenti alla Facoltà di Musica della Università della Florida del Sud. Ha al suo attivo diversi lavori discografici, le riviste All Music Guide and Fanfare Magazine hanno accolto favorevolmente i suoi due recenti Cd:  "Naked Tango" e "Vers la flamme"  definendoli "….superbamente originali e molto commoventi….sensuale nostalgia, energicamente provocatori ".

Presentata la Notte dei Ricercatori Neuromed 2015


Saranno tre le giornate che Neuromed dedicherà alla manifestazione “Notte europea dei ricercatori”, presentata oggi nel corso di una conferenza stampa nell’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di Pozzilli (IS). Studenti e cittadini saranno invitati a entrare in contatto con tanti aspetti diversi della scienza e della medicina, tutti accomunati da un unico concetto: la scoperta, e con essa la curiosità verso il mondo. E’ su questa base che ricercatori e medici Neuromed apriranno le porte dei loro laboratori, porteranno fuori tra i visitatori le loro apparecchiature. E così proporranno esperimenti da condurre insieme, oppure semplicemente scambieranno opinioni, o racconteranno di come hanno cominciato questo mestiere. Infine, forse l’aspetto più importante, racconteranno ai giovani studenti che il mestiere della scienza è prima di tutto avventura e meraviglia. Sullo sfondo il tema scelto per questa edizione: la luce. Un tema che richiama direttamente la decisione ONU di intitolare proprio il 2015 “anno internazionale della luce”. “Il successo dello scorso anno – ha detto durante la conferenza stampa il dottor Mario Pietracupa, Presidente della Fondazione Neuromed – ci ha spinti non solo a ripetere l’esperienza (che ricordiamo ci accomuna con centinaia di altri centri di ricerca in tutta Europa), ma a rilanciare su tre giornate. Per accogliere meglio studenti e cittadini, avere più tempo con loro, avvicinare ancora di più la scienza alla gente. Le richieste sono già tantissime, e siamo entusiasti di questa risposta da parte della popolazione”. Il Neuromed, come gli altri I.R.C.C.S. italiani, ha la particolarità dell’essere contemporaneamente centro clinico di eccellenza e centro di ricerca. E la Notte dei ricercatori conterrà entrambi gli aspetti. “La clinica – ha dichiarato il dottor Edoardo Romoli, Direttore Sanitario del Neuromed – porterà l’entusiasmo dei nostri medici, perché è nella natura stessa di un Istituto come il nostro il volere una forte osmosi continua tra laboratorio e società. La buona comunicazione tra scienza e cittadini facilita un avvicinamento che, con lo scambio di conoscenze che ne deriva, aiuterà anche la salute della gente”. “Scienza e tecnologia – è stato il commento del Professor Luigi Frati, Direttore Scientifico del Neuromed – fanno parte della vita di tutti i giorni. Eppure la nostra società ha un contatto modesto con la ricerca e l’innovazione. Ecco lo scopo principale della Notte dei Ricercatori: far in modo che la gente capisca che scienza e tecnologia sono qualcosa con cui conviviamo continuamente, e può essere alla portata di tutti. Il pubblico è spesso chiamato a fare scelte importanti nel campo dell’innovazione, ed è giusto che sia correttamente informato”. Il programma della manifestazione è vario e articolato. Le mattine di giovedì 24, venerdì 25 e sabato 26 settembre saranno dedicate esclusivamente agli studenti
. Una vera e propria invasione annunciata, visto che si attendono oltre quattromila giovani provenienti da scuole di ogni ordine e grado del Molise e delle regioni vicine. Per loro una ampia offerta di conoscenza e curiosità, fatta di esperimenti, approfondimenti e piccole lezioni.  Il pomeriggio e la sera delle tre giornate saranno momenti per tutti, giovani e adulti. Ancora i laboratori a fare da protagonisti, ancora i ricercatori, soprattutto i giovani, a disposizione del pubblico. E nella serata di venerdì uno sguardo al cielo, con telescopi e un planetario dove si svolgeranno lezioni di astronomia.
Il tutto correlato da un programma di spettacoli, musica e intrattenimento. Per sottolineare ancora di più il carattere di festa dell’evento. La Notte dei ricercatori Neuromed vede il Patrocinio del Parlamento Europeo, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, del Ministero della Salute, della Regione Molise, della Provincia di Isernia e del Comune di Pozzilli

Per maggiori informazioni
Americo Bonanni
Caterina Gianfrancesco
Ufficio Stampa e Comunicazione Scientifica I.R.C.C.S. Neuromed - 
Pozzilli (IS) - Tel.:  0865 915403 - Mobile:        347 9305981

e-mail:          ufficiostampa@neuromed.it