28 febbraio 2017

GIANFRANCESCO D’ANDREA CHIARISCE LA PROPRIA POSIZIONE IN VISTA DELLE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE A PIEDIMONTE MATESE

Gianfrancesco D’Andrea
PIEDIMONTE MATESE  - “L’avvicinarsi di una possibile data per il rinnovo del Consiglio Comunale di Piedimonte Matese stimola nei cittadini una riflessione più attenta sulla città e non nascondo che tale attenzione coinvolga anche me, in verità non da oggi e, quindi, non solo in vista di una probabile competizione elettorale, la cui data è, peraltro, sconosciuta, nel momento in cui scrivo. Ritengo, quindi, assolutamente prematuro parlare, anche solo in forma di ipotesi, di liste, di nomi e di candidature.  Al momento, l’unica certezza che riguarda il mio nome è data dalla libera partecipazione ad un confronto fra semplici cittadini che, settimanalmente, in forma privata, dibattono su problematiche e aspetti di vario genere inerenti Piedimonte Matese, con l’obiettivo graduale - faticoso e impegnativo - di allargare tale dibattito ed estendere lo stesso ad associazioni del territorio, ad altri cittadini, senza escludere, quindi, alcuna forma di dialogo con la Città.  Tale gruppo è dunque animato, prioritariamente, da un desiderio di confronto sui problemi irrisolti di Piedimonte Matese e in virtù di ciò ho inteso partecipare. Il gruppo guarda con interesse alla prossima scadenza elettorale ma, ad oggi, non è altro che un gruppo civico, indipendente, di confronto “dal basso”. Priva di ogni fondamento è, pertanto, la notizia che tale gruppo sia espressione dell’Onorevole Carlo Sarro, il quale, da quanto si apprende in città, è invece al lavoro per la costituzione di una propria lista, così come di altri esponenti politici, fra cui l’ex sindaco di San Potito Sannitico, Gianluigi Santillo. Sono impegnato unicamente in un dialogo a più voci, ampio e sereno, fra cittadini. Un dialogo che si caratterizza per tale finalità: elaborare una serie di opinioni e di proposte condivise sul futuro di Piedimonte Matese”. 


Comunicato Stampa Gianfrancesco D’Andrea

PRESENTATA L’ANTOLOGIA DEI POETI DEL MEDIO VOLTURNO

dr. Pasqualino Simonelli
avv. Luigi Cimino
PIEDIMONTE MATESE (Nicola Iannitti) -  Puntuale, come sempre in tutti questi anni, l’Associazione Storica del Medio Volturno, ha proposto al vasto pubblico degli appassionati che amano la poesia e la prosa ma anche il bel canto, una serata da non dimenticare. Infatti domenica 26 febbraio, nella sede dell’Associazione in via Sorgente 6, è stata presentata “L’ANTOLOGIA DEI POETI DEL MEDIO VOLTURNO”, il concorso  letterario, giunto in crescendo di pubblico, scrittori e poeti alla VIII edizione. Il dr. Pasqualino Simonelli, valido ed infaticabile Presidente dell’Associazione Storica , così scrive nella presentazione del libro: “con il ritmo biennale che ci eravamo proposti, eccoci alla presentazione  dell'VlII  Antologia dei poeti e scrittori del  Medio Volturno. Dare alla stampa e presentare al pubblico le emozioni di queste righe è un piacere che dà gioia all'animo e per un momento ci distoglie dal contingente. La società in cui viviamo, è così carica di problemi in ogni campo della vita, intesa come organizzazione sociale, che astrarsi, anche solo per un momento, dalle preoccupazioni del quotidiano, ci dà conforto e ci restituisce un incontro, un colloquio con i sentimenti, con le passioni. Ci meraviglia ancora questa possibilità dello  spirito di rifugiarsi in un'astrazione sentimentale, di  essere ancora capace di leggere, nell'intimo del nostro cuore, le vibrazioni dell'amore, del1a gioia, dei ricordi, della nostalgia, della passione”. L’avv. Luigi Cimino,, nella prefazione del libro afferma: “nel leggere una poesia mi va di pensare "all'opus ornatus" della creazione, alla “distinzione”, rispetto, invece, alla "indistinzione" esistente all'inizio della creazione. Infatti, nel Genesi o Libro delle origini, è descritto lo stato della terra all' inizio, evocandolo come " indistinta solitudine". È un po', appunto, come il poeta che inizialmente vive uno stato di "indistinta solitudine", ma quando, poi, sviluppa nella sua mente "la distinzione ornata ", quasi de1 tutto involontariamente, seguendo in un certo senso le orme del Creatore, crea "un'opera d'arte" , un "opus ornatus" che è ancora più profondo della creazione ornata dell'universo perché appartiene alla capacità di penetrare gli animi e prima ancora di rappresentare l'arte che vive dentro l'autore”. La manifestazione culturale ha avuto il seguente svolgimento: Presentazione dell’VIII Concorso Letterario Medio Volturno a cura del dr. Pasquale Simonelli Presidente dell’ASMV a seguire la prof.ssa Vincenza Venditti con la relazione “ Alla ricerca della poesia perduta”; dopo sono state consegnate delle targhe Premio ai vincitori delle Sezioni Poesia  e Prosa. Durante l’evento si è svolto il concerto “ Inno all’Amore” del gruppo DIACROMUS composto dal Soprano M.° Maria Cristina Miselli, Tenore Alessandro Gentile, FIauto M.° Sabrina Cenerazzo, Pianoforte M.° Daniele Alfisi. L’Antologia  è articolata nelle seguenti  sezioni  con i i vari poeti o narratori Voci di Ieri: ,Camilio  Rossi., Aldo ,Nobile, Raffaele Volpe. Poesie in Concorso :Alberto Bacchiar Giuseppina Bellan,  Luigi Cimino, Giuseppe Antonio Cinotti, Teresa De Ninno, Lelio De Sisto, Fernando Di Fusco, Pasquale Marco Fetto, Dante lagrossi, Mario Martini, Franco Mattei, Pasquale Maturi, Antonio Mario Napoletano, Rita Notte, Carlo Pastore, Roberto Perrotti. Prosa in concorso: Alberto Bacchiani , Adriana D'Auria, Dante Iagrossi, Natalia Micillo, Rita Notte, Gianni Parisi. Poesie fuori concorso: Marcella Balducci, Giuseppina Bellan. Aldo Cervo, Ranieri Gaetani d'Aragona, Santina Ginocchio, Pasquale Maturi, Rosanna Onorii, Osvaldo Camillo Edio Napoletano, Pasquale Simonelli,  Simeone A. Veccia Prosa fuori concorso: Santina Ginocchio, Cado Pastore

Nicola Iannitti


Succivo riapre l’ufficio postale

Succivo - E’ stato il direttore dell’ufficio  Adelando Pigna a tagliare il nastro del rinnovato ufficio postale in Via Montegrappa. A benedire i locali il parroco don Crescenzo Abbate. Presenti alla cerimonia il sindaco di Succivo, Gianni Colella ed il direttore della Filiale di Caserta di Poste, Antonino Licata. Chiuso ad agosto scorso per urgenti lavori l’ufficio ha riaperto oggi completamente rinnovato, ed ampliato (i portalettere sono stati trasferiti nel vicino comune di S.Arpino) secondo moderne tecnologie. 5 gli sportelli, completamenti informatizzati, di cui 4 destinati a bancoposta, il quinto ai servizi postali. Grande attenzione è stata dedicata alla sicurezza con la quasi totale eliminazione del contante dal bancone, attraverso dispensatori di denaro a tempo per l’ operatore allo sportello; il monitoraggio continuo della sala al pubblico attraverso centri di controllo remoti e telecamere; blindature esterne di nuova concezione e porte di sicurezza. Superato il problema della barriere architettoniche. L’ufficio di Succivo  dispone di postamat (dispensatore di contanti) esterno sempre in funzione per il prelievo di banconote, mentre la clientela ha a disposizione due accoglienti sale dove personale  specializzato fornirà consulenza.

Pietro Rossi

GRANDE ATTESA A CAIAZZO PER IL CARNEVALE IN CARRIOLA CON PREMIAZIONI E SPETTACOLO DI GUARATTELLE

Caiazzo. Domenica 26 febbraio si è svolto  l’ormai consueto appuntamento annuale con il “Carnevale in Carriola”. Riuntisi intorno alle 14:30 presso il Foro Boario, i partecipanti hanno sfilato lungo le strade cittadine in un corteo colorato e animato dalla musica del gruppo folk “Zio Alberto e i suoi ragazzi”. Diverse le soste durante il tragitto per mettere in scena brevi sketch in base al tema della carriola. In piazza S. Stefano Menecillo, si è unito al corteo il gruppo “Kaiatia Folk” che con canti e balli tipici della tradizione locale, ha allietato e coinvolto il pubblico presente.  Intorno alle 17:30, all’interno dell’ex chiesa dell’Annunziata, si è svolta la “Gara dei dolci di Carnevale”, attentamente valutati da una giuria di esperti che decreterà il vincitore domani pomeriggio alle ore 17:00. Caiazzo non ha fatto solo da cornice a tradizione, folklore e momenti ludici: le suggestive strade e le bellezze storico-artistiche sono state infatti protagoniste attraverso le visite guidate organizzate dalla Pro Loco e tenute dalle volontarie del progetto “PassAggiando Caiazzo”. Presenti all’evento anche le telecamere dell’emittente TLA TV (canale 93 del Digitale Terrestre) che realizzerà un servizio televisivo sul Carnevale e la città di Caiazzo e produrrà un Dvd che è possibile prenotare ed acquistare presso la sede della Pro Loco, sita in P.zza S. Stefano Menecillo. Oggi, martedì 28 febbraio, si terrà, meteo permettendo, la sfilata delle carriole, con partenza alle ore 14.30  dal Foro Boario. Alle ore 18:00 all’interno dell’Annunziata si terrà lo spettacolo di guarattelle (teatrino in cui si rappresentano commediole semplici mediante l'uso di marionette) “IO: PULCINELLA”, di e con Selvaggia Filippini e le premiazioni delle carriole e dei dolci di Carnevale. Infine verso le 19:00 il “Carnevale in Carriola” 2017  si concluderà con i funerali e l’incendio di re Carnevale presso piazza Porta Vetere.


Pietro Rossi

Furto e droga, quattro persone denunciate dai Carabinieri di Isernia. Sotto sequestro dosi di marijuana.

ISERNIA - E’ di quattro persone denunciate per furto aggravato e detenzione illegale di stupefacenti, il bilancio dell’ultima operazione messa a segno dai Carabinieri in ordine di tempo. A Cantalupo nel Sannio, i militari della locale Stazione, hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un 52enne, un 40enne ed un 38enne, tutti di Castelpetroso, che dopo aver manomesso il contatore, asportavano illegalmente energia elettrica per rifornire un’abitazione di loro proprietà, per un valore complessivo di alcune migliaia di euro. L’impianto è stato sottoposto a sequestro, mentre i tre tutti già con precedenti di reato a loro carico, dovranno ora rispondere di furto aggravato. Ad Isernia invece, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno sorpreso nella periferia cittadina, un 30enne del posto, che alla guida dell’auto ha tentato di eludere il posto di blocco messo in atto dai Carabinieri. Immediatamente inseguito e bloccato, è stato trovato in possesso di un involucro contenente dosi di marijuana, che teneva occultato in un nascondiglio ricavato sotto il sedile. La droga è stata sottoposta a sequestro, mentre il giovane dovrà rispondere di detenzione illegale di sostanze stupefacenti. Ulteriori indagini sono tutt’ora in corso per accertare se le dosi rinvenute fossero per uso personale o se destinate all’attività di spaccio nel capoluogo pentro. Inoltre in queste ore, i Carabinieri stanno tentando di risalire al canale di rifornimento della droga recuperata.


COMUNICATO COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI ISERNIA

In Uzbekistan sono state elaborate 53 proposte di progetto per il collocamento di nuovi impianti di produzione del valore di 152 milioni di dollari USA sul territorio della zona economica libera "Khazarasp"

In futura zona economica saranno installati moderni impianti di produzione per la trasformazione dei prodotti agricoli, il loro stoccaggio, imballaggio, per la produzione tessile, calzature e prodotti di cuoio, farmaceutica, per la trasformazione dei prodotti alimentari e ingegneria elettrica e meccanica, industria automobilistica, edilizia. Il territorio della zona economica libera "Khazarasp" è di più di 325 ettari. In futuro, questa zona sarà ampliata a 600 ettari. Secondo l'ufficio del khokim della regione Khazarasp, proseguono i lavori sulla creazione della zona di confine e di dogana, attrazione degli investitori stranieri e locali.  Per creare le condizioni necessarie per le moderne imprese di produzione sul territorio della zona economica libera, si è formata, in una modalità accelerata, l’infrastruttura di comunicazione e ingegneria, tra cui gasdotti, tubi di acqua e di corrente, fognature, strade e ferrovie, sistema di connessione. Cresce l’attenzione da parte degli investitori stranieri, perché i partecipanti della zona economica libera sono esenti da dazi doganali, da una serie delle imposte e contributi obbligatori ai fondi statali. Per esempio, per un investimento da 300 mila dollari USA fino a 3 milioni di dollari USA saranno concesse esenzioni per tre anni, da 3 milioni dollari USA a 5 milioni dollari USA per cinque anni, da 5 milioni dollari USA a 10 milioni di dollari USA per sette anni. Per gli investimenti oltre di 10 milioni di dollari USA, saranno concesse esenzioni per un periodo di 10 anni, con ulteriore agevolazione del 50% sull’IVA e l’imposta unica, rispetto alle tariffe in vigore, per i successivi 5 anni Inoltre, il governo ha esteso ai membri della zona economica libera l’esenzione dal pagamento dei dazi doganali sulle materie prime importate e ricambi per tutto il periodo di funzionamento della zona Khazarasp.

Rustam Kayumov
​Consigliere, Incaricato d'Affari a.i. 
dell’Ambasciata della Repubblica dell’Uzbekistan in Italia

Fonte: giornale «Uzbekistan Today»

27 febbraio 2017

SUCCESSO DEL CARNEVALE ALIFANO 2017





ALIFE – Grande successo di pubblico del Carnevale Alifano 2017 con la partecipazione di tutto il paese, organizzato dal Comune di Alife che ha visto primeggiare una sfilata di carri allegorici che quest’anno premia anche il carro più originale. La sfilata partita da Porta Piedimonte si è snodata per via Mura Romane (direzione Porta Napoli); Piazza della Liberazione, Via Napoli-Roma (centro storico); Porta Roma, Via Mura Romane (direzione Porta Fiume); Porta Napoli fino ad arrivare a Piazza della Liberazione. Il Carnevale di quest’anno è stato caratterizzato da alcuni appuntamenti tra cui con la “Compagnia Piazza Termine” che ha portato nelle piazze una farsa carnevalesca della tradizione popolare napoletana: “Fra’ Ciaolino – il dramma di un monaco” e uno spettacolo dedicato a Pulcinella, realizzato dai ragazzi della scuola di San Michele che si è tenuto presso il salone di Santa Caterina. Il successo di domenica sarà bissato anche dalla replica che si terrà martedì 28 febbraio e dopo la sfilata “Lasagne e chiacchiere” da gustare in Piazza della Liberazione.


Pietro Rossi

Furti, truffe online, intercettazioni illegali e porto abusivo di armi, tredici persone nella rete dei Carabinieri di Isernia.

ISERNIA - Controlli straordinari sono stati predisposti dai Carabinieri in varie zone della provincia di Isernia. Ad entrare in azione i militari delle Stazioni di Monteroduni, Frosolone, Cantalupo nel Sannio e Sesto Campano. Tredici le persone nei cui confronti sono scattate denunce o misure di prevenzione per reati che vanno dal furto alla truffa, dalle intercettazioni illegali al porto abusivo di armi. Denunciato per furto aggravato di attrezzature edili, asportate all’interno di una rimessa, un 50enne della provincia di Campobasso, e per lo stesso reato, cinque giovani di età compresa tra i 18 e i 20 anni, residenti nel capoluogo “pentro”, sono stati denunciati per aver asportato da un magazzino derrate alimentari per un valore complessivo di circa cinquecento euro. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al legittimo proprietario. Altri due giovani isernini, entrambi 20enni, sono stati invece denunciati per porto abusivo di armi, in quanto trovati in possesso di un coltello a serramanico di genere vietato ed un bastone ferrato. Entrambe le armi venivano sottoposte a sequestro. Un 40enne, anch’esso isernino, è stato denunciato per truffa aggravata, in quanto aveva messo in vendita online strumenti musicali, di fatto inesistenti, acquistati per la somma di duemila euro attraverso pagamento su carta postepay, da un 30enne di Isernia, procurandosi così un ingiusto profitto. Un 50enne isernino, è stato denunciato per interferenze illecite nella vita privata. I Carabinieri hanno scoperto che l’uomo attraverso l’installazione di due microspie posizionate all’interno dell’abitazione, registrava le conversazioni private della ex moglie, tenendo così sotto costante controllo tutti i suoi movimenti e le sue frequentazioni. Infine tre pregiudicati per furto ed altri reati contro la persona ed il patrimonio, un 30enne, un 28enne ed un 27enne, tutti di Mondragone in provincia di Caserta, sono stati sorpresi mentre si aggiravano nei pressi di alcune abitazioni isolate. Fermati ed accompagnati in caserma, non avendo saputo fornire valide giustificazioni circa la loro presenza in provincia di Isernia, è scattata nei loro confronti la procedura per l’applicazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio e divieto di ritorno. 

COMUNICATO COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI ISERNIA

PRESENTAZIONE DEL ROMANZO SIGNUM CRUCIS DI LAURA TORELLI PRESSO L’ISTITUTO ALBERGHIERO DI PIEDIMONTE MATESE



PIEDIMONTE MATESE  - Presso l’Istituto Professionale Alberghiero “V.Cappello” di Piedimonte Matese una bella serata all’insegna della cultura con Laura Torelli e i Dirigenti scolastici Filomena Rossi, Gianfrancesco D’Andrea e Gino Tino. E' stato presentato il romanzo storico Signum cucis di Laura Torelli ambientato nella Napoli settecentesca che deve fare i conti con le continue lotte tra i sostenitori di teorie progressiste ed il clero, tra i magistrati e l’aristocrazia di una città dove ognuno rivendicava i suoi privilegi ed il suo potere. L’opera ha vinto un attestato di merito nel premio letterario Jacques Prévert 2016. Nella narrazione di Laura Tonelli, sempre attenta a miscelare profonde riflessioni filosofiche con le miserie umane, come ricorda Massimo Barile presidente del Concorso Letterario “Jacques Prévert”, emerge la figura del giudice Anastasio, uomo intransigente e attento studioso che ripudia le ambizioni politiche, ma si trova a discutere di questioni filosofiche e principi religiosi seppur preferisca confrontarsi sull’alto concetto di Giustizia, che sempre alimenta il suo animo, e sulla mancanza di equità nel dirimere le semplici vicende quotidiane che interessano il “popolo”.


Pietro Rossi

VENTICINQUESIMA GIORNATA NAZIONALE DEL MALATO A CAPUA

CAPUA - Partecipazione e condivisione da parte di medici, infermieri e personale paramedico ed ausiliario in occasione della 25esima Giornata nazionale del malato celebrata, come ogni anno, presso la Casa di Cura “Villa Fiorita” che ha aderito all’appuntamento interamente dedicato al mondo del paziente, alle sue esigenze, alle sue aspettative ed ai suoi diritti. Le moderne ed attrezzate strutture della clinica di Capua hanno ospitato una manifestazione di solidarietà, organizzata dalla sezione cittadina dell’associazione A.V.O. presieduta dal dott. Giuseppe Del Bene con il contributo attivo dei soci volontari, che ha visto prima la celebrazione della Santa Messa presieduta dal Cappellano della clinica, don Pasquale Scarola, e dopo una kermesse musicale con l’esibizione di artisti di fama nazionale, tra cui il DJ Rega ed il cantautore Tonino Migliore.  Quasi in sordina, rispettando le condizioni del luogo, lo spettacolo di musica d’ascolto ed anche canoro ha coinvolto sia i pazienti che le loro famiglie, al fine di condividere un momento di serenità con i degenti ospiti della Casa di Cura.  “Un grazie di cuore agli artisti che, in maniera del tutto gratuita, si sono esibiti magistralmente per consentire l'ottima riuscita dell'evento. Inoltre il nostro grazie va al presidente della clinica Villa Fiorita, dr. Nicola Sibillo, alle Dott.sse Angela e Raffaella Sibillo, rispettivamente vice presidente ed amministratrice della stessa e quanti altri hanno reso possibile la realizzazione della manifestazione nell’ambito della Giornata Nazionale del Malato”, dichiara il presidente A.V.O. Capua Del Bene. Da parte dell’amministrazione di Villa Fiorita, invece, la gratitudine al dott. Del Bene ed a tutti i volontari dell’A.V.O. di Capua per aver reso possibile anche quest’anno la celebrazione della Giornata Nazionale del Malato presso la clinica capuana, regalando un sorriso ed un momento di serenità e condivisione ai pazienti.

Pietro Rossi

INCONTRO A BAIA LATINA SUL BULLISMO E CYBERBULLISMO


BAIA LATINA - Una Scuola al passo coi tempi l’Istituto comprensivo di Alvignano che, dopo la bella manifestazione  in occasione della 3^ edizione del premio “La mia terra”, a cura delle Pro-Loco del Medio Volturno, che ha visto vincitore Marcello Zappoli, alunno di 5ª della Scuola Primaria di Baia e Latina Centro, ha messo in campo un’altra importante iniziativa per contrastare quella che oggi sta diventando una vera e propria piaga sociale: il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo. Nei giorni scorsi, infatti,  si è tenuto un interessante incontro nel plesso scolastico di Baia e Latina  sul tema in questione nell’ambito del progetto extracurriculare “Bullismo e Cyberbullismo”, curato dalle docenti Della Gatta e Marrapese. Di grande rilevanza è stato l’intervento della dott.ssa Maria Rosa Mauro,  Sostituto Commissario della Questura di Caserta che ha saputo comunicare ai giovanissimi allievi i preziosi consigli relativi a questa problematica, adottando un linguaggio vicino all’età degli attenti e partecipi uditori ed esprimendo al contempo notevole professionalità e profonda cultura nei confronti di tale delicato argomento. Grazie alla Polizia di Stato, che in collaborazione con il MIUR e con il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha realizzato anche per il corrente anno scolastico l’opuscolo “Mio diario”, gli allievi hanno potuto ricevere tale libro che richiama al corretto senso del vivere in collettività grazie all’educazione alla legalità, alla lotta contro ogni forma di bullismo fuori e dentro la scuola e agli strumenti per navigare in modo sicuro in Internet. Alla presenza di alunni, genitori, docenti e del Dirigente Scolastico, dott.ssa Angelina Lanna, il Sostituto Commissario della polizia di Stato ha tenuto un incontro che ha coniugato, in maniera ottimale, l’interazione tra Scuola, Ente Locale e Pubblica Sicurezza.  Parole di encomio e di ringraziamento sono state rivolte alla dott.ssa Mauro per il suo prezioso contributo dalla Dirigente Scolastica, che ha fortemente auspicato un prosieguo della lodevole iniziativa, e a tutti coloro che hanno reso possibile tale importante iniziativa.


Pietro Rossi

Eletto il nuovo collegio dei revisori dei conti del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano.

PIEDIMONTE MATESE - Il Consiglio dei Delegati, nella seduta convocata dal Presidente Alfonso Santagata e svoltasi nel tardo pomeriggio di venerdì, ha eletto i componenti del nuovo collegio dei revisori dei conti del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano che rimarranno in carica per il prossimo quinquennio. Su proposta del consigliere e deputato Raffaele Di Robbio, e con il voto favorevole dei 19 consiglieri di maggioranza di Terra e Acqua e di Alleanza per il Rinnovamento del Cbsa, e l'astensione dei 5 consiglieri di minoranza di Impegno per il Sannio Alifano, sono stati nominati membri effettivi Raffaele Marcello, che sarà anche presidente, Felice Romano e Domenico Di Matteo, mentre i supplenti sono Goffredo Covelli e Paola Giardino.  Quanto al compenso, l'assemblea ha accolto all'unanimità la proposta del capo dell'amministrazione consortile Santagata di operare un taglio del 20% sia per il presidente del collegio, che percepirà quindi 5.600 euro l'anno oltre iva e cpa a fronte dei previsti 7000, che per i componenti effettivi che prenderanno 3.200 euro oltre iva e cpa invece degli originari 4000.  "In un periodo di vacche magre per il Consorzio, tanto per usare un'espressione tipica del mondo dell'agricoltura cui ci rivolgiamo, - ha dichiarato Santagata - penso sia necessario tirare un po' tutti la cinghia, a cominciare da me che mi sono ridotto di oltre il 60% lo stipendio. Anche i revisori subiranno un taglio del 20% analogamente a tutte le ditte ed i fornitori dell'Ente che, per la prima volta nella storia del Sannio Alifano, hanno accettato senza battere ciglio la mia richiesta di subire una decurtazione delle somme loro dovute per realizzare i dovuti risparmi necessari a garantire il funzionamento del Consorzio e a non appesantire ulteriormente le casse consortili che sono vuote. Opereremo d'ora in poi una politica di tagli e contenimento dei costi davvero rigorosa ed improntata a risanare realmente l'Ente", ha concluso Santagata che ha poi annunciato che incontrerà già nei prossimi giorni i nuovi revisori dei conti “per delineare insieme un percorso comune di riduzione delle spese e di salvaguardia delle finanze consortili da affrontare insieme nel prossimo quinquennio”. Un plauso alla proposta del Presidente di tagliare del 20% i compensi del collegio di controllo contabile ed anche i fornitori dell'Ente è arrivato dal capogruppo di opposizione di Impegno per il Sannio Alifano Simonelli che ha invitato i revisori a lavorare seriamente per il risanamento dell'Ente a tutela dello stesso e dei consorziati tutti. Nel prosieguo dei lavori, il consiglio ha deciso di rinviare alla prossima seduta la istituzione e nomina dei componenti delle commissioni Finanze ed Irrigazione e Bonifica perché, come spiegato da Santagata, sarà utile prevedere anche le commissioni Contenzioso e Programmazione Finanziamenti regionali, nazionali ed europei.

Pietro Rossi

25 febbraio 2017

PRESENTATO IL PIANO DI EMERGENZA INTERCOMUNALE A PIEDIMONTE MATESE



PIEDIMONTE MATESE – Presso l’Auditorium San Domenico di Piedimonte Matese è stato presentato il Piano di Emergenza Intercomunale che prevede un accordo di programma tra i comuni di Piedimonte Matese (Comune capofila), Alife, Gioia Sannitica, San Potito Sannitico, Castello del Matese, San Gregorio Matese per la predisposizione, l’applicazione e la diffusione del Piano di Protezione Civile. Alla presentazione del Progetto che ha avuto come relatore l’Ing. Fernando Luminoso, hanno partecipato amministratori e sindaci dei comuni interessati. Lo scopo principale della stesura di un Piano d'Emergenza Intercomunale, partendo dall’analisi delle problematiche esistenti sul territorio, consiste nell’organizzazione delle procedure di emergenza, dell’attività di monitoraggio del territorio e dell’assistenza alla popolazione. La fase di analisi dei fenomeni, naturali e non, da considerarsi potenziali fonti di pericolo per la struttura sociale e territoriale va considerata come propedeutica alla stesura del Piano Operativo. Il progetto si propone come piano “multi-rischio”, ovvero il compendio dei rischi considerati possibili. Il Piano di Emergenza Intercomunale deve coordinarsi con quello Provinciale, dettagliando a livello locale la conoscenza dei rischi presenti sul territorio, le procedure di emergenza -differenziate per scenario di rischio- che devono essere messe in atto per la gestione degli interventi di soccorso alla popolazione e il ripristino delle condizioni di normalità. La compatibilità non è solo normativa, ma anche di contenuto. Pertanto il piano prevede gli scenari di rischio dipendenti da fattori antropici e naturali che insistono sull’area geografica intercomunale e i modelli di intervento di emergenza e soccorso, specifici per ciascuno degli scenari individuati. I contenuti previsti introducono misure e strumenti atti a ridurre la vulnerabilità del territorio, nonché considerare le esigenze espresse in ciascuna fase del “ciclo del disastro”.


Pietro Rossi

22 febbraio 2017

Convegno a Santa Maria Capua Vetere sulle opportunità per i professionisti e le piccole e medie imprese

SANTA MARIA C.V.- ‘I contributi per i liberi professionisti. Opportunità e prospettive’: è questo il titolo del convegno che si è tenuto nel Salone degli Specchi del Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere. All’incontro, alla presenza del sindaco Antonio Mirra, del suo vice Assunta Amelia, dell’assessore regionale alla Formazione Chiara Marciani e di tantissimi professionisti, ha partecipato anche il consigliere regionale di ‘Campania libera - Psi - Davvero Verdi’ Luigi Bosco che ha affermato: «La parte politica e quella dirigenziale della Regione Campania hanno avuto la brillante intuizione di equiparare il libero professionista alla piccola e media impresa. Il progetto di formazione e di sostegno all’investimento proposto dalla Regione è rivolto soprattutto agli studenti che si apprestano ad entrare nel mondo lavoro, ai giovani professionisti che hanno interesse a realizzare un percorso di formazione più ampio e a coloro che hanno già avviato la loro attività in maniera concreta. Non ci fermeremo qui. Ci sono già altre iniziative che a breve potrebbero diventare realtà. Immagino un registro di praticanti per un più agevole incrocio tra domanda ed offerta, un albo dei giovani professionisti, forme di tutela maggiore per i tirocini e la formazione, sgravi fiscali, come avviene per le piccole e medie aziende, oltre a convenzioni per abbatte i costi imposti dalle casse professionali».

Pietro Rossi

BELLISSIMA ESPERIENZA PER GLI STUDENTI DELL’I.P.S.A.R.T. “V. CAPPELLO” DI PIEDIMONTE MATESE


PIEDIMONTE MATESE - Una due giorni intensa dedicata al Tartufo del Matese: questa l'esperienza vissuta da un gruppo di studenti dell'Istituto Alberghiero. Un'iniziativa che va a inserirsi in un itinerario formativo che è, al tempo stesso, storico - culturale - geografico - paesaggistico e professionale. Grazie alla disponibilità e alla collaborazione insostituibili dello chef Massimialiano Ferraiuolo e del suo staff e del presidente dell'Associazione Micologica del Matese nonché dei professori chef della scuola, un nutrito gruppo di studenti delle classi terze della Scuola, ciascuno secondo l'indirizzo frequentato, hanno potuto partecipare attivamente dapprima ai seminari formativi con gli esperti micologici D'Andrea e Vitale e lo stesso chef Ferraiuolo e poi...tutti in cucina per questa due giorni. È così che oggi è stato disponibile per un gruppo di amici e sostenitori ascoltare dal racconto dello chef le caratteristiche dei diversi finger food preparati mentre l'acquolina in bocca stimolava la fantasia. Il tartufo del Matese, la maestria di D'Andrea e Vitale, Ferraiuolo e il suo team, Morra e Santagata e gli studenti sono stati i veri protagonisti. Il Dirigente Scolastico, Filomena Rossi,  dopo una breve introduzione sul tema, non mancando di soffermarsi sulle risorse proprie di questa parte della Campania e del Parco del Matese, ormai in procinto di diventare Parco Nazionale, ha dato la parola e insieme si sono impegnati a ricercare e percorrere strade innovative per la promozione del territorio del Matese e delle sue tipicità non dimenticando né le criticità che ne rallentano il processo di sviluppo economico, né le potenzialità, né tanto meno le innate doti di ospitalità e accoglienza.

Pietro Rossi

21 febbraio 2017

CONVEGNO STORICO DEL CAI MATESE SU BENIAMINO CASO

Beniamino Caso
SAN POTITO SANNITICO - Venerdì 24 febbraio, ore 19.30, presso la sede della Sezione CAI di Piedimonte Matese sita a San Potito Sannitico in Piazza della Vittoria  si terrà un importante convegno stotico sulla figura di  Beniamino Caso. La presentazione in programma, a cura della Sezione matesina del Club Alpino Italiano, sarà tenuta dall'Ing. Pierpaolo Tamasi, socio matesino e componente del Comitato Scientifico Regionale CAI Campania. Si parlerà dell'affascinante intreccio tra gli episodi risorgimentali, la storia dell'unità d'Italia, la nascita del CAI, i diari delle ascese, le scoperte scientifiche. Beniamino Caso fu liberale, votato alla causa dell’unità nazionale e da studente universitario a Napoli, dopo gli studi a Maddaloni, partecipò ai tumulti del 1848, tenne comizi e fu sulle barricate ma abbandonò per sempre gli studi di Medicina. La cultura familiare di Beniamino fanciullo fu influenzata dai familiari e dalla colta famiglia della madre Luisa Zurlo di Baranello (CB). Beniamino Caso viene ricordato come un personaggio illustre, tra i fondatori del Club Alpino Italiano. Fu Vice Presidente del CAI nazionale e Delegato per la Sezione di Napoli al Comitato Centrale. Un uomo partito da un piccolo paesino dell'Appennino meridionale arrivato puntuale sulle vette per gli appuntamenti con la Storia, la Politica e la Scienza che lascia un'immensa eredità politica e morale. 


Pietro Rossi

Idrico, il consigliere regionale Bosco: «L'elezione di Mirra rappresenta la vittoria del territorio»

SANTA MARIA C.V. - «L’elezione a coordinatore dell’Ente Idrico ‘Terra di Lavoro’ del sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra rappresenta una vittoria per il nostro territorio. Sono certo che, il primo cittadino della Città del Foro saprà ricoprire l’importante ruolo con competenza, professionalità e lealtà, caratteristiche che da sempre contraddistinguono la sua attività politica. Auguro al nuovo coordinatore Mirra e a tutti i componenti dell’Ente Idrico un buon lavoro, sicuro che con il loro operato sapranno risolvere eventuali problemi e rilanciare un organismo molto importante per tutta la provincia di Caserta». A parlare è il consigliere regionale di ‘Campania libera – Psi – Davvero Verdi’ Luigi Bosco, a margine della votazione che si è tenuta  presso il Comune di Caserta, che ha decretato l’elezione di Antonio Mirra a coordinatore dell’Ente Idrico ‘Terra di Lavoro’.
Pietro Rossi


17 febbraio 2017

Futuro del Museo Campano, riunione operativa a Capua.

CAPUA - Si è svolta ieri sera a Capua una riunione operativa sulla questione del Museo Campano. Erano presenti il consigliere regionale di ‘Campania libera – Psi –Davvero Verdi’ Luigi Bosco, Carmine Iodice, il coordinatore cittadino di ‘Campania libera’ Roberto Barresi, i consiglieri comunali Loredana Affinito, Marisa Giacobone, Fabio Buglione e Ludovico Prezioso, il presidente di ‘Federalberghi – Caserta’ Franco Chianese, i rappresentanti delle associazioni culturali locali, tra i quali Pasquale Iorio (Aislo) ed Andrea Vinciguerra (Capuanova). Il vicepresidente della commissione alle Attività produttive, Industria, Commercio e Turismo Bosco, nel riassumere i contenuti della problematica e illustrando quanto accaduto in sede di audizione presso la commissione Cultura del Consiglio Regionale, ha annunciato che sarà primo firmatario di un emendamento, finalizzato alla messa a disposizione di fondi, da parte della Regione stessa, da utilizzare per evitare la chiusura dell’importante realtà museale capuana. «L’emendamento – ha aggiunto Bosco – sarà presentato in occasione della discussione sul Collegato al Bilancio, con l’obiettivo di rimediare all’errore fatto nei mesi scorsi, quando non furono richiesti i giusti fondi a favore del Museo Campano. Chiederò a tutti i colleghi consiglieri della provincia di Caserta di sottoscrivere il documento, al fine di ottenere la massima compattezza e partecipazione su un problema, quello del Museo di Capua, che non può essere trascurato da nessuno, considerata l’importanza e la testimonianza culturale che lo stesso riveste».
Pietro Rossi

GIORNATA DI STUDIO E CONFRONTO, PER LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO ARTISTICO DELLA CITTA’ DI PIEDIMONTE MATESE

PIEDIMONTE MATESE – Il tema della conservazione del patrimonio storico, culturale ed ambientale rientra come obiettivo strategico da assumere per una gestione sostenibile delle risorse del territorio, quale catalizzatore per il rafforzamento dell’identità culturale e della coesione sociale, e nel contempo, quale risorsa per lo sviluppo, non soltanto sul piano culturale, ma anche su quello economico. Ripartire dai luoghi d'arte. Piedimonte Matese e il suo orizzonte inespresso. Non soltanto "turismo", ma "cultura" è questo il dibattito che animerà la giornata di studio, di confronto e salvaguardia del patrimonio artistico della città di Piedimonte Matese  organizzata dal Museo Civico  Raffaele Marrocco in collaborazione con l’Associazione Am’Arte, l’Associazione Cuore Sannita, l’Istituto Professionale Alberghiero di Piedimonte Matese e il coordinamento esecutivo dell’Associazione Culturale Byblos, sabato 18 febbraio presso l’Auditorium Aurora San Severino in Largo S.Domenico a Piedimonte Matese. Una città che ha esaurito le proprie risorse deve per forza individuarne di nuove, ha evidenziato il Dott. Gianfrancesco D’Andrea dell’Associazione Byblos, ecco perché bisogna ripartire dai luoghi d'arte. Chiese, chiostri, giardini, conventi, palazzi d'epoca. Attenzione: il tempo stringe. Prima che sia davvero troppo tardi, prima che questo patrimonio vada irrimediabilmente perduto, prima che Piedimonte Matese sprechi anche la sua ultima carta da giocare (il jolly, in verità, mai giocato) bisogna rimediare.

Pietro Rossi

16 febbraio 2017

La squadra di ‘Campania libera’ in provincia di Caserta cresce sempre di più.

Marcianise - Il consigliere regionale Luigi Bosco, referente in Terra di lavoro del movimento diretta espressione del governatore Vincenzo De Luca, dopo un incontro avuto con il gruppo cittadino, ha ufficializzato l’adesione del consigliere comunale di Marcianise Maria Carmela Di Lernia. Alla sua prima esperienza politica, eletta in Assise in occasione delle ultime elezioni amministrative del 2016 con quasi 250 preferenze ottenute nella lista ‘Sinistra e cambiamento’, la giovane assistente sociale ha affermato: «Aderisco a ‘Campania libera’ con grande entusiasmo, consapevole del fatto che si tratti di uno dei progetti politici più interessanti attivi sul nostro territorio. Oggi, per gli enti comunali, è fondamentare avere interazioni continue con organismi come la Regione. Il rapporto diretto con il governatore Vincenzo De Luca e con il consigliere Bosco non può che generare vantaggi per Marcianise, la quale ha già beneficato di finanziamenti nell’ambito del ‘Fondo di rotazione’ e per l’installazione in aree verdi attrezzate di giostrine per bambini disabili». Il consigliere regionale Bosco ha aggiunto: «A Maria Carmela Di Lernia mi lega un rapporto di profonda amicizia, al quale adesso si aggiunge anche quello politico. Marcianise è uno dei centri abitati più importanti della provincia di Caserta e di tutta la Regione Campania. Adesso, dopo anni difficili, la città, dal grandissimo potenziale industriale, produttivo e culturale, può finalmente rinascere grazie ad una nuova generazione di politici, tra cui spicca anche la Di Lernia. Per questo motivo, non posso che essere felice della sua adesione a ‘Campania libera’, movimento che guarda con elevato interesse all’attività dei giovani amministratori comunali. A breve -  conclude Bosco – sarà costituito anche un gruppo consiliare e sarà formato il direttivo cittadino a Marcianise».

Pietro Rossi  

15 febbraio 2017

Secondo incontro transnazionale nell’ambito del Progetto ERASMUS


ALVIGNANO - Seconda tappa del progetto “School are more fun with fine arts” nell’ambito dell’ERASMUS avviato dall’I.C. di Alvignano. Il team docenti, composto dai prof. Angelo Borzillo, Anna Rita Gianfrancesco, Anna Pia Mastrangelo e Rosita Scorpio, ha effettuato il 2° incontro transnazionale, ospite stavolta dell’Agrupamento de Escolas di Barcelos, in Portogallo, dove è stato ricevuto con grande cordialità ed amicizia, segno che progetti di questo tipo sono il vero compimento di quell’unità europea che i recenti avvenimenti di politica internazionale vedono mettere continuamente in preoccupante discussione. I vari workshops tenuti nella scuola ospitante hanno focalizzato l’attenzione dei vari gruppi di docenti sull’importanza dell’arte della drammatizzazione come veicolo culturale e di scambio tra popoli e tradizioni diversi. Sono state gettate le basi per le attività che a breve verranno realizzate con il coinvolgimento anche degli alunni facenti parte il progetto. Appuntamento, quindi, per i prossimi mesi che vedranno il coinvolgimento attivo degli altri partners del progetto europeo, primi fra tutti la Lituania seguita dall’Italia.


Pietro Rossi

14 febbraio 2017

A Curti nasce ufficialmente ‘Campania libera’, movimento di riferimento del governatore Vincenzo De Luca.

CURTI - A Curti nasce ufficialmente ‘Campania libera’, movimento di riferimento del governatore Vincenzo De Luca, diretto in provincia di Caserta dal consigliere regionale Luigi Bosco. Già operativi sul territorio comunale con il simbolo di ‘Terra libera’, adesso il folto gruppo di sostenitori, capeggiati dal coordinatore Gennaro Iodice, si riunirà sotto l’effige di ‘Campania libera’. La compagine sarà presente anche in Assise con i consiglieri comunali Enzo Gambardella (già capigruppo di ‘Terra libera’) e Mara Morrone, a cui si affiancherà l’ex sindaco Michele Di Rauso, che collaborerà in maniera concreta allo sviluppo del progetto. «Continua - ha affermato il coordinatore Iodice - il nostro lavoro di consolidamento e crescita di ‘Campania libera’ sul territorio comunale di Curti. Oggi, grazie al contatto diretto con il governatore De Luca attraverso il consigliere regionale Bosco, abbiamo un’enorme opportunità di sviluppo per la nostra comunità. Iniziative, come quella dei ‘Fondi di rotazione’, sono la dimostrazione tangibile della volontà da parte della Regione Campania di intervenire in maniera concreta sugli enti locali, sbloccando progetti che possono realmente cambiare i volti dei paesi». Il capogruppo Enzo Gambardella ha aggiunto: «Campania libera è uno dei progetti politici più interessanti attivi sul nostro territorio regionale. Grazie all’azione di diffusione realizzata in questi mesi da Luigi Bosco, il movimento si sta allargando in maniera capillare anche in provincia di Caserta. Sono sicuro che rappresentare ‘Campania libera’ a Curti, possa essere per noi un valore aggiunto, soprattutto in vista dei prossimi importanti appuntamenti elettorali e non solo».
Pietro Rossi

09 febbraio 2017

Museo Campano di Capua, audizione in commissione Cultura della Regione

CAPUA - «Oggi abbiamo una priorità assoluta: quella di far rivivere il Museo Campano di Capua». A parlare è il consigliere regionale di ‘Campania libera – Psi – Davvero Verdi’ Luigi Bosco, promotore dell’audizione della VI commissione Istruzione e Cultura, dedicata al futuro dell’esposizione capuana. Alla riunione che si è tenuta questa mattina presso il palazzo del Consiglio regionale a Napoli, hanno partecipato, in rappresentanza del Comune, i consiglieri del gruppo ‘Campania libera’ Loredana Affinito e Marisa Giacobone, il presidente della Provincia di Caserta Silvio Lavornia e gli esponenti di numerosi associazioni attive sul territorio. «Accogliamo – continua Bosco – con grande interesse le intuizioni del consigliere del presidente per l’Organizzazione culturale Sebastiano Maffettone. Importante sarà il ruolo che andranno a ricoprire i componenti del comitato tecnico-scientifico, i quali saranno chiamati a studiare, nel breve e nel lungo periodo, le soluzioni per risolvere i problemi del museo e per portare visitatori nella struttura capuana; a tal proposito, sarà fondamentale la mobilitazione delle famiglie, della scuole e delle associazioni. Attraverso i dottorati in azienda, tirocini e volontariato si potranno superare le difficoltà legate al personale. Infine, occorre inserire il Museo Campano negli itinerari culturali, tenendo ben presente i dettami della nuova legge regionale. Con grande piacere accogliamo anche la piena disponibilità della Provincia di Caserta ad istituire il comitato promotore». In rappresentanza del Comune di Capua, sono giunte a Napoli Loredana Affinito e Marisa Giacobbone, consigliere del gruppo ‘Campania libera’, che da settimane stanno seguendo la vicenda. «Ci batteremo – hanno dichiarato - con tutte le nostre forze per difendere il Museo Campano di Capua. Il nostro Comune, oltre ad ospitare, gratuitamente, l’esposizione in locali di proprietà, è disposto ad ampliare il museo concedendo anche un’altra struttura. Parliamo di una realtà fondamentale per la nostra città e per tutta la provincia di Caserta. Speriamo che, la sinergia tra le varie istituzioni possa essere utile a salvare il Museo Campano, tra i più importanti d’Italia».
Pietro Rossi