28 giugno 2015

Stato di agitazione al Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno



Il Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno, ente pubblico economico vigilato dall’assessorato all’agricoltura della regione Campania, si estende su un territorio di 124.000 ettari a cavallo delle province di Caserta e Napoli, opera in ambito di bonifica idraulica, irrigazione  e manutenzione del territorio. La profonda crisi economica che sta  attraversando ormai da alcuni anni, ha posto l’Amministrazione nella impossibilità del regolare svolgimento delle attività istituzionali, nonché della corresponsione degli stipendi al personale, che non hanno percepito gli emolumenti da gennaio con il conseguente stato di agitazione che potrebbe portare danni al territorio asservito. Sono pervenute formalmente all’ente le dimissioni dalla Deputazione Amministrativa del vicepresidente Giuseppe Pirozzi, - dichiara il presidente dell’ente di via Roma,  Nicola Lanna - mentre apprendo dalla stampa l’annuncio delle dimissioni dei deputati Ennio Natale e Mario Schiavone. “Il periodo di difficoltà, prosegue il presidente, ha posto l’Amministrazione nella impossibilità del regolare esercizio degli impianti irrigui (Parete, Mazzafarro e S. Maria la Fossa) su una superficie attrezzata di circa 12.000. L’irrigazione nel comprensorio di Parete ha avuto avvio ed il ritardo dell’esercizio irriguo è certamente imputabile alla crisi economica in cui oggi versa il consorzio, non certo per la volontà di amministratori o del personale dell’ente. Se la crisi amministrativa del Consorzio si risolvesse con le mie dimissioni, come richieste a mezzo stampa dal deputato  Natale, sono pronto fin da subito a rassegnarle, ma la mia preoccupazione è che l’ente rimarrebbe in un caos totale, anche per l’assenza in questo momento dell’assessore regionale all’agricoltura da cui l’ente è vigilato”.

c.s. 

Il “CINQUE DI DENARI” sul Monte Mutria



Il Monte Mutria domina la conca di Cusano Mutri (BN) e, con i suoi 1.823 m s.l.m., è la cima più alta della provincia di Benevento, la terza cima del Matese, dopo il Monte Miletto (2.050 m) e il Monte Gallìnola (1.923 m); quest’ultimo viene chiamato in dialetto cusanese “l’ǽs’r’ o Matés’”. Il Monte Mutria si trova nel massiccio montagnoso del Matese, tra le province di Benevento, Caserta e Campobasso. Ogni anno, in onore di Sant’Antonio, poco dopo il 15 agosto viene organizzata un’escursione sul monte, sulla cui cresta viene celebrata una messa nei pressi della statua del Santo, che vi fu posta nel 1993 ad oltre 1.800 metri di quota, a più di un’ora di cammino salendo da “Bocca della Selva” (1.393 m s.l.m.: quota del bar – rifugio TRE FAGGI).
Emidio Civitillo

Approvato il bilancio di previsione 2015 al Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano.



PIEDIMONTE MATESE  - Il Consiglio dei Delegati svoltosi nella serata di lunedì, ha dato all'unanimità dei 19 consiglieri presenti, il via libera all'importante documento finanziario che contiene gli obiettivi ed i programmi che intende perseguire e realizzare da qui a fine anno l'amministrazione presieduta dal Prof. Pietro Andrea Cappella. Due le direttrici lungo le quali si svilupperà l'azione di gestione dell'ente consortile in questo 2015, la prima riguardante il perseguimento di economie e risparmi in linea con la politica di razionalizzazione e diminuzione delle spese attuata sin dal suo insediamento dall'attuale maggioranza; la seconda tesa a migliorare i servizi resi al vasto bacino di utenza, l'incremento qualitativo e quantitativo degli interventi di manutenzione e di adeguamento della rete irrigua e delle opere idrauliche, al fine di soddisfare le esigenze dei consorziati e di avvicinare sempre di più il Consorzio agli agricoltori. In tale ottica, si collocano le principali scelte contenute nel previsionale, quali il ripristino delle 101 e 151 giornate lavorative per i 124 operai stagionali che sono tornati così agli originari livelli occupazionali previsti nel contratto collettivo nazionale di categoria ed ai quali verranno a breve pagate le spettanze salariali relative a questa prima parte della campagna irrigua; e la conferma dei ruoli consortili rispetto al 2014 per gli oltre 26 mila utenti che non subiranno alcun aumento in un periodo di grave crisi congiunturale e di forte crisi del settore agricolo.  Assenti giustificati i consiglieri Massimo Landino e Arcangelo Volpe, prima della votazione finale e dopo aver chiesto il rinvio della seduta per un ulteriore approfondimento del bilancio, i tre rappresentanti della minoranza Raffaele Ferraiuolo, Alfonso Simonelli e Silvio Di Muccio hanno abbandonato la seduta, mentre la maggioranza compatta ha tirato dritto per la sua strada dando il via libera definitivo al bilancio, corredato dai pareri positivi sia del collegio dei revisori dei conti che dell'associazione nazionale dei Consorzi di Bonifica e di Irrigazione.  Voto favorevole al previsionale è stato espresso anche dal Delegato regionale, Dott.ssa Maria Eremenziana Gianfrancesco, che ha riconosciuto la regolarità e l'efficacia delle misure contabili contenute nel bilancio 2015.  Impostato secondo l'impianto già approvato senza alcuna prescrizione e prescrizione dalla Regione Campania negli ultimi due anni, lo schema finanziario è stato illustrato in aula dal Presidente Cappella, per il quale esso "deve necessariamente proseguire l'azione di rigore avviata negli esercizi precedenti, avente come obiettivo primario il pareggio di bilancio, rinviando a momenti migliori la già programmata ripresa degli investimenti produttivi, destinati alla crescita delle attività istituzionali e in primis dei servizi di bonifica e irrigazione in favore dei consorziati. I criteri ed i principi informatori nella redazione del bilancio sono stato io non incremento dei ruoli 2015, la razionalizzazione dei costi, la definizione entro l'anno del nuovo piano di classifica consortile, l'emissione anticipata dei ruoli grazie all'intensificazione e al miglioramento della gestione del catasto consortile, ed infine il controllo sistematico dei ruoli coattivi e l'attivazione di azioni di recupero dei crediti pregressi, sollecitando Equitalia, senza dimenticare che il Consorzio, utilizzando gli strumenti deterrenti previsti dal nuovo Regolamento Irriguo, dopo ripetuti inviti e solleciti di pagamento, sta operando la sospensione del servizio irriguo in danno degli utenti morosi".  Il vertice dell'amministrazione consortile ha, infine, elencato anche le varie progettazioni in essere ed i diversi lavori in fase di esecuzione o pronti per essere avviati nei diversi sub-comprensori.  "L'obiettivo prossimo venturo è il completamento delle infrastrutture irrigue e di bonifica di cui il territorio necessita e una contestuale razionalizzazione dei processi di gestione delle attività istituzionali dell'Ente; da ciò potrà conseguire una riduzione delle spese e un contemporaneo incremento del livello dei servizi resi ai consorziati, sia in termini di quantità che di qualità, con l'effetto di un generalizzato aumento del grado di soddisfazione degli utenti. Le difficoltà contingenti rendono questa sfida ancora più impegnativa, ma alla portata del Consorzio che, grazie anche al lavoro del proprio personale, saprà continuare a svolgere, in chiave moderna e al passo coi tempi, quelle funzioni di tutela, di salvaguardia e di sviluppo del territorio cui è istituzionalmente preposto".

18 giugno 2015

100 DONNE SUL MATESE - XX edizione

Piedimonte Matese - Si rinnova anche quest'anno, domenica 21 giugno, il tradizionale appuntamento "CENTO DONNE SUL MATESE" organizzato dalla Sezione del Club Alpino Italiano di Piedimonte Matese, fortemente e simpaticamente voluto e sostenuto ormai venti anni fa dall'indimenticabile Giulia d'Angerio. Obiettivo iniziale della manifestazione era quello di avvicinare le donne, a quei tempi un po' restie, alla frequentazione delle montagne. Oggi, invece, le donne risultano essere le più assidue ed appassionate partecipanti alle escursioni del CAI. Il percorso scelto quest'anno, che vedrà partecipare anche le sezioni CAI di Benevento, Isernia, Avellino e Castellammare di Stabia, è un cammino andata e ritorno dalla Capanna Sociale di Monte Orso a Punta Giulia, sulla strada per la vetta della Gallinola, a 1923 m. Cinque ore di cammino distribuite su 500 metri di dislivello attraverso faggete e campi carsici e godendo dei numerosi incantevoli fiori che la stagione calda dona al Matese. Nell'ambito di "Sicuri sul sentiero", volontari del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico daranno qualche dimostrazione "in campo" su come il C.N.S.A.S. opera per aiutare gli escursionisti in difficoltà.

Pietro Rossi

Premio Comune Riciclone 2015 per il Municipio di Dragoni.

DRAGONI- Il prestigioso riconoscimento assegnato ogni anno ai comuni virtuosi, i cui cittadini maggiormente differenziano i rifiuti in casa, è stato consegnato lo scorso giovedì a Salerno dal presidente di Legambiente Campania Michele Buonomo al sindaco e consigliere provinciale Silvio Lavornia e al suo vice e assessore all'Ecologia Pierino Piucci, atteso che nel piccolo centro della media valle del Volturno la raccolta differenziata ha superato il 65%, soglia minima prevista dalla legge, negli ultimi 10 mesi. Dallo scorso mese di luglio, quando fu introdotto il nuovo calendario del "porta a porta", il quantitativo di immondizia separata in casa dalle famiglie dragonesi ha toccato quota 74% grazie all'attività di coordinamento svolta sin qui dall'amministrazione Lavornia, in particolare dal delegato Piucci, e all'impegno dei cittadini che hanno da subito attuato il nuovo sistema introdotto dal Comune in sinergia con la ditta Lavorgna, che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani sull'intero territorio comunale. A margine della cerimonia di consegna del premio Comune Riciclone conferito da Legambiente, io sindaco Lavornia ed il suo vice Piucci, a nome dell'intera amministrazione comunale, hanno voluto dedicare l'ambito riconoscimento "a tutti i cittadini dragonesi che, con il loro impegno ed il grande senso civico dimostrato, hanno consentito al nostro Comune di ottenere, quale Ente virtuoso, questo importante attestato che ci deve stimolare a fare ancora di più per il prossimo futuro, anche per consentire a breve termine la riduzione della tariffa e l'introduzione di forme di incentivazione di premialità in favore delle famiglie che differenziano di più e meglio i loro rifiuti". 

Ultimo incontro culturale per “Letteratitudini”

Cancello ed Arnone (Matilde Maisto) – Ed è arrivato l’ultimo incontro culturale dell’anno   2014/2015  per “letteratitudini”. Infatti mercoledì 17 Giugno alle ore 20,00 gli amici della Letteratura s’incontreranno per cimentarsi su un argomento molto piacevole ed accattivante, in prossimità delle prossime vacanze estive. “Al centro della nostra vita: il Mare”, questo il tema dell’evento e, per l’occasione, ogni componente proporrà poesie o scritti riguardati il mare, come ad esempio: “L’uomo e il mare” di Charles Baudelaire, “Qui ti amo” di Pablo Neruda, “S’ode ancora il mare” di Salvatore Quasimodo, “Mare” di Giovanni Pascoli, “L’Eternità”di Arthur Rimbaud, “A Zacinto”di Ugo Foscolo, “Crepuscolo” di Henrich Heine, “Il Pescatore”di Wolfang Goethe. Saranno graditi anche testi di canzoni come “Il Mare d’inverno” di Loredana Bertè& Enrico Ruggeri, “Onda su onda” testo di Bruno Lauzi.  

Escursione divulgativa - culturale denominata “Tra i bagliori della Storia”

Vairano Patenora - Il 21 giugno 2015, dalle ore 16,30, si svolgerà un’escursione divulgativa - culturale denominata “Tra i bagliori della Storia” nel territorio dei comuni di Vairano Patenora e di Pietravairano. Dopo il successo delle due edizioni della passeggiata denominata “Trekking culturale” quest’anno gli organizzatori, tra cui figurano alcune associazioni del territorio come “MTB e Trekking Volturno”,“Legambiente Alto Casertano l’Istrice”, e con il patrocinio dei comuni di Vairano Patenora e Pietravairano hanno deciso di ampliare la formula iniziando dal nome. Infatti il nome “Tra i Bagliori della Storia” sta a sottolineare proprio le profonde stratificazioni storiche di quasi duemila anni che emergono al confine tra i due comuni e sono ben rappresentate da tre beni culturali di grande richiamo. Il primo, che è anche il luogo di partenza della passeggiata, è il Convento di Santa Maria della Vigna, sorto nel XIV secolo e ancora oggi luogo di culto, in passato monastero domenicano, poi francescano, è oggi luogo di clausura per una dozzina di suore.  Si prosegue per l’itinerario stabilito, si attraversa la frazione di Tramonti e si raggiunge il suggestivo complesso romano del Teatro-Tempio di Monte San Nicola, datato tra il I e II secolo d.C., che è posto su uno sperone di roccia a picco sulla piana sottostante dalla cui posizione si gode di una vista a 360° sul territorio dell’Alto Casertano. Il bene è stato coperto per caso nel 2001, è stato oggetto di una lunga campagna di scavi ed è oggi in fase di restauro in quanto considerato come possibile meta futura di turismo culturale. La passeggiata, infine, si conclude presso l’Abbazia S. Maria della Ferrara, fondata nel 1171 e divenuta una delle più importanti abbazia cistercensi del meridione, con un potere economico e politico capace di incidere anche sul conclave. In essa pare sia avvenuta la formazione del Papa Celestino V e all’interno della struttura vi sono presenti affreschi di grande valore. Purtroppo oggi si trova nello stato di rudere. Anche per sollecitare amministratori e popolazione ad agire in sua difesa viene posta come meta del percorso divulgativo. E’ sorprendente pensare come in uno spazio di soli 6 km immersi in una natura ancora incontaminata vi siano tanti beni culturali tra due comuni non particolarmente grandi; e sono proprio queste testimonianze del tempo a costituire i bagliori della storia che affascinano visitatori non sempre ben informati dell’immenso patrimonio culturale del territorio in cui vivono. Alla fine dell’escursione sarà presente una navetta che riaccompagnerà i visitatori al punto di partenza.

'La giornata del turista', grande successo della manifestazione

PIETRAMELARA. Un grande successo quello de 'La giornata del turista', organizzata dall'associazione Work in Progress, che si è svolta domenica 14 giugno a Pietramelara. L'evento ha mostrato al visitatore la tradizione storica e culturale del paese. I luoghi ammirati sono stati il chiostro Agostiniano del '700, la Chiesa di S. Agostino, il Museo di Arte Sacra, il Palazzo Ducale Caracciolo-Paternò, la Chiesa della S.S. Annunziata, la Chiesa Madre di S. Rocco e lo splendido borgo medioevale con la torre longobarda e il Teatro degli Archi. Lungo il percorso presenti mostre d'arte, opere artigianali e prodotti tipici locali. I turisti hanno anche pranzato nel borgo, grazie alla disponibilità di alcuni ristoratori del posto. Molti i visitatori che hanno preso parte al giro turistico. Queste le parole del Presidente Giovanni Zarone: "Un ringraziamento generale a tutti coloro che hanno collaborato a questa giornata. La cooperazione tra chi ha un interesse comune produce sempre un buon risultato". Il Consigliere Comunale Antimo De Cesare, invece, ha detto: "Complimenti ai giovani dell'associazione Work in Progress che hanno dato vita ad un evento eccezionale. Non è la prima volta che l'associazione valorizza, con giornate del genere, il nostro stupendo borgo dedicandosi alla promozione della cultura, della storia e dei prodotti enogastronomici locali. Questa è la Pietramelara che vogliamo e che, con lavoro e sacrificio, riesce a dare una speranza di crescita culturale ed economica: unico modo per risollevare le sorti del nostro paese". Anche il Consigliere di opposizione Andrea De Ponte è intervenuto: "Vorrei ringraziare i ragazzi dell'associazione Work in Progress. Sono riusciti a far rivivere il nostro bellissimo borgo per un giorno, accomunando cultura, turismo ed economia. Credo che questa sia la strada giusta per recuperare le nostre radici e ridare vita al nostro territorio". Elogi, quindi, all'associazione Work in Progress che continua ad operare attivamente a Pietramelara per incrementare il turismo.
Andrea De Luca

ESCURSIONE IN NOTTURNA A MONTE MUTO


L’Amministrazione Comunale aggiorna il sito istituzionale del Comune con un servizio per la segnalazione di guasti e problemi sul territorio comunale

PIEDIMONTE MATESE - L’Amministrazione Comunale di Piedimonte Matese ha voluto integrare le funzionalità del sito web istituzionale del Comune con un nuovo e importante servizio: si tratta di un canale di comunicazione diretta con gli uffici comunali, attraverso cui ogni cittadino avrà la possibilità di segnalare qualsiasi disservizio riscontrato in città, dalla carenza d’acqua ai problemi del manto stradale o della pubblica illuminazione. L’iniziativa va ad ampliare le opportunità di interazione con la macchina comunale, nell’ottica di una maggiore partecipazione dei cittadini alla cosa pubblica secondo le moderne forme di e-government, basate proprio sull’utilizzo delle nuove tecnologie e del web, strumento di informazione e trasparenza dell’attività amministrativa. La Giunta Comunale presieduta dal sindaco Vincenzo Cappello ha già dato il via libera all’aggiornamento del sito internet del Comune (www.comune.piedimonte-matese.ce.it), affinché venisse predisposto per questo nuovo servizio: sulla homepage comparirà un’area attraverso cui l’utente potrà accedere a una specifica scheda, previa identificazione, in cui segnalare nel dettaglio le disfunzioni o inefficienze riscontrate sul territorio comunale in merito a servizio idrico, pubblica illuminazione, raccolta rifiuti e viabilità. La segnalazione, a cui sarà possibile allegare anche immagini, sarà poi ricevuta non soltanto dai rispettivi uffici comunali di competenza, ma allo stesso tempo anche dalle imprese impegnate nello specifico settore, che verranno in questo modo più responsabilizzate e messe al corrente dei problemi della città.  L’operazione di aggiornamento non ha richiesto spese al Comune, poiché l’intervento è stato effettuato dal responsabile comunale del Ced, ed è già pronto a partire nella serata di oggi. “E’ un servizio innovativo che abbiamo voluto offrire al cittadino per un contatto diretto con il suo Comune – spiega il sindaco Vincenzo Cappello - questa collaborazione permetterà di migliorare non solo la qualità della vita in città ma anche il livello di efficienza degli interventi risolutivi delle imprese incaricate. L’attivazione sarà per ora in via sperimentale, ma siamo sicuri che darà ottimi risultati e per questo invitiamo i cittadini a collaborare adoperando il modulo online per le segnalazioni”.

Pietro Rossi


15 giugno 2015

La 100 km del Matese sta per ritornare.



PIEDIMONTE MATESE - Dopo il grande successo dello scorso anno, il prossimo 20 e 21 giugno 2015 il CAMAS (Club Auto e Moto ANTICHI SANNITI) replicherà la meravigliosa esperienza del 2014, che ha visto l'unione di due passioni, quella dei motori d’epoca con il territorio matesino. Auto storiche ma anche moto, autocarri, trattori, biciclette e chi più ne ha più ne metta, si daranno appuntamento a Piedimonte Matese, in piazza Roma, per le iscrizioni. Tutti insieme, si partirà alla volta di caratteristici sentieri e stradine panoramiche fino ai borghi più alti di Gallo Matese e LETINO attraverso Alife, Sant'Angelo d’Alife, Raviscanina, Pratella e Prata Sannita fino a Capriati al Volturno, con la prima sosta tecnica e ristoratrice. Dolci ma intense le salite, da Fontegreca fino a Letino, duecentesima bandiera arancione del Touring Club italiano, dove sarà possibile visitare le Grotte di Cauto, suggestive grotte carsiche da poco rese accessibili ai visitatori e lì, in un caratteristico locale che affaccia sul lago, gustare i prodotti e la cucina tipica matesina. L'occasione permetterà di conoscere anche parte della storia e della cultura tipica di LETINO, le canzoni ed il costume tradizionale con giochi e premi a tema. Dopo le dovute premiazioni ai partecipanti, il giro riprenderà lungo il lago Matese e, passando per Miralago, San Gregorio e Castello del Matese, è previsto il rientro a Piedimonte per i saluti e l’arrivederci al successivo evento. Naturalmente, come lo scorso anno, è possibile partecipare al pre raduno del sabato sera, 20 giugno, presso il Vernelle Country Resort di Alife, cenare a bordo piscina e, per chi volesse, anche pernottare in loco.  Per ogni dettaglio tecnico si rimanda alla locandina o meglio ancora alla segreteria organizzativa del CAMAS che raccomanda vivamente la prenotazione sia per il pre raduno che per il raduno dei 100 km del 21 giugno (contatto FB: Camas Piedimonte – tel. 0823 913460 – 340 3449643).  Solo ai primi 100 veicoli di interesse storico e collezionistico, regolarmente immatricolati, sarà consentita la partecipazione ed eventualmente prenotare un numero preferito, se ancora disponibile!  In attesa dell’evento, accendete i motori e preparateli ad affrontare scorci mozzafiato, salite dolci o intense, verdi panorami, chiare e fresche acque, buona cucina ed ottima compagnia.
Pietro Rossi