01 marzo 2017

STA PER NASCERE L'AMARO DELLA REGGIA

CASERTA - La Reggia di Caserta avrà il suo amaro: bevanda alcolica, da realizzare con infusi di quelle erbe che il giardiniere britannico Andrew John Graefer, chiamato a Caserta da Maria Carolina e Ferdinando, impiantò nel Giardino Inglese della Reggia. Appassionato di botanica, Graefer effettuò numerosi viaggi lungo la costa salentina, ad Agnano, Pozzuoli e in Sicilia per procurare sempre nuove specie. Dalla miscela delle erbe canfora, citronella, arancia amara, camelia, cicoria, finocchietto, bacche di mirto, ulivo, bergamotto e limoni nascerà un liquore che avrà il marchio “Reggia di Caserta”.  E’ stata avviata una richiesta di manifestazione d’interesse e avviata la procedura per la concessione del marchio in esclusiva per tale prodotto ad operatori del settore. La funzione del marchio Reggia di Caserta è quella di permettere al consumatore di identificare il prodotto nella sua caratterizzazione; pertanto, oltre a svolgere un ruolo centrale nelle strategie di marketing e promozione del nome dell'impresa che ne fruisce, contribuisce all'affermazione dell'immagine del Complesso Vanvitelliano agli occhi del consumatore e alla sua promozioneAnche attraverso questo processo la Reggia costruisce un rapporto di valorizzazione con il territorio e con quanti hanno attenzione per il Real Sito. Per di più, le royalties garantiranno una entrata utile alla gestione.

OTTAVO APPUNTAMENTO ENOGASTRONOMICO CONCORSO PIATTI TIPICI DEL MEDIO VOLTURNO

Caiazzo. Venerdì 24 Febbraio 2017, il Ristorante la Taverna degli Amici è stato protagonista dell’ottavo appuntamento enogastronomico del Concorso I Piatti Tipici del Medio Volturno, a cui hanno partecipato come giuria popolare circa una trentina di persone. Il menù proposto ai giurati ha valorizzato diversi  prodotti tipici: dal pecorino del Matese su pizza fritta con pomodoro al tortano con cicoli, dalla zuppetta di porro al “cuoppo di alici fritte” che un tempo rappresentava il pesce dei poveri, così come il baccalà, che viene presentato sotto forma di polpette su salsa con rosmarino.  Molto apprezzata anche la pancetta al forno con caciocavallo nostrano, prodotto con latte vaccino e tartufo del Matese. Il tutto accompagnato da vino Pallagrello sia bianco che rosso, dell’agriturismo Masseria Piccirillo “Beati Colli”, di Caiazzo. La serata è stata allietata da intrattenimento musicale. Il prossimo appuntamento con il gusto si terrà il 10 Marzo presso l’Agriturismo San Marco, di Dragoni. Per info e prenotazioni contattare, massimo entro il giorno prima della data in calendario, l’associazione Pro Loco Caiazzo al numero 0823.862761, oppure via mail a caiazzoproloco@libero.it.
Pietro Rossi


IL CAFFE' DELL'ARCHITETTURA

Rassegna di documentari sull'architettura in 5 appuntamenti.


Primo appuntamento
Giovedì 02 Marzo

ore 18:30
Spazio X

Luca Molinari racconta
Renzo Piano 
Artigianalità e tecnologia
durata: 105 minuti

Giovanni Leoni racconta
Ludwig Mies Van Der Roh
L'elegante semplicità del pensiero architettonico
durata: 56 minuti

Carmen Andriani racconta
Toyo Ito 
L'architettura senza tempo
durata: 58 minuti


ingresso gratuito riservato ai soci AmàteLAB
In occasione di tutte le proiezioni sarà possibile iscriversi all’associazione e tesserarsi (costo 10 euro).

Con la tessera si ha diritto all’ingresso gratuito a tutti gli appuntamenti della rassegna e in occasione del primo appuntamento anche ad un aperitivo in omaggio.

Prenotazione gradita.


// PROSSIMI APPUNTAMENTI

Il caffè dell’architettura. Parte 2
Le Corbusier / Kazuyo Sejima / Santiago Calatrava 
Giovedì 6 Aprile 2017
ore 18:30

Il caffè dell’architettura. Parte 3
Zaha Hadid / Norman Foster / Pier Luigi Nervi / Alvaro Siza 
Giovedì 4 Maggio 2017
ore 18:30

Il caffè dell’architettura. Parte 4
Richard Meier / Frank Lloyd Wright / Herzog & De Meuron 
Giovedì 1 giugno 2017
ore 18:30

Il caffè dell’architettura. Parte 5
Frank O. Gehry / Oscar Niemeyer / Erm Koolhaas 
Giovedì 29 Giugno 2017
ore 18:30



AmàteLAB 
c/o Spazio X 
via Petrarca [Parco dei Pini] - 81100 Caserta
0823.472783
info@amatelab.it
www.amatelab.it

IL SOSTEGNO DI ENASARCO ALLA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEGLI AGENTI DI COMMERCIO

MILANO Da Fnaarc, la Federazione nazionale Confcommercio degli agenti e rappresentanti di commercio, grande soddisfazione per l’approvazione odierna – da parte di Enasarco – del bando che stanzia 1,5 milioni di euro per la formazione e l’aggiornamento professionale degli agenti. Gli agenti e rappresentanti di commercio costituiscono una categoria fondamentale per il rilancio delle piccole e medie imprese: con la loro attività ‘muovono’ oltre il 70% del Pil. Incentivare la formazione professionale significa sostenere concretamente il futuro della nostra attività che in questi anni ha fortemente pagato il prezzo della crisi. E’ stata accolta la nostra proposta – afferma il Vicepresidente vicario di Fnaarc Alberto Petranzan (componente del CdA e coordinatore Commissione assistenza Enasarco) – ed è un’importante novità tra i servizi integrativi che la Fondazione Enasarco eroga"

C.S.

NELLA SALA MINERVA DELL’ASSOCIAZIONE STORICA AL VIA LA STAGIONE DEI CONCERTI 20017 DELL’ORCHESTRA SIRIO .

M° Sergio Fanelli
Piedimonte Matese (Nicola Iannitti) Sabato 4 Marzo, alle ore 17,30 nella Sala Minerva dell’Associazione Storica del Medio Volturno in  Via Sorgente 6, è di scena  l’orchestra Sirio diretta dal maestro Sergio Fanelli. E’ la seconda volta che durante la stagione concertistica che l’orchestra compie ogni anno l’orchestra Sirio regala a tutti gli iscritti dell’Associazione Storica e tutti i melomani della media valle del volturno una piacevole serata di buona musica. Questa la storia dell’Orchestra da Camera “Sirio” che nasce nella cittadina di Benevento nel 2008.  E’ formata da amici e da allievi, del M° Sergio Fanelli che ne è anche il Direttore e del M° Alba Paradiso che è anche il Primo violino di spalla .L’idea che contraddistingue questo progetto musicale è quella di inserire in contesto professionale dei ragazzi che stanno ancora studiando e avvicinarli alla grande musica approfittando e facendo tesoro dell'esperienza di maestri musicisti più esperti che li guidano. L’Ensemble ha già collaborato con affermati musicisti ed ha partecipato a rassegne di successo riscuotendo sempre un notevole riscontro di pubblico e critica; Nel 2009 ha dovuto esibirsi per ben due volte nella stessa sera al Teatro Comunale di Benevento per la rappresentazione dell’opera "La zingara Ester" per accontentare le richieste del Pubblico che era rimasto fuori dalla platea. Nel 2011 ha collaborato con il M° Fausto Anzovino (chitarrista) e nel 2012 con il M° Antonio Arietano (clarinettista) per la realizzazione di una serie di concerti in Campania, partecipando, tra le altre, alla Rassegna "Musica al Convitto" presso il Convitto Nazionale "Giannone" di Benevento.  Nel 2013 e nel 2014 collabora con il flautista e saxofonista M° Sergio Casale per l'esecuzione di una serie di concerti alla Sala "Vergineo" del Museo del Sannio, all’Auditorium San Gennaro, alla Sala delle conferenze di Palazzo Paolo V, per l’esecuzione di un concertino per flauto e orchestra da camera e un Concerto per Saxofono soprano e orchestra dal titolo "Chi – Ro", scritti appositamente per l'Orchestra Sirio e dedicati al suo Direttore. Nel 2015 collabora con il violoncellista M° Giovanni Sanarico per la realizzazione di una serie di concerti nei luoghi di cultura della città e per due appuntamenti a S.Giorgio a Cremano (NA), presso la prestigiosa” Villa Bruno” e a Pomigliano d’Arco (Na), riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica. Nel 2016 collabora con la Cornista M° Antonella Marino per l'esecuzione del Concerto per Corno e Orchestra in C minor di F.Strauss  op.8 a S.Giorgio a Cremano e Volla (Na), Piedimonte Matese (Ce) e Benevento. Questa sera il Percussionista Solista SANDRO VERLINGIERI. Programma:A. borodin – danze Polovesiane; L. Bakalov –Il Postino; A. Dvrak – Umoresque; E. Sejournee – Concerto per vibrafono e Orchestra d’Archi; A. Sullivan  - Mikado; A. Piazzollla –Oblivion, Libertango.

Alla IX edizione del Concorso “Il Volo di Pegaso” presenti anche le opere delle artiste matesine Anna Zulla e Mirella Zulla. La pittrice Anna Zulla arriva in finale con l’opera “Oltre”.

l'opera finalista
PIEDIMONTE MATESE  - In occasione del “Rare Disease Day” 2017 (Giornata Mondiale delle Malattie Rare), si è svolta ieri la premiazione del Concorso “Il volo di Pegaso”, presso l’Aula degli Intergruppi Parlamentari alla Camera dei Deputati, ospitata dall’On. Binetti. La manifestazione, giunta alla sua nona edizione, è organizzata dal Centro Nazionale Malattie Rare dell’Istituto Superiore di Sanità diretto da Domenica Taruscio e dalle ultime due edizione ha come direzione artistica Ilaria Sergi e Emilia Orlando della Loft Gallery Spazio MatEr, con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. A valutare le opere di più di 100 artisti da tutta Italia, come membri della giuria, hanno partecipato personalità del calibro di Vittorio Sgarbi, Maria Rita Parsi, Gian Paolo Serino, Santino Carta e altri illustri nomi. L’ evento è stato moderato dalla giornalista e curatrice Raffaella Salato ed ha toccato temi molto importanti, ponendo un accento particolare sulla “prevenzione”. Difatti, nonostante l’OMS stimi l’esistenza di circa 7000 malattie rare, delle quali molte sono in attesa ancora di essere classificate, vi è un 20% di queste malattie non dovuto a cause genetiche, ma a fattori associati all’alimentazione, all’ambiente, a infezioni o ad abnormi reazioni immunitarie e per questo prevenibili. Come ha sottolineato la Prof.ssa Maria Rita Parsi, presidente della giuria, Membro del Comitato Onu per i diritti dei fanciulli e Presidente della Fondazione Fabbrica della Pace e Movimento Bambino ONLUS: "Ciò che è raro- perfino una malattia- è o può diventare prezioso. Ci vuole attenzione, ascolto, ricerca, competenza, condivisione, alleanza. Ci vuole informazione e formazione. Ci vuole il rispetto che si deve a tutti e, anzitutto, a ciò che ci ricorda che la vita di ciascuno di noi transita ed è diversa dalle altre ma, seppure unica e speciale, interconnessa alle altre" Il Concorso “Il volo di Pegaso” nasce con lo scopo di promuovere la conoscenza delle malattie rare attraverso le molteplici forme dell’arte e quest’anno il tema era rappresentato dal “viaggio”.  "La malattia e l’arte sono legate da vincoli stretti, anzi possiamo dire che nessun artista è grande se non è un uomo malato": così provocatoriamente Vittorio Sgarbi ha riferito nel suo video-messaggio durante la cerimonia. Evita Andujar per la pittura, Luca Coser per il disegno, Fabio Masotti per la scultura, Alfredo Dante Vallesi e Inna Rogatchi per la fotografia, sono i nomi degli artisti vincitori, riguardo la sezione arti visive, della IX Edizione del Concorso Il Volo di Pegaso Raccontare le Malattie Rare. Tra gli artisti finalisti anche Karen Thomas, Vincenzo Scolamiero, Germana Galdi, Michele Grimaldi, Marco Angelini, Ida Saitta, Anna Zulla e tantissimi appassionati. Durante la premiazione è stato possibile ammirare, in video-esposizione, le opere di tutti gli artisti ammessi al concorso, tra cui anche l’opera della pittrice Mirella Zulla.Ma le notizie non finiscono qui. Infatti, dal 6 al 26 maggio 2017, presso la Loft Gallery Spazio MatEr a Roma, si aprirà la mostra ufficiale del Concorso con le opere di tutti gli artisti.

Pietro Rossi