13 ottobre 2015

La prima raccolta di poesie del giornalista casertano Giuseppe Bocchino

Giuseppe Bocchino
La casa editrice “Giuseppe Vozza Editore" pubblica "Versi fuori corso", prima raccolta di poesie del giornalista casertano Giuseppe Bocchino. Versi fuori corso esalta la straordinaria energia delle passioni e delle emozioni, quarantacinque componimenti in cui si celebra la potenza della parola poetica, che con la sua forza richiama al dovere di liberarsi dagli inganni e dalla finzione del conformismo, per vivere una vita nell’autenticità dei sentimenti. In questa difficile conquista della consapevolezza interiore, la poesia non è però solo il luogo della disperazione, dello scoramento individuale, ma è soprattutto eroica rivolta esistenziale contro gli ostacoli, voglia di riscatto attraverso la solidarietà umana e l'amore per la natura, desiderio e godimento della bellezza in tutte le sue manifestazioni. Giuseppe Bocchino ha 41 anni. Si è diplomato presso il Liceo Scientifico “G. Pellecchia” di Cassino. Nel 2001, ha conseguito la Laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli, con una tesi su Pier Paolo Pasolini. Attualmente è responsabile della collana Raccordi (Poesia e Narrativa) della casa editrice “Giuseppe Vozza Editore”.

Pietro Rossi

Apre il punto d'ascolto di 'Terra libera' a Curti

CURTI - ‘Terra libera’, il movimento diretta espressione del consigliere regionale Luigi Bosco, inizia ufficialmente l’attività sul territorio comunale di Curti. Dopo l’incontro di alcune settimane fa nella sede di via Vittorio Veneto, durante il quale il vicepresidente della commissione consiliare Attività produttive, Industria, Commercio e Turismo, indicò Gennaro Iodice e Marco Russo come referenti locali, già dalla prossima settimana ci saranno altri importanti vertici. A partire dal 21 ottobre, con cadenza quindicinale, il consigliere regionale Bosco sarà a Curti per incontrare i cittadini e accogliere le loro istanze. Dell’estrema utilità di queste riunioni ne è convinto Gennaro Iodice che afferma: «In una fase di vacatio istituzionale, come quello che vive il Comune di Curti, è fondamentale restare vicino ai residenti e ascoltare le loro esigenze, cercando di trovare insieme soluzioni ai problemi. Per questo motivo, Luigi Bosco ha deciso di tenere incontri periodici con la popolazione. Già in occasione della riunione tenuta alcune settimane fa in via VittorioVeneto, quando fu inaugurato il punto d’ascolto di ‘Terra libera’, il consigliere regionale aveva parlato di Curti come uno dei centri nevralgici dell’importante conurbazione in cui si trova. Dobbiamo approfittare della disponibilità e dell’amicizia di Bosco per portare le esigenze del territorio negli uffici della Regione Campania, affinché vengano realizzati dei progetti per il rilancio della nostra città e di tutti i comuni che affacciano sulla Nazionale Appia».

IL CONSORZIO DISTRETTO TURISTICO PRESENTA IL PACCHETTO ‘CASERTA IN VETRINA’ AL SALONE DEL TURISMO DI RIMINI

CASERTA - Il Consorzio Distretto Turistico Caserta ha scelto di presentare alla Fiera del Turismo di Rimini, una delle rassegne più importanti del settore turistico, ‘Caserta in vetrina’, il pacchetto dell’offerta culturale in programma nell’ultimo scorcio del 2015 in provincia. Per l’occasione, infatti, agli operatori turistici è stata consegnata una brochure, che contiene note storiche, luoghi e bellezze da conoscere e visitare, ma anche e soprattutto una serie di itinerari esclusivi da sottoporre a chi sceglie di fare le proprie vacanze a Caserta e provincia. Sono due i progetti che saranno realizzati tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016: ‘Caserta in vetrina’ dal 28 novembre all’8 dicembre presso Villa Vitrone, Polo Culturale della Provincia di Caserta, e a seguire ‘Caserta Creativa’ dal 9 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016, un viaggio nel territorio narrato attraverso la qualità dei sapori e il fascino dei manufatti, con l’obiettivo di creare momenti di aggregazione, condivisione sociale e promozione delle attività produttive locali e delle risorse turistiche della zona. Arti, mestieri, tradizioni, folklore di Terra di lavoro, riproposizione degli antichi mestieri, artigianato, laboratori didattici e giochi popolari, degustazioni, tipicità enogastronomiche, suoni e canti popolari, fiera dell’artigianato artistico e agroalimentare: sono tutte le attività da mettere in campo per far conoscere meglio il territorio e dare il senso delle bellezze che si possono trovare visitando Caserta.

EVENTO DI BENEFICENZA PER UNA MISSIONE IN AFRICA A CAIAZZO



CAIAZZO - Il giorno 18 Ottobre 2015 si svolgerà l’evento benefico “Insieme per una Missione” presso il Centro Madre Claudia, via Pier Delle Vigne a Caiazzo e organizzato in collaborazione con l’Associazione Mondo Migliore, l’Associazione Arte & Danza con la sua cellula “Dream Animation” e Cdl Eventi e Comunicazioni. Alle ore 10:00 ci sarà l’accoglienza e alle 10:30 la Santa Messa. Seguirà alle ore 13:00 il “pranzo della solidarietà” e dalle ore 15:30 la giornata sarà allietata a cura della Dream Animation con giochi, trucca-bimbi, baby-dance, gonfiabile e manipolazione di palloncini. Alle ore 17:30 si terrà il “Magico spettacolo delle bolle di sapone giganti” e durante tutta la manifestazione ci saranno diverse sorprese per i più piccoli e non solo! Il Centro Madre Claudia appartiene all’Istituto delle Povere Figlie della Visitazione di Maria, fondato dalla Venerabile Madre Claudia Russo, con sede a Napoli. Le suore dell’istituto “si dedicano al servizio degli emarginati, delle persone anziane bisognose di assistenza e alla promozione umana e spirituale della gioventù, specialmente delle classi più povere”. Hanno dato vita a diverse missioni in Brasile, Ecuador e Togo, dove hanno avviato interventi educativi indirizzati in particolare alle situazioni di maggior bisogno: ragazze madri, meninos de rua (bambini di strada), bambine costrette alla prostituzione, figli di carcerati, disabili, ecc. L’evento “Insieme per una Missione” ha lo scopo di raccogliere fondi necessari per finanziare i vari progetti e le missioni caritatevoli perseguite dall’Istituto.
Pietro Rossi