28 febbraio 2016

Grande serata di beneficenza a Cancello ed Arnone



Cancello ed Arnone (Matilde Maisto) – Mercoledì 24 febbraio 2016 la nostra cittadina ha vissuto una serata veramente eccezionale. Infatti presso il ristorante “La Campagnola” sito in via Roma – Cancello ed Arnone, ha avuto luogo una cena di beneficenza, allo scopo di contribuire alla definitiva ristrutturazione della chiesa “Maria Regina di tutti i Santi”. Alla cena hanno partecipato ben 269 persone, oltre al parroco Don Sabatino Sciorio, l primo cittadino, Pasqualino Emerito, nonché diversi imprenditori locali che hanno provveduto ad organizzare l’evento. Alla fine della serata gli organizzatori hanno consegnato a Don Sabatino la somma di € 5.000,00, evidentemente soddisfatti per il risultato ottenuto. Dal canto suo Don Sabatino, visivamente commosso, ha ringraziato tutti i presenti, precisando che la serata non solo è stata un grande evento religioso, ma è stata, soprattutto, un grande evento sociale  per la nostra comunità, in quanto i cittadini/fedeli hanno saputo dare prova di grande solidarietà, dimostrando fede, afflato e senso civico. Con ogni probabilità la nostra chiesa ristrutturata e bellissima, sarà riaperta in occasione della Santa Pasqua, ormai alle porte, ed in quell’occasione ci sarà la visita pastorale dell’arcivescovo della diocesi di Capua, Salvatore Visco, che porterà la sua benedizione alla comunità.

23 febbraio 2016

Incontro pubblico sullo sviluppo rurale per la Comunità del Matese.

San Potito Sannitico - Si terrà Sabato 27 Febbraio 2016 alle ore 16.30, presso la sede del Parco Regionale del Matese alla presenza del dott. Corrado Martinangelo, Segreteria particolare On. Ministro Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, un incontro pubblico di preparazione alla nuova programmazione PSR Campania 2014/2020. Un treno, quello del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020  - ci fanno sapere dall’organizzazione - che non può assolutamente perdere il territorio dell’alto casertano e della provincia di Caserta nel suo complesso. Troppe le occasioni perse e non sfruttate con la vecchia programmazione 2007/2013; occorre oggi fare rete tra i Comuni del comprensorio per far emergere le potenzialità del territorio e valorizzarle al massimo, con una “trade union” tra il comparto pubblico e quello privato, in un settore, quello agricolo, di vitale importanza  e volano indissolubile di sviluppo per la collettività. Modalità più semplici e trasparenti, un piano di idee condivise insieme ad un piano di comunicazione istituzionale che sia in grado di offrire a ciascun cittadino del territorio le informazioni necessarie sui fondi comunitari per accorciare allo stesso tempo la filiera burocratica rendendola più efficiente. Gli obbiettivi principali della programmazione 2014/2020 dovranno inevitabilmente favorire il ricambio generazionale e offrire nuove opportunità ai giovani, dare risposta allo spopolamento delle aree interne, dare più valore aggiunto alle produzioni favorendo l'innovazione e la competitività delle aziende. Temi che saranno sviscerati all’incontro in programma sabato pomeriggio ed a cui tutti gli amministratori locali, gli operatori del comparto agricolo ed i cittadini sono invitati a partecipare.

 Pietro Rossi

Successo per il corso di lingua tedesca avviato in biblioteca comunale, ieri il primo incontro con circa cento partecipanti

PIEDIMONTE MATESE  - E’ stato un inaspettato successo il primo appuntamento del corso di tedesco che l’Amministrazione comunale ha deciso di promuovere nell’ambito delle iniziative volte a favorire il gemellaggio tra Piedimonte Matese e la città tedesca di Seligenstadt Am Main. Ieri pomeriggio c’era un centinaio di persone nella sala della biblioteca comunale accorse al primo incontro ufficiale dell’iniziativa che è stata pensata per fornire le basi della lingua degli amici di Seligenstadt, e dunque favorire così comunicazione e socializzazione in tutte quelle circostanze in cui si concretizzano gli scambi culturali tra le due comunità (avvenuti numerose volte negli ultimi anni), ugualmente a quanto la Cerchia degli amici di Piedimonte Matese e Sleigenstadt sta facendo in Germania con la lingua italiana. Tanti giovani, ma non solo, hanno risposto alla proposta dell’Amministrazione comunale, dimostrandosi molto interessanti a questa opportunità formativa promossa con la collaborazione del Comitato San Marcellino e della dottoressa Sara De Biasi, in forma gratuita per tutti i cittadini, in particolare per quelli che negli anni hanno stretto amicizia con i “gemelli” tedeschi accogliendoli in casa propria oppure essendo loro stessi ospiti a Seligenstadt. Una significativa affluenza oltre ogni previsione, tale da richiedere una revisione delle modalità organizzative del corso, a cui si sta già pensando. Soddisfatto il sindaco Vincenzo Cappello assieme all’assessore Costantino Leuci, il quale ha evidenziato: “E’ un risultato molto positivo che di fronte a una proprosta culturale come un corso di lingua tedesca, sebbene non in senso propriamente accademico, ci sia stata una risposta così importante. Fa piacere soprattutto che questo accada nella bilioteca comunale, che oggi costituisce il centro culturale per la città”.

MAXI SEQUESTRO DI PRODOTTI PERICOLOSI PER LA SALUTE PUBBLICA.

CASERTA - Sequestrati oltre 180.000 prodotti pericolosi per la salute pubblica del valore di mezzo milione di euro. E’ questo il bilancio dell’operazione condotta dal Comando Provinciale di Caserta che si inserisce nel più ampio contesto di interventi a tutela della legalità e della sicurezza dei consumatori. Le investigazioni avviate dalle Fiamme Gialle casertane, intensificatesi nell’ultimo periodo, hanno riguardato l’intero territorio della “Terra di Lavoro”. Il costante monitoraggio delle attività economiche presenti in provincia ha consentito di individuare diversi esercizi commerciali che esponevano merceria, prevalentemente di provenienza cinese, potenzialmente nociva. I controlli eseguiti all’interno del centro “Campania” hanno portato al rinvenimento di migliaia di prodotti privi di qualsiasi etichettatura che indicasse la loro provenienza, i canali di importazione e l’indicazione della loro composizione. In questo contesto la Compagnia di Marcianise ha sequestrato oltre 3.000 articoli esposti in vendita presso noto esercizio commerciale: accessori per la telefonia, generi per la casa, cancelleria, ma anche giocattoli destinati ai più giovani che non rispettavano gli standard previsti dal c.d. codice del consumo. Il responsabile dell’attività economica, di nazionalità italiana, è stato segnalato alla Camera di Commercio di Caserta per aver immesso sul mercato prodotti pericolosi per la salute dei consumatori e, per questo motivo, dovrà pagare una cospicua sanzione amministrativa. Di rilievo è anche l’intervento recentemente concluso dalla Compagnia di Caserta e che ha portato al sequestro di oltre 60.000 prodotti elettrici ed elettronici, del valore di oltre 200 mila euro, recanti marcatura “CE” contraffatta. E’ grazie ad un’attenta attività info-investigativa ed una profonda conoscenza del territorio che è stato possibile individuare, in Teverola (CE), il deposito per lo stoccaggio dei prodotti illeciti, dove la merce era pronta per la commercializzazione parallela presso negozi compiacenti. Se non fosse stato per l’intervento operato dai finanzieri, essa sarebbe finita sulle bancarelle dei mercati rionali del casertano e del napoletano, con evidente rischio di cortocircuiti o addirittura incendi nelle abitazioni degli sfortunati acquirenti. La presente operazione è una concreta testimonianza di quanto sia alta l’attenzione delle Fiamme Gialle in materia sicurezza prodotti e tutela del “Made in Italy” che, come noto, riveste un settore strategico per l’intera economia nazionale. Incessante è quindi l’attività posta in essere dalla Guardia di Finanza al contrasto dei fenomeni illegali che danneggiano il mercato, la libera concorrenza e che mettono a repentaglio la salute dei cittadini. Continua senza sosta l’impegno del Comando Provinciale di Caserta nell’ambito dello specifico settore, nell’ambito del quale, solo nell’ultimo periodo, sono state denunciate 42 persone all’Autorità Giudiziaria, sottoponendo a sequestro preventivo oltre 180.000 prodotti contraffatti o nocivi.
GUARDIA DI FINANZA COMANDO PROVINCIALE CASERTA


19 febbraio 2016

Progetto di formazione rivolto agli operatori della ristorazione appartenenti al Circuito dei Piatti tipici del Medio Volturno

CAIAZZO - L’associazione Pro loco Caiazzo, in collaborazione con l’associazione Cuochi e Ristoratori “Terra di Lavoro”, la Coldiretti, il comune di Caiazzo, Slow Food e Unpli Caserta, presenta martedì 23 febbraio 2016, alle ore 16.00, presso il ristorante la Taverna degli amici, “In cucina con passione”. Un progetto di formazione inserito all’interno del concorso “I Piatti tipici del Medio Volturno”, avviato dalla Pro loco nel 2006 e giunto nel 2015 alla sua V edizione, con i seguenti obiettivi: promuovere e valorizzare il territorio di appartenenza attraverso la conoscenza dei prodotti tipici e dei piatti tradizionali; creare un circuito di qualità denominato “Circuito dei Piatti tipici del Medio Volturno”; realizzare un ricettario dedicato alla cultura gastronomica locale; istituire un premio speciale “Qui si mangia campano”. Il suddetto progetto nasce, dunque, dall’esigenza di dar luogo ad un’attività formativa destinata al personale di cucina e a quello di sala al fine di ottenere una specializzazione nel campo dei prodotti tipici, circa la loro trasformazione e presentazione, e per ottimizzare gli aspetti legati all’accoglienza, nel rispetto della migliore tradizione locale. Martedì 23 sarà illustrato il piano formativo del corso che sarà preceduto da un’attività di Team Building, nell’esigenza di rendere i partecipanti consapevoli dell’importanza della collaborazione, sia all’interno delle singole strutture sia all’interno del territorio di appartenenza che rappresentano, e si concluderà con un modulo dedicato al Self Marketing, in modo da potenziare, dopo un’attenta analisi, l’approccio clienti/interlocutori. Per maggiori info rivolgersi all’associazione Pro loco Caiazzo al n. 0823.862761 o via mail a caiazzoproloco@libero.it
Pietro Rossi

L'artista Michele Colucci, in arte Venovan, aprirà con il suo pianoforte preparato il concerto di Roberta Giallo, sabato 20 febbraio al Jarmusch Club, via Cesare Battisti Caserta 72.

Sarà il noto pianista Venovan, al secolo Michele Colucci, ad aprire ed introdurre con il suo spettacolo con piano preparato il concerto della celebre cantautrice bolognese Roberta Giallo. L'evento è in programma per sabato 20 febbraio sul palco del Jarmusch Club in via Cesare Battisti, 72 a Caserta, ed è promosso da Insomnia Concerti, un collettivo indipendente che dal 2010 produce e promuove nuovi progetti musicali in italia e all'estero.In apertura della serata, si esibiranno Venovan con il piano preparato e Tonia Cestari In quartetto, quindi toccherà a Giallo, una delle più celebri cantautrici contemporanee bolognesi che ha collaborato con artisti del calibro di Lucio Dalla, Samuele Bersani e Franco Migliacci, e che in mattinata sarà impegnata in studio a "Le Nuvole" di Cardito per registrare il suo prossimo singolo "al Polo Nord" che uscirà con la produzione di Insomnia Concerti. Michele Colucci è un giovane musicista italiano che fonde arte contemporanea, oggetti di uso comune e musica.  Conosciuto con il nome d'arte di Venovan, egli utilizza oggetti di uso quotidiano, come chiodi, forchette, magneti, ecc. che lui chiama “i preparati”, attribuendo ad essi un alto valore ancor prima del suono. La preparazione del pianoforte è molto importante per l’artista, durante questa fase Colucci pensando in modo orchestrale, lui non è solo l’esecutore del brano ma anche il direttore dei mille oggetti introdotti all’interno del pianoforte. Ho sempre avuto problemi con le sonorità del mio pianoforte! Mi spiego meglio: il pianoforte, principe degli strumenti, ha 88 tasti tutti ben accordati che  generano un suono in cui la differenza tra l'uno e l'altro è la frequenza, quindi la nota. - dichiara Colucci - Avere uno spettro armonico così ampio e non avere la possibilità di sonorità diverse su ogni corda mi ha sempre messo in crisi. La svolta è avvenuta durante gli studi  specialistici presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli dove ho avuto la fortuna di studiare John Cage .Da quel momento in poi ho iniziato la vera sperimentazione sonora andando oltre il suono concettuale di Cage, superando così la limitazione armonica ed arrivando alla realizzazione di brani inediti per pianoforte preparato. Venovan inizia gli studi del pianoforte classico all'età di 6 anni. Contemporaneamente allo studio del pianoforte si appassiona al mondo dell'arte e soprattutto a quella contemporanea. Durante i suoi studi inizia a non essere più soddisfatto del suono del pianoforte (il principe degli strumenti), così passa allo studio dell'elettronica musicale sotto la guida dell’ingegnere Raffaele Nasta. Forma la sua prima rock Band, "the Deep Halls", dove i suoni dei sintetizzatori e l'organo Hammond ne fanno da padrone. In questo periodo inizia ad esplorare il mondo della registrazione, in cui il fonico Nasta gli fa da Maestro. Questo gli consentirà successivamente di registrare il suo primo disco e di collaborare in studio con vari artisti. Nel 2006 diventa organista del coro polifonico “Le Pleiadi”. Nel 2011 inizia una nuova esperienza nel mondo televisivo con la "star School band", band del programma televisivo "StarschoolTv" in onda su Sky, Tele A+, TV CAPITAL, programma ideato da Giuseppe Fichele (in arte Jo-rel) e vincitore del programma televisivo "I Raccomandati" condotto da Carlo Conti su RAI 1. Da qui in avanti inizia una collaborazione con Jo-rel con cui produce brani di musica dance per il concorso nazionale "Miss Troppo Carina" in partnership con la rivista nazionale "Ragazza Moderna". Sempre nello stesso anno inizia la collaborazione con la band Radioplay (cover band dei Radihoead e Coldplay) continuando così la sperimentazione dei synth.  Nel 2013 si laurea col massimo dei voto all’Accademia di Belle arti di Napoli specializzandosi in conservazione restauro e degrado della plastica. Nell'ottobre del 2013 arriva tra gli 8 finalisti del premio nazionale "Miglior tesi" tenutosi a Bologna durante il convegno dell'IGIIC, come premio ottiene la pubblicazione in ebook a cura della Nardini editore.Inoltre sempre nello stesso anno, presenta la sua ricerca: "La plastica: tesori e opere da salvare" al salone del resturo di Ferrara, in qualità di rappresentante dell'Accademia di Belle Arti di Napoli e lavora per l' Accademia di Belle Arti di Napoli-Metronapoli s.p.a. per la manutenzione e conservazione delle opere d'arte della linea metropolitana di Napoli  Dal 2013 ad oggi ha  tenuto varie lezioni presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli dal titolo:  "La plastica: tesori e opere da salvare", illustrando la sua ricerca sul degrado, la conservazione, l'allestimento, il restauro e la manutenzione delle opere in plastica. Contemporaneamente agli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli ha studiato col M° Raffaele Salemme sostenendo gli esami in vari concervatoriitaliani: Campobbasso, Salerno, Napoli ecc.Sempre nello stesso anno la sua tesi viene pubblicata dal museo della plastica il “Plart” di Napoli. La svolta inizia nel 2013 con la collaboraIone del noto percussionista partenopeo Maurizio Carbone. Con Maurizio inizia un sodalizio di meditazione sonora, dove non è più l'armonia ad esserne da padrone ma la ricerca delle sonorità della natura. Insieme presentano il progetto live Madre Terra riscuotendo notevole successo che, successivamente, porterà i due in Francia, a Marsiglia dove collaborano col grande musicista Pedro Aledo ideatore ,nel 1987,della World Music con la formazione del gruppo "Ensemble mediterraneen". Alla stazione di Marsiglia, Venovan esegue due importanti concerti per pianoforte preparato. Sempre in Francia registra anche un video musicale in un bellissimo parco con Maurizio Carbone e Pedro Aledo.  Nel 2015 viene pubblicata dall'Università degli studi di Roma Tor Vergata, una sua video intervista sul progetto musicale Madre Terra insieme a Maurizio Carbone. L'intervista è stato argomento di esame al corso di Etnomusicologia e studi di Popolar Music. Dopo la lunga ricerca sperimentale dei suoni col progetto Madre Terra, Colucci inizia la sperimentazione che lo porterà ad essere noto col pianoforte preparato e lo pseudonimo Venovan, pubblicando a febbraio 2015  il suo primo singolo "Sogna" in tutti i dital store ( iTunes, play store, shazam ecc.). Ad ottobre 2015 apre un negozio online su www.venovan.com dove è possibile acquistare il merchandising prodotto da venovan Il primo dicembre 2015 pubblica il suo primo disco per PianoPreprato dal titolo Fiabe acquistabile su www.venovan.it e ai concerti,  in più è possibile scaricare il disco nei digital store store ( iTunes, play store, shazam ecc.) Attualmente è in tour col suo PianoPreparato e le Master Class sul suo concetto di suono e superamento dell’armonia.


La "Fiaccola della PACE" arriva a Piedimonte Matese. L'adesione ufficiale dell'I.C. Piedimonte M.2- Castello, diretto dalla Riccitelli.

Piedimonte Matese - Continua ad avere consensi lo storico passaggio della Fiaccola della Pace dedicato alla memoria dei 100 anni della grande guerra, che ha l'obiettivo di inaugurare l'Era della grande Pace. Come si annunciava nel titolo è giunta l'adesione ufficiale dell'Istituto Comprensivo "Piedimonte Matese 2- Castello" diretto dalla prof.ssa Clotilde Marcellina Riccitelli, Dirigente da sempre particolarmente sensibile e attenta ai temi della Pace. In giornata odierna, presso l'aula di presidenza del detto Istituto Comprensivo si è svolta la prima riunione organizzativa durante la quale è stato individuato anche il periodo in cui si dovrà tenere l'importante mobilitazione partita lo scorso anno, che sta attraversando i tanti comuni della provincia e non, chiamando così a raccolta Scuole ed Enti locali, ai quali si chiede di aderire all'appello per il riconoscimento del diritto alla Pace. Le Scuole infatti, rappresentano i principali organi deputati alla formazione dei discenti al futuro. Gli Enti locali a loro volta hanno il dovere di sostenere e di favorire nella propria comunità, tutte quelle iniziative finalizzate alla cultura di educazione alla Pace, e soprattutto in quanto Enti che rappresentano il governo del territorio, hanno il dovere di dare il buon esempio di Pace. Non è un' utopia, e neanche un sogno, ma può divenire realtà, se veramente ci impegniamo "insieme" a realizzare questo grande traguardo. Sugli scudi quindi l'Istituto Comprensivo Piedimonte Matese 2 - Castello, che sarà la Scuola capofila del capoluogo Matesino, la quale si renderà protagonista di uno dei più importanti eventi storici di Pace che si siano mai svolti in Terra di lavoro. Il Matese torna dunque a rivendicare l'appellativo di essere "Terra di Pace", l'importante progetto finalizzato anche al rilancio e alla riscoperta delle bellezze naturali e paesaggistiche di cui il Parco Regionale è pieno. Organo promotore dell'evento e del progetto "Matese Terra di Pace" il "Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio". Durante la riunione organizzativa di massima, alla quale hanno partecipato la Dirigente scolastica Clotilde Riccitelli, la Vicaria della scuola Anatolia Ferraiuolo e la Presidente dell'Ente promotore dell'evento Agnese Ginocchio, ci si è soffermati in particolare sulle criticità che investono i nostri tempi, l'ondata di violenza e di terrore, il dramma dei profughi e dei bambini che perdono la vita durante i naufragi, la precarietà, l'insicurezza che alimenta lo stato di tensione sociale, la difesa della nostra Madre Terra. Ci si è resi conto dell'urgenza di avviare nella scuola percorsi alternativi che aiutino gli alunni a riflettere che tutto non ci viene dato per scontato, e a prendere quindi coscienza sulla situazione che ci circonda. I problemi si possono risolvere se si è in grado di riconoscerli e di affrontarli. Per questo la scuola ha un ruolo chiave nella formazione del discente. L'educazione alla Pace forma alla cittadinanza attiva e consapevole, alla coscienza critica, aiuta a riflettere e a trovare strategie per la risoluzione nonviolenta dei conflitti e delle conflittualità individuali, territoriali e globali. Dunque grande interesse alle tematiche affrontate sia da parte della Dirigente scolastica che della Vicaria. Adesso bisogna partire per la parte organizzativa e soprattutto quella di preparare i ragazzi per il gran giorno della mobilitazione che prevede come previsto nel programma ufficiale della celebrazione dell'evento, l'organizzazione della Marcia per la Pace per le strade cittadine. In questo periodo i docenti insieme agli alunni rifletteranno sui temi della Pace partendo dallo slogan: "Dalla grande guerra alla grande Pace". Pace che ci chiama tutti in causa, Pace che non è una semplice parola ma un vocabolario di azioni da mettere in atto quotidianamente. Dopo 100 anni di guerre, di orrendi crimini e di massacri contro l'umanità, è venuta l'ora di dichiarare che la Pace è diritto universale e sacrosanto di ogni uomo, è venuta l'ora di inaugurare l' Era della grande Pace. Tutto dipende da ciascuno di noi. La Dirigente scolastica Dott.ssa Clotilde Riccitelli in sinergia con la scuola ha già annunciato la propria volontà di aderire all'Appello di Pace. Sarà quindi stipulato il "Patto di Pace" tra il Movimento per la Pace e l'Istituto Comprensivo Piedimonte 2 - Castello, con il quale la detta Istituzione scolastica riceverà l'importante nomina di "Scuola di Pace"del III Millennio. La Dirigente scolastica Riccitelli, avendo altri plessi staccati del detto Istituto Comprensivo siti nei Comuni di Castello del Matese e di San Gregorio Matese, ha manifestato la volontà di organizzare il passaggio della "Fiaccola della Pace" in due tappe: la prima che toccherà il plesso del Comune di Castello del Matese, al quale si unirà anche quello vicino di San Gregorio Matese, e la seconda che sarà quella conclusiva in Piedimonte Matese, dove avverrà appunto la cerimonia di stipula del "Patto di Pace", e la piantumazione seguita dalla benedizione da parte del parroco, dell' "Albero della Pace", ossia il "monumento" vivo che deve crescere ed essere coltivato con le "azioni di Pace" quotidiane, e che sarà dedicato a tutti i caduti e alle vittime delle guerre, stragi, attentati, mondo, a 100 anni dalla grande guerra. Un altro albero omonimo verrà piantumato anche durante la prima tappa del passaggio della Fiaccola della Pace a Castello del Matese. L'albero rappresenta anche l'impegno da parte di tutti, nel salvaguardare l'ambiente ed il Creato dono del Creatore, e proteggerlo quindi dalle aggressioni e dalle violenze inflitte dalla mano dell'uomo oppressore. L'evento si terrà nell' ambito delle celebrazioni dell'anniversario della Festa di Liberazione. Saranno chiamate a partecipare i rappresentanti di tutte le scuole del Comune matesino, le Istituzioni, le Associazioni e gli Enti Locali. Un sentito ringraziamento alla Dirigente scolastica prof.ssa Clotilde Riccitelli e alla Vicaria Anatolia Ferraiuolo, per la disponibilità mostrata. A presto seguiranno altre info circa la data ed il programma dettagliato della manifestazione. (Comunicato stampa)
Foto: Un momento durante l'incontro svoltosi presso l'aula di Presidenza della scuola ( Da dx la Vicaria Anatolia Ferraiuolo, la Dirigente scolastica Clotilde Riccitelli e la Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio)

Luca Marinelli è il vincitore del Concorso grafico “La Mia Terra” 2016




DRAGONI- È Luca Marinelli il vincitore del Concorso grafico “La Mia Terra”, promosso dal Consorzio Turistico delle Pro Loco del Medio Volturno e giunto quest’anno alla sua seconda edizione. L’alunno della classe quinta della scuola Primaria di Dragoni ha realizzato un disegno raffigurante una vallata abitata dalle case del posto, sovrastata dai ruderi del Castello e caratterizzata dal fiume Volturno che scorre, con i diversi prodotti tipici locali d’eccellenza in primo piano. L’opera grafica di Marinelli diventerà la copertina della brochure unica degli eventi che, nel corso di questo 2016, le 12 Pro Loco del Medio Volturno realizzeranno nell’ambito della più vasta programmazione di manifestazioni, appuntamenti ed iniziative tese ad animare il territorio, valorizzarne le ricchezze storico-ambientali e paesaggistiche e promuoverne le caratteristiche e le peculiarità che ne fanno un’area di particolare pregio e di grande attrattività sotto l’aspetto turistico e culturale. Al Concorso, curato dalle referenti Michela Santagata e Teresa Di Rubba, hanno partecipato oltre 670 tra alunni ed alunne delle scuole elementari di Dragoni, Alvignano, Baia e Latina, Caiazzo, Castel Campagnano, Castel di Sasso, Formicola, Liberi, Piana di Monte Verna, Pontelatone, Treglia e Ruviano partecipanti al concorso, realizzando altrettanti disegni tutti valutati positivamente dalla commissione giudicatrice composta dalle docenti Francesca Fasone, Angela D'Agostino e Filomena Crispino che, tra non poche difficoltà nel decretare i migliori elaborati, hanno conferito anche quest’anno due terzi posti ex aequo alle alunne Anna Caserta di Pontelatone e Domenico Farina di Piana di Monte Verna, due secondi posti sempre a pari merito alle alunne Greta Raimondo di Pontelatone e Sirya Bonomo di Ruviano ed, infine, il gradino più alto del podio a Luca Marinelli di Dragoni. A premiare i vincitori i sindaci Silvio Lavornia e Antonio Carusone, i presidenti delle Pro Loco con in testa Erasmo La Marca, il coordinatore del Medio Volturno Pasquale Di Meo, i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi statali di Alvignano Angelina Lanna, di Formicola-Pontelatone Antonella Tafuri e di Caiazzo Cecilia Cusano, il presidente del Consiglio comunale di Piana di Monte Verna Stefano Lombardi, i presidenti Unpli Campania Mario Perrotti e Unpli Caserta Maria Fiore, i primi cittadini di Baia e Latina Michele Santoro, di Castel Campagnano Giuseppe Di Sorbo, di Castel di Sasso Francesco Coletta e di Liberi Antonio Diana, l’assessore comunale di Alvignano Franco La Vecchia, il consigliere provinciale Stefano Giaquinto, oltre alla presenza di una delegazione dell’associazione calabra Paeseggiando capeggiata dalla presidente Marisa Callisto.  "Le scuole sono centrali nelle attività delle nostre Pro Loco e del neo Consorzio Turistico ‘Medio Volturno’ perché gli alunni sono i nostri occhi sul territorio che viviamo e che vogliamo animare con il contributo di tutti. - dichiara il presidente Di Meo - Il titolo scelto 'La Mia Terra' è emblematico perché ha spinto gli i protagonisti del domani a raccontare i loro contesti territoriali attraverso un disegno, dei colori, delle immagini e delle raffigurazioni dell'ambiente circostante". 

LA GUARDIA DI FINANZA DONA OLTRE DUE TONNELLATE DI GENERI ALIMENTARI PER SCOPI DI BENEFICENZA.

La Guardia di Finanza di Marcianise ha portato a compimento un’importante iniziativa di beneficenza, donando al Banco delle Opere di Carità di Caserta oltre 2 tonnellate di prodotti surgelati. L’evento si è svolto presso la sede delle Caserma “Ten. D. Passamonti”, sede della Compagnia delle Fiamme Gialle, alla presenza del Comandante del Reparto e del Direttore della predetta Onlus. I generi alimentari, consistenti in 345 colli di verdure surgelate, costituivano il carico di “copertura” di ben 30 pedane di sigarette estere prive del sigillo dei Monopoli di Stato, pari a 8 tonnellate, sequestrate qualche mese fa dalla Guardia di Finanza nell’ambito di una vasta operazione anticontrabbando. Nell’occasione, il Tribunale di Napoli Nord condannò per direttissima l’autista dell’autoarticolato, di nazionalità greca, ad un anno e sei mesi di reclusione e a 18 milioni di euro di multa, disponendo la confisca del mezzo e dell’intero carico. Nella giornata di ieri, la predetta Autorità Giudiziaria ha concesso l’autorizzazione per donare in beneficenza i generi alimentari al Banco delle Opere di Carità, per il perseguimento degli scopi assistenziali cui l’associazione è preposta. In un periodo di difficoltà e ristrettezze economiche, in cui versano diverse famiglie anche nella nostra provincia, assume maggiore significato il gesto di beneficenza della Guardia di Finanza.
Guardia di Finanza - Comando Provinciale Caserta

Parte il Servizio Informagiovani nel Comune di Alife



Luigi Zazzarino
Giuseppe Avecone
ALIFE – Dopo la presentazione ufficiale del Programma di attività della Rete Informagiovani  dei comuni della zona Matese efferenti al Distretto Scolastico n.21, tenutosi presso la Biblioteca Comunale di Piedimonte Matese la scorsa settimana, da oggi anche presso il Comune di Alife, guidato dal Sindaco Giuseppe Avecone, è stato attivato lo sportello del servizio Informagiovani. Lo sportello Informagiovani, ha ribadito l’Assessore delegato Luigi Zazzarino, è un servizio gratuito di informazione ed orientamento, rivolto a tutti i giovani. Si inserisce nell’Ambito del Piano territoriale Giovanile che segue le linee guida della Regione Campania e  beneficia di un contributo Regionale e di un cofinanziamento  del Comune di Alife, che ha aderito al progetto di Rete. Questa struttura svolge la funzione di osservatorio sul mondo giovanile attraverso  l’analisi e l’interpretazione dei bisogni e delle potenzialità dei giovani in collaborazione con le istituzioni pubbliche e private del territorio tra cui in primis il Centro per l’Impiego e il locale Centro di Orientamento Professionale della Regione Campania. In un momento di crisi come quello che stiamo vivendo, ha concluso l’Assessore Zazzarino, ben venga questa collaborazione istituzionale tra gli attori della Rete territoriale che spero possa portare ottimi risultati per i giovani del nostro territorio. Il servizio nel comune di Alife, ha ricordato il Sindaco Giuseppe Avecone, sarà curato da un operatore specializzato  che sarà a disposizione del pubblico, presso la Casa Comunale, il Martedì e il Giovedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00.

Pietro Rossi

13 febbraio 2016

PARTE LA RETE DISTRETTUALE DEI CENTRI INFORMAGIOVANI DEL MATESE






PIEDIMONTE MATESE – Presso la Biblioteca Comunale di Piedimonte Matese si è tenuto una incontro tecnico   per  programmare e  predisporre l’attivazione degli sportelli del servizio Informagiovani presso i comuni della zona Matese efferenti al Distretto Scolastico n.21. Sono intervenuti Rosa Italiano Responsabile del Centro per l’Impiego di Piedimonte Matese che ha illustrato brevemente i nuovi servizi per il lavoro e le opportunità offerte del Progetto Garanzia Giovani, Giovanni Occhipinti Responsabile del locale Centro di Orientamento Professionale che ha spiegato i cambiamenti introdotti dal Jobs Act e Pietro Rossi Responsabile provinciale attività di supporto agli Informagiovani, comunicazione e Orientamento on line che ha illustrato l’importanza della rete territoriale per l’orientamento professionale. All’incontro hanno partecipato l’Assessore Costantino Leuci per il Comune di Piedimonte Matese (capofila), il sindaco Fausto Perrone per il Comune di Letino, il sindaco Domenico Scuncio e i consiglieri Riccio e La Banca per il comune di Prata Sannita; l’Assessore Michela Visone per il Comune di Sant’Angelo d’Alife, l’assessore Luigi Zazzarino per il Comune di Alife, Angela Pirraglia per il Comune di Gallo Matese, Carmen Fidanza per il Comune di Castello del Matese, M.Antonia Fragola per il Comune di San Gregorio Matese e inoltre erano presenti i rappresentanti del Forum Giovanile di Gioia Sannitica. A fare gli onori di casa è stato l’Assessore Costantino Leuci che ha portato il saluto del Sindaco Vincenzo Cappello e ha rimarcato l’importanza del Progetto Informagiovani,  un servizio gratuito di informazione ed orientamento rivolto a tutti i giovani che si avvale della collaborazione della Regione Campania attraverso il locale Centro di Orientamento Professionale e del Centro per l’Impiego. L’iniziativa, ha ricordato la Coordinatrice del Progetto Emilia D’Amico, segue le linee guida della Regione Campania e  beneficia di un contributo Regionale e di un cofinanziamento  con propri fondi da parte di tutti i comuni, che hanno aderito al progetto, afferenti il Distretto Scolastico n. 21. Durante l’incontro sono stati consegnati gli attestati di partecipazione al corso di aggiornamento degli operatori che opereranno nei comuni del Matese, svolto in collaborazione con il locale Centro di Orientamento  Professionale.