14 dicembre 2015

ATTIVITÀ DI CONTRASTO ALL’EVASIONE FISCALE. SEQUESTRATI BENI E SOMME DI DENARO PER OLTRE 9 MILIONI DI EURO.



Nell’ultimo biennio, i militari del Comando Provinciale di Caserta hanno dato esecuzione a numerosi decreti di sequestro preventivo, anche per equivalente, di beni e somme di denaro finalizzati alla successiva “confisca”, per un valore complessivo di oltre 9 milioni di euro, emessi dall’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, a seguito delle richieste avanzate dalla Procura della Repubblica alla sede, nei confronti di vari soggetti indagati per delitti di evasione fiscale. Solo pochi giorni fa, il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Caserta ha dato esecuzione ad un “Decreto di sequestro preventivo”, nei confronti di una rilevante società operante nel settore dei “servizi di disinfestazione” con sede in provincia di Caserta, su delega della Procura sammaritana, che ha disposto il sequestro di somme di denaro nella disponibilità della citata persona giuridica fino alla concorrenza di € 528.579,00. Il procedimento penale è scaturito da una segnalazione di reato trasmessa all’Autorità Giudiziaria, in quanto la società non aveva versato l’IVA relativa all’anno 2011. In particolare, i finanzieri della Sezione Tutela Entrate, grazie all'esecuzione di approfondite e mirate indagini patrimoniali, realizzate con l’ausilio delle banche dati in uso al Corpo, nonché accertamenti finanziari sui conti correnti della società e del rappresentante legale, hanno potuto fornire alla Procura un completo quadro di riferimento, che permettesse di poter avanzare la relativa proposta di misura interinale reale e di sottoporre, poi, a sequestro preventivo, sui conti correnti della persona giuridica, l’intero importo di € 528.579,00, equivalente all’imposta evasa. Le indagini delle Fiamme Gialle, dirette dalla Sezione Reati Economico – Finanziari della Procura sammaritana, specializzata nel settore dei reati tributari a contrasto dei più gravi fenomeni di evasione fiscale, hanno tratto spunto principalmente da rilevanti casi di omesso versamento all'Erario di ritenute fiscali certificate e di I.V.A., nonché di violazioni agli obblighi di dichiarazione e versamento di imposte, ben al di sopra delle soglie di rilevanza penale previste dalla vigente normativa tributaria. Infatti, dall’entrata in vigore della Legge Finanziaria 2008, allo scopo di predisporre un efficace strumento per la tutela delle ragioni erariali, è possibile procedere al sequestro “per equivalente” anche per i reati fiscali. Le attività condotte confermano ulteriormente l'impegno profuso dalle Fiamme Gialle di Caserta nel controllo economico del territorio di tutta la Provincia, a testimonianza del ruolo primario della Guardia di Finanza, unico organo di polizia giudiziaria con competenze specialistiche in campo tributario, sempre più impegnata nella lotta al dilagante fenomeno dell'evasione fiscale e di tutela dei cittadini che operano nel pieno rispetto delle regole e della legalità.
COMUNICATO Guardia di Finanza - Comando Provinciale Caserta

"Marcianise Terra di Idee": grande partecipazione all'iniziativa



Marcianise - E' stato un momento di grande partecipazione e di cittadinanza attiva vera quello di ieri sera al Palazzo della Cultura "Monte dei Pegni". E' andata in scena una Marcianise che non si piange addosso e che vuole affrontare i problemi quotidiani dei cittadini attraverso proposte concrete ed immediatamente realizzabili. All'iniziativa sono arrivati anche i complimenti della ricercatrice italo-americana Raffaella De Vita, professore associato presso il dipartimento di ingegneria e di meccanica del Virginia Tech, a Blacksburg in Virginia (Usa), recentemente premiata dal Presidente americano Barack Obama. "Questa città - ha spiegato De Vita - è ricca di competenze e di eccellenze. E' indubbio che la mia carriera professionale nel mondo della ricerca sia partita da qui, da Marcianise, la terra che mi ha formato ed educato. Sono figlia di operai, mio padre lavorava alla Olivetti. Sono felice di poter rappresentare un esempio per i miei concittadini e li ringrazio per l'affetto che mi hanno dimostrato". De Vita ha ricevuto ieri il Premio Progreditur 2015 "per aver saputo, con il proprio impegno, tenere alto il nome di Marcianise nel mondo". A consegnare il riconoscimento il prof. Salvatore Delli Paoli, ex docente di Raffaella De Vita presso il Liceo Scientifico "Quercia" di Marcianise. Sala piena e numerosi gli interventi durante la serata: Salvatore Fuschetti, esperto in finanza e socio cofondatore di Galeo Energy, azienda leader nel settore della commercializzazione e nell'impiantistica di sistemi fotovoltaici, ha raccontato la sua esperienza  imprenditoriale il cui successo è stato ottenuto grazie alle competenze professionali prettamente locali;  Francesco Saverio Letizia, ingegnere, Funzionario Area Tecnica presso il Comune di Napoli e membro associazione Majeutica, ha relazionato su proposte di efficienza e razionalizzazione della macchina amministrativa comunale; Raffaele Musone, educatore riabilitativo, terapista occupazionale in riabilitazione neuromotoria e presidente associazione "Uniti per...", assieme a Grazia Sposito, ha raccontato le iniziative messe in piedi dall'associazione che presiede ed ha elaborato alcune proposte concrete per venire incontro alle persone che vivono quotidianamente la disabilità; Francesco Cangiano, grafico pubblicitario, mobility manager, membro della associazione Marcianise in Bici e del Club Etnie, ha spiegato, con l'aiuto di efficaci slide e foto, come si può procedere nella realtà marcianisana ad interventi di mobilità sostenibile che vanno nella direzione di una limitazione del traffico e della diminuzione sostanziosa di inquinamento atmosferico; Giuseppe Sibona, titolare negozio Party Games e della società di E-Commerce Italy Tech, membro dell'Ascom Marcianise, ha relazionato sulle difficoltà del commercio locale e su proposte di turismo culturale; Felice Colella, Senior Manager presso la Ferrero Spa, è intervenuto su Interporto ed intermodalità come volano di sviluppo per il territorio;  Gabriele Russo, storico dell'arte, attore, autore, regista teatrale e presidente associazione culturale "Teatro d'Istinto", è intervenuto sulla necessità di spazi cittadini dove fare cultura, come un Teatro Comunale ed un Auditorium, ma anche su come valorizzare la storia e l'arte cittadina; Enzo Raucci, ingegnere esperto in Efficenza Energetica, membro dell'Associazione Unart, è intervenuto su proposte di efficientamento energetico comunale e sviluppo sostenibile. Le conclusioni sono state affidate ad Alessandro Tartaglione, giornalista (direttore di Caffè Procope e Caserta News), ex assessore alla cultura ed istruzione al Comune di Marcianise, presidente della Excelsior Boxe Marcianise. "Questa sera - ha esordito - abbiamo finalmente iniziato a discutere di come affrontare le problematiche che riguardano la città. Abbiamo assistito ad interventi molto qualificati che dimostrano la ricchezza di proposte e la grande competenza di cui è capace la nostra Marcianise. Dobbiamo insistere sulla partecipazione dei cittadini ma anche sulla necessità che le proposte siano assorbite dai meccanismi di decisione. La società civile è chiamata a dare un contributo di cittadinanza attiva che non sia limitata ai momenti elettorali ma che sia costante e quotidiana". I contributi dei cittadini continueranno ad essere raccolti anche nei prossimi mesi attraverso il portale web http://www.marcianiseterradiidee.it/ e sulla pagina Facebook "Marcianise Terra di idee". 

Il consigliere regionale Luigi Bosco alla tavola rotonda 'Coltiviamo il futuro': «In pochi mesi di amministrazione abbiamo già dimostrato di voler investire tanto nell'agricoltura»

CASERTA - «La Regione Campania ha fatto e farà tanto per il rilancio dell’agricoltura, uno dei settori nevralgici di tutto il territorio nazionale. Sono certo che con il ciclo di fondi europei 2014/2020 e con il Programma di sviluppo rurale tante cose ancora saranno realizzate già a partire dal prossimo anno. La volontà di investire in questo settore che, soprattutto grazie all’Expo di Milano ha riconquistato vigore anche nelle giovani generazioni, è stata dimostrata in diverse occasioni dal nostro governatore Vincenzo De Luca. Basti pensare che, in occasione dell’ultimo consiglio regionale, è stata approvata una legge che agevola gli imprenditori agricoli, soprattutto quelli più giovani. Così come ribadito dallo stesso presidente De Luca nel suo intervento, la Regione continuerà a stare vicino a questa aziende, che rappresentano una fetta importantissima dell’economia della Campania, anche da un punto di vista occupazionale». Queste le parole del consigliere regionale di ‘Campania libera – Psi – Davvero Verdi’ Luigi Bosco a margine della tavola rotonda denominata ‘Coltiviamo il futuro’, organizzata dalla Philip Morris questo pomeriggio a Caserta. Nell’ambito dell’incontro, a cui il vicepresidente della commissione consiliare alle Attività produttive, Commercio, Turismo, Industria e Lavoro Luigi Bosco ha partecipato insieme allo stesso governatore De Luca, è stato rinnovato l’accordo tra la multinazionale del tabacco e la Coldiretti.
Pietro Rossi

Esperti a confronto sulla valorizzazione del comparto agro-zootecnico



DRAGONI - Condivisione ed entusiasmo per il Caciocavallo del Re, il prodotto caseario lanciato circa due anni fa dall'associazione Patto per l'Alto Casertano e che ora già conta l'adesione di cinque caseifici che ne hanno da tempo avviato la produzione.  La folta partecipazione al convegno “La valorizzazione del comparto agro-zootecnico dell’Alto Casertano: l’esempio del Caciocavallo del Re”, tenutosi nei giorni scorsi nell'aula consiliare, ha confermato la bontà di un progetto di largo respiro nato dalla sinergia istituzionale tra il sodalizio presieduto prima dall'assessore comunale di Caiazzo Giovanni Mastroianni e poi ora da Giovanni Lavornia, il docente universitario del Dipartimento di Veterinaria e Produzione Animale della Federica II, Vincenzo Peretti, e l'amministrazione comunale con il consigliere delegato all'Agricoltura Marco Negri.  Introdotta dalle esperienze dirette dei produttori Angelo Santabarbara del Caseificio "La Teresina" di Piana di Monte Verna, e Tommaso Mastroianni del frantoio oleario "Caprareccia" che ha dato vita alla Schiacciata Caiazzana, di Villa Santa Croce, la tavola rotonda inserita nell'ambito del ciclo di incontri Politica e Territorio, ha sviluppato una riflessione sull'intenzione di Ppac di inserire il Caciocavallo del Re con un ruolo preponderante nel percorso di rilancio della filiera zootecnica del territorio a nord di Terra di Lavoro, così da fungere da traino per il comparto agroalimentare e coinvolgere numerose aziende e diversi produttori locali che pure sono chiamati a raccogliere una sfida non facile ma, al contempo, esaltante ed in grado di proiettarli con forza nel mondo dell'enograstronomia ormai in continua espansione. A portare il loro contributo alla discussione, dopo i saluti istituzionali del vice presidente di Patto per l'Alto Casertano Mastroianni, e del consigliere comunale dragonese e responsabile Imprenditori Agricoli dell'associazione Ppac Negri, sono stati il direttore dell'Arac Maurizio De Renzis, la direttrice della sezione provinciale di Caserta dell'istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dott.ssa Pesce, ed il docente Vincenzo Peretti del dipartimento di Medicina Veterinaria e produzioni animali dell'Università Federico II.  Le conclusioni sono state affidate al consigliere regionale Gennaro Oliviero, presidente della commissione Ambiente della Regione Campania, che ha invitato i piccoli produttori a fare rete e sistema per promuovere i propri prodotti e far emergere le ricchezze del territorio, rimarcando l'imprescindibilità dell'ambiente rispetto all'agricoltura e viceversa. 
Pietro Rossi

LE PITTRICI MATESINE ANNA E MIRELLA ZULLA ALLA RIBALTA A PALAZZO BRANCACCIO DI ROMA




PIEDIMONTE MATESE - Nella splendida cornice dell’ottocentesco Palazzo Brancaccio, a Roma, si è svolto, lo scorso 11 dicembre, il Galà di Beneficenza organizzato dall’ Osservatorio Nazionale Permanente sulla Sicurezza (ONPS) e curato dalla sua Presidentessa, la Dott.ssa Claudia Corinna Benedetti; donna lungimirante e di grande sensibilità, che ogni anno sostiene diverse cause socialmente utili. Quest’anno parte del ricavato della messa in palio dei doni - che sono stati offerti da: Ditta Spadafora Gioielli, maestri argentieri e orafi dal 1700; Marina Corazzieri, Jewels Designer; stilista Samanta Pan Couture, e dalle artiste, tra le quali le sorelle pittrici matesine Anna e Mirella Zulla e dalla Pittrice A. Aida. - è stato devoluto alle Associazioni no profit: Charcot-Marie-Tooth CMT, che tutela i diritti di persone affette da una rara sindrome genetica (una persona su 2500) che colpisce il sistema nervoso periferico; Solidai onlus, che sostiene uno sportello di aiuto a Fiumicino e a Yene, in Senegal, sta ricostruendo una scuola per aiutare 600 bambini per farli uscire dalla loro condizione dandogli un’opportunità di crescita attraverso l’istruzione. La serata si è svolta tra le suggestive sale di Palazzo Brancaccio, donando all’occasione un tocco di grande eleganza e di suggestiva atmosfera. Nulla è stato lasciato al caso, ogni momento era scandito da un’impeccabile organizzazione, dall’aperitivo nella Galleria degli Specchi al saluto di benvenuto del Presidente ONPS e del Presidente Vicario con la presentazione delle personalità presenti, tra le quali l’ex Presidente della Camera dei Deputati Irene Pivetti, dei titolari delle aziende, degli espositori e delle Associazioni No Profit, nella Galleria degli Arazzi. La cena è stata servita nel Salone della Regina, subito dopo la quale si è svolta l’asta benefica e la performance dei ballerini Samuel Peron e Samantha Togni. Durante l’evento, la giornalista Camilla Nata di Rai 1, con impeccabile eleganza e professionalità, ha intervistato le aziende e gli artisti espositori per LiberiTV on line e le personalità di prestigio intervenute, oltre che a presentare i vari momenti della serata. Ancora una volta le pittrici matesine, Anna Zulla e Mirella Zulla, hanno mostrato il loro talento e rappresentato la loro terra in occasione di un evento così prestigioso, ma non solo, hanno sposato anch’esse la causa sostenuta dall’ONPS durante la serata donando due loro quadri per l’asta benefica. Nel saluto di benvenuto sono state presentate in modo eccellente, agli ospiti, dalla giornalista Daniela Cecchini del Corriere del Sud. Le loro opere, in mostra all’evento, hanno ricevuto molti apprezzamenti dagli ospiti presenti.
Pietro Rossi

CONVEGNO SUL MICROCREDITO A ROMA



ROMA - Domani martedì 15 dicembre a Roma presso la Sala Conferenze Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza Forense saranno presentati i risultati del Progetto Ue sviluppato dall’Ente Nazionale per il Microcredito. ENM promuove 173 sportelli per il lavoro autonomo e la microimpresa in aiuto dei giovani. 1456 utenti orientati all’autoimpiego nelle regioni italiane dalla nuova ‘retemicrocredito’. Tra gli utenti i giovani di età tra i 18 e i 24 anni. 350 operatori specializzati in consulenza e un sistema informativo a servizio dei cittadini che vogliono avviare un’attività micro-imprenditoriale. Sono 173 gli Sportelli informativi in linea con gli ultimi sviluppi normativi sull’autoimpiego e lavoro autonomo creati dall’Ente Nazionale per il Microcredito. 1456 gli utenti orientati al lavoro autonomo nelle regioni italiane. 117 le amministrazioni coinvolte tra Comuni, Centri per l’impiego, Camere di commercio e Università”. Sono alcuni dei numeri resi noti dal Progetto Ue “Micro-Work” sviluppato dall’Ente Nazionale per il Microcredito, che domani pomeriggio presso la Sala Conferenze Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza Forense in via Gioacchino Belli 3 concluderà i lavori del Progetto nel corso dell’evento finale dove saranno presentati i risultati su microcredito e occupazione nelle varie regioni. Il convegno dal titolo "Retemicrocredito per le microimprese e il lavoro autonomo: risultati e prospettive" si svolgerà dalle ore 15 alle 18.30. “L’Ente restituisce al Paese una rete di 173 Sportelli (con i suoi 350 operatori, tutti dipendenti pubblici) e un sistema informativo, la piattaforma retemicrocredito, in grado di fornire puntuale informazione ai cittadini che vogliono avviare un’attività micro-imprenditoriale”- spiega il presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito, Mario Baccini. Interverrano Mario Baccini, presidente ENM, Francesco Verbaro, coordinatore "Micro-Work", Marianna D’Angelo, Dirigente Div. II DG PASLF, Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Seguira' la Tavola rotonda “Il microcredito per la crescita e lo sviluppo del territorio e dell’occupazione”. Parteciperanno: Gianni Bocchieri, Direttore generale Istruzione, formazione e lavoro, Regione Lombardia; Mario Luigi Rainone, Delegato del Rettore per il Placement, Università "G. d'Annunzio" di Chieti-Pescara; Andrea Limone, AD PerMicro; Claudio Lucarini, Roma Capitale; Donatella Romeo, Segretario Generale CCIAA di Crotone; Mauro Tringali, Coordinatore di Gestione Italia Lavoro; Domenico Buonocunto, Direzione Marketing e Commerciale BCC di Roma; Paolo Stern, Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro; Tiziano Barone, Direttore Generale Veneto Lavoro; Esperto Team Assistenza del Fondo centrale di Garanzia per le PMI. A concludere sarà Riccardo Graziano, Segretario generale ENM.  Tra gli utenti anche i giovanissimi: dai 18 ai 24 anni. Le fasce di età più ricorrenti sono quella dei 35-49enni e dei 25-34enni. Ed il dato è globale poiché la rete di sportelli copre ormai tutte le regioni italiane. Intanto l’ENM- annuncia Baccini- ha siglato per il Lazio e per la provincia dell’Aquila un accordo con la BCC Roma per 30 milioni. Questo accordo consentirà alla banca  di erogare microcrediti ai beneficiari residenti in queste regioni con le garanzie del Fondo centrale di Garanzia e la collaborazione di ENM per l’offerta dei necessari “servizi ausiliari. “È il frutto di una vasta azione di sensibilizzazione del sistema bancario svolta dall’Ente- conclude il presidente- per aumentare l’offerta di microcredito sul territorio attraverso il sistema creato dal Fondo di Garanzia per le PMI sezione speciale Microcredito. Altri accordi sono in corso in diverse regioni, sud e nord senza differenza. Allearsi per competere, questa la finalità dell’Ente, avviando ancora intese utili con istituti bancari, dove il microcredito sia strumento sempre a servizio dei più deboli”. 
Pietro Rossi