02 ottobre 2015

IL LAVORO E I GIOVANI ALL’ATTENZIONE DELLA III COMMISSIONE REGIONALE

NAPOLI- Il lavoro e i giovani ancora una volta al centro dell’attenzione della nuova Giunta Regionale che ha riunito la III commissione del Consiglio Regionale della Campania  (Attività Produttive, Industria, Commercio e Turismo) presieduta da Nicola Marrazzo (PD) per affrontare tutte le possibili strategie per rilanciare l’Arlas, l’Agenzia regionale per il lavoro e l’istruzione, ente strumentale della Regione Campania, e rendere ancora più efficaci le misure finalizzate a favorire l’inserimento lavorativo di giovani e disoccupati di lunga durata. In particolare è stato discusso del progetto Garanzia Giovani Campania, che si prefigge di offrire ai giovani con meno di 30 anni, iscritti o meno ai Centri per l’Impiego, un’opportunità di lavoro e qualificazione professionale. Per realizzare questo programma, che non ha precedenti nella storia della nostra regione e del nostro Paese, la Regione Campania ha messo insieme tutti gli attori del nostro sistema, formativo, produttivo e istituzionale: pubbliche amministrazioni, servizi per l'impiego, centri di orientamento professionale, poli formativi, imprese, servizi di sostegno ai giovani, imprese, datori di lavoro, sindacati, associazioni datoriali, scuole e università. Hanno partecipato all’incontro gli assessori al Lavoro Sonia Palmeri e alle Politiche Sociali Chiara Marciani, il direttore generale dell’Arlas Patrizia Di Monte e i consiglieri membri di commissione Luigi Bosco (vice presidente),Loredana Raia, Antonio Marciano, Armando Cesaro, Michele Cammarano, Vincenzo Alaia. Tutti hanno condiviso l’esigenza di intensificare l’impegno perché l’Arlas diventi davvero il riferimento per il mondo del lavoro anche attraverso una più incisiva politica di comunicazione con i cittadini.
Pietro Rossi

PRESENTATO IL DISEGNO DI LEGGE SUL RIORDINO DELLE FUNZIONI AMMINISTRATIVE DELLE PROVINCE IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE “DEL RIO”

L’Assessore regionale alle risorse umane e al lavoro, Sonia Palmeri insieme al vice Presidente della Giunta Regionale Fulvio Bonavitacola, hanno presentato il Disegno di legge regionale in attuazione della Legge 56/2014 per il riordino delle funzioni delegate, all’incontro hanno partecipato tutti i Presidenti delle ex Province, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali e degli enti locali. Dopo oltre un anno di stallo legislativo sul tema, la nuova Giunta Regionale si e' presentata al tavolo dell’ Osservatorio con un testo di legge "snello, chiaro , solido e con un impianto normativo dinamico e partecipativo, come hanno avuto modo di dichiarare gli intervenuti al dibattito”.  La proposta di legge si compone di 13 articoli e disciplina in modo puntuale le funzioni che resteranno in capo alle ex province ( fondamentali) e quelle che trovano una diversa disciplina ( funzioni non fondamentali)  Tale proposta ha dichiarato l’ Assessore Sonia Palmeri e' caratterizzata innanzitutto dalla ferma volontà di garantire i livelli occupazionali del Personale delle ex province. Questa, ha continuato l’ Assessore Palmeri , non e' solo una mera dichiarazione di principio ma una concreta assunzione di responsabilità ! Infatti, la Regione garantisce con propri fondi la copertura finanziaria (art 10) e provvede al trasferimento nei ruoli della Giunta Regionale, del personale soprannumerario mediante la totale destinazione, a tal fine, della capacità assunzionale della Regione nel biennio 2015/ 2016. Altro punto qualificante come ha dichiarato il Vice Presidente della Giunta Regionale Fulvio Bonavitacola e' rappresentato da un modello ampiamente partecipativo di relazioni tra la Regione e gli Enti Locali nell' individuazione delle singole funzioni da riallocare con delega ed avvalimento. Ora il disegno di legge, aggiunge il Vice Presidente Bonavitacola, inizierà il suo iter in Commissione e Successivamente ci sarà il passaggio in Aula, infine per velocizzare l’approvazione del disegno di legge e rispettare la scadenza del 31 ottobre sarà chiesta la procedura di urgenza.
Pietro Rossi