22 settembre 2018

PELLEGRINAGGIO A ROMA PER LA BENEDIZIONE DEL NUOVO BUSTO-RELIQUARIO DI SAN VENANZIO



PIEDIMONTE MATESE - La parrocchia di Ave Gratia Plena ha organizzato per il 25 e 26 settembre prossimo un Pellegrinaggio a Roma per partecipare ad una udienza dal Papa Francesco, dove sarà benedetto un busto che conterrà le reliquie ritrovate di San Venanzio. Un’emozione incredibile sta vivendo la Parrocchia di A.G.P. di Piedimonte Matese, che nel mese di Agosto dello scorso anno, grazie all’opera meritoria di alcuni giovani parrocchiani , ha ritrovato l’Insigne reliquia del Cranio di San Venanzio, patrono di Camerino. La presenza del cranio del Santo a Piedimonte, ben 1500 anni più tardi, come ha ricordato il Parroco Don Emilio Salvatore, si deve al Vescovo di Alife, Mons. Angelo Maria Porfirio, anche lui cittadino di Camerino, che la depositò in Ave Gratia Plena, chiesa che scelse a propria sepoltura (vi verrà tumulato nel 1730). Poi, col passare dei secoli, il lento declino fino alla scomparsa dapprima della devozione e poi della Reliquia stessa, almeno sessant’anni fa, fino al ritrovamento improvviso, lo scorso anno, che ne ha decretato il definitivo recupero.
Pietro Rossi

A Piedimonte Matese la Giornata Europea del Patrimonio.


PIEDIMONTE MATESE - Una intera giornata dedicata al paesaggio e al patrimonio d’arte, con un fil rouge che accompagnerà ad uno dei periodi più floridi della storia recente di Piedimonte Matese, quello della Filanda fondata nel 1812 dallo svizzero Gian Giacomo Egg e divenuta, in breve tempo, la realtà manifatturiera più importante del Regno delle Due Sicilie. Grazie alla sinergia fra la Soprintendenza di Caserta e l’Associazione culturale Byblos – idee per la mente, con il patrocinio della Città di Piedimonte Matese, domenica 23 settembre, Giornata Europea del Patrimonio, ci sarà la possibilità di conoscere più da vicino fatti, storie, luoghi legati alla presenza degli Svizzeri e alla Filanda che Egg impiantò all’interno del dismesso Convento dei Carmelitani, su concessione di Gioacchino Murat. Oggi la Filanda non esiste più ed anche il convento dei Carmelitani andò distrutto dopo la seconda guerra mondiale. Resta, però, quel filo rosso affidato alla memoria che permetterà di riscoprire, non solo idealmente, alcune delle tracce ancora presenti in città e legate al periodo d’oro della filanda. Fra i luoghi che ancora oggi riconducono agli anni di Egg e alla sua straordinaria impresa ci sono, in particolare, la bellissima Villa Berner, in via Cila, l’edificio di via de Cesare dove vennero ospitate le maestranze impiegate nell’opificio poco distante, il piccolo cimitero detto “degli Svizzeri”, in via San Marco, dove nel 1843 fu sepolto lo stesso Egg. Le visite guidate inizieranno da Largo San Domenico alle 10,12,16,18,20 e si snoderanno lungo l’ideale percorso della filanda: via Cila-Villa Berner-Acquedotto del Maretto-Piazza del Carmine-Villa Comunale-Cimiero degli Svizzeri-Via San Marco. Fu soprattutto l’incredibile ricchezza d’acqua della città di Piedimonte, unita alla disponibilità del vecchio convento dei Carmelitani, a suggerire a Gian Giacomo Egg di avviare proprio ai piedi del Matese una nuova avventura economica.  Fra narrazione e memoria, sarà quindi possibile rivivere lo spirito e l’atmosfera di quel tempo immaginando quale fosse la bellezza – oggi perduta – della città di Piedimonte. Bellezza più volte esaltata da Gian Giacomo Egg nei suoi numerosi dipinti, oggi testimoni di prim’ordine nel racconto per immagini di quegli anni straordinari. 
Pietro Rossi


21 settembre 2018

FIUGGI, AL VIA LA KERMESSE DI FORZA ITALIA PATRICIELLO: “FI TORNI AD ESSERE IL PERNO DEL CENTRODESTRA”


VENAFRO –Il consueto appuntamento annuale di Fiuggi è un’occasione importante per stare insieme, fare il punto della situazione ed approfondire in maniera seria i principali temi dell’agenda politica italiana ed europea. La discussione ed il confronto rappresentano sempre un momento fondamentale nella vita di un partito. Un grazie, quindi, al Presidente Tajani che ogni anno si fa promotore di un’iniziativa che è molto di più di una semplice manifestazione politica. Così l’on. Aldo Patriciello, europarlamentare e membro della Commissione Industria al Parlamento europeo, a proposito della manifestazione di Forza Italia, voluta ed organizzata da Antonio Tajani “L’Italia e l’Europa che vogliamo” in programma questo fine settimana nella cittadina termale.  “Dobbiamo tutti lavorare – ha detto Patriciello - affinché Forza Italia torni ad essere il perno del centrodestra. È chiaro che non bisogna nascondere la polvere sotto il tappeto: i problemi ci sono e le sfide che ci attendono sono tante. Ma – ha concluso l’eurodeputato azzurro -  non per questo bisogna rinunciare a far confluire le migliori energie nel partito, né tantomeno possiamo abdicare alla nostra identità liberale e riformatrice, che rappresenta il DNA del popolo dei moderati e del suo leader, Silvio Berlusconi.

Competizione Locale dei Laboratori Students Lab presso il Centro Commerciale Campania


MARCIANISE  - Nei giorni 1 e 2 ottobre avrà luogo a Marcianise la Competizione Locale dei Laboratori Students Lab, che coinvolgerà le scuole della provincia. Durante la Competizione gli studenti, coinvolti in attività laboratoriali di cultura d’impresa, illustreranno le proprie idee imprenditoriali ad una Giuria qualificata (manager aziendali, esponenti Istituzioni), con lo scopo di far emergere le proprie qualità e conquistarsi l’ambito accesso alla competizione successiva, quella regionale. L’Evento avrà luogo presso il Centro Commerciale Campania – Loc. Aurno, Marcianise (CE) Orario della Manifestazione, dalle 10.00 alle 18.00. Students Lab è un percorso che coinvolge ogni anno 20.000 studenti e 400 Istituti in tutta Italia, favorendo il confronto tra le diverse realtà territoriali e l’apprendimento collaborativo attraverso attività laboratoriali, destinate a studenti di diverse fasce d’età. I percorsi Students Lab mirano a promuovere lo spirito d’iniziativa e l’imprenditorialità tra i più giovani, favorendo lo sviluppo delle competenze trasversali e si declinano in quattro linee di Competizione, di seguito indicate: - .biz, Laboratorio d'impresa: prevede la creazione di vere e proprie imprese, dalla business idea alla commercializzazione del prodotto/servizio. -.com, Laboratorio di comunicazione: permette agli studenti di immergersi nella comunicazione a 360 gradi, sviluppando competenze in giornalismo, organizzazione eventi e pubblicità. - .tech, laboratorio di innovazione tecnologica: dedicato alla creazione di prodotti ad alto contenuto tecnologico, dal risparmio energetico alle fonti rinnovabili, fino alla robotica. - org. Laboratorio di organizzazione eventi: promuove la consapevolezza delle espressioni culturali attraverso attività laboratoriali che coinvolgono gli studenti nella realizzazione di un evento reale. La competizione Students Lab è accreditata dal MIUR tra le procedure di confronto nazionali e internazionali per la valorizzazione delle eccellenze riguardanti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie.
Pietro Rossi

CONCLUSO CON SUCCESSO L’INCONTRO DI LETTERATITUDINI SUL TEMA DEL VIAGGIO.


Cancello ed Arnone (Redazione) – E’ iniziato benissimo l’anno culturale 2018/2019 – dice  Matilde Maisto – coordinatrice del gruppo di Letteratitudini. Innanzitutto abbiamo piacevolmente registrato l’ingresso di nuovi soci, tra cui l’assessore alla cultura del comune di Cancello ed Arnone Annamaria Di Puorto, Melania Di Benedetto, Luigi Chierchia, Maddalena Della Valle e Renzo Iorio.  Ovviamente il loro ingresso è stato salutato con un grande applauso di benvenuto e ci auguriamo che la loro permanenza nel gruppo possa essere duratura e piacevole. Il tema della serata era riferito al “Viaggio”. Un tema amato dai poeti fin dall’antichità ed infatti ben 2 poemi come l’Odissea e l’Eneide sono dedicati al viaggio, ed in letteratura più recente, Il Milione di Marco Polo.  In particolare Ulisse è stato per millenni l’emblema del viaggiatore per la conoscenza. Sappiamo bene che il viaggio serve a conoscere, a conoscersi, a liberarsi da vecchi pregiudizi, a mettersi in discussione, in pratica  esso ci regala il più profondo senso di appartenenza all’Umanità. Ma il viaggio può anche essere inteso in senso metaforico ed è quello che facciamo all’interno del nostro animo. Ma poi c’è anche quello nel tempo e nello spazio attraverso la storia ed oggi s’è aggiunto anche quello virtuale. Come abbiamo innanzi accennato esiste un’opera nella letteratura di tutti i tempi che riassume forse integralmente i significati concreti e simbolici legati al tema del viaggio: l’Odissea di Omero. Il viaggio di Ulisse è un viaggio di ritorno, dalla guerra di Troia alla sua nativa Itaca, la patria abbandonata e ritrovata insieme alla moglie Penelope ed al figlio Telemaco. Quindi il viaggio può essere considerato inizialmente nella sua circolarità (Partenza/percorso/arrivo e recupero) ove emerge soprattutto la finalità ultima della meta, del raggiungimento di uno scopo (la ricongiunzione, la riconquista definitiva della stabilità attorno ai valori originari)  Ma immediatamente, rileggendo la vicenda di Ulisse, si nota che il viaggio non può consistere solo nell’approdo al porto finale, ma piuttosto nel superamento di mille pericoli, ostacoli, prove e nella verifica di mille esperienze. Il viaggio diventa prova di conoscenza, nel senso più ampio del termine. Naturalmente oltre a questo meraviglioso, seducente e ammaliante argomento abbiamo proseguito la serata leggendo alcune deliziose poesie come: “Tu che sei in viaggio” di Antonio Machado che dice: “Tu che sei in viaggio, sono le tue orme la strada,nient’altro; Tu che sei in viaggio, non sei su una strada, la strada la fai tu andando. Mentre vai si fa la strada e girandoti indietro vedrai il sentiero che mai più calpesterai. Tu che sei in viaggio, non hai una strada, ma solo scie nel mare.” Ed anche altre meravigliose poesie (che consiglio a tutti di leggere) come: “Invidio i mari che lui attraversa” di Emily Dickinson; “Viaggiare! Perdere Paesi!” di Fernando Pessoa; “Ho sceso, dandoti il braccio” di Eugenio Montale: In questa poesia Montale fa riferimento alla moglie che ha perduto e che in vita era cieca, è una poesia dolcissima che dice: “Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino. Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio. Il mio dura tuttora, né più mi occorrono le coincidenze, le prenotazioni, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella che si vede. Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio non già perché con quattr’occhi forse si vede di più. Con te le ho scese perché sapevo ch di noi due le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate, erano le tue.” La serata è proseguita con ulteriori capolavori poetici ed infine, come per le altre volte si è conclusa con un gustoso bouffet inerente la gastronomia delle eccellenze del territorio, in particolare la squisita mozzarella di bufala della Terra dei Mazzoni, il tutto bagnato da un frizzante vinello locale. Appuntamento al mese prossimo con Jacques Prévert ed il cinema del realismo poetico con note poesie del grande poeta francese.

Parte oggi il “Festival dell’Erranza” a Piedimonte Matese


PIEDIMONTE MATESE - Sono molti gli autori e artisti che oggi 21 e domani 22 settembre si confrontano sul tema della sesta edizione del Festival dell’Erranza, “La Voce e la Risonanza”, per chiedersi «in cosa consista “essere all’ascolto” e quale segreto si dispieghi nel ricevere un messaggio», come spiega Roberto Perrotti, ideatore e direttore artistico della rassegna che si svolge a Piedimonte Matese (CE), nel complesso monumentale di San Tommaso d’Aquino (Largo San Domenico). Si parte questa sera alle ore 17:30 con Maria Grazia Calandrone, alle 18:15 con Maria Rosa Cutrufelli, alle 19:00 con S.E. Domenico Battaglia (vescovo di Cerreto e Sant’Agata dei Goti), grazie agli interventi, rispettivamente, di Anna RuotoloOrnella Petrucci,Grazia Biasi. Alle ore 19:45 Fatima Mahfud dialogherà con Giulio Di Meo su “Il deserto intorno”. Domani Sabato 22 settembre, a partire dalle ore 10:45, gli appuntamenti proseguono con Giorgio Agnisola Marcello CarlinoVera Gheno eBruno Mastroianni, i Maestri di Strada con Cesare Moreno e Nausicaa Zendrini. Nel pomeriggio, alle ore 17:30, Carmine Abate dialoga con Giuseppe Colangelo; seguono l’incontro con Nicola Graziano introdotto da Alberico Bojano e l’appuntamento della Fondazione Premio Napoli con Domenico Ciruzzi e Donatella Di Cesare. Evento conclusivo della serata di sabato 22 settembre, il concerto alle ore 21 di Alfina Scorza Quintet. Nel programma del concerto, la cantautrice salernitana Alfina Scorza canterà anche “Così Sia” in una particolare versione live, il singolo pubblicato quest’anno con l’etichetta discografica Bit & Sound Music che anticipa il nuovo l’album di prossima uscita. L’artista sarà  accompagnata sul palco dalla sua formazione composta dai musicisti Pasquale Curcio, Domenico Andria, Rosa Pia Genovese, Ivan Cantarella. Come ogni anno, anche l’arte è protagonista del Festival: “Echi dal segno” è il titolo della personale del Maestro Incisore Giovanni Timpani che è possibile visitare fino al 30 settembre 2018. Assistente alla cattedra d'Incisione e di Grafica d'arte presso  l'Accademia di Belle Arti di Napoli, Timpani ha concentrato la sua attenzione, fin dai suoi esordi di artista, sul valore plastico del disegno nelle sue molteplici possibilità espressive e sullo studio del segno, tanto da conseguire prestigiosi premi. Nel corso della rassegna sarà presentato il testo, Echi dal segno, dedicato all’opera di Giovanni Timpani e pubblicato dalla neonata iniziativa editoriale del Festival, “Dell’erranza Edizioni”. Il Festival dell’Erranza gode del patrocinio della Città di Piedimonte Matese e di un progetto sulla cultura e il vino in comune con La Guardiense, riguardante le eccellenze del territorio. Main sponsor è Mangimi Liverini spa. Tra i sostenitori: Proloco Vallata, Rotary Club Matese, Ottica Corniello, Urban Project, PubbliAlifana, Meeting, Bgusto, Athena. Partecipazioni da parte di Maestri di Strada, Amnesty International, Emergency, Saletta dell’uva. Tra i partner: Fondazione Premio Napoli, Le Piazze del Sapere, Associazione Storica del Medio Volturno, Associazione Storica del Caiatino, Associazione Storica Valle Telesina, CAI Piedimonte Matese, Gal Alto Casertano, Le foto più belle della nostra terra, Libreria Controvento di Telese, Mu.Ci.Ra.Ma: museo civico Raffaele Marrocco. Media partner: Art a part of culture; Clarus.
Pietro Rossi


18 settembre 2018

IL REFERENTE DEL GEMELLAGGIO CON SELINGENSTADT IN VISITA NELLA NOSTRA CITTA’


PIEDIMONTE MATESE - Si intensificano i rapporti tra Selingenstadt am Main e la nostra Città. Visita, ieri mattina, del referente storico della gemellata Selingenstadt am Main, Marcus Bayer, accompagnato dal nuovo parroco della parrocchia di San Marcellino, don Vittorio Marra, e numerosi rappresentanti del Comitato di San Marcellino. Presenti all'incontro il Sindaco, dr. Luigi Di Lorenzo, il Vice Sindaco, Ivan Filetti e la Consigliera, avv. Serena Mainolfi. Così come nel precedente incontro avuto il 1 novembre 2017 anche in questa occasione si è ribadita la reciproca volontà di continuare ed ampliare i rapporti in essere tra le due Città, accomunate dalla comune devozione per San Marcellino. Nei prossimi mesi, sicuramente, saranno organizzati eventi e viaggi che coinvolgeranno le due cittadine. 
Pietro Rossi

13 settembre 2018

LA REGIONE CAMPANIA STANZIA 4.200.000,00 EURO PER IL POTENZIAMENTO E LA PROMOZIONE DELLA FORMAZIONE E DEL LAVORO


Con Decreto Dirigenziale n. 1094 del 12/09/2018 pubblicato sul BURC, è stato approvato l'Avviso pubblico per il sostegno e l'implementazione dei contratti di apprendistato professionalizzante con una dotazione di 4,2 milioni di euro. A partire dal 15° giorno successivo alla pubblicazione del Decreto sul BURC, si potranno inoltrare le domande di partecipazione all'Avviso. Le imprese interessate, prima di inoltrare la domanda, devono effettuare la comunicazione del contratto di Apprendistato, sull'apposito ed unico sito dedicato www.apprendistatoregionecampania.it . Le notevoli risorse che la Giunta della Regione Campania ha voluto destinare per promuovere la crescita professionale e incentivare la buona e durevole occupazione, segnano un ulteriore e concreto impegno a sostegno del lavoro. Formazione e lavoro, la loro integrazione con i contratti di apprendistato, sono fattori determinanti nella capacità di intercettare, valorizzare e fruire delle notevoli risorse umane presenti nel territorio per implementare la crescita e la competitività del sistema produttivo della Campania. L’obiettivo principale è quello di valorizzare l’istituto dell´apprendistato quale strumento di promozione dell´occupazione dei giovani e della loro crescita personale e professionale, garantendo qualità dell´offerta formativa sul territorio regionale. Con questo avviso si potrà coinvolgere più di 500 giovani che non solo saranno formati sul campo, ma avranno anche l’opportunità di usufruire di un bonus occupazionale di 7000 euro per le imprese.
Pietro Rossi

12 settembre 2018

CERIMONIA DI ACCOGLIENZA DEGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIME PRESSO L’ISTITUTO ALBERGHIERO “ V.CAPPELLO”.





PIEDIMONTE MATESE - Questa mattina gli studenti delle classi prime con i rispettivi genitori sono stati accolti presso l’Istituto Professionale Alberghiero “V.Cappello” di Piedimonte Matese dalla Dirigente prof.ssa  Clotilde Riccitelli, dagli studenti dei corsi di  Accoglienza Turistica, di Enogastronomia e di Sala, dai docenti e da tutto il personale. La cerimonia di accoglienza si è svolta in un clima di festa ed armonia, le giovani matricole sono state sapientemente edotte dalla Dirigente che ha illustrato loro come "DA NOI SI DIVENTA GRANDI"! Al termine gli studenti hanno avuto l'opportunità di avere una firma sul proprio diario dei professori come sigillo di garanzia per uno studio proficuo finalizzato ad una crescita personale e professionale. Accogliere non è solo il gesto concreto di ospitare una persona in un luogo, ma significa ospitarla con calore dentro il proprio cuore. Un ambiente scolastico può essere freddo o caldo, intenso o povero di sentimenti, accogliente o ostile e ciò dipende dalle caratteristiche individuali di coloro che in tale ambiente vivono ed operano. Il problema dell’accoglienza accende la necessità di approfondire il metodo ed il significato che essa ha più profondo. Il disagio scolastico può essere conseguenza delle difficoltà di accoglienza presenti nel contesto scolastico.  Infatti uno dei momenti più difficili vissuto dagli alunni è rappresentato  dal  primo giorno di scuola al primo anno. Ciascuno vive con paura l’impatto con la scuola superiore, con compagni molto più grandi e spavaldi, senza conoscere nessuno in un ambiente ignoto e misterioso.

Pietro Rossi

INNOVATIVO PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PRESSO L’ORATORIO SALESIANO DI PIEDIMONTE MATESE


PIEDIMONTE MATESE - Ennesima opportunità per la presentazione delle domande di Servizio Civile presso l’Oratorio Salesiano di Piedimonte Matese. Si materializza un’altra concreta ed innovativa possibilità per i giovani del territorio. Sono disponibili n.6 nuovi posti da assegnare a ragazzi/e tra i 18 ed i 29 anni non compiuti. La durata dei progetto è di 12 mesi con rimborso mensile di € 433,80 erogato dall’Ufficio Nazionale Servizio Civile. Sono disponibili:
N.2 posti a valere sul progetto “CON TE O SENZA TE NON È LA STESSA COSA”
N.4 posti a valere sul progetto “UN SOGNO UNA REALTA’
OBIETTIVI GENERALI. 
 Favorire l’apprendimento e la socializzazione in studenti che vivono continuamente situazioni di frustrazione nello studio, che hanno scarsa autostima e precario senso di autoefficacia scolastica. Ciò ha delle ricadute sul processo identitario del ragazzo che si percepisce come “incapace” ed immagina di essere considerato in modo negativo anche dagli insegnanti, dai familiari e dai compagni. Il territorio interessato sarà quello di Piedimonte Matese (CE) e zone limitrofe. Garantire modelli positivi e momenti di animazione, tutoraggio scolastico, sostegno socio-educativo, socializzazione ed espressione delle proprie attitudini e potenzialità a favore di minori e giovani fra i 10 e i 24 anni dei quartieri a rischio delle città. A titolo esemplificativo e non esaustivo, i volontari che verranno scelti, dovranno svolgere le seguenti attività

·                    Attività di sostegno pomeridiano alle famiglie che hanno figli in difficoltà scolastiche.
·                    Elaborazione e diffusione del materiale pubblicitario/informativo cartaceo delle varie iniziative. Diffusione cartacea nelle scuole e nei luoghi di aggregazione e multimedialmente.
·                    Organizzazione e diffusione di materiale informativo sugli incontri, convegni e seminari su temi educativi e di orientamento rivolte in particolare ai giovani dai 16 anni in su.
·                    Organizzazione di eventi di promozione delle attività presso il Centro di aggregazione: feste, gite, ecc…
·                    Affiancamento dei minori nel doposcuola con interventi mirati e personalizzati per svolgere i compiti quotidiani e recuperare eventuali lacune.
·                    Organizzazione e gestione delle attività ludico-motorie, di intrattenimento, formative, culturali
·                    Preparazione e messa in scena di un musical di fine anno scolastico, sui sogni profetici di don Bosco
·                    Organizzazione e esecuzione di attività per l’animazione di strada ai fini educativi-ricreativi-evangelizzatrici, da svolgersi nei luoghi cittadini di maggior aggregazione giovanile

·                    Realizzazione di laboratori per promuovere l’iniziativa dei ragazzi e l’espressione dei loro talenti
Lo svolgimento delle attività previste dal progetto di servizio civile dà diritto fino a 9 CFU a valere sui crediti previsti per il tirocinio del corso di studi in Scienze della Formazione presso l’Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. I crediti vengono attribuiti presentando l’attestato conclusivo del servizio Civile nazionale o idonea autocertificazione. L’Associazione SU.MI.PA., ente convenzionato con sei Università Statali per svolgere i tirocini formativi previsti dai corsi di Laurea, riconosce 6 crediti crediti formativi agli studenti che abbiano svolto, in modo regolare, l’anno di Servizio Civile nello specifico progetto. I giovani che scelgono di partecipare alla realizzazione di progetti di Servizio civile nazionale seguiranno una formazione generale ed una specifica obbligatoria. La consegna delle domande potrà avvenire dal lunedì al sabato dalle ore 16.00 alle ore 19.00 presso l’Oratorio Salesiano di Piedimonte Matese (Via Don Bosco ,1). La domanda di partecipazione deve essere indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto ossia l’Associazione Salesiani Cooperatori Centro locale di Piedimonte Matese, Via Don Bosco n.1 - 81016 Piedimonte Matese (CE),  In caso di consegna a mano il termine è fissato alle  ore 18.00 del 28 settembre 2018.  Si ricorda altresì che il termine per l’invio delle domande inoltrate via PEC o a mezzo raccomandata A/R (se si sceglie di inviarle presso la sede dell’ISPETTORIA SALESIANA MERIDIONALE _ NAPOLI) è fissato al  28 settembre 2018 alle ore 23.59.   Le selezioni saranno effettuate  per la Campania il 24/10/2018 alle ore 10:00 presso L’Ispettoria Salesiana Meridionale - Via Don Bosco, 8 – Napoli. La domanda ed i relativi allegati dovranno essere compilati seguendo i moduli scaricabili dal sito https://www.salesianiperilsociale.it/servizio-civile/servizio-civile-in-italia/servizio-civile-campania/ Per ulteriori informazioni e per i criteri di selezione: http://www.donboscoalsud.it/go/24/come-fare-domanda.aspx

Pietro Rossi


Il 21 e 22 settembre riparte il “Festival dell’Erranza”a Piedimonte Matese.


PIEDIMONTE MATESE - Si apre ufficialmente a Piedimonte Matese (CE) il 21 settembre, dopo l’anteprima dell’8 giugno con Pietra Montecorvino, la sesta edizione del Festival dell’Erranza, rassegna culturale di rilievo nazionale e con ospiti di respiro internazionale, incentrata quest’anno sul tema “La Voce e la Risonanza” perché «dire non è sempre soltanto parlare, ma è anche dettare (dictare), ossia conferire al dire il proprio tono, stile, ritmo e timbro – spiega l’ideatore e direttore artistico del Festival dell’Erranza, Roberto Perrotti. – In quest’ottica, la risonanza non riguarda solamente l’ascolto di un corpo sonoro con un proprio timbro, ma determina la sonorità di un corpo che nell’ascoltare, risuona esso stesso». Venerdì 21 settembre dalle ore 17:30, nel chiostro del complesso monumentale di San Tommaso d’Aquino (Largo San Domenico), è possibile ascoltare le “Risonanze poetiche” di Maria Grazia Calandrone; come “Scrivere con l’inchiostro bianco”, grazie alla scrittrice Maria Rosa Cutrufelli; e “La voce degli ultimi”, grazie a S.E. Domenico Battaglia (vescovo di Cerreto e Sant’Agata dei Goti), con gli interventi, rispettivamente, di Anna Ruotolo, Ornella Petrucci, Grazia Biasi. Alle ore 19:45 Fatima Mahfud dialogherà con Giulio Di Meo su “Il deserto intorno”. Gli appuntamenti in calendario di sabato 22 settembre prevedono, a partire dalle ore 10:45, un “Viaggio nell’opera fra arte e letteratura” con Giorgio Agnisola e Marcello Carlino; il dialogo tra Vera Gheno e Bruno Mastroianni sul tema “Tienilo acceso: voci dal web”; “L’ascolto delle voci diverse” dei Maestri di Strada onlus con Cesare Moreno e Nausicaa Zendrini; la conversazione su “Lo sguardo plurale” tra Carmine Abate e Giuseppe Colangelo; l’approfondimento del libro “Matricola Zero Zero Uno” di Nicola Graziano introdotto da Alberico Bojano; il focus sulla “Cultura come presidio” con Domenico Ciruzzi (Fondazione Premio Napoli) e sul saggio “Stranieri residenti” di Donatella Di Cesare. A conclusione, il concerto alle ore 21 di Alfina Scorza Quintet (la cantautrice Alfina Scorza con Pasquale Curcio, Domenico Andria, Rosa Pia Genovese, Ivan Cantarella), che propone un nuovo progetto musicale, anticipato lo scorso anno dalla pubblicazione del singolo e del relativo videoclip del brano “Così sia”. Nei giorni del Festival, la libreria Feltrinelli di Caserta partecipa attraverso la gestione della Libreria dell’Erranza: il banco sarà fornito dei testi degli autori ospiti dell’edizione attuale, insieme alle opere proposte negli anni precedenti e a una vasta scelta di libri riguardanti il tema dell’erranza. Per tutta la durata del Festival e fino al 30 settembre 2018 è possibile visitare la personale “Echi dal segno” del Maestro Incisore Giovanni Timpani. Il Festival dell’Erranza gode del patrocinio della Città di Piedimonte Matese e di un progetto sulla cultura e il vino in comune con La Guardiense, riguardante le eccellenze del territorio. 
Pietro Rossi

Il sindaco Di Lorenzo incontra il nuovo capitano dei carabinieri Baldacci




PIEDIMONTE MATESE - Il Sindaco di Piedimonte Matese, dr. Luigi Di Lorenzo, ha ricevuto in data odierna, nella Casa comunale, la visita del Capitano Francesca Baldacci, nuovo comandante della Compagnia dei Carabinieri di Piedimonte Matese. Il Capitano Baldacci, il cui ultimo incarico l'ha visto alla guida della Compagnia Carabinieri di Urbino, è subentrata al Maggiore Giovanni Falso, trasferito ad altro incarico. Al nuovo comandante il primo cittadino ha rivolto un benvenuto a nome dell'Amministrazione comunale, presente in gran parte, e dell'intera comunità, augurando buon lavoro e ricordando lo stretto rapporto di collaborazione instaurato negli anni tra le varie istituzioni. Parole di benvenuto rivolte anche dall'Assessore Regionale, dr.ssa Sonia Palmeri, presente all'incontro. Entrambi hanno colto l'occasione per discutere sulle problematiche del paese e parlare anche delle eccellenze presenti nel territorio. Era presente all'incontro anche il comandante dei carabinieri della stazione di Piedimonte Matese, Lgt. Lucio Campanile.

11 settembre 2018

LA LEGA CONSUMATORI FAVOREVOLE ALLA CHIUSURA DOMENICALE DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI DELLA PROVINCIA DI CASERTA.

Vito Conforti

CASERTA - In questi ultimi giorni si torna a discutere sui negozi chiusi la domenica. E l’opinione pubblica è divisa tra chi sostiene che una proposta del genere sia un danno ai posti di lavoro e un regalo all’e-commerce, e chi dall’altro lato crede che i negozi chiusi la domenica siano una conquista di civiltà e un modo per tenere unite le famiglie. La proposta del Premier Luigi Di Maio : “Negozi chiusi a turno, ogni domenica, solo il 25% aperto in modo che in ogni quartiere ci sia sempre la possibilità di fare acquisti” piace anche alla Lega Consumatori Caserta. La nostra Associazione, ha ribadito il Presidente Provinciale Vito Conforti, già da tempo, facendo eco anche all’appello del defunto Vescovo di Caserta Mons. Pietro Farina, manifestò la contrarietà all’apertura domenicale degli esercizi preoccupata anche per l’ampliamento degli orari dei negozi. Siamo fermamente convinti che le aperture domenicali e festive portano solo alla disgregazione della nucleo familiare aggravando le condizioni famigliari dei negozianti e dei dipendenti che sono costretti a sacrificare spesso anche le feste comandate. La domenica, conclude Conforti, anche in termini culturali deve restare un momento di raccoglimento e di accesso ai valori relazionali e spirituali, e non un ulteriore momento di consumismo acritico e addomesticante. Ecco perché ci auspichiamo che in questa vicenda prevalga l’apertura al dialogo per un obiettivo comune che è la difesa della famiglia.
Pietro Rossi

30 agosto 2018

VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNALE, ATTIVE LE PRIME 8 TELECAMERE A DRAGONI.


DRAGONI - Sono entrate in funzione, lo scorso martedì, le prime 8 telecamere dell'impianto di videosorveglianza previsto sull'intero territorio comunale, nell'ambito del progetto di riqualificazione, adeguamento, gestione ed ampliamento della rete di pubblica illuminazione. Sulle 19 complessive previste, di cui 4 a Maiorano di Monte, sono state attivate le prime 8 telecamere rispettivamente in : piazza antistante il Municipio (robot);  piazzetta San Marco; incrocio via Interna; località Campopiano; rotatoria Pantano;  ingresso lato Baia e Latina (campo sportivo);  incrocio via Colucci  e via Ponte. Un avanzato sistema di videosorveglianza, ha ribadito il Sindaco Silvio Lavornia, che permetterà di monitorare e controllare 24 ore su 24 tutti gli angoli del nostro paese, soprattutto i punti dove fino ad oggi abbiamo registrato casi di abbandono abusivo ed incontrollato di rifiuti. Stiamo valutando la possibilità di aumentare il numero delle telecamere e, in corso d'opera, verificheremo la fattibilità economica e strutturale di un ulteriore ampliamento in altri punti sensibili. Unitamente all'ampliamento della rete della pubblica illuminazione che vedrà la posa in opera di decine di nuovi pali e punti luce rigorosamente con tecnologia led, quindi a basso consumo energetico, la installazione delle 18 telecamere renderà certamente più sicuro il nostro centro cittadino e le periferie, garantirà maggiore controllo del territorio e servirá a prevenire e, di concerto con le forze dell'ordine, anche reprimere reati di qualsiasi genere che dovessero essere compiuti nel nostro paese, potendo così risalire più facilmente agli autori di simili gesti delittuosi. Nelle prossime settimane, sarà completata la installazione delle restanti telecamere di videosorveglianza:
Dragoni
1 ingresso lato Alvignano
2 incrocio via San Ferdinando
3 incrocio via Provinciale per Maiorano di Monte
4 piazza nuova San Giorgio
5 piazza nuova Pantano
6 Trivolischi
7 ingresso lato Alife
Maiorano di Monte
1 ingresso lato Liberi
2 ingresso lato Dragoni
3 piazza Tiglio
4 via Provinciale

Pietro Rossi

28 agosto 2018

IL 1 SETTEMBE “FORUM MUSIC FESTIVAL” L’EVENTO RIVOLTO AI GIOVANI TALENTI


PIEDIMONTE MATESE - Forum Music Festival è la nuova iniziativa targata Forum della Gioventù di Piedimonte Matese, con il patrocinio del comune di Piedimonte Matese. L’evento, che si terrà sabato 1 settembre dalle ore 18.00, nella centralissima Piazza Roma del capoluogo matesino, ha come protagonisti i talenti musicali del nostro territorio e nuove promesse emergenti. Un festival, appunto, che mira ad essere il primo di una lunga serie, un appuntamento fisso per giovani artisti che intendano esprimere le loro doti musicali nella propria città. Numerosi gli artisti che si esibiranno: Alessandro Gentile, Andrea Rao, Antonio Maria Pascarella (Pvnisher), Crismon, Legs, Low Keys, Maria Cristina Miselli, Maria Meola, Maria Pia De Lellis, Natalia Micillo, Pierfrancesca Di Giovanni, Sound Thumpers, Third Floor Quintet, Dj set DUAL TECH. Una serata ricca, in cui ad esibirsi saranno cantanti e band con diversi generi musicali, uniti da un’unica passione: l’amore per la musica ed il canto. Un evento che il Forum della Gioventù di Piedimonte Matese ha creduto fortemente, in linea con gli obiettivi da sempre perseguiti, affinché proprio i giovani possano sentirsi parte integrante del contesto sociale, adoperando con entusiasmo e coinvolgimento. Presenteranno l’evento tre giovani di grande talento, professionalità e simpatia: Luisa Porto, Guglielmo Ferrazzano e Gaia Gambella. Un caloroso ringraziamento degli organizzatori è andato al Green Garden Group di Carmine Matera che ha fin da subito supportato l’iniziativa, confermando la sua vicinanza verso i giovani, la Tipografia Bandista, per la stampa di tutto il materiale pubblicitario, l’AM Design nella persona di Andrea Masucci per le grafiche sempre di grande impatto e i vari commercianti della città. Il service sarà a cura di Mario Rapa e il fotografo della serata Terenzio Mastrangelo.
Pietro Rossi


Apre questa sera la mostra di Zacarias Cerezo al Complesso Museale di San Tommaso d’Aquino a Piedimonte Matese


PIEDIMONTE MATESE - Una serie di acquerelli con alcuni degli scorci più belli della città di Piedimonte Matese in mostra nelle sale del Museo Civico Raffaele Marrocco di Piedimonte Matese, dal 28 agosto fino al 19 settembre prossimo. L’autore è l’artista mursiano Zacarìas Cerezo, appena giunto in Italia per un viaggio di ispirazione fra i colori e i paesaggi del Matese e dell’Alto Casertano. Cerezo è un artista molto noto in provincia di Caserta, soprattutto per il suo impegno culturale volto alla riscoperta, qui in Terra di Lavoro, dello scultore spagnolo Francisco Salzillo, le cui opere custodite a Murcia, nella Spagna sud orientale, rappresentano una pietra miliare nella scultura d’età barocca. Francisco Salzillo era il figlio di Nicola Salzillo, anch’egli scultore, che nel 1699 lasciò la sua città d’origine, Santa Maria Capua Vetere, per raggiungere Murcia, dove trascorse il resto della sua vita. Grazie a Zacarìas Cerezo, i contatti fra la provincia di Caserta e la Città di Murcia si sono intensificati moltissimo negli ultimi anni e ne sono nate interessanti esperienze di scambi culturali, come accaduto a Piedimonte Matese. L’associazione Byblos ha inteso realizzare, con il patrocinio del Comune, una mostra che raccogliesse tutti gli acquerelli realizzati da Cerezo sulla Città di Piedimonte Matese e ritraenti il borgo medioevale, il quartiere dell’Annunziata, il Matese, angoli di vita quotidiana spesso deturpati dal tempo e dall’incuria, ma recuperati, nella loro storica lucentezza, proprio grazie alla straordinaria pittura di Cerezo.  “Il sogno di Piedimonte” - spiega il presidente dell’Associazione Byblos -, Gianfrancesco D’Andrea, è il titolo che lo stesso Cerezo ha scelto per la sua mostra e che noi abbiamo trovato assolutamente pertinente. Sogno perché il patrimonio d’arte della Città è straordinario; sogno perché molti degli scorci ritratti da Cerezo oggi sono spesso ostaggio di incuria, ma riappaiono, attraverso gli acquerelli, nella loro originaria lucentezza. Il sogno di rivederli così anche nella vita reale diventa quindi una prospettiva su cui lavorare tutti, cittadini e Amministrazione comunale”.  “La mostra di Zacarìas Cerezo – commenta il sindaco di Piedimonte Matese Luigi Di Lorenzo – rappresenta per tutti noi uno stimolo ad andare avanti, per migliorare la nostra Città e ritrovarne la bellezza antica”. “Siamo onorati di accogliere il maestro Zacarìas Cerezo qui a Piedimonte Matese - aggiunge Lina Masella, consigliere comunale con delega alla Cultura -, soprattutto per ringraziarlo dell’attenzione che ha rivolto al nostro paesaggio e alla nostra storia e che si riassume in questa bellissima mostra ospitata nelle sale del Museo Civico”.  L’inaugurazione si terrà questa sera alle 19,00 nelle sale del Museo Civico e sarà possibile visitarla fino al 19 settembre prossimo. Potrà essere visitata tutti i giorni dalle 9 alle 13 e il martedì e giovedì anche al pomeriggio dalle 15 alle 18.
Pietro Rossi

16 agosto 2018

UN SUCCESSO ANNUNCIATO LA SAGRA DEGLI ANTICHI SAPORI DI GIOIA SANNITICA




GIOIA SANNITICA - Ferragosto all'insegna del gusto e dell'ottima gastronomia nel Matese dove i tanti turisti che ogni anno si rifugiano al fresco, potranno gustare le straordinarie pietanze della Sagra degli antichi sapori a Gioia Sannitica, la kermesse culinaria per eccellenza sui piatti tipici matesini giunta quest'anno alla sua 21esima edizione. Le prime due serate hanno fatto registrare il sold out con il centro gioiese trasformatosi nella capitale del gusto dell'intera Terra di Lavoro e del vicino Sannio con la preparazione di succulenti pietanze a base di prodotti della terra del Matese e delle migliori carni locali, che continueranno a deliziare i palati delle migliaia di avventori fino a sabato 18 agosto. Una partenza con il botto che conferma, ancora una volta, la bontà ed il successo dell’evento sul cibo promosso dalla Pro Loco Gioiese, presieduta da Tiziana Mennone, capace da oltre un ventennio di coniugare gastronomia e storia, paesaggio e arte atteso che il vero contorno dei piatti diventa un territorio in grado di offrire tante attrattive ai tantissimi partecipanti provenienti da ogni parte della regione Campania. Nella rinnovata piazza Giovanni Paolo II, retrostante la Casa Comunale, i visitatori potranno assaggiare pasta fresca fatta in casa, dagli gnocchi alle pappardelle, dagli scialatielli agli spaghetti alla chitarra, e a base del fungo porcino del Matese, con arrosti misti, trippa soffritto, melanzane ed i classici peperoni imbottiti, senza dimenticare la porchetta made in Gioia, gli abbuoti, gli spiedini, la carne di maiale con i peperoni, i salumi ed i formaggi tipici matesini, le pizze fritte di una volta preparate al momento e le bruschette di casa, il tutto condito dall’ottimo olio delle colline gioiesi e innaffiato dai vini locali, tra cui falangina, piedirosso, coda di volpe e pallagrello, e birra artigianale. Le serate sono allietate da musica dal vivo e tanto divertimento dai bambini ai più anziani, passando per giovani ed adulti che avranno modo di rilassarsi in un paesaggio davvero incantevole. “La sagra ed il suo successo che ormai si ripete e cresce nel tempo, ogni anno ci porta a fare tanti altri eventi e ad aiutare diverse altre realtà locali come associazioni e parrocchie. Noi siamo volontari che non facciamo solo la sagra ma molte altre attività durante l'anno con un’unica finalità, il bene del nostro paese comprese le frazioni con interventi e supporti ogni qualvolta ci viene richiesto. Il nostro obiettivo è di portare avanti la nostra tradizione contadina e far conoscere i prodotti del nostro paese oltre provincia ed oltre regione, ci siamo riusciti finora e siamo soddisfatti di questo. Anche quest’anno, nel solco della tradizione, daremo priorità al prodotto locale con bad and breakfast già pieni di prenotazioni per i giorni della sagra”, dichiara la presidente della Pro Loco, Tiziana Mennone, affiancata dai componenti tutti del Consiglio Direttivo.


Pietro Rossi

Continua il gemellaggio di Pietravairano con il comune polacco di Ustka


PIETRAVAIRANO - Il comune di Pietravairano continua a coltivare con il comune polacco di Ustka la partnership iniziata nel 2017, allorché venne stipulato un accordo di gemellaggio fortemente voluto dal Sindaco Francesco Zarone e sottoscritto dall’assessore Raffaele Bassi, su delegato del primo cittadino, accompagnato dal comandante della Polizia municipale Giuseppe Izzo. A metà dello scorso mese, in territorio baltico, si è tenuto un nuovo incontro istituzionale tra le due comunità, organizzato dall’associazione culturale “L’Europa siamo noi”, nell’ambito del programma comunitario Europe for Citizens. Il progetto, denominato “YOUFFE”, cui hanno partecipato la città slovacca di Raca (municipalità di Bratislava), la città polacca di Morawica, la città italiana di Pietravairano e la città polacca di Ustka, è stato attuato dal 13 al 17 luglio scorso, con un dibattito sui tassi di povertà dei bambini nell’UE, sul concetto di solidarietà tra stati e cittadini comunitari, sulla cittadinanza europea e sul futuro dell’Europa. Molto apprezzate le riflessioni dell’assessore di Pietravairano, Rodolfo Porcelli, così come il significativo intervento dell'assessore Mario Semola che, a chiusura dei loro interventi, hanno portato il saluto del sindaco Zarone e dell’intera comunità pietravairanese.  Le difficoltà linguistiche sono state azzerate grazie alla traduzione simultanea dell'interprete Barbara Antonina Zamrozniak, ed ai lavori sono seguiti svariati momenti di aggregazione e relax, mediante le visite ai luoghi di Ustka e la partecipazione alla divertente sfilata delle Mascotte. “Un cittadino europeo deve sentirsi in patria in ogni parte del territorio dell’Unione, questo l’obiettivo principale del programma comunitario”, dichiara il sindaco di Pietravairano, Zarone.
Pietro Rossi

A San Gregorio Matese si presenta il libro su Gioacchino Toma


SAN GREGORIO MATESE - Si terrà domani a San Gregorio Matese la presentazione del libro “Gioacchino Toma sorvegliato politico tra artisti, sotterfugi e nobiltà”. Scritto da Alberico Bojano e recentemente pubblicato da Guida Editori, il libro è un elegante volume di grande formato, composto da dodici capitoli e da oltre settanta immagini. Esso ripercorre la presenza giovanile del pittore a Piedimonte e San Gregorio, dove fu confinato dalla polizia borbonica, i suoi rapporti con Achille Del Giudice, Beniamino Caso, il conte Raffaele e il duca Antonio Gaetani, Francesco Viti, Giovan Gaspare Egg, e il gran numero di opere in parte sconosciute che qui realizzò. Lontana dal cliché dell’artista romantico ottocentesco, questa inusuale biografia di Gioacchino Toma è uno spaccato denso di psiche, amore e sofferenza, svelato dalla forza empatica dei suoi dipinti, che lo hanno reso uno dei massimi artisti dell’Ottocento italiano. Dopo i saluti del Sindaco, del Parroco e del presidente della Pro Loco, alla presenza dell’autore il libro sarà presentato dal professore Giuseppe Castrillo, studioso di civiltà letterarie e specialista in comparativismo nella letteratura post-unitaria meridionale. L’incontro si terrà a San Gregorio Matese, con inizio alle ore 19,00 del 17 agosto nella suggestiva antica chiesa parrocchiale di Santa Maria delle Grazie, dove è possibile ammirare alcune opere del pittore.
Pietro Rossi

11 agosto 2018

QUESTA SERA LA NOTTE BLU A TELESE TERME


TELESE TERME - Telese Terme dà il via a “La Notte Blu”, che si terrà sabato 11 agosto, manifestazione nata dalla fondamentale e proficua collaborazione tra l’Associazione Le Vie di Colombo e l’Assessore al Commercio del Comune Teresa Teta. La serata si svolgerà lungo la via Cristoforo Colombo e sarà ricca di interventi musicali e ricreativi, con apertura dei negozi fino a notte inoltrata e con tantissime promozioni in occasione dell’evento. Street Art, Street Music e Street Food, saranno il sottofondo di questa iniziativa, ricca di intrattenimento per bambini e per adulti con la presenza di associazioni che operano nel settore dell’intrattenimento culturale. Questo evento, voluto fortemente dall’Assessore Teta, ha coinvolto gli operatori commerciali di una zona importante di Telese in cui si registra la presenza di importanti risorse naturali quali il Laghetto Tre Colori e il Grassano, che si intende rilanciare creando un connubio nuovo tra l’aspetto commerciale, il momento di intrattenimento e la valorizzazione dei beni naturali. Inizio alle ore 21,00 fino a notte fonda.
Pietro Rossi

La Cipolla Alifana in Festa.


ALIFE - Dal 30 Agosto al 2 Settembre 2018 si svolgerà ad Alife la terza edizione della Festa della Cipolla, con un ricco programma di eventi promossi dall’Associazione Gustumas. L’Associazione GUSTUMAS di Alife, nata con lo scopo di promuovere i prodotti tipici del territorio del Parco Regionale del Matese attraverso l’organizzazione di eventi degustativi, didattici e artistici in collaborazione con altri enti e associazioni locali e nazionali, ha il piacere di comunicare le date dell’edizione 2018 della Festa della Cipolla che si terrà ad Alife (CE) in Piazza Porta Piedimonte. Dal 30 agosto al 2 Settembre 2018 la Cipolla Alifana, Presidio Slow Food® ed eccellenza dell’Alto Casertano, sarà nuovamente protagonista di una festa ricca di eventi realizzati in collaborazione con le istituzioni e le associazioni presenti nel territorio. Come già dimostrato nella scorsa edizione, i punti di forza dell’Associazione Gustumas sono la trasparenza e la qualità dei prodotti utilizzati nella gastronomia: i piatti offerti alla scelta del pubblico nel corso delle quattro serate vedono il sapiente utilizzo di eccellenze nostrane. Sarà possibile approfondire la conoscenza di tali prodotti grazie ai Laboratori del Gusto a partecipazione gratuita realizzati da Slow Food Matese, e, inoltre, ci sarà la possibilità di acquisto di prodotti biologici a km 0 presso il Mercatino dell’Ortolano. Le giornate della Festa saranno animate da: giochi tematici, con le sorprendenti “Olimpiadi della Cipolla” e i "Giochi Popolari" (tiro alla fune, corsa nei sacchi, ed eccezionalmente il Palo della cuccagna) dedicati a grandi e piccini; il Raduno di auto e moto d’epoca (Club Antichi Sanniti); l’esposizione in giardino della Mostra "Allium Caepa" con opere di artisti locali e non solo; il Concorso “Cipolla alifana in passerella” che premierà la ‘Cipolla più grande’, la ‘Cipolla più piccola’ e la ‘nzerta più lunga’; visite guidate in notturna e in diurna ai siti archeologici dell’antica colonia romana. Sul palco della Festa della Cipolla si esibiranno, in coinvolgenti spettacoli, gli Arietta Popolare, i Bifolki, Nicola Varanese & the Mountain boys, l'Epoca della Piedigrotta e il comico Antonio Fiorillo. Questo il ricco Programma:
Giovedì 30 Agosto
Ore 20,00    Inaugurazione Festa - taglio del nastro, Apertura stand gastronomici
Ore 20,30    Allium Caepa II edizione, inaugurazione della Mostra curata dal prof. Gianni Parisi
Ore 21,30    Arietta Popolare in concerto

Venerdì 31 Agosto
Ore 17,30    Apertura del Mercatino dell’Ortolano, esposizione e vendita di prodotti a km 0
Ore 21,00    Nicola Varanese & the Mountain boys in concerto

Sabato 1 Settembre
Ore 17-20    Olimpiadi della Cipolla, giochi tematici a cura di Dream Animation
Ore 17,30    Apertura del Mercatino dell’Ortolano, esposizione e vendita di prodotti a km 0
Ore 18,00    Laboratori del gusto a cura di Slow Food Matese
Ore 20,00    Ri-scoprendo Alife, visita guidata in notturna alle rilevanze storiche romane e medievali
Ore 21,30    Bifolki in concerto

Domenica 2 Settembre
Ore 10,00    Iscrizione al Raduno di auto e moto d’epoca  in collaborazione con Club Antichi Sanniti
Ore 10-12    Iscrizione a Cipolla Alifana in passerella, concorso per i tre titoli “Cipolla più grande”, “Cipolla più piccola” e “n’zerta più lunga” a cura dell’Associazione Gustumas
Ore 10-13    Iscrizione ai Giochi Popolari (tiro alla fune, corsa nel sacco e palo della cuccagna) a cura della Pro Loco Alifana
Ore 10-13    Le antiche genti alifane, visita guidata al Museo Archeologico e ai siti archeologici
Ore 10-13    Olimpiadi della Cipolla, giochi tematici a cura di Dream Animation
Ore 10-20    Apertura del Mercatino dell’Ortolano, esposizione e vendita di prodotti a km 0
Ore 13,00    Pranzo in piazza (su prenotazione)
Ore 16,00    Cipolla Alifana in passerella, esposizione delle cipolle in concorso a cura dell’Associazione Gustumas
Ore 16-20    Giochi Popolari (tiro alla fune, corsa nel sacco e palo della cuccagna) a cura della Pro Loco Alifana
Ore 16-20    Olimpiadi della Cipolla, giochi tematici a cura di Dream Animation
Ore 18,30    Laboratorio del Gusto a cura di Slow Food Matese
Ore 21,00    Serata spettacolo con Antonio Fiorillo a seguire L’Epoca della Piedigrotta in concerto
Ore 23,00    Premiazione concorsi e mostre: Olimpiadi della Cipolla, Cipolla Alifana in passerella, Mostra Allium Caepa.
Pietro Rossi


PARTE LA XXI EDIZIONE DELLA SAGRA DEGLI ANTICHI SAPORI A GIOIA SANNITICA.


GIOIA SANNITICA -Sarà una ventunesima edizione della Sagra degli Antichi Sapori piena di novità anche quest’anno grazie al grande lavoro di preparazione ed allestimento curato, come sempre, dalla Pro Loco Gioiese con in testa la presidente Tiziana Mennone, il Consiglio Direttivo ed i soci tutti.  Da domenica 12 agosto e fino a sabato 28 agosto prossimi, la grande famiglia della comunità gioiese accoglierà le migliaia di persone che, come da tradizione, parteciperanno alla manifestazione regina del Ferragosto matesino. Diversi gli appuntamenti come nuove le attrazioni che attendono i turisti e gli amanti della buona cucina provenienti dall’intera Campania che affolleranno piazza Giovanni Paolo II e le aree adiacenti, teatro della sagra patrocinata dalla Provincia di Caserta, dall’Ente Parco del Matese, dal Comune di Gioia Sannitica, dall’Unpli, dall’Ept di Caserta, dalla Comunità Montana del Matese e dalla Regione Campania. Una lunga tradizione gastronomica quale quella del Matese che la Pro Loco Gioiese porta da anni avanti con successo nell’ottica di riscoprire gli antichi sapori di una volta che il ritmo frenetico della vita prima e la globalizzazione poi hanno finito per confinare in un oblìo che la sagra punta a cancellare.  Una settimana dedicata ai prodotti tipici locali e al cibo genuino di una volta che consentiranno ai visitatori della 21esima Sagra degli Antichi Sapori di assaggiare succulenti piatti con pasta fresca fatta in casa, dagli gnocchi alle pappardelle, dagli scialatielli ai fusilli finendo ai cicatielli, e a base del fungo porcino del Matese, con arrosti misti, trippa soffritto, melanzane ed i classici peperoni imbottiti, senza dimenticare la porchetta, gli abbuoti, gli spiedini, la carne di maiale con i peperoni, i salumi ed i formaggi tipici matesini, le pizze fritte fatte in casa e le bruschette fatte al momento, il tutto condito dall’ottimo olio delle colline gioiesi e innaffiato dai vini locali, tra cui falangina, piedirosso, coda di volpe e pallagrello, e dalla birra artigianale. Le sette serate saranno allietate da musica dal vivo e tanto divertimento dai bambini ai più anziani, passando per giovani ed adulti che avranno modo di rilassarsi in un paesaggio davvero incantevole.
Pietro Rossi