21 settembre 2016

3° OKTOBERFEST AL ROUTE SIXTY-SIX DI PIETRAMELARA

PIETRAMELARA - Da venerdì 23 a domenica 25 settembre, a partire dalle 20:00, la Baviera fa tappa a Pietramelara (Caserta). Fiumi di Lowenbrau e piatti tipici bavaresi oltrepassano le langhe, passeggiano per lo Stivale ed approdano al Route Sixty-Six di Cosimo Chiodi. Una sfida, quella dell’Oktoberfest, che giunge alla sua terza edizione: piastre calde e boccali pronti, dunque, Monaco non vi sembrerà così lontana. Ein Prosit! 
C.S.

Venerdì a Capua, Cena di Beneficenza per sostenere le popolazioni di Marche e Lazio colpite dal sisma



CAPUA - Sarà una bellissima serata di solidarietà quella in programma, venerdì 23 settembre, presso il Parco delle Fortificazioni di Capua dove, a partire dalle ore 20:30, avrà luogo una Cena di Beneficenza, il cui ricavato sarà interamente devoluto per il sostegno delle popolazioni di Marche e Lazio, colpite dal tragico terremoto del 24 agosto scorso. Una lodevole iniziativa che è stata organizzata grazie al prezioso supporto e allo sforzo profuso dal Parco delle Fortificazioni di Capua, dall’Associazione Cuochi di Caserta, dall’Associazione “E’ ora di donare”, presieduta da Arcangelo Carusone, e dal dott. Michele Scirocco, Sindaco del Comune di Formicola. Inoltre, la serata sarà animata da diversi artisti (cantanti, ballerini e cabarettisti), che, cogliendo lo spirito umanitario della serata, si esibiranno gratuitamente. Il costo per partecipare alla cena e per contribuire ad aiutare i territori colpiti dal violento sisma del 24 agosto è di 18,00 euro a persona

Per info e contatti:
Parco delle Fortificazioni
Via Napoli – 80142 Capua (Ce)
Tel. 0823 969 357

VIA LIBERA DELLA CAMERA DEI DEPUTATI ALLE NUOVE NORME ANTIBULLISMO E CYBERBULLISMO. SARÀ LA SCUOLA PROTAGONISTA DEL PERCORSO DI EDUCAZIONE E FORMAZIONE RIVOLTO AI MINORI.


On. Camilla Sgambato (Pd)

CASERTA - "L'approvazione della nuova legge contro bullismo e cyberbullismo rappresenta una conquista importante perché garantisce tutte le misure utili a prevenire l'abuso della rete e la violenza ai danni dei minori attraverso i social network. Con questo testo si aprirà una fase nuova in cui saranno garantiti maggiori diritti agli utenti ed ulteriori doveri per i fruitori, attraverso un percorso ben delineato". A commentare le nuove norme adottate ieri dall'aula di Montecitorio è l'On. Camilla Sgambato (Pd) che ha partecipato attivamente all'esame e alla discussione sul disegno di legge.  "Fenomeni come il bullismo ed il cyberbullismo vanno combattuti alla radice, prevenendo il loro verificarsi attraverso una seria attività di sensibilizzazione che deve condurre ad un utilizzo consapevole dei social e della rete internet. Ecco perché nel testo della legge abbiamo previsto il coinvolgimento della scuola che dovrà educare i nostri figli ad approcciarsi in maniera corretta ai network di oggi. È necessario prevenire i rischi connessi alla enorme ampiezza delle relative piattaforme che, nell'era della globalizzazione, non conoscono confini e limiti di alcun genere, come pure dimostrano i recenti fatti di cronaca che hanno colpito donne e diversamente abili.  Nell'ambito di uno specifico piano di azione integrato tra le diverse istituzioni pubbliche interessate, verrà incaricato in ogni scuola un insegnante per il coordinamento delle attività di informative, di prevenzione e di contrasto al bullismo e al cyberbullismo. Analogamente, saranno coinvolti i  servizi sociali e le associazioni che operano sul territorio per la promozione di interventi di sostegno alle vittime, in particolar modo i minori, e di recupero e rieducazione degli autori degli atti di bullismo.  Sul fronte del cyberbullismo, invece, i gestori dei social e dei servizi di connessione dati saranno tenuti a cancellare atti e contenuti offensivi, con l'intervento immediato e sostitutivo del Garante della Privacy in caso di inadempienza", prosegue la parlamentare del Pd.  "Pur non limitando lo spazio d'azione sulla rete web, la legge ha inteso offrire gli strumenti utili per tutelare piccoli e grandi e per evitare a tutti la gogna mediatica, una prassi abusata nell'ultimo periodo, cui il legislatore ha messo un freno, sensibilizzando tutti, a partire dai minori, sull’obbligo del rispetto della legalità, sulla responsabilità verso la propria vita e verso quella degli altri.  La crescita esponenziale della dimensione virtuale della vita di ognuno di noi e le continue notizie di episodi di violenza anche reali e materiali nella nostra quotidianità, non possono perdere di vista in alcun modo il valore assoluto della dignità umana e della sua irrinunciabile difesa", conclude Sgambato.

Ufficio Stampa On.Camilla Sgambato

Prende il via a Caiazzo la Mostra d’arte La magia dei colori



Caiazzo - Oggi Mercoledì 21 settembre, alle ore 18:00, nella Sala consiliare del Comune di Caiazzo avrà luogo la cerimonia di inaugurazione della mostra d’Arte contemporanea “La magia dei colori” a cura di Carlo Roberto Sciascia e promossa dal Comune di Caiazzo e dalla Pro Loco di Caserta. L’esposizione delle opere è stata allestita nel chiostro e al 1° piano della casa comunale di Caiazzo. Le opere esposte sono dei seguenti artisti: Antonio Altieri, Gianna Amendola, Antonio Apicella, Rosa Bencivenga, Nuccia Brescia, Giovanna Capone, Daniela Capuano, Rocco Cardinali, Nello Caruso, Vittorio Cimini, Alex Di Guida, Leonilde Fappiano, Francesco Festa, Tiziana Iannace, Claudia Tonia Manganiello, Nikka, Caterina Palmisano, Piero Penna, Gabriella Pucciarelli, Maria Pia Ricciardi, Michele Riccio, Rosa Scarica, Anna Scopetta, Larysa Sukova, Pierfelice Trapassi, Mirella Zulla, Anna Zulla Ciardiello. L’evento, che gode del patrocinio del Comune di Caiazzo, delle Pro Loco di Caserta e di Caiazzo, del Consolato onorario dell'Uzbekistan per la Campania ed il Molise, dell’Associazione Genitori Italiani, della Fidapa "Calazia" di Maddaloni e di Liberalibri, è presentato da Carlo Roberto Sciascia ed organizzato da Ottavia Patrizia Santo. Addetto stampa la giornalista Annabella Ciardiello. All’inaugurazione interverranno il Sindaco di Caiazzo dott. Tommaso Sgueglia, il Presidente della Pro Loco di Caiazzo Maria Grazia Fiore, il Console onorario dell'Uzbekistan avv. Vittorio Giorgi, la Presidente Associazione Genitori Caserta prof. Rosalia Pannitti, l’arch. Francesca Esposito, la Presidente della Fidapa "Calazia" di Maddaloni prof. Valentina Scala, il Direttore Albatros Edizioni prof. Lucia de Cristofaro. Moderatrice degli interventi sarà la prof. Silvana Virgilio. Domenica 2 ottobre, alle ore 18:00, l’artista Rosa Didonna si esibirà in una performance dal titolo “La mia seconda pelle”; a seguire ci sarà la presentazione del libro “La sibilla, regina di Gerusalemme”.   I colori, così come i metalli, i numeri, le pietre, i pianeti, gli elementi, …, sono sempre carichi di un forte simbolismo – ha afferrmato il critico Carlo Roberto Sciascia - ed hanno sempre suscitato grande interesse in ogni cultura per quella loro valenza da un punto di vista inconscio e rappresentano dei perfetti archetipi della nostra psiche e delle nostre emozioni; per questo son impiegati nel campo della psicologia; la moderna cromoterapia è impiegata per i disturbi psichici e le malattie psicosomatiche ed è stata fondata persino una psicanalisi sui colori, e Luscher ha creato un test basato sulla scelta di ventitré colori in base a cui, secondo le sfumature più o meno gradite, si poteva dedurre la personalità del paziente. E pertanto non poteva mancare il loro profondo significato anche in magia. Esistono 5 colori base: il Nero, il Bianco, il Rosso, il Blu ed il Giallo. Il nero ed il bianco sono i colori primordiali, legati all'Origine del tutto, e sono extradimensionali in quanto rappresentano uno (il nero) l'antimateria, mentre l'altro (il bianco) rappresenta la materia. I colori secondari sono i colori misti, nati dall'unione dei colori primari giallo, rosso e blu. A seconda delle caratteristiche dei colori primari è facile capire il corretto utilizzo dei secondari. Ricordiamo: - Rosso = energia espansiva, di propagazione (spirito), - Blu = energia magnetica, di attrazione (anima), - Giallo = energia di comprensione, materia, mediazione (mente). All'origine dell'armonia individuale vi è la pace e il potenziamento dell'io, e ciò ci libera dal vittimismo o dall’impotenza. I cristalli, con la luce riflessa, agiscono su tutti gli altri aspetti del nostro essere, accrescendo la consapevolezza mentale ed emotiva e integrando l'energia spirituale nel corpo fisico, con la conseguenza di un perfetto ritorno all’armonia. Gli artisti, con la scelta dei colori, cercano di evidenziare una delle aure o “corpi sottili” (“corpo energetico o eterico”, “corpo emozionale o astrale” e “corpo mentale”), che ci circondano. “L 'aura può essere interpretata come un fenomeno energetico correlato allo sviluppo del sé, il complesso inconscio fortemente potente che tiene insieme la personalità totale” (Johannes Fabricius in “L’alchimia. L’arte regia nel simbolismo medievale”)”. Con questa mostra il Comune di Caiazzo e le Pro Loco di Caserta e di Caiazzo danno inizio ad una serie di manifestazioni che interesseranno il territorio caiatino e affiancheranno le altre importanti già previste dalla locale amministrazione. La mostra terminerà, dopo la manifestazione di Rosa Didonna e la consegna degli attestati, domenica 2 ottobre 2016.
Pietro Rossi


02 settembre 2016

Presentata la Strategia AltoCasertano 2020: per una crescita intelligente, sostenibile, inclusiva. I 48 Sindaci parte attiva nella promozione dello Sviluppo Locale di Tipo Partecipativo.

Dott. Pietro Andrea  Cappella 
PIEDIMONTE MATESE - L’intenso percorso di costruzione partecipata della Strategia di Sviluppo Locale 2014/2020 per il territorio dell’Alto Casertano è terminato: le Amministrazioni coinvolte hanno ufficializzato la loro condivisione, consentendo al GAL di consegnare la Strategia ed il Piano di Azione lo scorso 30 agosto, nei tempi stabiliti dal bando regionale. L’azione è stata possibile grazie alla importante e fattiva collaborazione dei 48 Sindaci dei Comuni individuati dalla regione Campania in provincia di Caserta, quali possibili beneficiari del FEASR secondo il metodo CLLD (conosciuto come LEADER). La Strategia AltoCasertano 2020: per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, presentata il 30 agosto alla Regione Campania, è frutto di un importante lavoro di partecipazione e condivisione: tutti i sindaci e le amministrazioni, in vario modo, hanno contribuito con i suggerimenti, le idee, le proposte sin dalla fase di animazione propedeutica alla definizione della SSL, proseguendo poi nella presentazione di Manifestazioni di Interesse e nella e-SSL Governance, attraverso il sondaggio on-line per la condivisione della Analisi Swot, della individuazione dei Fabbisogni e della scelta degli Ambiti Tematici su cui strutturare tutta la Strategia AltoCasertano 2020 ed il relativo Piano di Azione. Un percorso di progettazione partecipata che ha visto in prima linea il gruppo di progettazione del GAL, affiancato dal DEMM dell’Università di Benevento per la costruzione della e-SSL Governance, un nuovo metodo di condivisione attraverso il WEB, consentendo ad una vasta platea di stake-holder, di poter partecipare al processo stesso di costruzione. Abbiamo condiviso la Strategia in tutte le sue fasi, ha ribadito il Dott. Pietro Andrea  Cappella Coordinatore del GAL, la Regione chiedeva una attestazione formale del nostro percorso di condivisione e, grazie anche al grande senso di responsabilità degli organi esecutivi comunali (in un periodo dell’anno molto speciale), tale attestazione c’è stata. E’ stata fondamentale la risposta di tutti i 48 comuni: abbiamo conservato la continuità territoriale ed il Piano presentato ha previsto un investimento complessivo di circa 6Meuro interamente destinati alle proposte del territorio. Fondi che in caso di istanze in over booking potrebbero essere integrati da ulteriori risorse europee. Adesso ci aspetta un periodo, speriamo breve, di attesa: la Regione Campania, infatti, in linea con quanto prevedono i regolamenti europei sullo sviluppo rurale, dovrà effettuare la selezione dei GAL entro i prossimi mesi.
Pietro Rossi

APERTA UFFICIALMENTE LA FIERA LA MADDALENA A CAIAZZO

CAIAZZO- Apertura ufficiale quest'oggi per "La Maddalena - La Fiera com'era" in programma fino a domenica nel ritrovato centro storico caiatino, appena tirato a lucido attraverso un massiccio intervento di restyling.  Con la benedizione degli espositori in piazza Portavetere, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, sarà inaugurata la 94esima edizione della kermesse fieristica che metterà in vetrina non solo arti e mercanzie, ma soprattutto la città ed il suo territorio ricco di bellezze paesaggistiche, culturali ed architettoniche che ha nel centro storico il suo fiore all'occhiello. Gli stands hanno aperto i battenti nel pomeriggio di ieri, dando così il via ad una manifestazione che vanta una tradizione millenaria, capace di richiamare visitatori e curiosi da ogni parte della regione, e che anche quest'anno è stata promossa sotto l'egida dell'amministrazione comunale del sindaco Tommaso Sgueglia, coadiuvata dal comitato organizzatore, nell’intento di contribuire non solo allo sviluppo di un turismo enogastronomico, ma anche al potenziamento di un turismo culturale guidando i flussi turistici verso la scoperta delle bellezze naturali, architettoniche e culturali presenti nelle zone interne della Regione Campania e, nel caso specifico, del territorio della Media Valle del Volturno. Per il secondo anno consecutivo, si è deciso di tornare alle origini, da qui lo slogan "La Fiera com'era", per rievocare gli antichi fasti della manifestazione e riprenderne l'originario spirito concentrando la gran parte dell'esposizione nei vicoli e nelle strade del centro storico, così da fare un viaggio nella Caiazzo Contadina del '900 che sarà il tema centrale della seconda giornata in programma per domani. "La Maddalena è ogni anno la vetrina per eccellenza - dichiara Sgueglia - del nostro territorio, a partire dal centro storico che va valorizzato con la promozione di eventi e manifestazioni tese unicamente a consolidare e rilanciare l'immagine della città ed il suo tessuto economico, sociale e produttivo".  Dall’artigianato all’industria, dall’agricoltura agli allevamenti, ma anche dimostrazioni di elettrodomestici e prodotti tecnologici, ricami, vendita di prodotti tipici locali e chincaglierie, sono soltanto alcuni settori presenti all'edizione annuale de La Maddalena, con l'obiettivo di mettere in contatto diretto produttori, operatori del settore e consumatori finali.  "Attraverso la fiera de La Maddalena - continua il sindaco - puntiamo anche a raggiungere un secondo obiettivo teso alla valorizzazione del nostro centro storico mediante la programmazione di eventi collaterali, iniziative a tema e percorsi mirati che consolidino e rilancino una kermesse che deve partire da Caiazzo e raggiungere l'intero territorio dell'alto casertano, per il quale deve essere una vera vetrina ed un'autentica fucina di idee e progetti per la sua promozione".  Vasto il programma di appuntamenti ed eventi collaterali che animeranno la kermesse fieristica fino a dopodomani, nella cornice del centro storico, tra messe in scena di fiabe e rappresentazioni teatrali con al centro il personaggio di Lucrezia D'Alagno; esibizioni folcloristiche, sfilate di moda, raduno e passerelle di trattori d'epoca, passeggiate storiche, balli e musica dal vivo che allieteranno le serate. 
Pietro Rossi


VERTICE PER LA REGOLARE RIAPERTURA DELLE SCUOLE SECONDARIE DI II GRADO IN TERRA DI LAVORO

Caserta - La Provincia di Caserta potrà beneficiare di oltre 8 milioni di euro per la sistemazione e l'adeguamento degli edifici scolastici superiori che ospiteranno regolarmente attività didattiche e studenti nel corso dell'anno scolastico 2016/2017. A tanto ammontano, allo stato, i fondi che il Governo centrale e la Regione Campania assegneranno all'Ente Provincia nei prossimi mesi per la sistemazione strutturale, la riqualificazione funzionale e l'adeguamento degli impianti elettrici e dei sistemi antincendio dei quasi 100 edifici scolartici ubicati sul vasto territorio casertano. È quanto emerso dalla riunione operativa promossa dall'On. Camilla Sgambato, componente della VII Commissione Cultura, Scienza ed Istruzione della Camera dei Deputati, e tenutasi nella mattinata odierna presso la sede centrale della Provincia, tra il Presidente Angelo Di Costanzo e l'Assessore regionale all'Istruzione Lucia Fortini. Presenti anche il consigliere provinciale delegato all'Edilizia Scolastica Stefano Giaquinto ed il Dirigente del Settore Edilizia e Manutenzione dell'Ente Paolo Madonna, la parlamentare del Pd ha chiesto espressamente a Regione e Provincia di fare uno sforzo comune per garantire la puntuale apertura delle scuole superiori dal prossimo 15 settembre e la regolare funzionalità degli stessi fino al termine dell'imminente anno scolastico.  La Provincia ha illustrato la situazione di dissesto finanziario e di emergenza che vive sotto l'aspetto della gestione degli edifici scolastici superiori di propria competenza, essendo nell'impossibilità di sostenere i costi degli interventi utili al rilascio delle certificazioni in materia di antincendio, agibilità e staticità delle strutture, molte delle quali ancora da adeguare relativamente alla vulnerabilità sismica. Diverse opere sono già state messe in cantiere e sono pronte per essere eseguite grazie alla devoluzione di mutui di anni precedenti, ma non sono sufficienti a coprire il fabbisogno di lavori su tutte le scuole. Il Presidente Di Costanzo ha chiesto espressamente che la Regione emetta quanto prima i decreti di assegnazione delle risorse ed inserisca anche la Provincia e gli ulteriori interventi a farsi in favore degli edifici scolastici nei fondi rotativi previsti di recente dalla Giunta De Luca. L'Assessore regionale al ramo Fortini ha assicurato che, nel masterplan per l'edilizia scolastica in Campania, in fase di definizione nelle prossime settimane, saranno inserite le priorità e le principali criticità evidenziate dall'Amministrazione provinciale e verranno destinati 3,2 milioni di euro per la riqualificazione delle scuole superiori di Terra di Lavoro, oltre ad altri finanziamenti da ripartire con il fondo di rotazione. Tali fondi sono previsti nel Patto per la Campania sottoscritto di recente a Napoli tra il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi ed il Governatore Vincenzo De Luca. Fortini ha anche invitato la Provincia a sensibilizzare i Comuni ad inserire i dati degli edifici scolastici di ogni ordine e grado all'interno dell'Anagrafe regionale dell'Edilizia Scolastica così da rendere maggiormente possibile il finanziamento degli interventi ritenuti più urgenti dagli Enti Locali campani. L'Assessore all'Istruzione ha, inoltre, preannunciato lo stanziamento di ulteriori fondi per la realizzazione di interventi obiettivo relativi alla vulnerabilità sismica e alla sicurezza di talune strutture, nell'ambito del Programma Complementare Regionale 2014/2020 che ha una dotazione finanziaria complessiva di 10 milioni di euro. Nei prossimi giorni, l'Assessorato all'Istruzione in Campania comunicherà ufficialmente lo stanziamento dei 3,2 milioni di euro per la sistemazione delle scuole alla Provincia che, a sua volta, darà subito avvio alle procedure di affidamento dei lavori da eseguirsi negli edifici e fondamentali per ottenere le prescritte certificazioni. L'On. Sgambato ha confermato, infine, la previsione di altri 4 milioni di euro, sui 148 totali previsti nel Decreto Enti Locali approvato a luglio in Parlamento, che andranno alla Provincia di Caserta. Risorse queste da destinare all'edilizia scolastica e alla viabilità, che saranno materialmente ripartite nei prossimi mesi.   "I fondi ci sono e saranno spesi presto per adeguare le nostre scuole superiori e per renderle più sicure. L'Assessora Fortini, al quale va il mio personale ringraziamento, ha dato ulteriore prova di concretezza nell'affrontare e risolvere le problematiche insieme alla Provincia e al suo Presidente Di Costanzo che sono pronti ad assumersi la responsabilità amministrativa di assicurare il regolare svolgimento delle attività didattiche per migliaia di studentesse e studenti casertani ai quali non può essere certo negato il diritto allo studio.  Il Governo centrale e la Giunta Regionale della Campania dimostrano in questo modo ed ancora una volta la loro attenzione verso Terra di Lavoro e le sue emergenze, assegnando risorse utili e promuovendo fatti concreti che vanno nella direzione del rilancio di un territorio difficile e del soddisfacimento di un bisogno primario qual è la formazione professionale e la crescita educativa delle nuove generazioni", dichiara Sgambato. 
Pietro Rossi