20 gennaio 2021

TESTIMONIANZA DI VITA TRA FEDE E ARTE


PIEDIMONTE MATESEOggi vi racconterò l’esperienza di fede e arte vissuta da una giovane artista di Piedimonte Matese. Questo legame con una grande dimensione sociale ha una sola chiave di lettura, la fede entra nell’umano perché è la sola che può dare completezza. Parliamo di Carolina Cioffi giovane ceramista e pittrice trentatreenne nostra concittadina, una ragazza gioiosa, socievole, che predilige il prossimo e guarda la vita con gli occhi di un bambino perché crede sia l’unica arma per sopravvivere in questo mondo. Parlare della sua vita e della sua esperienza di fede non è semplice per lei; conserva con cura le esperienze di vita che l’hanno segnata ed è attraverso questa testimonianza che proviamo a conoscerla e a leggere il suo esempio. Carolina è una ragazza educata nella fede, ed è la fede che l‘ha aiutata a rialzarsi dalle cadute.

-       Carolina raccontaci della tua adolescenza?

-       Mi sono iscritta all'Azione Cattolica all’età di 14anni, diventando membro attivo della comunità parrocchiale di Ave Gratia Plena ricoprendo ruoli diversi, in diocesi ho collaborato con l'equipe di Pastorale Giovanile, in parrocchia come educatrice di giovani e bambini, ho animato i loro percorsi di fede, in seguito sono diventata responsabile del settore ACR (Azione Cattolica Ragazzi). Sono tante le esperienze che ho vissuto negli anni: campiscuola, Grest, corsi di formazione e vari progetti. Tutto mi è servito a crescere e a superare quei tabù che mi impedivano di crescere in armonia. All’età di 15anni, in piena adolescenza ho attraversato un momento di turbolenza segnato da una forte fobia che mi torturava e mi impediva di vivere le relazioni con gli altri serena, ma la mia fede non mi ha mai abbandonata, decisi di fare un pellegrinaggio a Lourdes ed è stato proprio quel viaggio a Lourdes che mi ha cambiato la vita.




-       Carolina cosa rappresenta per te l’Azione Cattolica?

-       L’Azione Cattolica è tutto per me, è ossigeno, è quella sorella che non ho mai avuto. Il mio motto è "provarci sempre arrendersi mai " non si può morire senza aver conosciuto l’Azione Cattolica.

-       Quale è stato il tuo sogno?

-       Se oggi Carolina è ancora molto altro, famiglia, competenza e lavoro lo devo  soprattutto alla mia passione per l’arte. Da ragazza con gioia e diciamolo con un pò di timore essendo la sola della scuola media a fare quella scelta, decisi di andare a scuola a Cerreto presso l’Istituto d’Arte, lontana da casa ma per seguire un sogno. Non ho mai scelto la strada più semplice o comoda se non la sua Volontà anche se tante volte non subito capisci quale progetto Dio ha su di te. Nonostante le difficoltà dei primi anni terminai le scuole con successo diplomandomi con il massimo dei voti. Ho lavorato per tanti anni presso una bottega di ceramica, partecipando a varie mostre artistiche ed è qui che mi sono distinta per il modo con il quale sono riuscita a raggiungere il cuore della gente. Con le mie opere cerco di entrare nell’animo di chi guarda portandolo nel mio mondo. I colori e le sfumature che utilizzo sono sempre sgargianti e scintillanti, il mio obbiettivo è far sognare chi guarda i miei lavori, regalando qualche secondo di spensieratezza e positività.




-       Chi è oggi Carolina?

-       Sono una mamma e una moglie serena e soddisfatta, nonostante sia sposata e abbia avuto un bambino non ho mai perso lo spirito combattivo tipico della mia adolescenza. Devo tutto a Dio!  Sento di essere uno strumento nelle sue mani e mi affido completamente a Lui accettando sfide, nuovi progetti, ostacoli sconosciuti. Ogni occasione diventa esperienza per mettermi in gioco, nonostante l’immensa fatica che mi richiede (perchè in fondo alla nostra Carolina dire di no non le piace proprio).

-       Quale è il messaggio che vuoi lanciare ai giovani?

-        L’augurio per ognuno di voi è quello non di sognare la vostra vita ma di vivere il vostro sogno. Anche se la vita, la chiesa non sempre rispecchiano i vostri modi di pensare andate avanti, oltretutto leggetevi dentro, nel profondo, guardandovi allo specchio ponetevi ogni mattina tre domande. Chi sono? Dove sto andando? Sono realmente felice?

E se nelle favole siamo abituati a leggere "vissero felici e contenti", la nostra Carolina è l’esempio di chi vive per Lui e con Lui con la consapevolezza di fare la Sua volontà.

Pietro Rossi

19 gennaio 2021

Pressing di Confcommercio e Fipe sul Governo. Ripresa economica possibile solo se c’è coesione politica e sociale.


CASERTA - ‘Ripresa economica impossibile senza coesione politica e senso di responsabilità’. E’ un vero e proprio grido di allarme quello lanciato da Confcommercio e Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi) Caserta alle istituzioni, al mondo scientifico, agli esercenti ma anche ai cittadini. ‘Ciascuno deve fare la propria parte, nessuno escluso, – rimarca il presidente provinciale di Confcommercio Caserta, Lucio Sindaco – perché solo così potremo vedere la luce in fondo al tunnel. L’inserimento della Campania in fascia gialla restituirà un po’ di ossigeno alle attività commerciali solo se sarà prolungata nel tempo. Tornare in zona rossa per l’atteggiamento irresponsabile di pochi sarebbe infatti un vero dramma per l’intera categoria. Le perdite economiche registrate nel corso del 2020 sono state notevoli e le risorse dello Stato non sono certo illimitate’. Stando ai dati elaborati dall’Istat, il settore della ristorazione in Italia avrebbe perso infatti negli ultimi dodici mesi il 39,7 per cento del fatturato - pari a circa 37,7 miliardi di euro. ‘E’ fondamentale il potenziamento dei controlli ad opera delle autorità – fa notare il presidente Sindaco - e naturalmente il rispetto delle regole da parte dei commercianti e dei cittadini per scongiurare assembramenti che potrebbero alimentare nuovi contagi ma tutto ciò avrà un senso soltanto se nel frattempo si procederà ad un’accelerazione nella somministrazione dei vaccini, fornendo risposte chiare ed esaustive anche sulle possibili varianti del virus, sui tempi della campagna vaccinale e sulle misure che lo Stato intende adottare nel medio e lungo periodo. Una delle maggiori difficoltà per i ristoratori è proprio l’impossibilità di poter programmare la propria attività. Va in questa direzione pertanto il nostro appello a farsi promotori di un’azione congiunta e partecipata che possa garantire una reale ripartenza delle imprese’. Pressing sulle nuove misure a sostegno della categoria intanto dalla Fipe che ieri ha inviato al Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, un documento per chiedere una proroga dell’orario di apertura al pubblico dei locali nella fascia serale e parametri diversi nella disciplina del settore. ‘Il comparto della ristorazione è allo stremo ’ – incalza il presidente provinciale di Fipe Caserta, Giuseppe Russo. ‘Sono 16.952 i pubblici esercizi che hanno cessato l’attività nel 2020. E tanti altri potrebbero essere costretti a chiudere quest’anno se non verranno poste le basi per una ripresa. A poco serve infatti impedire ai bar di svolgere attività di asporto dopo le 18, se poi non si interviene per scongiurare l’assembramento di persone davanti ai locali chiusi’. Infine la provocazione: ‘I controlli in questa fase sono una priorità. I ristoratori pronti ad autotassarsi, se necessario, assumendo a proprie spese personale dedito alla sicurezza, pur di garantire il rispetto delle regole ed evitare il ritorno in zona rossa’.

Pietro Rossi

17 gennaio 2021

DON LEONARDO LEPORE DA IL VIA ALLA SETTIMANA BIBLICA A PIEDIMONTE MATESE


PIEDIMONTE MATESE - Prende il via domani Lunedì 18 gennaio la Settimana Biblica Parrocchiale di Ave Gratia Plena, con l’incontro di catechesi del prof. don Leonardo Lepore (nella foto), biblista e direttore dell’ISSR (Istituto superiore di Scienze religiose) di Benevento che relazionerà su La buona notizia del Regno (Mc 1, 9-20). Una occasione unica, ha ribadito il Don Emilio Salvatore parroco di Ave Gratia Plena,  per raccogliere il popolo di Dio attorno alla Bibbia, rinnovando una delle dimensioni essenziali della vita cristiana: l'ascolto.  Lo strumento essenziale messo a disposizione del credente per poter rapportare la propria vita alla Parola di Dio è la metodologia di Studio del Vangelo, in modo personale o comunitario, al fine di instaurare un clima di umanità, amore, solidarietà e speranza. Segno di un bisogno crescente e condiviso all’interno del popolo cristiano, il desiderio di approcciare alle Sacre Scritture in maniera più completa troverà spazio dal 18 al 24 gennaio prossimo con la proposta di Catechesi che si svolgerà interamente online con l’utilizzo della piattaforma Zoom che consentirà un ciclo di incontri quotidiani, in modalità webinar, sul tema “Segui la Notizia… con l’evangelista Marco”. Nell'aspetto pastorale, costituisce elemento di novità una riflessione sul Ministero del Lettorato conferito a tempo determinato ai Laici, uomini e donne qualificati, "per richiamare l'importanza della proclamazione della Parola di Dio nella liturgia" sia nelle chiese che nelle case. Ogni giorno ci sarà un primo appuntamento, alle 16.30 che sarà dedicato a tutti i bambini del Catechismo ed ai ragazzi dell’ACR mentre il secondo, tra le ore 19.00 e le 20.00, sarà riservato a tutti i giovani, agli adulti ed alle famiglie.

Pietro Rossi

16 gennaio 2021

E’ GIUNTO IL TEMPO DI "COSTRUTTORI" ANCHE A PIEDIMONTE MATESE.


PIEDIMONTE MATESE - Stiamo vivendo una particolare parentesi della storia, come ha fatto notare anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo discorso di fine anno, che definisce “tempo di costruttori”. I prossimi mesi rappresentano un passaggio decisivo per uscire dall'emergenza e per porre le basi di una stagione nuova. Queste parole invitano ad una attenta riflessione. Dobbiamo preparare il futuro. Prepararlo con competenza, dedizione e coerenza. Da giorni anche nella nostra città si susseguono tra partiti e leader politici incontri frenetici per definire strategie, programmi e le liste dei candidati alla prossima competizione elettorale per l’elezione del Sindaco e il rinnovo del Consiglio Comunale. Fino ad oggi tante belle parole, tante idee e promesse …….. e poi il nulla. Il copione sembra lo stesso (e anche qualche attore). Sarà così anche questa volta? Penso che sia finito il tempo delle polemiche. Questo è il tempo di costruire, mattone dopo mattone, una nuova società. Non si deve perdere tempo. Non vanno sprecate energie e opportunità per inseguire illusori vantaggi di parte. Quale società vogliamo costruire per il nostro futuro? Quali valori la devono ispirare e guidare? Quale ruolo possono giocare i moderati all’interno di una moderna democrazia? È questo quel che i cittadini si attendono. Tra i temi importanti che oggi toccano da vicino la coscienza dei laici impegnati c’è sicuramente quello riguardante l’agire politico e le modalità con cui esercitare questo compito, in vista della realizzazione del bene comune possibile in un questo particolare momento storico. L’interrogativo a cui gli uomini di buona volontà dovranno rispondere è: Quanto siamo disposti a preparare strade e costruire ponti per le generazioni che verranno? Per rispondere a questo interrogativo bisogna immaginare di essere come dei semplici operai che costruiscono, mattone dopo mattone, un grattacelo dove non abiteranno ma sono disposti a lavorare per tracciare un cammino, favorire un abitare che non sarà il loro. Ma avere una visione del futuro quando ancora non c’è, è porre una grande speranza per il domani.

Pietro Rossi

15 gennaio 2021

PUBBLICATO IL BANDO DI CONCORSO, PER TITOLI ED ESAMI, PER IL RECLUTAMENTO DI 571 ALLIEVI FINANZIERI - ANNO 2020.


Sulla Gazzetta Ufficiale - IV Serie Speciale - n. 100, del 29 dicembre 2020, è stato pubblicato il bando di concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 571 allievi finanzieri (510 del contingente ordinario e 61 del contingente di mare) così ripartiti:

· n. 315 riservati ai volontari in ferma prefissata delle Forze armate;

· n. 256 rivolti ai cittadini italiani (18 posti sono riservati a coloro in possesso dell’attestato di bilinguismo di cui all’articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752). Per la prima volta, sono stati destinati 120 posti all’arruolamento di personale da avviare al conseguimento della specializzazione “Anti Terrorismo e Pronto Impiego (A.T.P.I.)”. Al concorso possono partecipare coloro che abbiano, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, compiuto il 18° anno e non abbiano superato il giorno di compimento del 26° anno di età. Il limite anagrafico massimo così fissato è elevato di un periodo pari all’effettivo servizio militare prestato e, comunque, non superiore a tre anni per coloro che, alla data del 6 luglio 2017, svolgevano o avevano svolto servizio militare volontario, di leva o di leva prolungato. Ai fini della presentazione della domanda di partecipazione é necessario essere in possesso del diploma di istruzione secondaria:

· di primo grado, per i posti riservati ai volontari delle Forze armate;

· di secondo grado che consenta l’iscrizione ai corsi per il conseguimento della laurea, per i restanti posti. La domanda di partecipazione al concorso, da presentare entro le ore 12.00 del 29 gennaio 2021, dovrà essere compilata esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo “https://concorsi.gdf.gov.it”, seguendo le istruzioni del sistema automatizzato. I concorrenti, che devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (“P.E.C.”), dopo aver effettuato la registrazione al portale, potranno accedere, tramite la propria area riservata, al form di compilazione della domanda di partecipazione. Sul predetto sito internet e tramite l’APP Mobile “GdF Concorsi” è possibile acquisire ulteriori e più complete informazioni di dettaglio sul concorso e prendere visione del bando.

Comando Generale della Guardia di Finanza V Reparto – Comunicazione e Relazioni Esterne - Ufficio Stampa

Legge di Bilancio 2021: nuove misure per la disabilità.


NAPOLI
- Il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania, l’avv. Paolo Colombo, ha reso noto le nuove misure in favore delle persone con disabilità contenute nella Legge di bilancio 2021. Nel dettaglio:

Lavoratori fragili
Sono state rinnovate per i mesi di gennaio e febbraio 2021 le disposizioni dell’art. 26 del "D. L. Cura Italia” che tutelano dal rischio di contagio i lavoratori fragili.

Contributo economico per figli con disabilità
Viene riconosciuto un contributo economico mensile di massimo 500 euro, per gli anni 2021, 2022 e 2023, alle madri disoccupate o monoreddito che fanno parte di nuclei familiari monoparentali con figli a carico aventi una disabilità superiore al 60%. Appena disponibili, saranno pubblicate informazioni riguardo le modalità di richiesta del contribuito e l'entità dello stesso. Questi dettagli saranno disciplinati da un apposito decreto che dovrà essere adottato dal Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze.

Bonus 110% per gli interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche
Viene esteso il bonus del 110% anche agli interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche, che riguardano ascensori e montacarichi, o finalizzati alla realizzazione di strumenti tecnologici che favoriscono la mobilità interna ed esterna all'abitazione per le persone con disabilità grave (legge 104/1992). Il bonus è erogabile anche se gli interventi vengono effettuati in favore di persone di età superiore a 65 anni.

Fondo per le non autosufficienze
Per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023 il Fondo viene aumentato di 100 milioni (per un totale di 668 milioni per il 2021, 667 milioni per il 2022 e 665 milioni per il 2023.

Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare (Dopo di noi)
Per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023 il Fondo viene incrementato di 20 milioni (per un totale di 76 milioni per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023).

Fondo per i caregiver familiari
Viene istituito presso il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali il "Fondo per i caregiver familiari" per un totale di 90 milioni di euro dal 2021 al 2023. Il fondo finanzia interventi legislativi finalizzati al riconoscimento del valore sociale ed economico dell’attività di cura non professionale svolta dal caregiver familiare.

Fondo per la cura di soggetti con autismo
Viene aumentato di 50 milioni per il 2021 il "Fondo per la cura di soggetti con autismo". Le risorse sono destinate al potenziamento del personale dedicato, al miglioramento delle strutture residenziali e semiresidenziali, al potenziamento della ricerca.

Fondo contro le discriminazioni
Viene istituito il "Fondo contro le discriminazioni e la violenza di genere", con una dotazione di 6 milioni di euro totali dal 2021 al 2023. Il fondo sarà utilizzato per finanziare attività di promozione della libertà femminile e di genere e attività di prevenzione e contrasto delle forme di violenza e discriminazione nei confronti delle persone con disabilità.

Spazi riservati alla sosta delle persone con disabilità
Viene istituito un fondo di 3 milioni di euro per il 2021 e di 6 milioni di euro per il 2022 in favore dei comuni che provvedono a istituire spazi riservati destinati alla sosta gratuita dei veicoli adibiti al trasporto di persone con limitata o impedita capacità motoria muniti di contrassegno speciale, oppure al trasporto delle donne in stato di gravidanza.

Insegnanti di sostegno
Viene rifinanziato il fondo destinato all’incremento del personale docente destinato all’autonomia pari a: 62,76 milioni di euro nell’anno 2021; 321,34 milioni di euro nell’anno 2022; 699,43 milioni di euro nell’anno 2023; 916,36 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024 e 2025; 924,03 milioni di euro nell’anno 2026; 956,28 milioni di euro nell’anno 2027; 1.003,88 milioni di euro nell’anno 2028; 1.031,52 milioni di euro dall’anno 2029. L’organico degli insegnanti di sostegno è incrementato di: 5.000 posti a partire dall’anno scolastico 2021/2022; 11.000 posti a partire dall’anno scolastico 2022/ 2023; 9.000 posti a partire dall’anno scolastico 2023/2024. Viene incrementato di 10 milioni di euro il "Fondo per l'attuazione del Piano nazionale di formazione", destinato alla formazione obbligatoria del personale docente impegnato nelle classi con alunni con disabilità.

Strumenti e didattica digitali
Viene aumentato di 85 milioni di euro il Fondo per l’acquisto di dispositivi e strumenti digitali individuali da utilizzare per le attività di didattica digitale integrata e destinati ad alunni con disabilità.

Raccolta di firme digitali
Viene istituito un fondo per la realizzazione di una piattaforma per la raccolta delle firme digitali per la richiesta di referendum previsti dalla Costituzione e sulla iniziativa legislativa del popolo. La piattaforma consentirà, a partire dal 2022, la raccolta di firme anche da parte di persone allettate o che non possono lasciare la propria abitazione.

Piani terapeutici
Viene nuovamente estesa la validità dei piani terapeutici AIFA, eccezionalmente, per i casi in cui, per criticità locali legate alla pandemia, non sia ancora possibile seguire i percorsi di ordinario monitoraggio delle terapie.

Pietro Rossi

              

 

 

 

 

 

INTESA TRA IL CONSIGLIERE REGIONALE ZANNINI E IL GRUPPO CIVITILLO IN VISTA DELLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE A PIEDIMONTE MATESE


PIEDIMONTE MATESEIn vista delle elezioni amministrative di primavera per il rinnovo del Consiglio Comunale di Piedimonte Matese, si fa sempre più solida l’intesa politico-programmatica tra il consigliere regionale Giovanni Zannini ed il gruppo Civitillo. Il Presidente della Commissione Ambiente del Consiglio Regionale della Campania ed i rappresentanti del noto gruppo imprenditoriale stanno lavorando da settimane alla formazione di una compagine competitiva da presentare al giudizio degli elettori piedimontesi, con diversi incontri che si susseguono settimanalmente per individuare gli obiettivi programmatici da perseguire e le forze migliori da inserire in una lista che si preannuncia forte e capace di esprimere il prossimo sindaco della città. Coinvolgendo le diverse realtà imprenditoriali, produttive, sociali ed economiche locali, l’obiettivo è di portare alla guida del capoluogo matesino un gruppo di persone competenti ed in grado di rilanciarne l’immagine, farle riconquistare quella centralità che appartiene da sempre a Piedimonte e rilanciare turisticamente l’intero comprensorio del Matese, grazie al ruolo guida che la città tornerà ad avere nei prossimi cinque anni. 

14 gennaio 2021

CONFERMATA LA XX^ EDIZIONE DI CIBUS 2021


PARMA - Confermata la XX° edizione di Cibus 2021, Salone Internazionale dell’Alimentazione, che sarà la prima fiera dell’anno totalmente ed esclusivamente dedicata ai prodotti agroalimentari italiani. L’imprevedibilità della pandemia ha suggerito a Fiere di Parma e a Federalimentare di valutare lo spostamento in avanti della data di apertura di Cibus2021, inizialmente prevista per il 4 maggio. Per fissare la nuova data sono stati avviati, già alla fine del 2020, due sondaggi: uno su un campione rappresentativo degli espositori di tutti i settori alimentari, l’altro su un panel di 1.500 buyer nazionali ed esteri provenienti da tutte le geografie di riferimento. Due le possibilità che stanno emergendo: aprire Cibus nella terza settimana di giugno, prima di Vinitaly, oppure agli inizi di settembre, prima del Salone del Mobile. La scelta finale dovrà naturalmente tener conto dell’andamento della pandemia e della campagna di vaccinazione. Fiere di Parma e Federalimentare, in accordo con Ice-Agenzia e i principali attori della filiera agroalimentare, contano di poter fissare a breve la data definitiva. Il 95% delle tremila aziende che avevano prenotato il proprio stand per Cibus 2020, poi cancellata, ha già confermato la propria presenza. Una risposta positiva sta arrivando anche dai buyer esteri, tanto che è previsto un budget senza precedenti di oltre 3 milioni di euro per favorire l’incoming. La scommessa è quella di incrociare la progressiva ripresa produttiva e commerciale in Italia e nel mondo. Cibus 2021 sarà una fiera in presenza, per presentare i nuovi prodotti e per consentire alla community internazionale di tornare sul territorio, a visitare le aziende fiore all’occhiello del food and beverage italiano. Ma l’evento capitalizzerà anche il matching generato in questi mesi dalla piattaforma on-line MyBusinessCibus e dai contenuti sviluppati in ambiente Phigital e Digital da Cibus Forum e Cibus Lab, portale sul quale saranno organizzati per tutto il 2021 nuovi workshop con la partecipazione di aziende e buyer nazionali ed esteri.

Pietro Rossi



13 gennaio 2021

Ugl Caserta. E’ attiva la piattaforma per il Servizio Civile 2021.


CASERTA - È attivo per l'anno 2021, il bando per la selezione di operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di servizio civile universale, che vede la fattiva partecipazione della Ugl Giovani della provincia di Caserta che aderisce al progetto “Orientati all’assistenza: mappare il sistema di welfare territoriale per facilitarne l’accesso” mettendo a disposizione due posti. Possono presentare domanda tutti coloro che hanno un'età compresa tra il diciottesimo ed il ventottesimo anno e che sono in possesso dello SPID; gli aspiranti volontari dovranno presentare domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma on line accessibile dal sito https://domandaonline.serviziocivile.it. “Anche quest'anno la Ugl Giovani è in prima linea per supportare progetti a favore delle fasce più deboli della società" ha dichiarato la Segretaria Annabella D’Angelo "ritengo che il Servizio Civile sia lo strumento più adatto per educare e formare i giovani al rispetto delle regole, alla difesa dei diritti umani, alla cura e protezione dei bisogni primari dei cittadini in difficoltà”. Per il Segretario territoriale Ferdinando Palumbo: "La Ugl è protesa a confermare ed ampliare l'offerta di assistenza e servizi e punta adesso a raggiungere livelli di eccellenza nel panorama sindacale di Terra di lavoro, forniremo " ha concluso " un'importante opportunità a due giovani meritevoli che respireranno aria di futuro".

Pietro Rossi

La Senatrice Lonardo aderisce all’intergruppo parlamentare per le città della ceramica artistica e tradizionale.


 “Ho aderito, con grande entusiasmo, all’intergruppo parlamentare per le città della ceramica artistica e tradizionale, costituitosi in Parlamento, ad iniziativa dell’On. Gianpaolo Cassese. Da sempre attenta alle esigenze dei maestri ceramisti, sono a completa disposizione per dare il mio contributo alle iniziative, che potranno essere messe in campo, anche sul piano legislativo, per tutelare e rilanciare questo importante comparto e le città della ceramica riconosciute dal Mise. In Campania contiamo ben sette prestigiose realtà, Ariano Irpino, Calitri, Cava dei Tirreni, Cerreto Sannita, Napoli Capodimonte, San Lorenzello e Vietri sul Mare, unite dalla loro antica tradizione in questo settore artistico. Da tempo immagino una via della ceramica che possa incentivare il turismo campano, fin da quando in Consiglio Regionale abbiamo approvato la legge sui percorsi della ceramica in Campania. E mi auguro che si possa fattivamente lavorare per presentare una proposta nazionale che unisca, in una sola cordata, l’arte, la cultura, la storia, l’innovazione e la tradizione delle nostre città della ceramica. Per intanto, parteciperò ai tavoli dell’intergruppo, lavorando di concerto a tutte le proposte tese a rafforzare la filiera e a sostenere e promuovere un comparto produttivo che è un patrimonio storico, artistico e culturale, da preservare e conservare, con dedizione e premura. Il settore dell’artigianato, purtroppo, è costretto, da anni, ad affrontare grandissime difficoltà, e, oggi più che mai, in questo momento storico di grave emergenza, la produzione della ceramica rischia davvero di scomparire. E allora, dobbiamo far di tutto affinché  l’antichissima tradizione delle maestranze non finisca. Io, per quanto di mia competenza, continuerò a battermi per salvaguardare la storia ed il futuro della ceramica”. Lo dichiara la Sen. del Gruppo Misto, Sandra Lonardo.

SPACCATURA INTERNA AL DIRETTIVO CITTADINO DEL PARTITO DEMOCRATICO DI CASERTA


CASERTA -
Cinque Componenti del direttivo PD Caserta, Battarra Vincenzo Claudio, Abbate Giovanna, Canzano Maria, Cerrito Angela e Canzano Pietro, scrivono alla segreteria provinciale accusando il segretario cittadino del Pd di usare gli organismi statutari del partito come uno strumento di ratifica a decisione già prese e comprimendo il doveroso e legittimo dibattito democratico. Questo il testo della lettera inviata al Coordinamento cittadino del Pd, alla Segreteria provinciale del Pd  e ai rappresentanti del centrosinistra.

Questa sera si è tenuto il coordinamento del circolo PD di Caserta, da remoto, per discutere la posizione del partito in rapporto alle prossime elezioni amministrative. Ancora una volta rileviamo che il segretario cittadino del PD ha usato gli organismi statutari del partito, in questo caso il coordinamento cittadino, soltanto come uno strumento di ratifica a decisioni già prese e comprimendo il doveroso e legittimo dibattito democratico. Solo così si può spiegare - e lo ripetiamo, siamo all’ennesima dimostrazione di questa pratica antidemocratica - la convocazione di un tavolo delle forze del centrosinistra in vista delle prossime elezioni amministrative, annunciata alla stampa, e della riunione del coordinamento cittadino con appena ventiquattr’ore d’anticipo rispetto ad essa. Insomma si dà tutto per già deciso, e il coordinamento cittadino è utile soltanto per ratificare posizioni già prese evidentemente altrove, con le rappresentanze istituzionali del Partito. Insomma si ribaltano le regole del processo che dovrebbe presiedere ad una decisione democratica: ossia la convocazione del coordinamento cittadino in cui aprire una profonda e allargata discussione sull’esperienza amministrativa in corso che ha presentato e presenta luci, ma anche vastissimi limiti. È davvero incomprensibile che, di fronte a questi limiti più che evidenti ( non a caso la città e la provincia di Caserta sono all’ultimo posto per gli indici di qualità della vita) non si senta il bisogno di avviare, prioritariamente, un confronto interno, il più possibile, approfondito per raccogliere indicazioni e proposte di lavoro e, poi, aprire il necessario rapporto con le altre forze politiche del centrosinistra. Non è la prima volta che ciò accade e non vogliamo, in questa sede, ripercorrere tutti gli episodi che, negli ultimi anni, hanno caratterizzato una gestione del partito totalmente schiacciata sull’amministrazione comunale: vogliamo esprimere ancora una volta il nostro dissenso su questi metodi di conduzione del partito che, invece, più che mai ha bisogno di raccogliere e valorizzare tutte le sue energie in una fase così difficile e inedita ( vedi effetti del Covid) della vita della nostra città e del nostro Paese. Infine, proprio perché siamo molto interessati alle sorti del nostro partito, nonché della nostra città, porteremo questo dissenso in tutte le sedi opportune al fine di invertire questa tendenza e avviare una prospettiva del necessario cambiamento. I componenti del direttivo in rappresentanza di tanti amici e compagni del PD”.

Pietro Rossi

RIMPASTO DI METÀ MANDATO, NOMINATA LA NUOVA GIUNTA COMUNALE DI ALIFE

ALIFE - Il Sindaco della città di Alife, Maria Luisa Di Tommaso, nel primo pomeriggio di oggi ha proceduto alla nomina della nuova giunta comunale che, in gran parte, ricalca l’esecutivo uscente. Secondo l’intesa raggiunta in seno al gruppo di maggioranza di Rinascita Alifana all’indomani della vittoria alle elezioni comunali del giugno 2018, si è dato avvio al rimpasto di metà mandato con una prima rotazione degli assessorati. Il primo cittadino ha, quindi, nominato nuovo assessore con funzioni anche di vice sindaco il consigliere Alfonso Simonelli (nella foto), finora capogruppo di maggioranza, che prende il posto di Annamaria Morelli; confermati nel loro ruolo di assessori, invece, Enrico Palmieri, Angelo Delli Veneri e Caterina Ginocchio.  Il consigliere Luigi Zazzarino continuerà a rivestire il ruolo di assessore in seno alla Giunta Esecutiva della Comunità Montana del Matese, mentre la consigliera Silvia Di Muccio assumerà la guida di deleghe, per poi entrare entrambi nell’esecutivo nei prossimi mesi. Nei prossimi giorni, difatti, il sindaco Di Tommaso procederà alla distribuzione delle deleghe ai singoli assessori e ai vari consiglieri della maggioranza di Rinascita Alifana.  “Ho nominato la nuova giunta comunale che mi affiancherà nella guida amministrativa della città di Alife in questa seconda parte del nostro mandato, proseguendo il grande lavoro di programmazione e di attuazione del nostro mandato che abbiamo portato avanti in questi primi due anni e mezzo.  Tutti insieme saremo impegnati ancora di più nell’azione amministrativa, dando ad ogni consigliere, attraverso anche l’attribuzione di specifiche deleghe che avverrà nelle prossime ore, la possibilità di lavorare in favore della nostra comunità alifana e dei cittadini tutti.  Voglio ringraziare l’assessora uscente Morelli per l’ottimo lavoro svolto, che continuerà anche nella ritrovata veste di consigliera comunale delegata, ed augurare buon lavoro al neo assessore e vicesindaco Simonelli che, da capogruppo e delegato al Bilancio, ha già dato ampia prova di competenza, impegno e dedizione. Con Annamaria e Alfonso, sono sicura che lavoreranno quotidianamente, e più di prima, anche Palmieri, Delli Veneri, Ginocchio, Zazzarino e Di Muccio”, dichiara il primo cittadino Di Tommaso.

Pietro Rossi

 

IL GARANTE REGIONALE DEI DISABILI COMUNICA GLI IMPORTI DELLE PROVVIDENZE PREVISTE PER IL 2021.

NAPOLI - Il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania, l’avv. Paolo Colombo, rende noti gli importi delle provvidenze economiche previste per il 2021, che anche per il corrente anno cambiano in base agli adeguamenti annuali del decreto 16 novembre 2020, emanato dal Ministro dell’Economia e delle Finanze.  Di seguito le tabelle per il 2021.



09 gennaio 2021

NASCE L’ASSOCIAZIONE POLITICA E SOCIALE “LABORATORIO MATESE”


PIEDIMONTE MATESE - La neonata Associazione Politica- Sociale - "Laboratorio Matese " in seguito ad invito, ha incontrato il Partito Democratico, presso la sezione storica in via Ercole D'Agnese. L'Associazione, come ha ribadito la portavoce la prof.ssa Giovanna Del Vecchio, è costituita in maniera eterogenea ad espressione delle diversità del tessuto sociale,​ e nasce per promuovere attività utili e lungimiranti nell'interesse dell'intera popolazione del comprensorio matesino, affrontando con spirito di condivisione e di confronto le problematiche di natura economica, sociale, politica ed ambientale, emergenti dal territorio. Un gruppo che si pone l'obiettivo di dare voce alle tante problematiche riscontrate negli ultimi anni, riguardanti la promozione, lo sviluppo, la valorizzazione e la tutela del paese, partendo dalla vita quotidiana dei Piedimontesi. Trasparenza, partecipazione,​ responsabilità e reciprocità rappresentano i valori di riferimento. Chiediamo di ridare dignità alle Istituzioni, bistrattate negli ultimi anni e crediamo sia fondamentale l'apertura ed il confronto con tutte le realtà presenti sul nostro territorio, al fine di recuperare la fiducia dei cittadini. Nel corso dell'incontro, al quale hanno partecipato una parte del direttivo locale del PD, oltre al coordinatore cittadino prof. Fernando Catarcio e alcuni componenti dell'Associazione,​ sono state affrontate​ tematiche importanti ed analizzate le priorità e le emergenze del territorio. Tutti sono stati concordi nell'affermare che la città di Piedimonte Matese ha bisogno di riprendere il ruolo di Comune Capofila che le compete e che per uscire dalla difficile situazione in cui versa serve il supporto di tutte le parti sociali. Gli spunti per una collaborazione proficua ci sono. L'obiettivo comune è intraprendere tavoli di confronto, finalizzati alla costruzione di un progetto, fattibile,​ di Città.

Pietro Rossi

IL PARTITO DEMOCRATICO SCALDA I MOTORI PER LE PROSSIME ELEZIONI COMUNALI


PIEDIMONTE MATESE - Il Partito Democratico di Piedimonte Matese prosegue i suoi incontri con le rappresentanze delle forze politiche e associative della Città in vista delle elezioni comunali della prossima primavera. Il 7 gennaio ha incontrato una delegazione di Italia Viva e ieri si è confrontato con i rappresentanti di Laboratorio Matese, associazione di imprenditori agricoli, tecnici e professionisti del territorio. Con entrambi si è convenuto sulla necessità di porre le condizioni per una vera e propria rinascita di Piedimonte, reduce da un periodo di abbandono e crisi amministrativa che ha portato perfino al commissariamento del Comune. Tutti hanno condiviso l’idea di un coinvolgimento delle forze migliori della comunità, e di abbandonare vecchie formule politiciste che non potrebbero benefici alla Città e ai cittadini.  Certamente all’interno di un quadro di riferimento ai valori del centrosinistra, bisognerà sollecitare, al di là dei partiti, tante persone e soggetti socio-economici nella costruzione di un programma che ripristini anzitutto una decorosa qualità della vita e dei servizi nella città.  Allo stesso tempo però bisognerà coinvolgere tutte le energie e le risorse per far rinascere una economia viva a Piedimonte, che guardi alle possibilità offerte dalle sue risorse naturali e da tutte le opportunità oggi presenti in una nuova economia, completamente trasformata anche dalla pandemia in corso. Solo per questa via si potrà anche restituire alla nostra città quel ruolo di riferimento politico, economico e culturale dell’intero territorio matesino che discende dalla sua storia millenaria.

Pietro Rossi 

TUTTO PRONTO PER LA SETTIMANA BIBLICA A PIEDIMONTE MATESE.


PIEDIMONTE MATESE - Nella Comunità Parrocchiale di Ave Gratia Plena a Piedimonte Matese fervono i preparativi per la Settimana Biblica Parrocchiale dal tema: “Segui la notizia…con l’evangelista Marco” che si svolgerà dal 17 al 24 gennaio 2021 in preparazione alla Domenica della Parola di Dio. Il programma dell’evento prevede una serie di attività per i bambini del Catechismo e dell’ACR dalle ore 16,00 alle 17,00 e per gli adulti dalle 19,00 alle 20,00 e sarà così articolato:

18 gennaio… “La buona notizia del Regno” (Mc 1,9-20) a cura del Prof. Don Leonardo Lepore, biblista e direttore dell’ISSR di Benevento;

19 gennaio… “La buona notizia dell’ascolto” (Mc 4,1-9) a cura del Prof. Don Enzo Appella, biblista;

20 gennaio… “La buona notizia della scelta” (Mc 8,27-38) a cura del Prof. Don Armando Nugnes, coordinatore del Biennio di Teologia Fondamentale della PFTIM;

21 gennaio… “La buona notizia del cammino” (Mc 10,46-52) a cura della Prof.ssa Annalisa Guida, biblista;

22 gennaio… “La buona notizia della presenza dello Spirito Santo” (Mc 13, 9-13) a cura del Prof. Don Bartolo Puca, biblista;

23 gennaio… “La buona notizia del dono di sé” (Mc 14,1-15,39) a cura di P. Franco Beneduce S.I., Rettore del Pontificio Seminario Interregionale Campano;

Domenica 24 gennaio è dedicata alla celebrazione, riflessione e divulgazione della Parola di Dio avrà come tema “La buona notizia dell’incontro con il Risorto” (Mc 16,1-8).  Alla Messa delle ore 10,00 del mattino si svolgerà la Celebrazione eucaristica conclusiva con la consegna del Vangelo di Marco e la sera, alla celebrazione delle ore 18.00, al gruppo dell’équipe evangelizzatrice parrocchiale (catechisti, lettori, animatori dei centri di ascolto). Questa Settimana Biblica, ha ribadito il Parroco di Ave Gratia Plena Don Emilio Salvatore, rispecchia l’attività proposta dal programma annuale dell’Azione Cattolica, mentre, per l’Apostolato della Preghiera è quanto ha chiesto il Papa nel mese di dicembre, per tutti gli altri gruppi della parrocchia è pane della nostra vita. Non potendo per il momento fare i centri di ascolto, il percorso serve per preparare l’èquipe degli evangelizzatori che dovranno poi animare i centri di ascolto nelle famiglie. Una serata la dedicheremo anche agli sposi e ai futuri nubendi.

Pietro Rossi

A SPASSO TRA LE ATTIVITA’ SCOLASTICHE DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO DI ALVIGNANO GRAZIE ALL’ “OPEN DAY” VIRTUALE 2021


ALVIGNANO - L’emergenza Covid-19 non frena l’entusiasmo di alunni e docenti dell’Istituto Comprensivo di Alvignano che, attraverso il Dirigente Scolastico dott.ssa Aida Cortese ( nella foto), accoglie i prossimi giovani alunni in un affascinante tour virtuale illustrativo della propria Offerta Formativa. Grazie al lavoro del team docente al completo, degli allievi più grandi e con l’attenzione sempre rivolta alla sfida dell'innovazione digitale, l’Istituto Comprensivo di Alvignano, che comprende 5 plessi di scuola dell’Infanzia, 4 plessi di scuola Primaria e 3 plessi di scuola Secondaria di I grado, presenta l'offerta formativa per l’anno scolastico 2021-2022 in una modalità virtuale che si rivela ancor più accattivante per l’utenza a cui si rivolge. Nonostante le restrizioni dovute all’emergenza della pandemia da Covid-19, la vitalità dei ragazzi e del corpo docente dell’IC di Alvignano, guidato con perizia e passione dalla Preside Aida Cortese, ha spronato i teams di lavoro nella ricerca di una modalità all’insegna della sicurezza per far sì che famiglie e futuri allievi dell’Istituto potessero visualizzare le diverse attività didattiche che vengono svolte nelle varie sedi scolastiche. Per questo motivo, accedendo al sito web dell’Istituto https://www.icalvignano.edu.it/, chiunque potrà  avere l’opportunità di conoscere la proposta educativa e didattica dei vari dipartimenti disciplinari che regolano la vita  scolastica dei diversi plessi di ogni ordine e grado.

https://www.icalvignano.edu.it/categoria/news/2253/open-day-virtuale-2021-i-c-alvignano/

 

 

08 gennaio 2021

NASCE UN PROGETTO ECOLOGISTA PER IL MATESE

PIEDIMONTE MATESE – In vista della prossima tornata elettorale il progetto ecologista per il Matese prende corpo: nasce Europa Verde Matese. Gli impegni assunti durante la recente campagna elettorale, ha ribadito Beniamino Rega (nella foto), Coordinatore Europa Verde Matese, diventano il manifesto programmatico del Coordinamento e dei Comitati cittadini di Europa Verde, nati sul territorio del Matese.  Europa Verde Matese sarà un'esperienza politica inclusiva, rivolta prevalentemente ai giovani. Nasce anche nel Matese il circolo costituente di EUROPA VERDE, il progetto politico ecologista ed europeista, nato alle elezioni europee del 2019 e collocato all’interno della famiglia del European Green Party, che mette insieme movimenti e soggetti civici e sociali per porre al centro dell’agenda politica italiana la questione dei cambiamenti climatici e della transizione ecologica dell'economia e della società. EUROPA VERDE MATESE nasce come coordinamento dei comitati cittadini di Castello del Matese, Letino, Piedimonte Matese e Valle Agricola, in un progetto di crescita nazionale di EUROPA VERDE. I comitati sono il primo importante passo verso un ancor più ampio radicamento territoriale necessario a dare voce a tutte le comunità del Matese. Il nostro territorio vive una condizione di grande difficoltà e di mancanza di prospettive credibili di sviluppo. Anni di insufficienti politiche di valorizzazione hanno generato un reale impoverimento economico e sociale dal quale è possibile uscire solo attraverso una vera transizione ecologica dell’economia e della società. EUROPA VERDE MATESE vuole contribuire in modo attivo a questa transizione, attraverso proposte concrete. È uno spazio aperto a tutti coloro che ritengono necessario un vero cambiamento dell’economia e della società. Il programma che abbiamo presentato alle elezioni regionali identificava nella Strategia Nazionale Delle Aree Interne (SNAI) e nella nascita del Parco Nazionale del Matese le due grandi opportunità per lo sviluppo del nostro territorio. La STRATEGIA NAZIONALE DELLE AREE INTERNE consentirà di tornare ad investire nelle priorità per lo sviluppo del Matese. La sanità, le scuole, i trasporti, il lavoro e un grande piano di digitalizzazione dei comuni montani sono le urgenze sulle quali occorre intervenire per garantire anche nel Matese i fondamentali diritti di cittadinanza. Il PARCO NAZIONALE DEL MATESE, che dovrà al più presto essere definitivamente costituito e dotato di un’attenta governance, sarà, attraverso la tutela del territorio e la valorizzazione delle risorse naturali, culturali e sociali, una concreta opportunità di sviluppo economico sostenibile. Mancare queste due grandi opportunità significherebbe togliere ogni prospettiva credibile di futuro ai nostri giovani e al nostro territorio. Chi fosse interessato ad aderire ad EUROPA VERDE MATESE o ad avere maggiori informazioni può chiamare al numero 328.9714846 o scrivere all'indirizzo europaverdematese@gmail.com. L’iscrizione ad Europa Verde è gratuita per i giovani al di sotto dei 26 anni d’età.

Pietro Rossi

CON LE CALZE DELLA BEFANA TORNA IL SORRISO PER I BIMBI DI AVE GRATIA PLENA




PIEDIMONTE MATESE – Una festa dell’Epifania veramente particolare quella vissuta dai bambini della Parrocchia di Ave Gratia Plena a Piedimonte Matese che nonostante le difficoltà provocate dalla pandemia hanno ricevuto dalla Befana, grazie alla generosità del Comitato FIPSAS Caserta presieduto da Agostino Navarra, una calza con tante cose buone che hanno fatto ritornare il sorriso nonostante le mascherine anticovid. I nostri più sentiti ringraziamenti, ha ribadito il Parroco di Ave Gratia Plena Don Emilio Salvatore, all'Associazione Fipsas Caserta e al suo presidente e nostro concittadino Dott. Agostino Navarra che nel giorno dell'Epifania hanno donato le calze ai bimbi della parrocchia Ave Gratia Plena. Vedere il sorriso e la gioia negli occhi dei bambini rende questo difficile momento più leggero da affrontare. La felicità è la forza di tutti noi, grazie ancora all'Associazione e al suo presidente per aver reso possibile tutto questo. Come Comitato FIPSAS Caserta, ha chiarito il Dott. Agostino Navarra, ogni anno abbiamo organizzato diverse manifestazioni per avvicinare i bambini alla pesca e fargli conoscere la nostra federazione. Purtroppo nel corso del 2020 a causa del Covid non siamo riusciti ad organizzare quanto avevamo in programma ma nonostante ciò, abbiamo deciso di fare qualcosa per i bambini. Grazie al supporto di coloro che ci hanno sempre aiutato nelle nostre attività e a nuovi amici, abbiamo offerto la nostra disponibilità per sostenere una raccolta di generi alimentari per bambini da destinare alla Caritas e per l'Epifania abbiamo donato 100 calze alla Parrocchia AVE Gratia Plena di Piedimonte Matese.

Pietro Rossi

05 gennaio 2021

SETTIMANA BIBLICA IN PREPARAZIONE DELLA GIORNATA DELLA PAROLA DI DIO.


PIEDIMONTE MATESE
La III Domenica del Tempo Ordinario che quest’anno ricade il 24 gennaio 2021, secondo quanto indetto nella lettera apostolica Aperuit Illis del 2019, viene dedicata alla celebrazione, riflessione e divulgazione della Parola di Dio. Nel nuovo anno, il tema principale diviene la sfida posta dalla pandemia causata da COVID 19: come nutrire la fede dei fedeli in una situazione di restrizione temporale delle libertà personali, compresa la ricezione dei sacramenti. La Domenica della Parola, secondo Papa Francesco, è un'occasione unica per raccogliere il popolo di Dio attorno alla Bibbia, rinnovando una delle dimensioni essenziali della vita cristiana: l'ascolto. In preparazione di questa Giornata, la Parrocchia di Ave Gratia Plena di Piedimonte Matese, guidata da Don Emilio Salvatore, dal 17 al 24 gennaio 2021 celebrerà una Settimana Biblica Parrocchiale dal tema: Segui la notizia…con l’evangelista Marco!con attività per i bambini dalle ore 16,00 alle 17,00 e per gli adulti dalle 19,00 alle 20,00. Questo evento pone le fondamenta di un'importante riflessione sulla centralità della parola nella vita della Chiesa e della Famiglia. 
Pietro Rossi

04 gennaio 2021

IN CAMPANIA RITORNO GRADUALE "IN PRESENZA" A SCUOLA DALL'11 GENNAIO


NAPOLI - L'Unità di Crisi della Regione Campania si è riunita per un'analisi dettagliata dei dati epidemiologici in relazione alla possibilità di un ritorno in presenza a scuola al termine delle vacanze natalizie. Sulla base di tale analisi e della relazione che confluirà in un'ordinanza entro la mattinata di domani, è stato deciso che le scuole in Campania riapriranno lunedì 11 gennaio 2021. In tale data potranno tornare in classe gli alunni della scuola dell'infanzia e delle prime due classi della scuola primaria, esattamente com'era prima della chiusura delle scuole per la pausa natalizia. A partire dal 18 gennaio sarà valutata dal punto di vista epidemiologico generale, la possibilità del ritorno in presenza per l'intera scuola primaria, e successivamente, dal 25 gennaio, per la secondaria di primo e secondo grado.

Pietro Rossi