11 agosto 2015

L’Ambito C4 riattiva i suoi servizi socio-sanitari per l’anno 2015, nuovi progetti ai nastri di partenza


Vincenzo Cappello

PIEDIMONTE MATESE - Nonostante sia stato costretto, ad inizio anno, ad interrompere progressivamente alcuni servizi, a fronte del ritardo accumulato dalla Regione Campania nel liquidare le risorse già assegnate per gli anni precedenti, l’Ambito Territoriale C4 con grande sforzo e tenacia è riuscito a garantire nel 2015 la prosecuzione dei servizi socio-sanitari integrati semiresidenziali e residenziali per i cittadini anziani e con disabilità, a garantire i contributi economici per i figli riconosciuti da un solo genitore (contributi ex ONMI), il servizio di affido familiare e le rette delle strutture di accoglienza dei minori, mentre oggi sta pian piano riattivando i servizi sospesi, pur in assenza di una programmazione regionale per l’anno 2015. A partire dal mese di giugno 2015 infatti, grazie ai fondi dei bilanci comunali e ai finanziamenti attivati dall’Ufficio di piano, sono stati riattivati i servizi di segretariato sociale, Porta Unitaria di Accesso e servizio sociale professionale presso tutti i 31 comuni dell’Ambito, i servizi di assistenza domiciliare socio-assistenziale ed integrata per i cittadini anziani non autosufficienti, nonché il servizio di trasporto sociale presso i centri di riabilitazione. Nell’anno scolastico 2015-16 per la prima volta saranno attivate inoltre sei ludoteche per la prima infanzia nei comuni di Piedimonte Matese, Caiazzo, Pietramelara, Baia e Latina, Gallo Matese e Ailano, destinate a bambini dai 18 ai 36 mesi. E’ già in corso di pubblicazione l’avviso per la raccolta delle iscrizioni. Tra i servizi aggiuntivi già attivati, o che saranno attivati a breve durante l’anno corrente, si segnalano il progetto “Home Care Premium 2014”,  finanziato con i fondi dell’INPS – ex INPDAP, il progetto “P.I.P.P.I. - Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione”, finanziato con fondi ministeriali, il progetto “Vita Indipendente”, finanziato con fondi ministeriali, il Centro Antiviolenza ed i voucher sociali per sostegno economico alle famiglie con a carico anziani non autosufficienti o disabili, entrambi finanziati dalla Regione Campania.  A breve riprenderanno pure i servizi di assistenza domiciliare sociale ed integrata anche per i cittadini con disabilità (con priorità per i gravissimi) il servizio di assistenza scolastica agli alunni con disabilità, nonché il servizio di contrasto alla povertà per assicurare un sostegno economico alle famiglie in difficoltà. Al fine di poter ampliare l’offerta dei servizi per le fasce della popolazione più debole, l’Ambito C4 resta in attesa di conoscere le risorse che la Regione Campania assegnerà per la III annualità del Piano di Zona Sociale 2013-15. Nel frattempo l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Cappello, presidente del Coordinamento Istituzionale dell’Ambito, ha provveduto ad intraprendere le vie legali per recuperare i crediti vantati nei confronti della Regione, ma anche dei comuni morosi afferenti all’Ambito.

Nominato il nuovo Consiglio d'Amministrazione delle Opere Pie Riunite.


Tommaso Sgueglia

CAIAZZO - A quasi un anno di distanza dalle dimissioni in blocco del vecchio Cda presieduto da Crescenzo Senese per l'impossibilità di garantire la normale gestione finanziaria dell'Istituto pubblico per l'Assistenza e la Beneficenza a causa della notevole massa debitoria ereditata dal passato, il sindaco Tommaso Sgueglia venerdi mattina ha proceduto alla ricostituzione del collegio amministrativo con la designazione dei suoi nuovi componenti nelle persone di Vito De Matteo, Giuseppe Edmondo Sangiovanni, Anna De Cesare, Massimo Iagrossi e Rosario Sangiovanni che rimarranno in carica per i prossimi cinque anni a decorrere dalla ratifica della loro nomina da parte della Regione Campania. Il nuovo Cda così come designato dal primo cittadino del capoluogo caiatino prende il posto del precedente comitato composto dal presidente Senese, dal vice Antonio De Marco, dall'economo Antonio Accurso e dai consiglieri Antonia Paola Mastroianni e Massimo Mirabelli, indicati nel febbraio 2011 dell'allora sindaco e dimessisi a metà settembre dello scorso anno, con due anni di anticipo rispetto alla scadenza naturale del mandato, per le evidenti difficoltà ad operare per la mole di debiti che gravano sulle Opere Pie, operativo come Ipab da decenni in città e proprietario dell’omonimo complesso ubicato nel cuore del centro storico caiatino, e per una serie di pignoramenti che pendono come una spada di Damocle sulla testa dello stesso istituto.   Difficoltà sempre crescenti culminate nell’avvio della procedura di estinzione dell’istituzione decisa dallo stesso vecchio Cda agli inizi del 2014, sulla spinta della Regione, per la sua evidente inattività da ormai troppo tempo, in un percorso irto di ostacoli e di continue emergenze, l'ultima l’ordinanza di sgombero e messa in sicurezza della Chiesa delle Monache e dello stabile dove un tempo era allocato il museo Kere in via D’Ettorre notificatagli dal sindaco Sgueglia esattamente un anno fa che palesó ancora una volta l’impossibilità dell’Ente di fare fronte a spese straordinarie per diverse decine di migliaia di euro, che le Opere Pie non hanno in cassa.  Da qui la presa di coscienza del Consiglio d’Amministrazione a non garantire più neppure l’ordinaria gestione dell’Istituto, con la decisione definitiva di dimettersi ed aprire così la strada ad un rinnovo del consiglio e delle cariche sociali arrivata solo ieri, dopo un anno.  Non appena insediatosi, il nuovo CdA dovrà eleggere il nuovo presidente e affidare le deleghe di vice, segretario e tesoriere al proprio interno.  "Formulo i migliori auguri di nuovo lavoro ai nuovi consiglieri. - dichiara soddisfatto il sindaco Sgueglia - Si tratta di persone perbene ed animate dai migliori propositi, individuare sulla base dei criteri di professionalità e competenza che sapranno mettere al servizio dell'Ipab in questo difficile momento storico. Un ringraziamento anche al CdA dimessosi un anno fa per l'impegno profuso". 
Pietro Rossi

LA FESTA DEL CACCIATORE MATESINO DOMENICA 16 E LUNEDI 17 AGOSTO A GALLO MATESE.



GALLO MATESE:  Domenica 16 agosto e lunedì 17 , come ogni anno, si celebra la Festa del Cacciatore Matesino giunta in crescendo alla 12 edizione. La manifestazione è organizza dalla sezione comunale FEDERCACCIA di Gallo Matese in collaborazione con la sezione provinciale FEDERCACCIA di Caserta e dal Bar Pizzeria Matese di Jan Paul. L'evento vede impegnate non solo le migliori doppiette del territorio ma anche quelle della provincia di Caserta e della Regione Campania. Come sempre nelle due serate, dopo le gare amatoriali di Tiro a palla e percorso di caccia in località Colacchio, presso il bar pizzeria  Matese si gusterà la gastronomia a base di cinghiale e specialità locali con intrattenimento musicale. Interverranno i dirigenti della Federcaccia Provinciale, i sindaci del comprensorio ed autorità locali. Il programma della manifestazione: Domenica 16 agosto , ore 9,00 gara amatoriale di tiro a palla e percorso di caccia (località Colacchio); ore 20,00 Bar Pizzeria Matese serata gastronomica a base di cinghiale e specialità locali co intrattenimento musicale.Lunedì 17: ore 9.00 gara amatoriale;  ore 18: bar pizzeria Matese - premiazione dei partecipanti alla gara di tiro e percorso di caccia- saluto del sindaco e dei dirigenti della Federcaccia; ore 20,00 - Bar Pizzeria Matese - serata gastronomica a base di cacciagione ( pappardelle alla lepre, costine di maiale al forno con patate, prelibatezze varie.
 NICOLA IANNITTI

MODA SOTTO LE STELLE A GALLO MATESE. 30 RAGAZZE SFILANO CON GLI ABITI DA SPOSA DELLE NONNE



Gallo Matese: grande attesa per la sfilata di moda sotto le stelle che   ritorna a Gallo Matese sulla splendida scalinata illuminata da mille fiaccole. L'evento domani sera 12 agosto che vede in gara oltre 30 giovanissime ragazze vestite con gli abiti da sposa delle nonne. La manifestazione è organizzato dalla Pro Loco di Gallo Matese che ha programmato per tutto il mese eventi di grande attrazione. Tempo  permettendo, la  sfilata, che inizia alle  ore 9.00, si avvale di una particolare scenografia che richiama  alla mente la scalinata di Trinità dei Monti con la fiaccolata che illumina i tanti gradini che  digradano da Piazza Palazzo fino a Piazza Indipendenza. Le sfilate di moda a Gallo Matese non sono nuove. Per tanti anni si sono avvalse della cortesia di una gentilissima signora che aveva scelto come luogo  di vacanze Gallo Matese, Per anni moltissime ragazze di Gallo Matese avevano indossato per la sfilata abiti con le migliori firme del momento; poi la morte prematura della partner aveva in terrotto il gradevole spettacolo che richiamava fior di appassionati da ogni parte dell’interland Alifano Matesino e anche dalla finitima provincia di Isernia. Questa sera torna in gara il fior fiore della gioventù gallese per rinnovare i fasti antichi e ritrovare lo spirito e la forza di risalire dall’oblio e riproporsi come comunità attiva, protesa verso un  avvenire pieno di speranza e di progresso.
Nicola Iannitti

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAIAZZO APPROVA TRE INTERVENTI PER EFFICIENTAMENTO ENERGETICO


Tommaso Sgueglia

Caiazzo - Tre interventi di efficientamento energetico e di produzione di energia da fonti rinnovabili a servizio di edifici comunali: è la decisione adottata dall'amministrazione guidata dal sindaco Tommaso Sgueglia per partecipare all'avviso del ministero dello Sviluppo Economico di finanziamento di iniziative tese al risparmio dei costi per l'energia elettrica. Con delibera adottata nell'ultima seduta, l'esecutivo municipale ha impartito indirizzo all'ufficio tecnico per ottenere la concessione di contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico e di produzione di energia da fonti rinnovabili presso la scuola materna di via Valardo, presso l'edificio scolastico di Rione Garibaldi e presso la palestra ubicata all'interno dell'impianto sportivo polivalente  di via Astolfi.  Secondo le direttive del Mise, i finanziamenti saranno concessi nella forma del contributo a fondo perduto per la realizzazione di interventi attraverso l'acquisto e l'approvvigionamento, fino al 100% dei costi ammissibili, secondo una procedura a sportello gestita dallo stesso dicastero. Nell'ambito degli interventi ipotizzati dal comune, saranno realizzato impianti fotovoltaici connessi in rete, impianti solari termici acs per le scuole e per la palestra, impianti di calore per la climatizzazione ed opere di relamping.
Pietro Rossi