25 maggio 2016

AMMINISTRATIVE ALIFE: CONFRONTO TRA CANDIDATI SINDACO A MEDIATV

ALIFE - Giovedì 26 maggio, alle ore 21, in diretta negli studi di Mediatv per la trasmissione “Italiani” (canale 86 per la Campania e 612 per il Molise del digitale terrestre, in streaming su internet all’indirizzo www.mediatvweb.it) si terrà il confronto tra i candidati alla carica di Sindaco per il Comune di Alife Salvatore Cirioli e Roberto Vitelli. I telespettatori potranno intervenire telefonicamente, sempre in diretta, per porre domande ai candidati. Conducono in studio i giornalisti Maurizio Flaminio e Federica Landolfi.

Pietro Rossi


24 maggio 2016

IL RECUPERO DEL PALAZZO DUCALE DI PIEDIMONTE MATESE QUARTO NELLA CLASSIFICA TRA I PIU’ VOTATI DEL PROGETTO “I LUOGHI DEL CUORE” DEL FAI



Piedimonte Matese – Il Comitato Civico “Recuperiamo Palazzo Ducale”, costituito il 28 febbraio scorso sulla scorta di un movimento volto al recupero di Palazzo Ducale “Gaetani d’Aragona” di Piedimonte Matese, si è fatto promotore di una raccolta di firme allo scopo di sensibilizzare e ottenere dalla Provincia di Caserta, comproprietaria del Palazzo Ducale, risposte circa il mancato utilizzo di fondi “post sisma 2013 destinati, in parte anche al parziale recupero e conservazione dell’immobile. Con oltre 1500 firme raccolte il Comitato sta portando avanti la campagna di sensibilizzazione attraverso azioni coordinate proprie e in sinergia con altre realtà associative aventi analoghe finalità. l'azione prosegue anche sui social ed in particolare attraverso la pagina facebook "recuperiamo palazzo ducale". Il Palazzo Ducale "Gaetani d'Aragona" di Piedimonte Matese ha bisogno di un urgente recupero conservativo negli appartamenti rinascimentali / barocchi, nel cortile delle Aquile, nel porticato cinquecentesco e nel salone denominato di San Paolo; ha urgente bisogno della messa in sicurezza e del rifacimento delle coperture e della facciata con recupero delle architetture durazzesco - catalane . Queste motivazioni hanno spinto il Comitato e i cittadini piedimontesi a  segnalare il Recupero del Palazzo Ducale "Gaetani d'Aragona" di Piedimonte Matese al F.A.I. – Fondo Ambiente Italiano, candidandolo all’8^ edizione del Progetto “I Luoghi del Cuore”. In queste prime settimane, il Recupero del Palazzo Ducale di Piedimonte Matese, è al quarto posto in classifica tra quelli più votati ma per essere sicuri di essere finanziati con un contributo del FAI bisogna arrivare tra i primi tre. La partecipazione al censimento avviene attraverso la segnalazione, mediante una delle seguenti modalità:  accesso al sito www.iluoghidelcuore.it ; accesso all’App “FAI-Fondo Ambiente Italiano”; la compilazione di appositi moduli di raccolta firme, scaricabili dal sito web www.iluoghidelcuore.it o da richiedere all’Ufficio I Luoghi del Cuore o la compilazione di cartoline reperibili presso le filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo.Ognuno può segnalare più di un luogo del cuore, ma per ogni luogo deve esprimere un solo voto. Le segnalazioni possono essere effettuate dal 17 maggio al 30 novembre 2016. Quest’anno il FAI chiede di pensare ai luoghi che hanno regalato un’emozione e di segnalarli, per fare ciò basta un click votando il luogo prescelto sul portale del Fondo Ambiente Italia. Ognuno di noi è emotivamente legato ad almeno un luogo che spesso rappresenta una parte importante della propria vita e vorrebbe che fosse protetto per sempre. Questo è il presupposto che ha dato il via tredici anni fa al censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che chiede a tutti i cittadini di segnalare i piccoli e grandi tesori che amano e che vorrebbero salvare. Il FAI e Intesa Sanpaolo hanno già dato voce alle decine di migliaia di segnalazioni raccolte scrivendo a Sindaci e Soprintendenti. Inoltre 68 sono stati finora gli interventi di recupero in 15 regioni che hanno contribuito a restituire un futuro di tutela e valorizzazione a molti luoghi votati.
 Pietro Rossi  

23 maggio 2016

Reperiti i fondi per la ricostruzione di Ponte Margherita, chiuso dagli inizi dello scorso mese di gennaio a causa della sua pericolosità.



DRAGONI - Tra gli interventi inseriti nel masterplan della Campania allegato al Patto per il Sud varato dal governo centrale e sottoscritto nelle scorse settimane presso la Prefettura di Napoli dal premier Matteo Renzi e dal presidente della Regione Vincenzo De Luca, figura anche la realizzazione ex novo del cavalcavia sul fiume Volturno. Unica opera riguardante l'intero territorio di Terra di Lavoro, sarà finanziata con 8 milioni di euro così come richiesto dall'amministrazione provinciale presieduta da Angelo Di Costanzo all'indomani del provvedimento di interdizione del traffico pedonale e veicolare lungo la struttura che collega il Matese con la valle del medio Volturno, il Monte Maggiore ed il resto della provincia casertana.  Già preannunciato da Di Costanzo e dai consiglieri provinciali Silvio Lavornia e Stefano Giaquinto nell'assemblea pubblica svoltasi a fine gennaio presso la sala consiliare di Dragoni, il finanziamento a valere sulle risorse europee messe a disposizione del Meridione dal governo centrale sulla scorta delle esigenze palesate dalla Regione e delle priorità indicate dalle singole province campane, consentirà di costruire un nuovo ponte al posto dell'attuale cavalcavia ormai non più antisismico e statico tanto da essere considerato a rischio crollo. Un intervento ritenuto assolutamente necessario dall'amministrazione provinciale Di Costanzo e dalla stessa amministrazione comunale dragonese guidata dal sindaco e consigliere provinciale Lavornia che, di concerto anche con il delegato provinciale alla Viabilità Giaquinto, hanno lavorato alacremente fino ad oggi per trovare i fondi necessari a superare una vera e propria emergenza economica e sociale, e ad affrontare e risolvere una questione rilevante sotto il profilo logistico perché da ormai 5 mesi l'intera zona interessata e servita da Ponte Margherita langue in una crisi irreversibile scaturita dal blocco del traffico leggero e pesante nell'area comprendente i diversi comuni di Dragoni, Baia e Latina, Alvignano, Alife, Piedimonte Matese ed altri centri limitrofi.  La notizia dell'assegnazione delle risorse per la costruzione ex novo del ponte era stata già anticipata al comitato Pro Ponte dalla Provincia nell'incontro svoltosi di recente prese il Comune di Dragoni, proprio all'indomani della firma del Patto per il Sud che poi ha visto la pubblicazione ufficiale del masterplan al cui interno figura quale unico intervento in favore di Terra di Lavoro. "Abbiamo mantenuto l'impegno assunto nei mesi scorsi di risolvere un problema reale - dichiara Silvio Lavornia - e ci siamo riusciti tra lo scetticismo generale e nonostante in tanti remassero contro, grazie alla sinergia istituzionale con la Regione ed il Governo e sulla base della comune condivisione con cittadini e imprenditori dell'obiettivo di dare una risposta celere e concreta ad una problematica tanto sentita e che già molti danni ha creato purtroppo fino ad oggi.  Devo, peró, dare atto al presidente della Provincia Di Costanzo di aver centrato il risultato di ottenere il finanziamento, con il contributo del Comune di Dragoni e del sottoscritto e dell'amico consigliere Giaquinto". Ora non resta che redigere nel più breve tempo possibile il progetto definitivo che sarà curato dal settore Viabilità della Provincia. “Grazie ad una sinergia istituzionale con l’assessore regionale Sonia Palmeri, il governatore Vincenzo De Luca ed i consiglieri regionali Luca Cascone e Gennaro Oliviero, siamo riusciti ad ottenere un cospicuo finanziamento per partire quasi subito con i lavori per la ricostruzione del nuovo ponte Margherita a Dragoni", spiega Angelo Di Costanzo che terrà anche una conferenza stampa per illustrare le risultanze dell'attività sin qui svolta dall'amministrazione provinciale per risolvere la problematica.
Pietro Rossi

Piedimonte Matese ospita il 29 maggio la XIII Giornata Nazionale dello Sport



PIEDIMONTE MATESE - La città di Piedimonte Matese diventerà quest’anno punto di riferimento del mondo sportivo provinciale, in occasione della XIII Giornata Nazionale dello Sport promossa il 29 maggio dal Coni per la prima volta nel capoluogo matesino, un riconoscimento alla città dove tanti sono gli atleti distintisi di recente in varie discipline quali boxe, calcio, basket, nuoto, volley, ciclismo, etc… Una grande festa aperta a tutti e celebrata contemporaneamente su tutto il territorio italiano in numerose province e comuni, che oltre al Coni vede il coinvolgimento delle associazioni sportive del territorio per gli eventi che avranno luogo nelle varie piazze della città durante tutta la giornata. Oggi 23 maggio, alle ore 12:00, si terrà nel Comune di Piedimonte Matese la conferenza stampa di presentazione del programma della manifestazione, con la partecipazione del sindaco Vincenzo Cappello e del presidente del Coni Caserta Michele De Simone, in cui verranno illustrati i dettagli della Giornata e gli eventi programmati. Oltre alle esibizioni delle varie discipline sportive, con la possibilità di un coinvolgimento attivo degli spettatori, è previsto un lungo corteo per le strade cittadine in cui sfileranno associazioni e società sportive provinciali e locali, occasione anche per consegnare un riconoscimento agli atleti della città che più si sono distinti nella propria attività. Ci sarà poi la partecipazione di Coldiretti col suo progetto “Campagna Amica”, della Rete di Imprese del Gal Alto Casertano e di altre associazioni del posto, così da rendere la manifestazione anche un’opportunità di promozione delle produzioni locali e di intrattenimento per grandi e piccoli.
 Pietro Rossi


GIORNATA NAZIONALE DEI CASTELLI, OCCHI PUNTATI SUI MAGNIFICI MANIERI DELL’ALTO CASERTANO

VAIRANO PATENORA-Cominciata questa mattina, andrà a concludersi nella giornata di domani la XVIII° edizione della Giornata Nazionale dei Castelli, che, per quanto attiene alla provincia di Caserta, vede sotto i riflettori gli antichi manieri posti a protezione della zona solcata dalla storica Via Latina. Ci riferiamo, ovviamente, ai castelli e alle costruzioni fortificate che dominano una fascia molto importante e, purtroppo, non adeguatamente conosciuta dell’Alto Casertano, quella che si insinua tra i castelli di Vairano Patenora, Riardo, Pietravairano, Roccaromana e Marzano Appio. Qui, come testimoniano le cronache storiche e le monumentali vestigia della grandezza che fu, si è scritta una grande pagina della storia politica e sociale di Terra di Lavoro. Ed oggi, anche se spesso trascurati e bistrattati da chi di dovere, cinque magnifici manieri inseriti nel programma della kermesse dedicata alla conoscenza e alla salvaguardia dello sterminato patrimonio di castelli di cui si compone il nostro territorio nazionale, ne sono testimonianza più che eclatante. Tra le 10.00 e le 13.00 e le 14.00 e le 19.00 di domani; via libera a guide turistiche e visitatori per quella che si presenta come un’occasione unica ed assolutamente da non sottovalutare. Intanto, ottimi riscontri e promettenti sviluppi anche per la mostra di fotografie, documenti ed oggettistica a tema, in corso presso lo stupendo salone del castello di Marzano Appio che, inaugurata questa mattina, al termine di un interessante conferenza-dibattito sul valore e l’importanza delle cittadelle fortificate nell’economia della storia e del vissuto quotidiano non solo nell’area geografica di riferimento, ha interessato oltremisura non solo gli addetti ai lavori. Per quanto riguarda l’aspetto puramente informativo circa la cinquina di strutture fortificate oggetto di interesse, gli interessati potranno far capo a contatti e strumenti di comunicazione che variano a seconda del castello che intendono visitare. Per Pietramelara, la gestione del tutto è affidata all’Associazione “Work in Progress(3391471719, 3392937667 e www.workinprogresspietramelara.it): a Riardo, invece, gli stessi compiti toccano agli attivisti della Pro Loco cittadina(3899613626 e prolocoriardo@gmail.com): per Marzano Appio, Coordinamento “S. Cardarelli(3209176514 e serena88@hotmail.it); ancora Pro Loco per Vairano Patenora(3406230771, 3664856969 e info@prolocovairanopatenora.it), a Roccaromana, le specifiche mansioni sono appannaggio del locale Corpo di Polizia Municipale, chef risponde ai numeri telefonici 0823986119 e 338879187). L’importante evento culturale, curato, nei minimi dettagli, dalla Sezione campana dell’Associazione “Istituto Italiano dei Castelli”(nelle more del proprio operato, ha beneficiato del patrocinio del Ministero del Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), e dal cosiddetto “Coordinamento delle Giornate per Terra di Lavoro, di cui sono apprezzati Presidenti Luigi Maglio e Gennaro Farinaro, si inquadra, a pieno titolo, nel quadro delle iniziative e dei progetti che, da decenni ormai, vengono portati avanti per scongiurare tutte quelle negatività che, complici gli effetti devastanti prodotti dal trascorrere del tempo e dall’incuria dell’uomo, rischiano di cancellare del tutto il prezioso patrimonio di bellezze artistico-monumentali di cui andiamo tanto fieri. 
Daniele Palazzo

VENTRE NELLE PIAZZE CASERTANE, PROSEGUE LA CAMPAGNA DI ASCOLTO SUI BISOGNI DEI CITTADINI



CASERTA - Gazebo in largo Generale Amico ed in piazza Pitesti tra ieri e l'altro ieri per la coalizione di movimenti civici e partiti politici di centrodestra che sostengono il candidato sindaco Riccardo Ventre.  Nonostante il maltempo che pure alla fine ha visto l'annullamento della tappa di piazza della Seta, nella frazione San Leucio, venerdì mattina Ventre ha incontrato i cittadini in largo Generale Amico per un dialogo sulle tante esigenze che pure avverte la comunità casertana in termini di servizi da migliorare, viabilità da rivedere, sicurezza da garantire e vivibilità da implementare con infrastrutture e iniziative tese al rilancio di Caserta.  Numerosi anche gli scambi di idee con i residenti della zona circostante piazza Pitesti dove è stato allestito un banchetto che ha registrato la presenza di tantissime persone che hanno avuto modo di approfondire le proposte programmatiche contenute nel Manuale d'Uso per una Caserta capoluogo, inclusiva, dinamica, turistica, policentrica, trasparente, normale, sicura, accessibile, verde e smart. "Una sfida culturale che nasce da una visione globale affinché venga realizzata una politica unitaria di sviluppo della città che ha bisogno di recuperare quel ruolo guida tanto a livello territoriale, rispetto a frazioni e borgate che devono essere connesse e messe in rete, quando con il resto di Terra di Lavoro. Noi vogliamo fare di Caserta una città normale e turistica, noi puntiamo ad un nuovo modello di Cultura di città che sua attenta alle esigenze delle casertane e dei casertani a 360 gradi", dichiara Riccardo Ventre.
Uff. Stampa On. Riccardo Ventre

FESTA MEDIEVALE 2016, PRONTO IL BANDO DI CONCORSO PER LA PARTECIPAZIONE AL CORTEO STORICO

VAIRANO PATENORA-Comincia a tradursi in tangibile realtà la gran mole di lavoro che lo staff di vertice e gli attivisti più attenti e motivati della Pro Loco di Vairano Patenora, da alcuni mesi, stanno profondendo onde garantire alla XV° edizione dell’ormai notissima “Festa Mediavale” cittadina, che, quest’anno, è in programma per le giornate del 30 e del 31 luglio prossime. In tale ottica,ègià pronto il Bando per la partecipazione al tradizionale ed atteso Corteo Storico “Castrum Vajrani”, che, da quindici anni, èmotivo di attrazione di consistenti masse di visitatori e turisti provenienti dalle più rinomate e frequentate località balneari e di soggiorno montano della Campania e delle regioni limitrofe. Nell’articolato documento fatto circolare dal Comitato organizzatore, si precisa, tra l’altro, che, in quanto alla storica ed attesa parata in abiti d’epoca, “sono previste, secondo il regolamento approvato dalla Commissione Storico-Artistica, le seguenti figure: quattro Dame e quattro Nobili, quattro Damigelle e quattro Popolani e quattro Bambine/Ragazze e quattro Bambini/Ragazzi”. Per quanto riguarda le domande di partecipazione, che vanno compilate esclusivamente su modulistica in distribuzione presso la sede del sodalizio organizzante, sita al civico 1 di Via Sottopesco, c’è tempo fino al 12 giugno a venire. A disposizione di chiunque voglia saperne di più i seguenti contatti: 3406230771 e www.prolocovaianopatenora.it. Intanto, prosegue l’impegno degli addetti ai lavori onde assicurare alla cittadinanza vairanese e ai tantissimi ospiti, che, come negli anni passati, si prevede e si auspica, faranno ritorno, per l’occasione, a Vairano Patenora, un cartellone festivo degno della tradizione e, perché no?, migliorato rispetto a quelli già consegnati agli archivi. Ai fini del risultato finale, nessun particolare viene trascurato. “I ragazzi della nostra Pro Loco, ci dice un abitante dell’importante centro dell’Alto Casertano, sono molto in gamba e lo hanno dimostrato in più di un’occasione. E’ più che lecito, dunque, aspettarsi grandi cose dal loro operato. Anche e soprattutto per la nuova edizione di celebrazione ed esaltazione del nostro glorioso passato, del quale il nostro bellissimo e, purtroppo, un po’ trascurato castello, è l’emblema più significativo.” E ci s organizza a dovere anche negli storici quartieri cittadini, vale a dire “Terra”, “Piazza”, “Greci” e “Santa Maria a Fratta”, che, ogni anno, partecipando ad una serie di spettacolari e coinvolgenti giochi popolari, si contendono la corona di vincitore assoluto della kermesse medesima, che, ci pregiamo di sottolinearlo ancora, è assolutamente da non perdere. 
Daniele Palazzo