01 ottobre 2015

Truffe agli anziani, pregiudicato incastrato dai Carabinieri. Altre denunce e sequestri sono scattati per reati in materia di stupefacenti e commercio abusivo.

ISERNIA  - Nell’ambito di una serie di attività predisposte con l’obiettivo di contrastare fenomeni di criminalità e di illegalità, in varie zone della provincia di Isernia, i Carabinieri hanno eseguito numerose denunce e sequestri a carico di persone resesi responsabili di reati di vario genere. A Monteroduni, i militari della locale Stazione hanno denunciato un 30enne di Benevento, per il reato di truffa aggravata e sostituzione di persona. Il giovane, con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e la persona, secondo quanto accertato dalla “Benemerita”, ha ingannato un pensionato del posto, fingendo di dover controllare alcune bollette dell’ENEL ed altra documentazione in possesso dell’anziano, da cui acquisiva fraudolentemente i dati personali del malcapitato, redigendo un falso contratto con una società privata di fornitura di energia elettrica, con sede a Casalnuovo di Napoli, per la quale il 30enne svolge l’attività di procacciatore. Il tutto al fine di procurarsi un ingiusto profitto, in quanto la società ad ogni contratto stipulato gli riservava un compenso, e nel contempo acquisendo maggiori credenziali presso gli stessi datori di lavoro. Ma i Carabinieri hanno scoperto tutto in breve tempo e incastrato il truffatore, che ora oltre a dover rispondere per i reati a lui contestati, è stato anche licenziato dalla società per cui prestava la propria attività. Le indagini continuano per accertare se il malfattore si sia reso protagonista di altri episodi analoghi sia nella provincia di Isernia che nelle zone della vicina Campania, infatti i militari hanno accertato la sua presenza qualche giorno fa anche in una via del centro cittadino di Piedimonte Matese, in provincia di Caserta, insieme ad altre persone sempre provenienti dal Beneventano, non si escludono quindi ulteriori sviluppi investigativi sulla vicenda. I Carabinieri intanto, invitano tutti i cittadini, in particolare i più anziani, a diffidare di tutte quelle persone che si presentano quali appartenenti a società di erogazione di energia elettrica, gas ed altri servizi, e in ogni caso, nel dubbio, contattare il numero di emergenza “112” attivo 24 ore su 24. A Montaquila, i militari della locale Stazione hanno deferito un 52enne di Sant’Anastasia, in provincia di Napoli, per aver trasportato con il proprio veicolo prodotti alimentari da esporre in vendita, in assenza delle prescritte autorizzazioni sanitarie. La merce è finita sotto sequestro. Analogo provvedimento anche a Venafro, dove i militari della locale Stazione hanno proceduto nei confronti di un 32enne di Giugliano in Campania, resosi responsabile di commercio ambulante abusivo di capi di abbigliamento e biancheria intima, in assenza delle prescritte autorizzazioni amministrative. Anche in questo caso la merce, sulla cui provenienza sono in corso ulteriori accertamenti, è finita sotto sequestro. Ad Agnone, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno denunciato un 29enne del posto per guida sotto influenza di stupefacenti. Il giovane è stato sorpreso alla guida della propria autovettura dopo aver assunto sostanze stupefacenti del tipo eroina, che in parte veniva anche rinvenuta occultata nelle tasche del suo giubbotto. A carico del giovane, che con il suo comportamento aveva messo in grave pericolo la sicurezza stradale, è scattato anche il sequestro del veicolo, oltre che della droga rinvenuta, ed il ritiro della patente di guida. Medesimi provvedimenti sono scattati infine anche ad Isernia, dove i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno sorpreso un 45enne del posto, alla guida della propria auto completamente ubriaco. L’uomo a seguito degli accertamenti eseguiti mediante l’apparato etilometrico in dotazione alle unità di pronto intervento dell’Arma, è risultato avere un tasso alcolemico superiore di ben tre volte al limite consentito. 

COMUNICATI STAMPA DEL COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI ISERNIA 

Telese Terme si tinge del Tricolore della Mezza Maratona

TELESE- Sport e Arte. Un connubio perfetto sintetizzato nel doppio appuntamento in programma per il primo fine settimana di ottobre a Telese Terme (Bn). Sabato 3 e domenica 4 infatti, saranno loro i protagonisti assoluti nella I edizione della Telesia Half Marathon, evento organizzato dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Running Telese Terme, sotto l’egida della Fidal, con il Patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Benevento, del Comune di Telese Terme e i vari partner e sponsor. La Telesia Half Marathon riaccende nuovamente i riflettori sulla cittadina termale a pochi mesi dal Trofeo Città di Telesia. L’ASD Running Telese Terme mette in campo tutta la sua esperienza e qualità organizzativa per una gara di 21 km e 97 metri, la classica distanza di mezza maratona, un impegno maggiore sotto il profilo del percorso stradale rispetto agli abituali 10 Km del Trofeo Città di Telesia. “La Mezza Maratona del 4 ottobre - spiega Diego Viscusi della Running Telese Terme - richiede un maggiore impegno in termini di uomini, mezzi e soprattutto un percorso molto più ampio sul territorio Telesino, misurato e omologato dal misuratore ufficiale della Fidal. Possiamo già anticipare che ci aggiriamo intorno ai 2000 partecipanti, anche se le iscrizioni sono aperte fino al 30 settembre e si possono fare online collegandosi al sito www.telesiahalfmarathon.it oppure tramite fax o email dal sito stesso dove è possibile trovare ulteriori informazioni.   La manifestazione vede circa 200 volontari impegnati, più i 100 della Protezione civile e i 30 provenienti da altri corpi (Guardia Ambientale etc), senza contare tutte le forze dell’ordine (Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza - giovedì saremo impegnati a Benevento in un tavolo tecnico con il questore per predisporre il piano sicurezza -) oltre alle 11 ambulanze, i 5 punti ristoro disseminati lungo il percorso, le 11 postazioni fisse con personale sanitario, di cui 5 dotate di defibrillatore etc (...). Questo solo per dare una vaga idea dell’impegno dispiegato lungo il percorso che si disegna su Telese Terme e San Salvatore Telesino”. Una macchina organizzativa impressionante per un evento che punta a diventare uno tra gli appuntamenti nel calendario autunnale dei tanti appassionati della 'mezza distanza'. “Mancano pochi giorni - commenta il Presidente della Running Telese Terme Tiziano D’Onofrio - e siamo alle prese con le ultimissime rifiniture prima di domenica. Siamo consapevoli della grande sfida che stiamo affrontando e per questo ancora più motivati. Sabato ci sarà la presentazione ufficiale dell’evento davanti a numerose autorità, ai responsabili della Fidal Nazionale e ai vari partner e sponsor, e già in questa occasione potrebbero esserci alcuni degli atleti che saranno in gara il mattino dopo nel ruolo di favoriti per le maglie Tricolori che saranno assegnate alla categoria Assoluti, Promesse e Juniores, sia maschile che femminile”. Anteprima alla Mezza Maratona di domenica 4 ottobre (con partenza alle ore 9.00 da Viale Europa nei pressi delle Terme di Telese) sarà il convegno dal titolo ‘Lo Sport nell’Arte Driver del Sannio’. L’appuntamento, fissato per sabato 3 ottobre, ore 10.30, presso la Sala Convegni ‘Mario Liverini’ (Mangimi Liverini S.p.a. via Nazionale Sannitica 60, Telese Terme) è uno spazio introduttivo aperto al confronto con il territorio sull’opportunità offerta dal binomio sport-arte. In apertura dell’incontro, suddiviso in due momenti, si parlerà di arte. Al tavolo siederanno: Pasquale Carofano (Sindaco di Telese Terme); Filippo Liverini (Presidente Mangimi Liverini S.p.a.); Michele Liverini (Amministratore delegato Mangini Liverini S.p.a.) e Vincenzo Vallone (architetto). A seguire la proiezione di un breve filmato tratto dal documentario Vallone…“Fiori dal Cielo”. A moderare i vari interventi in scaletta sarà Gabriele Pastore. Nella seconda parte, dedicata allo sport, toccherà a: Mauro Nasciuti (Vice Presidente Nazionale Fidal); Sandro Del Naia (Presidente Regionale Fidal); Mario Collarile (Delegato Provinciale Coni); Tiziano D’Onofrio (Presidente Running Telese Terme); Marco Cascone (speaker atletica). Modererà Michele Marescalchi. Interverranno inoltre: Antonio Campese (Presidente C.C.I.A.A.); Claudio Ricci (Presidente Provincia); Erasmo Mortaruolo (Consigliere Regionale); Paola Galeone (Prefetto). Accanto al percorso della mini maratona dunque, si muove quello legato all’arte, “riassunto” nella breve anticipazione tratta da “Fiori dal Cielo”: un itinerario tra architettura, archeologia e arte, segnato dalle opere situate nell’area Telesino-Titernina, il cui recupero è stato realizzato dall’architetto Vincenzo Vallone.  “I beni culturali che ho avuto il piacere e l’onore di restaurare - commenta a tal proposito lo stesso Vallone - mi appartengono, professionalmente parlando. Sono come figli, che crescono, si allontanano e dunque ho l’obbligo di seguire. Nel corso dell’incontro di sabato sarà proiettata un’anticipazione, della durata di 7 minuti e 17secondi, che è la sintesi del documentario dal titolo “Fiori da Cielo”, di cui spiegherò il senso. Lo abbiamo girato tra i siti di quello che è un vero e proprio itinerario tra i beni culturali della nostra valle, e farò l’impossibile - conclude l’architetto - perchè questo lavoro partecipi ai concorsi riservati ai documentari d’arte. E non è escluso che si possa andare a Venezia 2016”. Un’accoppiata, questa tra sport e arte, su cui ha puntato in maniera forte anche l’azienda Liverini. “Da ben nove anni ormai - a parlare è il Presidente della Mangini Liverini S.p.a. Filippo Liverini - affianchiamo la Running Telese Terme, che nel frattempo è cresciuta in qualità e numeri. E noi siamo sempre vicini, in maniera forte, alle organizzazioni che crescono. Stavolta, a distanza di pochi mesi dal Trofeo Città di Telesia, ci affiancheremo alla manifestazione con i prodotti Axer (mangimi per cavalli) una novità sulla quale stiamo puntando e punteremo in particolar modo come azienda, nel fine ultimo di accrescere la nostra visibilità. Dallo sport all’arte il passaggio è stato naturale e in maniera altrettanto spontanea abbiamo sponsorizzato l’idea dell’architetto Vincenzo Vallone e sostenuto la realizzazione di questo documentario che ripercorre un interessante itinerario lungo il quale si trovano i vari siti restaurati. Non a caso il percorso si va a intersecare con due dei comuni coinvolti nella gara (Telese Terme e San Salvatore Telesino). Il connubio tra sport e arte - sottolinea in chiusura Liverini - dovrà essere necessariamente un driver di sviluppo per il Sannio, un’occasione unica e irripetibile. Avvantaggiandoci della presenza di tanti atleti e delle loro famiglie sul nostro territorio, metteremo in risalto i nostri luoghi e presenteremo questa idea che unisce sport e arte, e che credo sia una novità assoluta qui in Campania, in modo da dare la possibilità a tutti i Comuni del Sannio e agli amministratori pubblici, di confrontarsi su tale opportunità. Valorizzare i beni culturali. Ciò che Brunello Cucinelli ha fatto per il  borgo di Solomeo, frazione del comune di Corciano (Pg), noi vogliamo farlo, naturalmente in misura proporzionata alle nostre capacità, sul territorio, e approfittiamo dell’importante contesto sportivo della Telesia Half Marathon per presentare questa idea”. In una dichiarazione congiunta, il Sindaco di Telese Terme Pasquale Carofano e l’Assessore allo Sport Guido Romano esprimono “gratitudine alla società Running Telese perchè grazie alle riconosciute capacità organizzative, la nostra Città avrà il privilegio di poter ospitare, il prossimo 4 ottobre, il Campionato italiano di Mezza Maratona. Sull'onda del grande successo del Trofeo Città di Telesia, giunto quest'anno alla sua nona edizione, Telese Terme si adegua per accogliere al meglio una manifestazione in grado di essere fortemente attrattiva per il nostro territorio e dare risposta ai numerosi appassionati di questa disciplina. Vogliamo che Grandi Eventi come questo si articolino intorno alla promozione della nostra Città con la sua storia e le sue eccellenze, con la promozione dello sport e di un turismo in grado di uscire dai confini nazionali. Il nostro obiettivo è fare sempre più di Telese una Città dello Sport con un turismo che sia collegato ai circuiti sportivi, del benessere e della cultura. Grazie dunque all'impegno di Running Telese, alla sinergia tra gli Enti e le Istituzioni, al supporto prezioso di tutti i partners, alla passione che anima i numerosi volontari che sono la spina dorsale di tutto l'evento riusciremo anche stavolta a non deludere le aspettative dei partecipanti e della Federazione Nazionale che con coraggio e determinazione ha scommesso sulla nostra Città!”.

Maria Grazia Porceddu


REFERENDUM ABROGATIVO SCUOLA

Siamo arrivati a 458 mila firme. Per questo brillante risultato dobbiamo dare grandissimo merito ai tanti genitori, colleghi, Consiglieri Comunali e liberi cittadini che si sono prodigati in ogni comune d’Italia. Tanti davvero non si sono risparmiati. Dobbiamo fare i complimenti soprattutto alle migliaia di mamme, papà, nonni che si sono battuti per la scuola dei nostri figli. Abbiamo cercato di raggiungere la quota 500.000 firme nei soli due mesi disponibili (agosto e settembre) per indire subito il Referendum nella primavera 2016. Consapevoli del poco tempo a disposizione, volevamo a tutti costi arrivare all’abrogazione dell’intera  legge 107 prima che venissero scritte le famose “deleghe in bianco“ ed evitare, così, che addetti ai lavori ed alunni sopportassero le conseguenze nefaste di questa riforma anche solo per un giorno.   Abbiamo lavorato nel silenzio omertoso e ingiustificabile della televisione di Stato pagata  da  noi contribuenti  per  fornirci  un’informazione oggettiva su temi di interesse pubblico come un referendum popolare.  Ma non ci lasciamo scoraggiare, anzi pensiamo che questa mancata informazione sia un ulteriore motivo per far valere la volontà popolare. Non vogliamo sottostare al volere di pochi che vogliono soffocare la voce di tanti! Essendo stata approvata la legge a luglio inoltrato, nel tentativo di abrogarla prima possibile, siamo stati costretti a raccogliere le firme subito per consegnarle in Cassazione a Roma entro il 30 settembre. Abbiamo lavorato alacremente per coordinare il lavoro dei Consiglieri comunali e degli attivisti, i quali , raccogliendo le firme in centinaia di piazze italiane, hanno sensibilizzato l’opinione pubblica su tematiche rilevanti ma poco trattate dai media, quali: l’educazione  sessuale precoce, l’educazione di genere, i rischi insiti nella soppressione della democrazia e della partecipazione collegiale a scuola, la limitazione della libertà d’insegnamento, la deriva autoritaria e privatistica della scuola concepita come vera e propria azienda, la colonizzazione culturale che nega ai genitori il diritto ad educare i figli secondo le proprie convinzioni in nome di un relativismo  che non  riconosce i valori della famiglia stessa. Diritti della famiglia minati anche dalla recente “deportazione dei precari”. Sarà questo il nostro punto di partenza per proseguire nella nostra battaglia.  L’esperienza ha visto edificare un rinnovato rapporto scuolafamiglia che ha prodotto, nelle intense settimane di lavoro, un’ alleanza proficua, che ci ha visto uniti nella lotta e che ha permesso di poter operare scelte condivise e decisive  per una maggiore tutela e benessere dei bambini in ambito scolastico. Nei due pregressi mesi, abbiamo creato una rete di migliaia di persone attive in tutt’Italia sia mediante l’utilizzo di importanti social networks quali facebook e whatsapp, sia con la costituzione di numerosi comitati sul territorio nazionale. Abbiamo, grazie a ciò, raccolto poco meno di 500mila firme. Per un prossimo trimestre,  questa  rete,  già  attiva  e  collaudata,  potrà  essere  allargata  ulteriormente  con  il  contributo  e  l’impegno  dei  singoli  per  giungere  ad  un  risultato  sicuramente  superiore alle 500.000 firme richieste.  Questa proiezione è evidentemente realistica visto che, negli ultimi sette giorni di raccolta firme, il numero dei sottoscrittori e degli attivisti è aumentato in maniera esponenziale! Ciascuno si è impegnato sul territorio a divulgare le informazioni che hanno sortito notevole interesse e coinvolgimento da parte della pubblica opinione.Tutti saremo impegnati a diffondere ulteriormente  i  motivi che animano la nostra iniziativa referendaria. Chiederemo , inoltre, a tutti di firmare nuovamente e di coinvolgere quanti sono stati impossibilitati a farlo, data la ristrettezza dei tempi.  Raccogliere milioni di firme ci permetterà anche di avere un grosso vantaggio nel raggiungimento del quorum nella prossima campagna referendaria, la cui decorrenza, che verrà a breve comunicata, si concretizzerà in un trimestre compreso tra il 01 gennaio e il 30 settembre 2016. Alle prevedibili critiche che giungeranno dai “soliti noti” rispondiamo da subito: “meglio l’anno prossimo che mai”.  In quanto cittadini di questo Paese, abbiamo il diritto di esercitare la nostra sovranità incidendo sulle decisioni di un governo autoritario, autoreferenziale, non trasparente e insensibile al dialogo con le parti sociali e all’ascolto delle famiglie e degli operatori scolastici. In molti, mossi da motivazioni più o meno palesi, hanno boicottato la nostra iniziativa referendaria diffondendo informazioni scorrette, per confutare le quali, sono stati sottratti tempo ed energie preziose al raggiungimento dell’obiettivo ultimo di raccolta firme. L’incoraggiante risultato ottenuto in questi due mesi rappresenta la prova tangibile che i cittadini possono e devono avvalersi di un’arma potente e risolutiva quale il referendum, come strumento concreto messo a disposizione dalla Costituzione per esercitare la volontà popolare. Visto che, ad oggi , non è stata avanzata alcuna proposta di cancellazione dell’INTERA LEGGE 107 , la nostra coscienza e il nostro senso di responsabilità ci spingono ad assumerci  l’onere di rinnovare l’iniziativa referendaria con la nuova raccolta di firme in un prossimo trimestre.  Vi invitiamo dunque a prestare, nell’immediato, il vostro preziosissimo contributo al fine di allargare e potenziare l’attività del Comitato di cui siete parte integrante ed indispensabile. A breve provvederemo a comunicarvi le nuove iniziative promosse.
Uniti si vince. Vietato arrendersi.
COMITATO NAZIONALE “LEADERSHIP alla SCUOLA”

Corso di aggiornamento professionale: Cyberspazio, crisi internazionale e mutamenti geopolitici

Sabato 3 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 13.00 nella sede del Circolo Unificato dell`Esercito in via Cesare Battisti a Caserta si svolgerà il corso di aggiornamento professionale organizzato dall`Ordine dei Giornalisti della Campania e da Trenta Righe - Associazione Giornalisti Casertani dal titolo `Dal Cyberspazio alle crisi internazionali. Il ruolo e la deontologia dell'inviato di guerra`. La prima parte del seminario sarà dedicata al Cyberspazio e alle minacce alla sicurezza internazionale. Relazionerà sull’argomento la dottoressa Annachiara Rotondo, ricercatore di Diritto Internazionale presso il Dipartimento di Scienze Politiche Jean Monnet della Seconda Università degli Studi di Napoli. Seguirà un intervento sulla crisi internazionale e i mutamenti geopolitici in atto a cura del giornalista Giulietto Chiesa, storico inviato del Tg1 e del Tg5, per anni corrispondente da Mosca per l’Unità e la Stampa, esperto di geopolitica, attualmente direttore di Pandora TV.  A introdurre il corso di aggiornamento il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli. Modera i lavori la giornalista Daniela Volpecina dell`associazione Trenta Righe. I giornalisti interessati potranno prenotarsi attraverso la piattaforma Sigef dell`Ordine dei giornalisti al link https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/ .A coloro che seguiranno il corso verranno riconosciuti 6 crediti.

Per informazioni e contatti
3385436937

3486617236

A Bruxelles, nella Giornata mondiale del Cuore, il Gruppo Neuromed tra i protagonisti dell’iniziativa contro l’insufficienza cardiaca

“Investire in prevenzione, attraverso la diffusione di corretti stili di vita, significa affrontare tempestivamente quello che si accinge a diventare un problema di enormi proporzioni”. A parlare è il professor Giovanni de Gaetano, responsabile del Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione dell’I.R.C.C.S Neuromed di Pozzilli (IS). L’Istituto molisano ha partecipato ieri all’evento “Portare l’insufficienza cardiaca all’interno delle principali politiche sanitarie”. Due ore di discussione per affrontare una sfida: fare in modo che l’insufficienza cardiaca diventi una priorità in termini di prevenzione, terapie, personalizzazione delle cure e assistenza ai pazienti. Organizzato dall’Heart Failure Policy Network, un gruppo interdisciplinare composto da esponenti politici europei e nazionali, ricercatori, medici e organizzazioni di pazienti, il meeting ha puntato a sensibilizzare le istituzioni verso l’adozione di misure drastiche, comuni a tutti i Paesi europei, per contrastare una patologia destinata a diventare sempre più diffusa. “E’ uno tsunami di pazienti quello che ci aspetta nel futuro – ha detto Nick Hartshorne-Evans, dell’Associazione Pumping Marvellous – e che abbiamo il dovere di arginare con la prevenzione e con le cure, garantendo un’accettabile qualità della vita dei pazienti. Siamo di fronte a una situazione simile a quella del cancro venti anni fa: non se ne parlava affatto e la conoscenza era molto poco diffusa”. L’insufficienza cardiaca, conosciuta anche come scompenso, è una patologia che colpisce quindici milioni di persone in Europa e le prospettive sono di un aumento dei casi dovuto ad un invecchiamento della popolazione e, paradossalmente, al fatto che sempre più persone sopravvivono all’infarto.  Per questo nel corso dell’incontro è stata sottolineata la necessità di una diagnosi precoce tramite anche strumenti innovativi di monitoraggio e cure personalizzate. L’approccio che il network persegue è fatto di inquadramento prioritario nei sistemi sanitari nazionali, specializzazione del personale, educazione terapeutica del paziente, personalizzazione delle cure. E una forte attenzione alla prevenzione. “La tradizione della Dieta Mediterranea – ha aggiunto de Gaetano – risulta essere uno dei mezzi più efficaci, anche dal punto di vista del rapporto costi/benefici, per prevenire l’insufficienza cardiaca. Parallelamente, abbiamo bisogno di sviluppare metodi predittivi per una diagnosi ancora più precoce e per seguire l’evoluzione della malattia. In questo ambito, il nostro impegno nel Progetto europeo BiomarCare è proprio di individuare dei marker, indicatori biologici, magari riscontrabili da una semplice analisi del sangue, capaci di individuare i pazienti più a rischio”.
Ufficio Stampa e Comunicazione Scientifica I.R.C.C.S. Neuromed - Pozzilli (IS)



La luce vince l'ombra. Gli Uffizi a Casal di Principe


Sen. Lucio Romano

Una Mostra, allestita in un bene confiscato alla camorra, di rilevante significato culturale e non solo che sta riscuotendo grande successo con elevato numero di prenotazioni che richiedono una ulteriore proroga all'iniziativa se non una stabilizzazione anche con l'esposizione di altre opere d'arte. Una testimonianza di impegno che riconosce dignità e civiltà a un territorio rappresentato troppo spesso solo come terra di delinquenza e prevaricazioni. “Gli Uffizi a Casal di Principe” sono il simbolo di un radicale cambiamento a cui collaborano gli “Ambasciatori della Rinascita”: ben 80 giovani che sono tra l’altro guide preziosissime e testimonial autentici per competenza e dedizione. Con questa Mostra è iniziata una nuova storia, fondata su un rinnovato patto di responsabilità sociale, culturale e politica che recepisce nei fatti quel grido di allarme al “Fate Presto” lanciato anni fa da Roberto Ciuni sulla storica pagina de “Il Mattino”, reinterpretato poi da Andy Warhol con la famosa opera d’arte esposta oggi a Casal di Principe. La Mostra, fortemente voluta dal sindaco Renato Natale a cui va il mio vivo apprezzamento, è la riprova concreta di come le amministrazioni locali possono promuovere, in dialogo e sinergica cooperazione tra le istituzioni, reale riscatto e sviluppo del territorio. Abbiamo una grande patrimonio artistico e culturale nel nostro territorio che non è solo degrado. Occorre investire in termini di tutela e valorizzazione. Adesso e dopo anni di attesa, finalmente con la legge Art Bonus si può usufruire, inoltre, dell’incentivo fiscale più forte d’Europa: agevolazioni del 65% per imprese e privati che vogliono investire in cultura. La valorizzazione del nostro ingente patrimonio artistico richiede inevitabilmente l’apporto di risorse integrative anche da parte di privati, senza sostituire quelle pubbliche. Sul fronte dei fondi europei 2014-2020, con il PON “Cultura e Sviluppo” la Commissione Europea ha approvato un programma da 490 milioni di euro per il patrimonio culturale, destinato a 5 regioni del mezzogiorno, tra cui la Campania. Tra i primi attrattori culturali selezionati figurano il Museo Archeologico Nazionale di Napoli; la Certosa di Padula; le aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Stabia; la Reggia e Real Bosco di Capodimonte; il parco archeologico di Velia; la Reggia di Caserta e il Real Sito di Carditello. È la prima volta che l’Unione Europea sostiene un programma nazionale dedicato al settore culturale, a conferma del suo ruolo fondamentale nelle politiche di sviluppo territoriale.

Comunicato Stampa Sen. Lucio Romano

STA PER TORNARE LA CAROVANA IL FESTIVAL KARAOKE IN TOUR DI ENZO RICCIO



ALVIGNANO - E’ pronta a riaccendere i motori la macchina organizzativa del Festival Karoke in Tour, l’evento itinerante nato da un’idea del ruvianese Enzo Riccio. Come lo scorso anno la carovana che assicura buona musica e tanto divertimento farà tappa in numerosi locali delle province di Benevento e Caserta così da selezionare i finalisti che si contenderanno l’aggiudicazione di premi messi in palio da sponsor privati. La decima edizione appena conclusa è stata archiviata con la soddisfazione degli organizzatori, volontari e appassionati che aiutano il poliedrico Enzo nell’allestimento del tour e che promettono impegno anche per l’undicesima edizione. La finalissima della decima edizione si è tenuta lo scorso mese di agosto presso il ristorante-pizzeria Follia Divina di via Pratillo di Alvignano. La giura - composta dall’artista Paola Sollo, il ‘papà d’arte’ Carmine Coletta, l’ingegnere esperto di musica Pietro Di Lorenzo, la cantante Linda, lo speaker radiofonico Gianni Criscuoli e il presidente, autore e compositore Pasquale Piscitelli – hanno decretato vincitrice la 15enne di Alvignanello Marina Sangiovanni. Al secondo posto si è piazzata l’alvignanese Angela Morelli, al terzo la fisioterapista beneventana Rita Verrichio. Hanno fatto da cornice alla serata, condotta da Erennio De Vita e Federica Landolfi, le coreografie della Scuola Mary Jo Dance della Maestra Maria Rosaria Ciaramella. Ospiti della serata il rapper napoletano Monkey-D, il giovanissimo Attilio Di Meo e il suo organetto, la cantante Isa Buonomo, l’autore e ‘tenore del Matese’ Mario D’Ambrosa. Insomma un format che ha convinto ancora una volta e che “riprenderà prestissimo”, promette il direttore artistico Enzo Riccio. 
Pietro Rossi

ERRORI NEI BOLLETTINI PER LE LAMPADE VOTIVE DEL COMUNE DI DRAGONI



Silvio Lavornia

DRAGONI - Errore materiale nei bollettini per le lampade votive fatto recapitare dal Comune in questi giorni ai dragonesi.  A darne notizia è il sindaco Silvio Lavornia che, all'indomani dell'emissione del ruolo 2013 per le luci dinanzi alle lapidi e alle tombe presso i cimiteri comunali di Dragoni centro e della popolosa frazione di Maiorano di Monte, precisa che l'importo di 21 euro indicato sui bollettini postali in realtà è errato.  "La tariffa esatta da versare - spiega la fascia tricolore - è pari ad 20 euro, in pratica un euro in meno, pertanto si invitano i contribuenti ad effettuare un versamento di pari importo".  Per coloro che avessero già versato la cifra contenuta nel modello di versamento imbustato ed inviato nelle case, Lavornia assicura che "nel prossimo avviso di pagamento relativo al ruolo 2014 delle lampade votive, sarà applicata la decurtazione pari ad 1 euro".  Qualora dovessero essere riscontrate incongruenze o errori nei bollettini, il primo cittadino invita gli utenti a recarsi presso lo sportello Tributi aperto ogni lunedì e mercoledì, dalle ore 8,30 alle ore 13,30, al piano terra della Casa Comunale, dove potranno segnalare eventuali inesattezze o anomalie, atteso che "l'amministrazione comunale è fortemente impegnata nella politica di emersione dell'evasione fiscale che, negli anni addietro, ha visto l'Ente incassare molto poco rispetto alle previsioni iniziali grazie all'assenza totale di controlli da parte di chi di dovere, nella convinzione che versando tutti quanto dovuto in termini di tasse, tributi e tariffe comunali, alla fine si paga tutti di meno ed in maniera equa". Tolleranza zero sulle tasse verso gli evasori, una politica propugnata sin dal suo insediamento dall'attuale maggioranza guidata dal consigliere provinciale.

Pietro Rossi