22 aprile 2017

Porte aperte da oggi e fino a venerdì a Villa Fiorita di Capua per la 2° Giornata nazionale della salute della donna

CAPUA  - Visite specialistiche in Ginecologia e Ostetricia da oggi presso la Casa di Cura Villa Fiorita di Capua che ha aderito ance quest’anno all’H-Open Week sulla salute della donna, promossa da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna, con il patrocinio di 22 Società scientifiche e la collaborazione di Federfarma.
In occasione della II Giornata Nazionale della Salute della Donna, la struttura sanitaria di Capua promuoverà fino a venerdì prossimo visite gratuite, esami strumentali, consulti ed eventi informativi a “misura di donna” per avvicinare ai servizi di prevenzione e alle cure delle principali patologie femminili.
Medici specialisti in Ginecologia e Ostetricia forniranno a titolo gratuito diverse prestazioni specialistiche presso la Clinica di proprietà della famiglia Sibillo, come da programma che segue:
Data
Dottore
Prestazione
Martedì 18 aprile mattina
Pierluigi Pozzuoli
Incontinenza Urinaria Visita
Martedì 18 aprile pomeriggio
Rosa di Meo
Menopausa - Consulenza
Mercoledì 19 aprile mattina
Abu SamraAdnan
Infertilità – Visita - Consulenza
Mercoledì 19 aprile pomeriggio
Nicola Ciarlo
Infertilità – Visita - Consulenza
Giovedì 20 aprile mattina
Giuseppe Forte
Incontinenza Urinaria Visita
Venerdì 21 aprile mattina
Michele Renzo
Incontinenza Urinaria Visita

Detentrice del Bollino Rosa, Villa Fiorita di Capua sarà tra i 155 ospedali che, a livello nazionale, parteciperanno attivamente ed accoglieranno le pazienti in occasione della seconda Giornata nazionale della salute della donna che si celebra sabato 22 aprile, organizzando anche presso la propria struttura la seconda edizione dell’ (H)Open Week con l’obiettivo di promuovere l’informazione e i servizi per la prevenzione e la cura delle principali patologie femminili. “La nostra Casa di Cura anche quest’anno ha voluto aderire all’iniziativa di respiro nazionale ed interamente dedicata all’universo femminile che rappresenta uno dei target principale cui si rivolge da sempre Villa Fiorita di Capua. I bisogni e le aspettative della Donna trovano qui da noi sempre uno spazio di ascolto e di realizzazione, di risoluzione delle problematiche grazie all’assistenza fornita dal nostro personale medico di altissimo livello. Anche i temi scelti e le tipologie di visite che offriremo gratuitamente fino a venerdì sono il chiaro segnale della nostra attenzione nei confronti del mondo femminile”, dichiara l’amministratrice di Villa Fiorita, Raffaella Sibillo.
“Troppo spesso noi donne rinunciamo a curarci”, testimonia l’On. Beatrice Lorenzin, Ministro della salute. “La nostra quotidianità, scandita dal lavoro e dalla cura dei figli e della famiglia, dall’assistenza a genitori e parenti anziani, è considerata da molti studi come fonte di logoramento fisico e psicologico, tant'è vero che se le donne vivono di più, trascorrono gli ultimi anni della loro vita in condizioni di salute peggiori rispetto agli uomini. Ritengo per questo sia fondamentale non solo occuparsi della salute femminile come valore in sé e come valore sociale, che riguarda tutti, ma agire concretamente. Con l’iniziativa ‘(H)Open Week’ le donne verranno sensibilizzate alla cura della propria salute. Inoltre, il 22 aprile, si terrà la II Giornata nazionale della salute della donna che rappresenta un momento di confronto tra scienziati ed esperti, associazioni e cittadini in merito alle principali malattie che colpiscono il genere femminile, le possibili cure e l’attività di prevenzione necessaria da svolgere.

La nostra salute è la salute delle famiglie e della società e la II Giornata nazionale della salute della donna è un buon momento per ricordarcelo e ricordarlo”.

DIVIETO DI APERTURA POMERIDIANA DEGLI ISTITUTI SUPERIORI CASERTANI PER LE ATTIVITÀ EXTRASCOLASTICHE

On. Camilla Sgambato
CASERTA - "La fase emergenziale che sta vivendo l'Ente Provincia non può e non deve in alcun modo ripercuotersi sugli oltre 56 mila studenti casertani, e sulle loro famiglie, che hanno diritto a terminare regolarmente l'anno scolastico in corso. Esiste un problema serio di fondi e va affrontato in maniera concreta per risolvere la drammatica situazione della Provincia, ma senza mai intaccare un servizio fondamentale in un territorio già mortificato e disagiato qual è Terra di Lavoro".A dichiararlo l'On. Camilla Sgambato (Pd) a seguito delle sollecitazioni avute da diversi Presidi e docenti preoccupati dalle conseguenze della circolare emanata ieri dall'Amministrazione Provinciale con cui si dispone il divieto di svolgere attività extradidattiche negli istituti superiori durante  il pomeriggio. "Credo sia necessario a questo punto un incontro istituzionale tra la Provincia, l'ufficio scolastico provinciale e l'ufficio scolastico regionale, che hanno già dato la loro disponibilità, per chiarire da subito i termini della questione ed evitare strumentalizzazioni da una parte e dall'altra su un tema che sta a cuore a tutti noi e che riguarda da vicino il destino dei nostri figli, oltre che la difesa del loro diritto allo studio. Conosco le difficoltà  in cui è costretta ad operare la Provincia di Caserta, che non riesce più ormai a portare avanti le proprie attività istituzionali, ed io per prima me ne sono fatta carico a livello parlamentare, ma comprendo anche i timori legittimi dei dirigenti , dei docenti, degli studenti e degli operatori scolastici tutti, sulle conseguenze che la drastica decisione assunta dalla Provincia potrà avere sul prosieguo dell'anno scolastico, a quanto pare in nessun modo in discussione. Deve essere, però, chiaro a tutti che le attività didattiche e, più in generale, scolastiche non possono e non devono subire alcun rallentamento o incontrare nessun ostacolo di sorta, altrimenti viene meno la centrale funzione educativa, di cui la scuola, come istituzione complessa, e' garante a tutti i livelli. Pertanto compito inderogabile di ogni rappresentante istituzionale, ad ogni livello, e' quello di promuovere le istanze di una terra che non ha certo bisogno di altri oltraggi", continua la parlamentare casertana che è la prima firmataria di una interpellanza urgente rivolta al Ministro dell'Interno sulla paralisi della Provincia di Caserta, con analoga interpellanza presentata al Senato dalla senatrice Rosaria Capacchione. "Le istituzioni locali, dall'Ente Provincia all'Ufficio Sdolastico della Campania, passando per il Provveditorato di Caserta, devono parlarsi e confrontarsi per trovare una strada ed una soluzione alla grave problematica e risorse mancanti che garantisca lo svolgimento dell'anno scolastico fino al prossimo giugno, e le prove degli esami di maturità fino a luglio, restituendo la doverosa tranquillità alla scuola casertana nei prossimi mesi.  Allo stesso modo, sulla base anche di quanto il Ministro Minniti risponderà in aula alla Camera venerdì prossimo alla mia interpellanza, dovrà individuarsi un percorso da compiere insieme che guardi già al prossimo anno scolastico, ad oggi a forte rischio. Faccio pertanto appello al senso di responsabilità delle parti in causa così da evitare contrapposizioni inutili che rischiano di compromettere ulteriormente una situazione già di per sè difficile ed ormai insostenibile", conclude Sgambato.