29 agosto 2015

La luce vince l'ombra. Gli Uffizi a Casal di Principe

CASAL DI PRINCIPE- Il senatore aversano Lucio Romano, accolto dal Sindaco Renato Natale, da una delegazione della giunta comunale, dall’associazione R_Rinascita e dal Capitano Michele Centola, Comandante della Compagnia Carabinieri, ha visitato la Mostra “La luce vince l'ombra. Gli Uffizi a Casal di Principe” dove sono esposti beni provenienti anche dalle collezioni del Museo di Capodimonte, della Reggia di Caserta e del Museo Campano di Capua.

1) COMMENTI SULLA MOSTRA

“La luce vince l'ombra. Gli Uffizi a Casal di Principe”. Una Mostra, allestita in un bene confiscato alla camorra, di rilevante significato culturale e non solo che sta riscuotendo grande successo con elevato numero di prenotazioni che richiedono  una proroga alla chiusura prevista per la fine di ottobre.
Una testimonianza di impegno che riconosce dignità e civiltà a un territorio rappresentato troppo spesso solo come terra di delinquenza e prevaricazioni.

“Gli Uffizi a Casal di Principe” sono il simbolo di un radicale cambiamento a cui collaborano gli “Ambasciatori della Rinascita”: ben 80 giovani che sono tra l’altro guide preziosissime e testimonial autentici per competenza e dedizione.

Con questa Mostra è iniziata una nuova storia, fondata su un rinnovato patto di responsabilità sociale, culturale e politica che recepisce nei fatti quel grido di allarme al “Fate Presto” lanciato anni fa da Roberto Ciuni sulla storica pagina de “Il Mattino”, reinterpretato poi da Andy Warhol con la famosa opera d’arte esposta oggi a Casal di Principe.

La Mostra, fortemente voluta dal sindaco Renato Natale a cui va il mio vivo apprezzamento, è la riprova concreta di come le amministrazioni locali possono promuovere, in dialogo e sinergica cooperazione tra le istituzioni, reale riscatto e sviluppo del territorio.”


2) LEGGE ART BONUS e FONDI EUROPEI

“Abbiamo una grande patrimonio artistico e culturale nel nostro territorio che non è solo degrado. Occorre investire in termini di tutela e valorizzazione. Adesso e dopo anni di attesa, finalmente con la legge Art Bonus si può usufruire, inoltre, dell’incentivo fiscale più forte d’Europa: agevolazioni del 65% per imprese e privati che vogliono investire in cultura.
La valorizzazione del nostro ingente patrimonio artistico richiede inevitabilmente l’apporto di risorse integrative anche da parte di privati, senza sostituire quelle pubbliche.
Sul fronte dei fondi europei 2014-2020, con il PON “Cultura e Sviluppo” la Commissione Europea ha approvato un programma da 490 milioni di euro per il patrimonio culturale,  destinato a 5 regioni del mezzogiorno, tra cui la Campania. Tra i primi attrattori culturali selezionati figurano il Museo Archeologico Nazionale di Napoli; la Certosa di Padula; le aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Stabia; la Reggia e Real Bosco di Capodimonte; il parco archeologico di Velia; la Reggia di Caserta e il Real Sito di Carditello.

È la prima volta che l’Unione Europea sostiene un programma nazionale dedicato al settore culturale, a conferma del suo ruolo fondamentale nelle politiche di sviluppo territoriale.”

Ritorna la Festa della Madonna della Libera a Piedimonte Matese


Chiesa di San Filippo

PIEDIMONTE MATESE- In occasione della Festa della Madonna della Libera, la Parrocchia di Ave Gratia Plena, in collaborazione con la Confraternita di Santa Maria della Libera, rifondata esattamente un anno fa, proporrà per l’inizio del prossimo mese di settembre un nutrito programma di appuntamenti a metà tra la tradizione e l’innovazione che si fonderanno felicemente per promuovere la realtà del Rione Vallata, rilanciando al contempo un momento molto caro alla religiosità del quartiere, che nell’ultimo decennio ha rischiato seriamente di perdersi in un ingiusto oblio: da una parte la plurisecolare devozione alla Vergine e dall’altra tante novità che in particolar modo andranno a rivoluzionare e rinnovare la parte civile dei festeggiamenti, proiettandola in una prospettiva del tutto inedita. Anzitutto, il 30 agosto si darà il via al tradizionale novenario presso la chiesa di San Filippo dinanzi all’immagine settecentesca della Madonna: a partire dalle ore 17,30 ci sarà la recita del Santo Rosario, della Coroncina e la celebrazione della Messa. Tale appuntamento si rinnoverà ogni sera fino al 7 settembre. Invece dal 2 al 4 settembre, presso il Santuario S.Maria Occorrevole sul Monte Muto, si avrà un Triduo per l’inizio delle attività pastorali che verrà tenuto al cospetto dell’immagine originale della Madonna della Libera, recuperata e restaurata nel 2013: alle ore 16,00 ed alle ore 20,00 di ciascuno dei tre giorni verranno dettati gli Esercizi spirituali per i fedeli da P.Franco Beneduce s.j. – rettore del Pontificio Seminario Interregionale Campano – cui sono invitati tutti i fedeli e particolarmente gli operatori pastorali (Catechisti, animatori della liturgia e della Caritas, Azione Cattolica, Apostolato della Preghiera, Comitati, Confraternite). Il 7 settembre, vigilia della Festa della Natività di Maria, dopo la Santa Messa presso il Santuario di Monte Muto, l’immagine antica della Madonna della Libera muoverà in pellegrinaggio verso valle, con una spettacolare fiaccolata che si concluderà presso la chiesa di San Filippo Neri, cuore dei festeggiamenti. In tale momento – circa le ore 20,30 – prenderà avvio “La Notte degli Angeli”, un percorso a tema angelico, che si svilupperà lungo l’asse principale di Via Annunziata, all’insegna di voci, profumi, sapori, fiori ed eventi che coinvolgerà non solo le principali realtà parrocchiali, associative, commerciali ed artigianali del territorio, ma gli stessi abitanti del rione, chiamati ad addobbare i propri balconi con una serie di allestimenti dove estro e creatività saranno i protagonisti assoluti. L’8 settembre, giorno della festa liturgicamente consacrato alla Natività di Maria, presso la chiesa di San Filippo verranno celebrate una serie di Sante Messe (ore 7,00-8,00-11,00), mentre alle 17,30 prenderà avvio la processione rionale che accompagnerà l’immagine originale della Madonna lungo le strade del quartiere, concludendosi con una Santa Messa, sempre in San Filippo. Alle ore 20,30 riprenderà il percorso espositivo de “La Notte degli Angeli”. Alle 21,30 infine presso l’attigua Piazzetta Trutta ci sarà lo spettacolo-testimonianza “Who is the man” fortemente voluto per favorire la partecipazione e la promozione delle realtà musicali giovanili del nostro territorio: una serie di band infatti si daranno il cambio sul palco per raccontare il tema de “l’umanità” a partire dal punto di vista specifico del proprio repertorio. Insomma, ce n’è per tutti i gusti: vale decisamente la pena allora di fare un salto in via Annunziata a Piedimonte Matese, durante queste giornate, per assaporare l’atmosfera di una festa antica che va a rinnovarsi all’insegna dell’originalità.
Pietro Rossi

Un percorso guidato tra Arte, Storia e Gusto alla Notte Bianca di Maiorano di Monte


Silvio Lavornia

DRAGONI - “La scoperta dei luoghi intatti dell’Alto Casertano: Maiorano di Monte (Dragoni)"-percorso guidato tra Arte, Storia e Gusto sarà la novità principale della Notte bianca dei sapori e delle tradizioni in programma per stasera a Maiorano di Monte, la caratteristica frazione di montagna dove per il quarto anno consecutivo l’amministrazione comunale retta dal sindaco e consigliere provinciale Silvio Lavornia ha voluto promuovere la manifestazione che animerà la borgata fino all’alba.  Un evento nell'evento con il convegno itinerante promosso insieme a Slow Food Volturno per far riscoprire ai partecipanti all'iniziativa alcuni siti storici presenti in loco, quali Casino De Magistris, Palazzo Caserta e Palazzo De Magistris che saranno aperti al pubblico per l'occasione, a cura dello storico locale Michele Grauso, e nel contempo per partecipare attivamente alla discussione sulle produzioni tipiche locali, sotto l'egida del fiduciario della condotta Volturno Mimmo Mastroianni e del consigliere nazionale di Slow Food Italia Nicola Sorbo, confrontandosi sul tema attuale delle opportunità per i giovani dalla nuova agricoltura con l’agronomo Vincenzo Coppola. L'enogastronomia e le eccellenti produzioni locali saranno ancora protagoniste grazie alla presenza degli stand espositivi della Rete d'Impresa dell'Alto Casertano, l'importante iniziativa promossa lo scorso anno dall'omonimo Gruppo di Azione Locale (Gal) con la messa in rete di oltre 30 produttori locali che saranno presenti alla Notte Bianca di Maiorano di Monte. Tante altre saranno ancora gli appuntamenti che animeranno la manifestazione dalla serata di oggi e fino a notte fonda, un evento patrocinato dalla Provincia di Caserta e dall'Ente Provinciale per il Turismo in Terra di Lavoro, che punta ad offrire un programma nutrito di attrazioni, tra le quali i prodotti tipici locali nel settore della gastronomia e dell’enologia, l’artigianato locale, la musica, la cultura e le tradizioni cittadine, insieme a balli e spettacoli vari.  "Siamo pronti ad accogliere tutti a braccia aperte nella nostra amena Maiorano di Monte - dichiara il sindaco Silvio Lavorniaper trascorrere insieme una serata ed una nottata in allegria. C'è grande attesa ed anche molto fermento nella popolazione locale che da giorni è impegnata e sta lavorando per preparare al meglio l'evento clou dell'estate dragonese. Non resta che venirci a trovare stasera per riscoprire insieme le nostre radici e riflettere in allegria sul nostro presente così da poter vivere meglio il nostro futuro, a partire da domani"
Pietro Rossi

Finanziato il primo intervento di efficientamento energetico e di produzione di energia da fonti rinnovabili a Caiazzo


Tommaso Sgueglia

CAIAZZO - Finanziato il primo dei tre interventi di efficientamento energetico e di produzione di energia da fonti rinnovabili a servizio di edifici comunali candidati  dall'amministrazione guidata dal sindaco Tommaso Sgueglia nell'ambito dell'avviso   del ministero dello Sviluppo Economico per incentivare iniziative tese al risparmio dei costi per l'energia elettrica. Ad ottenere per primo il via libera alla sua realizzazione con contributi statali a fondo perduto, é il progetto per la realizzazione di un impianto fotovoltaico da 30 kwp sulla scuola di Rione Garibaldi, cui dovrebbero seguire a breve le approvazioni dei rimanenti due progetti per l'efficientamento energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili a beneficio della scuola materna di via Valardo e della palestra ubicata all'interno dell'impianto sportivo polivalente  di via Astolfi. Nell'approvare l'intervento presentato dall'amministrazione Sgueglia, d'intesa con gli assessori alla Pubblica Istruzione Giovanni Mastroianni e all'Ambiente Arianna Ponsillo, il Mise ha concesso un finanziamento di ben 85 mila euro che saranno utilizzati per eseguire le opere di installazione è messa in opera dell'impianto costituito da pannelli fotovoltaici che verranno montati sulla copertura e sulle superficie piane dell'edificio scolastico di Rione Garibaldi, così da attirare e produrre energia solare da riutilizzare per gli usi interni e priori del plesso che sarà così maggiormente autonomo sotto l'aspetto della fornitura di energia elettrica. Ne deriveranno risparmi per le casse comunali ed un minore inquinamento atteso che l'impianto avrà un impatto ambientale pari a zero e consentirà alla struttura scolastica di essere all'avanguardia rispetto ai diversi plessi ubicato sul territorio caiatino ed anche dei comuni limitrofi.  "Il rispetto per l'ambiente rappresenta un principio irrinunciabile per la nostra amministrazione di Caiazzo Bene Comune - dichiara il sindaco Sgueglia - e l'avere ottenuto un finanziamento per un'opera così importante, ci consentirà di raggiungere anche un secondo obiettivo fondamentale per la buona gestione del Comune che ci siano prefissi come obiettivo sin dalla nascita dell'attuale compagine dichiararmi cittadino, ovvero il contenimento dei costi di funzionamento è di mantenimento della scuola elementare più importante e grande che abbiamo sul nostro territorio. Da un lato l'edificio sfrutterà energia solare e sarà sempre più autonoma sotto il profilo dell'elettricità, dall'altro il comune risparmierà sui costi di fornitura della stessa energia elettrica". 
Pietro Rossi