24 gennaio 2023

La Confederazione Imprese Italia incontra l’Onorevole Alberto Gusmeroli: “Made in Italy da tutelare e valorizzare”

ROMA - Il 19 gennaio 2023, la Confederazione Imprese Italia ha incontrato, presso la Camera dei Deputati, l’Onorevole Alberto Gusmeroli, Presidente della X Commissione Attività produttive, Commercio e Turismo, per analizzare e dibattere sui lavori di un’indagine parlamentare conoscitiva dedicata al “Made in Italy” e per la presentazione di nuove idee per l’export innovativo delle PMI italiane. La Confederazione Imprese Italia è un’Associazione di categoria Nazionale datoriale fondata da un gruppo di imprenditori italiani con il compito di tutelare gli imprenditori in ambito sindacale, economico-finanziario, tecnologico e ambientale, assicurando la rappresentanza nei confronti delle organizzazioni dei lavoratori, delle Autorità politico-amministrative, Enti ed Associazioni. Per la Confederazione Imprese Italia le PMI costituiscono il motore principale dello sviluppo economico italiano, fornendo gli strumenti necessari per essere competitivi sul mercato nazionale e internazionale. Hanno partecipato all’incontro Biagio Cefalo, Presidente della Confederazione Imprese Italia, Carlos Sorrentino, Segretario Generale della Confederazione Imprese Italia, Domenico Letizia, giornalista e Resp. dell’Ufficio Stampa e Pierluigi Testa, esperto di relazioni internazionali. Durante i lavori a Montecitorio, la Confederazione Imprese Italia ha consegnato al Presidente Gusmeroli il primo Quaderno 2023 della Confederazione dedicato alla promozione delle imprese all’estero. Le tematiche affrontate hanno vagliato le esigenze concrete delle piccole e medie imprese in rapporto all’export e alle nuove modalità dell’internazionalizzazione. Particolare attenzione è stata posta al ruolo della Diplomazia economica, con la presentazione di alcune idee della Confederazione per la promozione delle eccellenze italiane attraverso i Consolati e le Ambasciate all’estero. Per i rappresentanti della Confederazione Imprese Italia anche i Paesi esteri attenzionati per le attività commerciali devono essere analizzati con attenzione, per consentire alle imprese di svolgere delle attività all’interno di contesti democratici, rispettosi dei diritti umani, dei lavoratori e della sostenibilità ambientale. Il segretario generale Carlos Sorrentino e il Presidente Biagio Cefalo hanno sottolineato la necessità di rivedere le politiche di finanziamento e promozione all’estero per le piccole imprese, con una particolare attenzione da dedicare alle imprese e alle realtà innovative del Meridione. Il giornalista Domenico Letizia e l’esperto di relazioni internazionali Pierluigi Testa hanno presentato al presidente Gusmeroli le enormi difficoltà in tema di digitalizzazione, premendo sull’importanza di nuovi investimenti nella connettività a banda ultra larga da sviluppare nelle regioni del Mezzogiorno, per rilanciare quegli strumenti essenziali per digitalizzare tutte le aree interne del Paese e le isole minori e rilanciare le opportunità digitali dell’export. Infine, la Confederazione Imprese Italia organizzerà un evento/incontro con gli imprenditori della Campania che potranno discutere con il Presidente Alberto Gusmeroli che, con piacere, ha accettato l’invito a conoscere la realtà imprenditoriale di tale regione.

Pietro Rossi

21 gennaio 2023

IL GAL AVVIA IL PROCESSO DI ELABORAZIONE DI UNA STRATEGIA CONDIVISA TRA GLI ATTORI, GLI OPERATORI ED I PARTNER DELL’AREA LEADER DELL’ALTO CASERTANO.

PIEDIMONTE MATESE - Parte il ciclo di incontri itineranti di animazione promosso dal GAL Alto Casertano per costruire insieme e dal basso la nuova strategia di sviluppo locale.  Nell’ambito delle azioni di tipo partecipativo, lunedì 23, con inizio alle ore 18,00, il Gruppo di Azione Locale si confronterà, nella sala consiliare della Comunità Montana Zona del Matese, con i sindaci e gli amministratori dei 17 comuni, con il presidente ed i rappresentanti del Parco Regionale del Matese e con i vertici dell’Ente Montano di via Sepicciano. 

Sarà proprio il presidente della Comunità Montana e sindaco di Sant’Angelo d’Alife, Michele Caporaso, ad aprire, con i saluti istituzionali, l’incontro organizzato da Resource Consulting&Business Advice, ed introdotto dal coordinatore del GAL Alto Casertano, Pietro Andrea Cappella, mentre la presentazione degli asset strategici sarà curata dallo staff del GAL con l’assistenza della struttura tecnica del Dipartimento DEMM dell’Università degli Studi del Sannio di Benevento. Le conclusioni, dopo i vari interventi che arriveranno dai sindaci, dai presidenti e dagli amministratori locali presenti in sala, saranno affidate a Manuel Lombardi, presidente del Gruppo di Azione Locale Alto Casertano.  Ascolto delle esigenze del territorio, confronto con gli attori istituzionali, analisi dei punti di forza e di debolezza, individuazione delle linee di sviluppo e rilancio dell’area interna del Matese: sono questi i temi al centro degli incontri di animazione che, da qui al prossimo mese di marzo, terremo nell’Alto Casertano per costruire insieme e dal basso la nuova strategia di sviluppo locale, confrontandoci con sindaci, amministratori locali, rappresentanti delle diverse categorie datoriali e produttive, esponenti del mondo delle associazioni, e stakeholders vari”, spiegano Lombardi e Cappella. Una elaborazione secondo il criterio del “bottom up”, come avvenuto con successo anche in passato, per coinvolgere e rendere partecipe il territorio nelle nuove sfide dell’innovazione e della resilienza che attendono le Macroaree rurali C e D ubicate a nord di Terra di Lavoro, sulla scorta anche dell’esperienza maturata in 30 anni di attività sul campo e dei tanti risultati conseguiti.

 

Pietro Rossi

19 gennaio 2023

PASQUALE RUSSO ELETTO PRESIDENTE DI CONFCOMMERCIO CAMPANIA.

CASERTA - Eletto il nuovo presidente di Confcommercio Campania. È Pasquale Russo (nella foto), già direttore generale dell’associazione, segretario generale di Conftrasporto nazionale, vicepresidente di Fai service, la più grande cooperativa in Italia di servizi per l’autotrasporto con oltre 600 milioni di fatturato e imprenditore nel settore dei servizi professionali alle imprese. Dopo sei anni di conclude il commissariamento di Confcommercio Campania e si riprende il cammino della più grande associazione che raccoglie migliaia di imprese nei settori del commercio, della logistica, della sanità, del turismo, del terziario avanzato. “Una sfida importante quella che abbiamo davanti a noi dopo quella già vinta in questi anni di rimettere in sesto i conti e soprattutto di ampliare la base del nostro sistema che oggi in tutta la regione raccoglie le migliori energie dell’imprenditoria campana. 

Oggi tocca a noi unire le grandi tradizioni di Confcommercio - Imprese per l’Italia con le sfide dell’innovazione. I distretti del commercio, le piattaforme online, le nuove frontiere della logistica, il futuro degli interporti e del settore navale, la sanità privata; poi il turismo, i balneari e i pubblici esercizi con le opportunità che possono derivare anche da una buona movida in una città che oltretutto vede aumentare la presenza di turisti e che necessità di una offerta ampia, differenziata e di alta qualità. Queste e altre le questioni oggi sul tavolo che intendiamo proseguire a rappresentare tra le imprese e con le istituzioni con le quali abbiamo un rapporto franco e leale ma alle quali dobbiamo chiedere di più per consentirci di modernizzare il sistema delle imprese campane”. Completano il consiglio regionale Vincenzo Mosella (settore commercio), Costanzo Iaccarino (presidente di Federalberghi Campania), Pasquale Legora De Feo (presidente di Conftrasporto Campania), Luigi Muto (presidente di Federsalute Campania), Georgia Forte, Marco Spina.

Pietro Rossi

 

18 gennaio 2023

CONVEGNO DI STUDIO SUGLI ASPETTI LEGALI, SOCIALI, PSICOLOGICI ED EDUCATIVI DELLE RELAZIONI VIOLENTE SULLE DONNE.

PIEDIMONTE MATESE - Non solo il 25 novembre ma ogni giorno è il giorno giusto per dire no alla violenza sulle donne. E’ per questo che l’Ambito Territoriale Sociale C4 con il presidente dott. Emilio Iannotta ed il Comitato per le Pari Opportunità del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere guidato dalla presidente avv. Olimpia Rubino hanno organizzato un convegno sul tema della violenza di genere che si terrà sabato 21 gennaio con inizio alle ore 10,30 al Museo civico “Raffaele Marrocco” MUCIRAMA di Piedimonte Matese. L’evento vanta il patrocinio morale della Regione Campania, del Comune di Piedimonte Matese, della Comunità Montana del Matese, del Parco Regionale del Matese, del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere e della Diocesi Alife- Caiazzo. Esperti dei vari settori analizzeranno gli aspetti legali, sociali, psicologici ed educativi delle relazioni violente e delle loro ripercussioni sui soggetti più deboli cioè i bambini. Il convegno, che negli intenti degli organizzatori intende valorizzare l’educazione sentimentale, l’ascolto e la formazione degli operatori sociali quali strumenti essenziali di prevenzione, vedrà la partecipazione delle locali Autorità civili, del mondo dell’Associazionismo e degli Istituti Scolastici presenti sul territorio.  Inoltre vi è grande attesa per l’intervento di Sua Eccellenza Mons. Giacomo Cirulli, Vescovo delle Diocesi di Teano-Calvi ed Alife-Caiazzo. Al termine del convegno verrà installata una panchina rossa, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, per sensibilizzare la collettività- attraverso un segno tangibile ed imperituro- ad una tematica di grande attualità, affinchè la cultura della parità e del rispetto dei diritti civili si diffonda, anche alle giovani generazioni, divenendo sempre più parte integrante e consolidata del comune sentire e del modus vivendi dei cittadini matesini.

Pietro Rossi

 

17 gennaio 2023

IL DOTT. STEFANO ITALIANO NOMINATO COMMISSARIO PREFETTIZIO A MONTEFALCONE NEL SANNIO.

ISERNIA - Prosegue il novo percorso professionale del Viceprefetto Dott. Stefano Italiano, nostro conterraneo in terra sannita, come aveva promesso fin dal suo insediamento presso la Prefettura di Isernia. Il Prefetto di Campobasso, con decreto odierno, ha nominato il viceprefetto Stefano Italiano (nella foto), in servizio presso la Prefettura-Ufficio territoriale del Governo di Isernia, Commissario per la provvisoria amministrazione del Comune di Montefalcone nel Sannio. Ciò in conseguenza della sentenza del T.A.R Molise n. 2/2023 con cui è stata disposta la correzione del risultato elettorale delle consultazioni per l’elezione diretta del sindaco e del Consiglio Comunale tenutesi il 12 giugno 2022 e stabilito, in applicazione dell’art. 71, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000, che nel Comune predetto dovrà procedersi ad un turno di ballottaggio fra i due candidati alla carica di sindaco. Il Prefetto di Campobasso, vista la carenza di Dirigenti nell'Ufficio di Governo del capoluogo ha pensato ad una disponibilità di Isernia e quindi previa intesa tra i due Prefetti molisani, è stato concordato il nominativo del Dott. Stefano Italiano per l'incarico di Commissario Prefettizio di Montefalcone, paese di circa 1.500 abitanti, nella zona trignina, in provincia di Campobasso. “Ho risposto all'interpello per senso istituzionale, ha commentato il Dott. Stefano Italiano, nonostante i gravosi impegni che già affronto sia in Prefettura che a Belmonte del Sannio, dove pure sono Commissario, per la precisione Commissario straordinario appena nominato con Decreto del Presidente della Repubblica datato 9 gennaio.”

Pietro Rossi

 

11 gennaio 2023

RIPRESE LE ATTIVITA’ DELL’AZIONE CATTOLICA DOPO LE FESTIVITA’ NATALIZIE

PIEDIMONTE MATESE – Con il primo incontro del 2023, tenutosi nella sala del Centro “Piergiorgio Frassati sono riprese le attività dell’Azione Cattolica parrocchiale di Ave Gratia Plena dopo la pausa natalizia. Obiettivo della Prima Tappa del programma formativo proposto agli adulti, ha commentato i partecipanti, è stato quello di comprendere che l’urgenza dell’annuncio non ci permette di rimanere fermi nelle nostre abitudini, nella nostra confort-zone. 

Ma ci chiede di metterci in gioco, di attivarci per portare a tutti l’annuncio del Vangelo. Viviamo tempi strani in cui, abbiamo imparato a diffidare di chi ci promette buone cose, in modo facile, senza fatica. In questo contesto, la parola «evangelizzare» può far pensare e, in qualche modo, metterci un po’ a disagio. Spesso, infatti, siamo in difficoltà nel proporre la nostra fede a qualcun altro. Non vogliamo dare l’impressione d’imporre le nostre idee o cercare di convincere gli altri soprattutto quando si tratta di un tema così intimo come la fiducia in Dio. Eppure tutti siamo chiamati ad essere evangelizzatori, testimoni, con passione ed entusiasmo, del nostro essere cristiani: in tutti i luoghi che frequentiamo, con tutte le persone che incontriamo.
Per evangelizzare, infatti, non ci sono limiti: casa, strada, luogo di lavoro, autobus, bar…ogni luogo è quello giusto, ogni relazione chiede ragione della nostra fede. Non si è, infatti, testimoni del Signore in teoria, è, piuttosto, una questione di “fatti” che si realizzano, di incontri che accadono, di parole che ricordano, grazie allo Spirito, la Parola.

Pietro Rossi

09 gennaio 2023

AL VIA I SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA.

PIEDIMONTE MATESE - Ripartono i servizi educativi per la prima infanzia (da 0 a 36 mesi) nell’Ambito Sociale C04, a darne notizia è stato l’Assessore di Piedimonte Matese con delega ai Servizi Sociali Dott. Emilio Iannotta (nella foto). Nelle mie funzioni professionali, sindacali e amministrative, ha commentato il l’Assessore Iannotta, ho più volte posto l'accento sullo spopolamento e sulla denatalità nei nostri comuni. Basti pensare, ad esempio, che nel 2022 nascevano a Piedimonte Matese 122 bambini. Nel 2021 solo 57. Meno della metà. Nei comuni montani del nostro territorio la situazione è ancora peggiore. Basti pensare che a Ciorlano, Gallo Matese, Letino e Valle Agricola nel 2021 non è nato nessun bambino. L'indice di natalità è certamente il miglior indice per valutare vitalità, fiducia, situazione socio-economica e lavorativa delle giovani coppie. Da quando ho assunto la Presidenza dell'Ambito Territoriale C04 uno degli obiettivi principali che mi sono posto è stato quello di affiancare le giovani coppie con strutture e servizi destinati alla prima infanzia. Sono, pertanto, lieto di comunicare che grazie all'incessante e proficuo lavoro del Coordinatore dott. Antonio La Vecchia e di tutti i componenti dell'Ufficio di Piano Ripartono i servizi educativi per la prima infanzia a titolarità dell’Ambito C04. Dopo un lungo periodo di inattività - dovuto da un lato alla brusca interruzione dei servizi per fatti legati alla gestione dei consorzi affidatari e dall’altro al lungo fermo determinato dalla chiusura di tutte le scuole e dei servizi educativi per la prima infanzia, per fronteggiare l'insorgere e il dilagare dell'emergenza Covid19 - oggi riprendono le attività. Attraverso i fondi messi a disposizione dal Programma Nazionale per i Servizi di cura all’infanzia, continua l’Assessore Iannotta, l’Ambito Sociale C04 può finalmente far riprendere a pieno regime questo fondamentale segmento di servizi, specificatamente destinano alla primissima infanzia e alla famiglie dei piccoli utenti allo scopo di contribuire in modo significativo alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle giovani coppie. I servizi attivati dall’Ambito sono di due tipi: servizio ludoteche e servizio nodi/micronidi.

SERVIZIO LUDOTECHE. Si tratta di un'opportunità formativa da intendersi come servizio socio-educativo integrativo aggregato alle attuali strutture delle scuole comunali dell'infanzia. Per tale servizio, l’Ambito dispone di due strutture:

-        Ludoteca per la prima infanzia “Lo Scoiattolo” ubicata nel Comune di Ailano;

-        Ludoteca per la prima infanzia "Il Cervo" ubicata nel Comune di Baia Latina.

Ognuna delle due strutture può ospitare un massimo di 13 bambini, residenti in uno dei Comuni facenti parte dell’Ambito C04, con età compresa tra 18 e 36 mesi. Le Ludoteche saranno aperte dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 12:30. Il servizio è stato affidato a cooperativa specializzata nel settore che in questi giorni sta ultimando la presa in carico del servizio e predisponendo tutto il materiale per l’avvio, previsto per la prossima settimana.

SERVIZIO NIDO/MICRONIDO. Si tratta di un servizio educativo e sociale per bambini e bambine di età compresa tra zero e tre anni che prevede, altresì, la mensa ed il riposo pomeridiano dei piccoli. Il servizio garantisce l'accoglienza e la cura del bambino rispondendo alle sue esigenze primarie e ne favorisce la socializzazione, l'educazione, lo sviluppo armonico, |'acquisizione dell’autonomia, attraverso il gioco, le attività laboratoriali manuali, espressive e di prima alfabetizzazione. Il servizio sarà erogato presso tre strutture:

-        Micro nido "Paterno" ubicato nel Comune di Piedimonte Matese;

-        Micro nido "II Pulcino" ubicato nel Comune di Pietramelara;

-        Micro nido "Il Criceto" ubicato nel Comune di Castel di Sasso.

Ognuna delle tre strutture può ospitare un massimo di 7 bambini, residenti in uno dei Comuni facenti parte dell’Ambito C04, con età compresa tra 0 e 36 mesi. I micronidi saranno aperti per otto ore al giorno, dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle ore 16:00. Il servizio è in fase di affidamento a cooperativa specializzata nel settore, a seguito del quale si predisporrà l’immediata presa in carico e l’avvio delle attività. A breve, ha concluso Iannotta, saranno programmati incontri di animazione territoriali con le famiglie interessate.

Pietro Rossi

03 gennaio 2023

CENA SOLIDALE DELLE ASSOCIAZIONI DEL TERZO SETTORE

PIEDIMONTE MATESE  - Ha avuto luogo, nella serata di  venerdì 30 dicembre,  presso la sala del Cotton Club, gentilmente messa a disposizione dalla Direzione, una cena solidale promossa di concerto dal’’Ass. Cult. “Francesco Della Ratta “The New Cambridge School of English, presieduta dalla prof.ssa Giovanna Giordano,  e dall’Assessore alle Politiche Sociali di Piedimonte Matese dott. Emilio Iannotta, in collaborazione con le tre Parrocchie  di Piedimonte Matese, il Consultorio Materno Infantile, il Centro di Ascolto del Consultorio della Diocesi, il Servizio Sociale Professionale, l’assistente sociale comunale delegata ai PUC dei percettori del RdC, l’Associazione Combattenti e Reduci, l’associazione Terza Età e le Associazioni del terzo settore. Realtà tutte accomunate dalla conoscenza di famiglie e singoli che vivono in situazione di carenza di lavoro stabile, forte disagio socio-economico, handicap, solitudine, con l’obiettivo di fare loro dono di una serata di svago, convivialità, amicizia.

Insieme-  dichiarano i promotori- abbiamo condiviso l'idea  di organizzare una cena-festa conviviale, in autogestione, destinata  alle Associazioni del Terzo Settore, a quanti si adoperano in maniera istituzionale o volontaria per favorire solidarietà e integrazione, a quanti, conosciuti alle Parrocchie e ai corpi intermedi della società, potevano giovarsi di una serata in amicizia, festa e coesione, a quanti si adoperano per il bene comune”.

All’evento hanno partecipato un centinaio di persone e cittadini di varia provenienza con rappresentanza di tutti i quattro continenti. Toccante la testimonianza di una cittadina ucraina che, con toccanti melodie, ha ringraziato l’Altissimo e la cittadinanza di Piedimonte Matese per l’accoglienza e l’ospitalità. Grazie alla generosa disponibilità di alcune volontarie parrocchiali, che hanno inventiva e capacità da vendere quando si tratta di preparare manicaretti delle nostre tradizioni, è stata allestita una gustosa cena accompagnata da vini rossi del territorio. La serata, che è stata allietata dagli arrangiamenti e dalle canzoni di Guido Riselli e dei suoi amici, si è svolta nel segno della Pace, della Solidarietà e della Comunità, di cui devono essere esempio, innanzitutto, le persone che hanno ruoli di responsabilità, le migliori energie e le migliori competenze della Città. Il piacevole clima di condivisione, collaborazione ed amicizia, che ha caratterizzato tutta la serata, lascia ben sperare in altre similari iniziative, parimenti improntate alla fratellanza e alla solidarietà.

Pietro Rossi

26 dicembre 2022

UN NATALE IN

PIEDIMONTE MATESE - Un Natale veramente particolare quello vissuto dal Parroco dell’Ave Gratia Plena Don Armando Visone e un gruppo di volontari (Caritas, Azione Cattolica, Boy Scout, Associazione Un Mondo Migliore, ecc.) che hanno deciso di passare il Santo Natale in un modo diverso accogliendo alcune persone “sole” ispirati dal messaggio di Papa Francesco

Lo spirito di solidarietà, che ogni cristiano e chiamato a testimoniare nella concretezza della vita quotidiana, costituisce un lievito di speranza”. L’idea a cui si sono ispirati il Parroco e i suoi volontari in questo Natale è stato quello di una “Chiesa-casa”, praticamente una Chiesa che assomigli anche ad una casa, accogliente ed inclusiva. Cammino, ascolto, accoglienza, ospitalità, servizio, casa, relazioni, accompagnamento, prossimità, condivisione: sono state le parole-chiave che sono emerse dalle riflessioni durante i cantieri/laboratori del Sinodo

 sulla traccia dell’ospitalità e la casa nelle parrocchie della nostra città e nell’intera Diocesi di Alife-Caiazzo. Ecco perché si è voluto creare nella parrocchia di Ave Gratia Plena una casa dove Gesù vive e fa vivere l’esperienza dell’ascolto, dell’amicizia, della vicinanza tra persone sole. L’evento, a cui hanno partecipato anche delle persone provenienti da altre nazioni, (Africa, Asia, America e Europa ) con varie religioni di appartenenza, 

ha raggiunto il suo apice di commozione nel momento della preghiera comunitaria, ogni partecipante si è pronunciato nella sua lingua, le due persone di religione mussulmana hanno recitato un versetto del Corano. E’ stata veramente una bella esperienza, un Natale INclusivo, INternazionale, INsieme, INterraziale, IN gioia, IN pace, è stato un “NATALE ..... IN”.

Pietro Rossi

30 novembre 2022

CONVEGNO SULLE OPPORTUNITA’ OFFERTE DAL PARCO DEL MATESE.

PIEDIMONTE MATESE - Sabato 3 dicembre, presso la sala convegni del Parco regionale del Matese in San Potito Sannitico, si terrà il convegno dibattito dal titolo "Un parco di opportunità", promosso dall'Ente Parco in collaborazione con Ardea onlus e Circolo del Matese di Legambiente. Si parlerà di ambiente e biodiversità, di educazione ambientale e di progetti di didattica ambientale in ambiente naturale, nella Giornata dedicata alle persone con disabilità, con esempi concreti attuati anche sul Matese. Si parlerà, in particolare, di progetti svolti, progetti in corso e possibili iniziative future. Opportunità per il territorio e non solo, che sono state colte, qualche volta sono andate perse e qualche volta hanno generato ulteriori possibilità che, come un virtuoso effetto domino, hanno mosso tessere lontane ma collegate che sembravano irraggiungibili. Nello specifico si parlerà del Progetto Migrandata nato sul Matese ed ora in corso sul Cervati. Cercheremo di capire se e come sia possibile tornare sul lago ai piedi del Miletto per monitorare i migratori. Si parlerà del progetto in corso presso il Parco Regionale del Matese che monitora attraverso le fototrappola i mammiferi del parco e come si sia arricchito di ulteriori meriti attraverso l’inclusione. Parleremo di specie che necessitano di essere studiate e di come questo possa rappresentare un’opportunità per il territorio e chi lo vive. Interverranno Rosario Balestrieri e Giovanni Capobianco per Ardea. Saluti introduttivi di Francesco Imperadore, sindaco di San Potito Sannitico, Gaetana Musto, presidente Circolo Legambiente Matese. Conclude i lavori Vincenzo Girfatti, presidente Parco regionale del Matese. Coordina i lavori del convegno Gianfrancesco D'Andrea.

Pietro Rossi

24 novembre 2022

INCONTRO FORMATIVO PER GLI OPERATORI CARITAS AD ALIFE.

ALIFE – Ieri sera, nei saloni adiacenti la Cattedrale di Alife si è svolto il primo incontro formativo organizzato dalla Caritas Diocesana di Alife-Caiazzo per gli operatori parrocchiali delle foranie di Piedimonte Matese ed Alife. Il Direttore della Caritas Diocesana Paolo Carlone ed il suo Vice Raffaele Fazzone, hanno ampiamente illustrato il cammino formativo che sarà attuato per tutti i volontari con appuntamenti mensili. 

Dopo la pandemia e gli sviluppi che ci sono stati nella nostra Diocesi, ha ricordato il Direttore Diocesano della Caritas Paolo Carlone, gli operatori della carità hanno sentito la necessità di ritrovarsi tutti insieme per percorrere un cammino formativo che porti ad una Caritas che dopo la pandemia sta cercando una nuova strada. Papa Francesco ci ricorda che  tre sono le vie da percorrerle con gioia, partire dagli ultimi, custodire lo stile del Vangelo e sviluppare la creatività. Con questo messaggio il Santo Padre ci invita sempre ad essere “pacificatori”, “operatori di pace” per garantire insieme valori quali la pace, la giustizia, la libertà, la solidarietà, la riconciliazione. 

Una comunità cristiana, ha concluso Paolo Carlone, senza la realtà dei poveri non è una comunità secondo il Vangelo. I poveri vanno ascoltati non come persone esterne magari da consultare come sondaggio per vedere che cosa pensano della Chiesa, o forse della Caritas, ma come fratelli e sorelle che con noi, per usare una espressione cara a Papa Francesco, sono sulla stessa barca della vita. Altrimenti sarebbero solo strumentalizzati per i nostri sondaggi, le nostre ricerche, pure utilissime, il nostro desiderio di vedere se e quanto siamo bravi.

Pietro Rossi

 

22 novembre 2022

IL LABORATORIO TEATRALE PARROCCHIALE A.G.P. DEBUTTA CON “IO TI ASPETTERO’ ”

PIEDIMONTE MATESE - In occasione della X edizione dei Mercatini di Natale al Quartiere Vallata di Piedimonte Matese, sabato 26 e domenica 27 Novembre, i partecipanti al Laboratorio Teatrale Parrocchiale metteranno in scena 

San Venanzio
Francesco Lutri
Io ti aspetterò – alla ricerca di San Venanzio”piccola pièce nata da un’idea di Francesco Lutri, con l'intento di raccontare una storia che ha un inizio e una fine e di rendere il pubblico non distaccato, ma partecipe agli eventi come se fosse esso stesso un protagonista. Nonostante la storia drammatica, il tono dei dialoghi e le azioni sono di per sé veloci, serrati, moderni, allegri e ritmici, senza artifici  “teologici o ideologismi” particolari, in pratica una “commedia” con la partecipazione di Francesco Lutri, Gianluca Sorrentino, Netta Antonucci, Gino Palumbo, Domenico Cerchia, Gino Macaro, Pietro Rossi, Fabrizio Sabino e Lucia De Luca.

Pietro Rossi

XII edizione della Mostra Mercato Tartufo del Matese a San Potito Sannitico.

SAN POTITO SANNITICO - L’Associazione dei Tartufai del Matese (A.Ta.Mat.), sodalizio riconosciuto dalla Regione Campania quale Associazione di tartufai ai sensi della Legge Regionale in materia di Tartufo, organizza per  il giorno 27 NOVEMBRE p.v., in San Potito Sannitico (CE), la XII Edizione della “Mostra Mercato del Tartufo del Matese”. 

Il nostro Matese, ha ribadito Domenico Maria PITO’ (nella Foto) Presidente  dell’Associazione dei Tartufai del Matese (A.Ta.Mat.), mediante l’Ente Parco Regionale è affiliato alla A.N.C.T. e, pertanto, in dovere e con estremo piacere, desideriamo comunicare la ripresa dell’evento. In particolare vogliamo porre alla vostra evidenza l’organizzazione di un evento nell’evento, rappresentato dal “1°Concorso del Tartufo del Matese”, da tenersi nel mattino della giornata del 27 novembre presso l’Auditorium del Comune di San Potito Sannitico.

In questa occasione saranno valutati i migliori tartufi raccolti dai Tartufai, rigorosamente nel territorio del Matese, facendo concorrere le specie presenti nella stagione in corso: Tuber mesentericum, Tuber aestivum var. uncinatum e Tuber magnatum. Il Concorso sarà gestito e condotto dal “Panel Tartufo” della Regione Campania, costituitosi nell’anno in corso e rappresentato da Giudici Qualificati per l’Analisi Sensoriale del Tartufo. Ciò al fine di dare un senso ancor più profondo alla Cultura del Tartufo che ha raggiunto l’acme con il riconoscimento della “Cultura della Cerca e Cavatura del Tartufo in Italia”, quale Patrimonio immateriale dell’Umanità_UNESCO.

Pietro Rossi

20 novembre 2022

LA FARMACIA PACELLA DONA UN DEFIBRILLATORE AL SANTUARIO DI AVE GRATIA PLENA.

PIEDIMONTE MATESE – Dopo l’incidente di alcune settimane fa a Manuela, giovane mamma, che durante la messa  delle 10,00 si era sentita male, e fu prontamente soccorsa da Giovanna una operatrice specializzata in manovre di primo soccorso, la Parrocchia  di Ave Gratia Plena di Piedimonte Matese ha ricevuto in dono dalla Farmacia Pacella del Dott. Michele Iannitti, proprio durante la Messa delle 10,00 di questa mattina, un Defibrillatore di cui sarà dotata la Chiesa per le emergenze. 

E’ stata una domenica veramente intensa quella vissuta dalla Comunità Parrocchiale di Ave Gratias Plena di Piedimonte Matese, come ha testimoniato dall’altare anche il Parroco Don Armando Visone, vissuta grazie anche all’intervento dei volontari dell’Associazione l’Albero della Vita, che dopo la Messa, su invito del Parroco, hanno fatto nelle sale del Circolo “Frassati” una dimostrazione sulle manovre di primo soccorso. 

Scopo dell' Albero della Vita, ha ribadito Salvatore Vigliucci, è diffondere l' importanza e la conoscenza di tali manovre attraverso iniziative volte a specifiche forme di informazione e formazione affinché tutti opportunamente addestrati a praticare le manovre di disostruzione e rianimazione possano intervenire per salvare una vita e gioire per averlo fatto. 

In Italia ogni anno vengono colpite da arresto cardiaco più di 60mila persone l’anno circa 164 ogni giorno con percentuali di sopravvivenza vicino allo zero senza un intervento immediato. Grazie alle nuove leggi e all’informazione si sente sempre più spesso parlare di BLS-D ma in cosa consiste effettivamente questo brevetto e perché è importante? Per BLS-D si intende Basic Life Support and Defibrillation ovvero il supporto di base alle funzioni vitali e la defibrillazione, questa tecnica di primo soccorso comprende la rianimazione cardio-polmonare RCP ed altre manovre a supporto delle funzioni vitali. 

Con le manovre BLS le possibilità di sopravvivenza di una vittima aumentano di tre volte ed è proprio questo lo scopo principale del corso che proponiamo, diffondere la cultura del primo soccorso a tutta la comunità, insegnando alcune semplici manovre di rianimazione che possono essere decisive per salvare una vita umana.

 

Pietro Rossi

18 novembre 2022

Convegno contro la violenza sulle donne a Piedimonte Matese

PIEDIMONTE MATESE - Non solo il 25 novembre ma ogni giorno è il giorno giusto per dire no alla violenza sulle donne. E’ per questo che l’Ambito Territoriale Sociale C4 con il presidente dott. Emilio Iannotta ed il Comitato per le Pari Opportunità del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere guidato dalla presidente avv. Olimpia Rubino hanno organizzato un convegno sul tema della violenza di genere che si terrà sabato 19 novembre con inizio alle ore 10,30 al Museo civico “Raffaele Marrocco” MUCIRAMA di Piedimonte Matese. L’evento vanta il patrocinio morale della Regione Campania, del Comune di Piedimonte Matese, della Comunità Montana del Matese, del Parco Regionale del Matese, del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere e della Diocesi Alife- Caiazzo. Esperti dei vari settori analizzeranno gli aspetti legali, sociali, psicologici ed educativi delle relazioni violente e delle loro ripercussioni sui soggetti più deboli cioè i bambini. Il convegno, che negli intenti degli organizzatori intende valorizzare l’educazione sentimentale, l’ascolto e la formazione degli operatori sociali quali strumenti essenziali di prevenzione, vedrà la partecipazione delle locali Autorità civili, del mondo dell’Associazionismo e degli Istituti Scolastici presenti sul territorio. Inoltre vi è grande attesa per l’intervento di Sua Eccellenza Mons. Giacomo Cirulli, Vescovo delle Diocesi di Teano-Calvi ed Alife-Caiazzo. Al termine del convegno verrà installata una panchina rossa, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, per sensibilizzare la collettività- attraverso un segno tangibile ed imperituro- ad una tematica di grande attualità, affinchè la cultura della parità e del rispetto dei diritti civili si diffonda, anche alle giovani generazioni, divenendo sempre più parte integrante e consolidata del comune sentire e del modus vivendi dei cittadini matesini.

Pietro Rossi

 

LA CORTE DI CASSAZIONE DICHIARA INAMMISSIBILE IL RICORSO DI DE CRISTOFARO PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI ARCHITETTI PPC DI CASERTA.

CASERTA - La vittoria della lista Architetti Uniti capeggiata da Raffaele Cecoro alle elezioni per il nuovo Consiglio dell’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Caserta è regolare ed è avvenuta nel pieno rispetto delle regole. A certificarlo la Corte di Cassazione che ha dichiarato inammissibile l’ennesimo ricorso presentata dall’ex presidente Enrico Domenico De Cristofaro, condannato anche al pagamento delle spese di giudizio, e messo così la parola fine alla lunga sequela di reclami dell’ex sindaco di Aversa che proprio non accettava la cocente sconfitta riportata nel marzo 2021 allorchè non solo perse le elezioni, ma né lui né alcuno dei candidati della sua lista furono eletti in seno al Consiglio dell’Ordine di Terra di Lavoro.  Con sentenza resa nei giorni scorsi dalla Prima sezione civile della Corte Suprema, presieduta dal magistrato Dott. Francesco Antonio Genovese che ne è stato anche relatore, i giudici ermellini hanno bocciato il ricorso di De Cristofaro, difeso dall’avv. Renato Labriola, avverso la “Decisione n. 23/2021” assunta, nel luglio dello scorso anno, dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori che, a sua volta, sempre su ricorso dello stesso ex presidente, ne aveva esaminato e bocciato uno ad uno tutto i motivi, sancendo la piena corrispondenza delle decisioni dell’Ordine, difeso dall’avv. Luigi Adinolfi, alle norme vigenti ed il rispetto assoluto di tempi e modalità nella indizione delle elezioni per il rinnovo del Consiglio, dichiarando così valido e legittimo il percorso seguito la scorsa primavera dall’Ordine presieduto ancora oggi da Cecoro, la cui lista aveva fatto cappotto conquistando tutti i seggi a disposizione. I magistrati di Cassazione hanno criticato il ricorso di De Cristofaro, le cui tesi “non si confrontano minimamente con la complessiva ratio decidendi…” e “dimentica completamente” le disposizioni di cui all’art. 360, c. 1, n. 5 c.p.c.”, aggiungendo che parte dei motivi sono inammissibili “per evidente carenza di autosufficienza”. Pertanto, i giudici hanno anche condannato De Cristofaro al pagamento delle spese di giudizio sostenute dall’Ordine degli Architetti PPC di Caserta, liquidate in € 5.000,00 per compensi, oltre alle spese forfettarie nella misura del 15%, agli esborsi liquidati in € 200,00, ed agli accessori di legge,  e dato atto della sussistenza dei presupposti processuali per il versamento, da parte dello stesso ex presidente, dell’ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello previsto per il ricorso. “La clamorosa pronuncia di inammissibilità della Corte di Cassazione è la prova della manifesta infondatezza del ricorso, chiudendo così definitivamente la vicenda delle elezioni del Consiglio dell’Ordine per il quadriennio 2021-2025. La Prima Sezione della Suprema Corte ha ritenuto corretto l’operato dell’Ordine e ha stigmatizzato l’ennesimo reclamo del mio predecessore che, speriamo, a questo punto si metta l’animo in pace ed accetti la volontà della stragrande maggioranza degli architetti casertani di voltare pagina rispetto alla sua gestione, tanto da non averlo eletto neppure in minoranza”, dichiara Raffaele Cecoro.  “De Cristofaro ed i suoi fedelissimi, nessuno dei quali eletti, hanno tentato a più riprese di sovvertire l’esito delle urne a suon di ricorsi, del tutto pretestuosi, al solo scopo di gettare fango sulle elezioni svoltesi regolarmente, ma sono stati sconfitti anche stavolta.  Come Consiglio che ho l’onore di guidare con il nostro movimento Architetti Uniti, andremo avanti più motivati che mai con le tante iniziative che stiamo attuando a favore di tutti gli iscritti, nessuno escluso, recuperando per l’Ordine un ruolo centrale sul territorio ed un’azione da protagonista a livello professionistico mai registrata prima”, conclude il presidente degli Architetti PPC di Caserta.

Pietro Rossi

10 novembre 2022

LE GUERRE E LA PACE AI CONFINI DELL’EUROPA.

Dopo la pausa di due anni dovuta alla pandemia riprende l’appuntamento di formazione con l’Autumn School, promossa dall’Istituto di Diritto internazionale della pace “Giuseppe Toniolo” dell’Azione Cattolica e in collaborazione con Caritas Italiana, Focsiv, Pontificia Università Lateranense e Missio. La terza edizione si svolgerà a Roma dal 18 al 20 novembre avrà come tema “Le guerre e la pace ai confini dell’Europa”. In questo tempo segnato dalle guerre in Europa e nel mondo, desideriamo approfondire le cause dei conflitti e le strade per costruire una pace duratura, con una particolare attenzione a ciò che sta avvenendo in Ucraina. La proposta formativa è rivolta a tutti, ma è destinata particolarmente ai giovani. Raccogliendo l’invito di Papa Francesco, desideriamo che questo momento formativo sia un’occasione di incontro per tutti coloro che desiderano essere «artigiani di pace disposti ad avviare processi di guarigione e di rinnovato incontro con ingegno e audacia» (Fratelli tutti, n. 225).

Pietro Rossi

28 ottobre 2022

SANNIO ALIFANO, IL CONSIGLIO DEI DELEGATI RATIFICA IL RINVIO DELLE ELEZIONI AL 29 GENNAIO 2023 DECISO DAL PRESIDENTE DELLA ROCCA MA COLDIRETTI NON SI PRESENTA IN AULA.

PIEDIMONTE MATESE  - Dopo il pressing sulla Regione per ottenere l’annullamento della tornata elettorale, l’associazione guidata da Loffreda e Miselli ha disertato il consiglio, tentando di non farlo riunire, nonostante l’impegno preso in Regione Campania. 

Bel senso di responsabilità quello di Coldiretti che non si è presentata in Consiglio dei Delegati per ratificare la delibera presidenziale di rinvio delle elezioni al prossimo 29 gennaio, una decisione concordata tutti insieme il 30 settembre presso l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania. Se questo è il loro modo di comportarsi, c’è davvero di che preoccuparsi e, soprattutto, gli agricoltori dovrebbero riflettere sul fatto che non mantengono alcun impegno”. È netto e diretto il presidente del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano all’indomani della seduta consiliare chiamata ad approvare il rendiconto della gestione finanziaria 2021, chiusasi con un avanzo di amministrazione di oltre 419 mila euro grazie all’ottima ed oculata amministrazione dell’Ente da parte della maggioranza che sostiene Franco Della Rocca con accanto il suo vice Alfonso Simonelli, ma anche a ratificare l’annullamento della data delle consultazioni elettorali originariamente fissata per domenica 2 ottobre scorso, ed il contestuale loro slittamento alla fine di gennaio 2023, quando i consorziati saranno chiamati ad eleggere il nuovo Consiglio dei Delegati.

“Il maldestro tentativo dei consiglieri della Coldiretti Maddalena Di Muccio, Emilio Del Giudice e Ugo Romano di non far raggiungere il numero legale, restando fuori dall’aula, fa il paio con l’atteggiamento tenuto dagli altri rappresentanti che fanno riferimento all’associazione dei Coltivatori Diretti, con in testa l’ex facente funzioni Alfonso Santagata, che hanno scelto di assentarsi e di non votare il rinvio delle elezioni, eppure era stata proprio la Coldiretti, con in testa Salvatore Loffreda e Giuseppe Miselli, a pressare per settimane la Regione Campania per ottenere l’annullamento delle elezioni e a garantire, venerdì 30 settembre, presso l’Assessorato all’Agricoltura, presente lo stesso direttore provinciale, anche il loro sostegno alla mia delibera presidenziale di annullamento dell’intera tornata elettorale”, spiega Della Rocca.

Una volta ottenuto il rinvio al 29 gennaio 2023, però, Coldiretti è scomparsa ed è venuta meno all’impegno preso in Regione, dimostrando scarso senso di responsabilità e, soprattutto, una inaffidabilità ormai conclamata come dimostrano le tante lamentele e proteste di agricoltori, allevatori e imprenditori agricoli della nostra provincia. L’unica eccezione è rappresentata dall’amico Silvio Di Lonardo, consigliere rappresentante della Valle Telesina e componente della Deputazione Amministrativa che, pur rivendicando la sua appartenenza alla Coltivatori Diretti di Benevento, ha partecipato al Consiglio ed ha approvato sia il consuntivo 2021 che il rinvio delle elezioni al 29 gennaio prossimo. A lui va il mio ringraziamento ed il riconoscimento di persona perbene, responsabile e coerente, a nome mio e dell’intero Consorzio”, dichiara il presidente Della Rocca.  

C.S.

Concluso il concorso ‘Raccontami la Disabilità’ edizione 2022.

NAPOLI - Si è concluso il concorso “Raccontami la Disabilità” edizione 2022, a cui hanno partecipato ben 90 Istituti scolastici, istituito dal Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania, l’avv. Paolo Colombo.  Lunedì 31 ottobre alle ore 10,00 nell’Aula Consiliare “Siani” del Consiglio Regionale della Campania, al Centro Direzionale di Napoli Isola F13, verranno consegnati i riconoscimenti nel corso di una cerimonia alla quale parteciperanno il Garante delle persone con disabilità della Regione Campania, l’avv. Paolo Colombo, il Presidente del Consiglio regionale della Campania, l’On. Gennaro Oliviero e il Direttore dell’Ufficio Scolastico Ragionale prof. Ettore Acerra. Modererà i lavori la giornalista Lucia Grimaldi. Sono state premiate per questa edizione le seguenti scuole: L’Istituto Comprensivo “Castaldo Nosengo” di Afragola, Scuola infanzia e primaria- Classi quinte scuola primaria perché trasmette un messaggio dell’inclusione vissuta nella sua pienezza e totalità; le immagini e il testo della filastrocca che fa da sottofondo al video, mostrano in modo chiaro ed evidente come il racconto della disabilità sia diretto ed immediato; LIstituto Comprensivo “Leonardo da Vinci”, di Olevano sul Tusciano di Marano di Napoli- Scuola secondaria di I grado- classe I sez. B “per l’originalità e la sensibilità del lavoro degli studenti che pongono il racconto della disabilità su un piano diverso dagli altri, forte proprio perché si pone l’accento sui cinque sensi che legano, in un modo o nell’altro, ognuno di noi: ognuno diverso e unico”; Il Liceo Statale “A. Manzoni” di Caserta, scuola secondaria di II grado- classe III sez. BU “per la solarità e lo spirito inclusivo che la classe ha saputo mostrare e per l’utilizzo delle tecnologie a supporto del messaggio che ha permesso di far “splendere con occhi vivi e brillanti” chi non si sente mai escluso”.

Pietro Rossi

21 ottobre 2022

Parte il Progetto Mobilità garantita a Piedimonte Matese.

PIEDIMONTE MATESE - Parte la collaborazione tra l’Associazione Papa Francesco, il Comune di Piedimonte Matese e PMG Italia per una migliore mobilità delle persone svantaggiate e diversamente abili. I cittadini del Comune di Piedimonte Matese e del circondario possono contare su un veicolo attrezzato al trasporto di persone svantaggiate e diversamente abili, concesso in comodato gratuito da PMG Italia. La collaborazione nasce con l’obiettivo di promuovere forme di autonomia e integrazione sociale, grazie al sostegno delle imprese del territorio. Domenica 23 ottobre 2022 il Progetto di Mobilità Garantita partirà ufficialmente con la cerimonia di consegna del veicolo, alle ore 10:30, in Piazza Roma (Piedimonte Matese – Ce). Il Progetto promosso dall’Associazione Papa Francesco e il Comune di Piedimonte Matese, in collaborazione con PMG Italia SpA, nasce nell’ambito dell’integrazione collaborativa tra pubblico e privato prevista dalla "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali" n° 328/2000 e ha l’obiettivo di promuovere forme di autonomia e integrazione sociale, attraverso l’implementazione dei servizi di trasporto sociale ed accompagnamento.  I dati rilevati nell’intero territorio nazionale confermano sia il continuo innalzamento dell’età media sia l’intensificarsi dei ritmi di vita già oggi frenetici delle famiglie e rendono sempre più necessario individuare strumenti per migliorare la fruizione dei servizi da parte di chi è portatore di una disabilità, qualsiasi essa sia, che ne limita la partecipazione attiva alla vita della società e di conseguenza arricchire la società stessa, anche in termini di valori garantendo piena autonomia e pari dignità sociale a tutti i cittadini. In tale ottica l’Ass. Papa Francesco con il Patrocinio morale del Comune di Piedimonte Matese ha attivato il Progetto di Mobilità Garantita, un progetto che presenta contenuti ad alto valore etico e sociale, attorno al quale si mobilitano le migliori risorse della comunità verso un obiettivo comune: consentire alle persone di partecipare attivamente alla vita della società, soddisfacendo il fondamentale bisogno umano di contatti e relazioni, colmando il divario tra le persone e spostando l'attenzione verso ciò che queste ultime possono fare, se le si mette in condizione di fare. Il progetto prevede servizi di trasporto sociale e di accompagnamento di vario tipo: casa/lavoro, attività di tempo libero e socializzazione, terapie, cure mediche, diritti e doveri civici (elezioni/referendum), e tanti altri. Il Progetto Mobilità Garantita si realizza grazie al senso di responsabilità sociale degli imprenditori locali, che abbinano il proprio marchio e la propria immagine ad una iniziativa solidale e sociale realizzata per il benessere della comunità con il fine di offrire un valido supporto ai servizi socio-assistenziali territoriali. Pertanto, si ringraziano gli Imprenditori che con le loro Aziende hanno reso possibile il progetto:

Effezeta System, Caseificio Giusti, EuroToys di Milano Lucio, Autoricambi Minichiello, Supermarket D’Abbraccio Giacomo e Figli, Impresa Edile Villano Renato, Aurum & Complements di Piedimonte Matese, Santagata Auto e Fuoristrada, Ferramenta Valente, PMG Costruzioni, Antico Forno del Matese, Diagnostica Matese s.r.l., Igea Piedimonte, Conad Centro Commerciale Elefantino, Europlastic, 4 ESSE Trasporti e Logistica, LWG Leggiero Workgroup, La Dolce Voglia, UnipolSai Assicuazioni, Evo Legno, Tenuta Torellone, NovaFuel, Ottica Meglio, Il sorriso solidale, Parrucchieri per il Sociale di Piedimonte Matese, Domenico Cozzoni Home Design, SAE Service, Plutone – La Coccinella, Parafarmacia Puca, Color Metal, ETA Kamini Italia, Country House Il Ruscello, Sorelle De Biasi.

Il finanziamento dei veicoli, del loro mantenimento e la realizzazione del servizio, è infatti possibile grazie alla locazione da parte di imprese e aziende del territorio di spazi pubblicitari sulla superficie esterna degli autoveicoli. Tutte queste imprese hanno valori comuni e la consapevolezza che il benessere di sé stessi e della propria azienda è strettamente legato alla comunità nella quale vivono ed operano. La Mission di PMG Italia consiste nell’operare con trasparenza, nel rispetto di una scala di valori condivisa, guardando alla comunità per stimolare un cambiamento positivo e migliorare la qualità della vita difendendo la diversità e promuovendo l'integrazione. Per tutti questi motivi, l’Associazione Papa Francesco, che da anni ormai si occupa di favorire l’inclusione sociale sul territorio, collaborando con diverse realtà, ha sentito il bisogno di offrire alla Comunità un servizio che da tempo necessitava di essere soddisfatto e ha sposato il progetto della PMG Italia.

Pietro Rossi

Giubileo straordinario nel Millenario della morte di Santo Stefano Menicillo, patrono della Diocesi di Alife-Caiazzo e della Città di Caiazzo. In programma iniziative culturali e spirituali.

CAIAZZO - Sabato 29 ottobre alle 19.30, nella Concattedrale “Maria SS. Assunta” di Caiazzo, con la lettura della Bolla della Penitenzieria Apostolica, durante la Solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo mons. Giacomo Cirulli, si darà inizio al Giubileo straordinario per la diocesi di Alife-Caiazzo. L’occasione è il millenario della morte di Santo Stefano Menicillo (953-1023), patrono diocesano e della città di Caiazzo che cadrà nell’ottobre 2023. “Santo Stefano, Pastore per il popolo” è lo slogan scelto per questo Anno giubilare, durante il quale diverse le iniziative che coinvolgeranno l’intera Diocesi e in particolare la città di Caiazzo: il pellegrinaggio delle reliquie di Santo Stefano in tutte le Parrocchie della Diocesi; momenti di preghiera in preparazione al Natale e alla Pasqua nella concattedrale di Caiazzo; visite guidate all’archivio diocesano (Caiazzo) dove saranno esposti documenti risalenti al periodo di Santo Stefano; un concorso per gli alunni delle Scuole di Caiazzo; la diffusione di un sussidio per le attività catechistiche in tutte le parrocchie; la pubblicazione di ricerche storiche; convegni di studio. La calendarizzazione sarà distribuita nell’arco dei prossimi dodici mesi.  

Stefano Menicillo nacque da Giovanni e Giuseberta, nel 935, nella regione dei Lagni, oggi Comune di Macerata Campania, nelle vicinanze di S. Maria Capua Vetere, sotto il papato di Giovanni XI, mentre Landolfo era principe di Capua e di Benevento.  A sette anni, nel 942, entrò nella Badia di S. Salvatore Maggiore, fatta edificare dalla contessa Adalgrima. Nel 965 circa, poco tempo dopo l’ordinazione sacerdotale, alla morte dell’abate Pietro, fu eletto a sostituirlo, mentre era vescovo di Capua Giovanni, figlio di Landolfo II e fratello di Pandolfo detto Testa di ferro, il quale ottenne dal papa Giovanni XIII l’elevazione della Chiesa di Capua a sede metropolitana. Nel 979, restata vacante la diocesi di Caiazzo, per la morte del vescovo Orso, popolo e clero acclamarono Stefano loro Pastore. Fu consacrato il 1 novembre 979 dall’arcivescovo di Capua Gerberto, O.S.B. (978-980) e rimase alla guida dell’antica diocesi di Caiazzo per 44 anni. Dopo una vita intensa, Stefano moriva all’età di 88 anni, il 29 ottobre 1023 e il suo corpo fu sepolto all’interno della Cattedrale e quando essa fu consacrata, il 22 luglio 1284, fu dedicata alla Vergine Assunta e all’antico Vescovo, che già in quella data, e forse anche prima (intorno al 1195), era considerato Santo.
Pietro Rossi