29 luglio 2017

Arriva a Napoli “Hypatia Festival 2017”

NAPOLI - “Hypatia Festival 2017” si svolgerà a Napoli in Piazza del Plebiscito e Palazzo Salerno dal 20 al 22 ottobre e sarà dedicato a Rita Levi Montalcini, la rinomata scienziata italiana, premio Nobel 1986 per la medicina, attenta al legame tra Scienza e Arte. L’Associazione “Hypatiae Arte e Scienza” raccoglie l’eredità spirituale della scienziata che asseriva “Io sono un’artista della Scienza”, promuove il valore della cultura rendendo ciascuno protagonista del suo spazio e del suo tempo, fedele all’ideale di conservare “la semplicità e lingenuità di una scienza” che raggiunga tutti, perché la scienza è vita e la vita è arte. Il Festival, che è parte di una rassegna itinerante “La luce nell’Arte e nella Scienza”, nella sua seconda edizione affronta la conoscenza del cervello. “A tu per tu con il cervello”, infatti, è il titolo dato alla manifestazione per indicare il legame indissolubile tra pensiero ed emozione.  Il “cervello” sarà analizzato in tutte le sue aree funzionali rappresentate da quattro colori: Rosso per le Emozioni, Azzurro per la Razionalità, Giallo per la Creatività e Verde per la Sessualità. Sono coinvolti scienziati e artisti italiani ed esteri che metteranno in comune il desiderio di dare voce alla cultura. Una cultura non nozionistica, ma che esprima il desiderio di conoscenza e condivisione, che si muova incontro alle persone e le stimoli a essere protagoniste. Sono previsti incontri, dibattiti, laboratori, spettacoli teatrali, un tour nella Napoli antica egiziana per non dimenticare il forte legame con la scienziata Hypatia che dà il nome al Festival e all’Associazione. L’installazione di un’opera di Riccardo Dalisi “Ipazia” sarà simbolo della creatività che Arte e Scienza unite possono originare. Saranno istituiti bandi di concorso per coinvolgere le scuole, i commercianti, la città intera: sinergicamente tutti uniti a favore della cultura. La cultura, infatti, nelle parole della Presidente, Tonia Losco, si avvolgerà nel mantello di Hypatia, si confronterà con la gente e coinvolgerà nel percorso reciprocamente costruttivo dalla Scienza all’Arte e ritorno.
Pietro Rossi