23 giugno 2017

IL TAR DA’ NUOVAMENTE RAGIONE A CONFESERCENTI NAPOLI, IL NUOVO CONSIGLIO DELLA CAMERA DI COMMERCIO RESTA SOSPESO.

Vincenzo Schiavo
La Confesercenti di Napoli ha ottenuto un nuovo provvedimento positivo dal TAR. E’ stato infatti respinto dal Tribunale amministrativo il ricorso incidentale presentato da AICAST e ASSPIM volto ad annullare la sospensione del rinnovo del consiglio della Camera di Commercio di Napoli, decisa dallo stesso TAR a fine maggio a seguito dei vari reclami presentati anche da Confesercenti di Napoli. In sostanza il Tribunale ha dato nuovamente ragione a Confesercenti (seguita legalmente dall’avvocato Giuseppe de Stefano), che ha dovuto difendersi da una sorta di “contrattacco” posto da Aicast e Asspim. Il TAR ha rinviato invece al prossimo 11 ottobre la discussione di merito circa la composizione del nuovo consiglio solo. Vincenzo Schiavo,presidente di Confesercenti Interprovinciale (Napoli, Avellino e Benevento) e Interregionale (Campania e Molise) commenta così il provvedimento: «Giustizia deve essere fatta per la Camera di Commercio sempre e comunque nell’interesse della imprese che operano sul nostro territorio. Ci siamo rivolti al TAR per fare chiarezza e per contestare la composizione del nuovo consiglio nella quale non eravamo adeguatamente rappresentati. E con questo nuovo provvedimento abbiamo neutralizzato il contrattacco di Aicast e Asspim. Per noi è fondamentale tutelare le nostre imprese, la Camera di Commercio attualmente non ha agito nel modo giusto, interpretando a nostro avviso in modo sbagliato le regole. Nel nuovo consiglio, ora bloccato, non esisteva proprio quel corpo intermedio tra Stato e imprese che supporta e protegge veramente le nostre aziende. Se non fosse stato sospeso  - conclude Vincenzo Schiavo - avremmo avuto il primo esempio in Italia di un consiglio senza la presenza delle associazioni che effettivamente si occupano di tutelare gli interessi delle nostre imprese».
Pietro Rossi