31 marzo 2017

INCONTRO POSITIVO AL MINISTERO PER OTTENERE IL RICONOSCIMENTO DELLA ECCEZIONALITÀ DELLA SITUAZIONE DEGLI OPERAI DEL SETTORE METALMECCANICO DI TERRA DI LAVORO.

Camilla Sgambato
Caserta - Nella mattinata di ieri, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, su richiesta della parlamentare Camilla Sgambato, la Sottosegretaria Franca Biondelli ha incontrato i segretari confederali provinciali Camilla Bernabei (Cgil), Antonio Farinari (Uil) e Giovanni Letizia (Cisl) ed una delegazione dei lavoratori per affrontare la questione relativa al Bacino di Crisi di Caserta. Alla presenza dei dirigenti delle direzioni generali del dicastero, De Dominicis per gli ammortizzatori sociali e degli incentivi all’occupazione, e De Camillis per la tutela delle condizioni di lavoro e delle relazioni industriali, i rappresentanti sindacali hanno evidenziato la particolare e difficile situazione che vivono i circa 750 operai metalmeccanici un tempo impiegati nelle 8 aziende che hanno chiuso i battenti nel corso dei primi anni 2000, aprendo da allora una fase di incertezza trasformatasi in vera e propria emergenza sociale nell'ultimo decennio a causa della mancata ricollocazione occupazionale dei lavoratori.  Come sottolineato anche dalla deputata Sgambato, per via della loro giovane età anagrafica, gli operai hanno ormai concluso il percorso sia della cassa integrazione nel 2015 ed anche la disoccupazione ordinaria, per cui non godono più degli ammortizzatori sociali indispensabili per accompagnare loro fino ad una nuova reimmissione nel circuito lavorativo attivo, anche attraverso la previsione di quote di salvaguardia per le nuove assunzioni a farsi nel prossimo futuro. Un tema questo più volte sollevato e proposto dai sindacati ma non ancora attuato nonostante i diversi accordi istituzionali stipulati negli anni. Da parte della Sottosegretaria Biondelli, è arrivato un primo riconoscimento della specificità del Bacino di Crisi di Caserta rispetto alla situazione che vivono gli altri ex lavoratori della Campania, con l'invito ad aprire un tavolo di confronto con la Regione sul rapido e concreto utilizzo dei fondi già disponibili. Al termine dell'incontro, i rappresentanti sindacali e la delegazione di operai hanno espresso prudente soddisfazione rispetto all'apertura ottenuta dal Ministero del Lavoro, ringraziando l'On. Sgambato per aver favorito e reso possibile l'incontro che ridà fiducia alle maestranze. "Abbiamo ottenuto la riapertura del tavolo sul Bacino di Crisi di Caserta che presenta una situazione eccezionale e molto più complessa rispetto agli alle altre realtà campane. Lo stato di disagio che vivono tanti lavoratori ora inoccupati non può essere procrastinato ulteriormente, nè la situazione di incertezza riguardo al loro futuro occupazionale deve continuare oltremodo, per cui bisogna dare risposte e tracciare una prospettiva per l'intero comparto.  Il confronto con la Regione dovrà servire proprio a questo, fermo restando che, indirne ai sindacati, manterremo l'interlocuzione con il Ministero e continueremo a lavorare fino alla fine per una positiva soluzione della problematica", dichiara Sgambato. 
 Pietro Rossi