02 giugno 2016

I VALORI UNIVERSALI DELLO SPORT E DELLA CULTURA CELEBRATI DALL’I. C. DI ALVIGNANO



DRAGONI - Si è svolta sabato 7 maggio a Dragoni la grande festa in occasione dell’inaugurazione della 32^ edizione di  “GIOCOSPORT”, i giochi sportivi studenteschi che da ben 18 anni vedono gemellati gli Istituti Comprensivi di Caiazzo ed Alvignano. Quest’anno, alla presenza di un pubblico attento ed entusiasta composto da genitori, alunni, docenti ed autorità e con il coordinamento generale dell’ insegnante Maria Tommasone, il corteo composto dai piccoli atleti delle scuole Primarie dei due Istituti ha sfilato per le vie di Dragoni giungendo infine in piazza Mercato, preceduto dal Carosello delle Majorettes preparate dalle docenti Maria Caracciolo e Maria Biasiucci e coordinate dall’esperta Mena Monaco. Lì i piccoli tedofori, scortati dagli atleti, hanno acceso la fiaccola simbolo del fuoco che anima positivamente lo spirito dello sport. Ad accogliere il corteo, e sottolineare i vari momenti dell’evento, l’esibizione della Junior Band, diretta dal professore Angelo Borzillo e della Corale Cubulteria, curata dalle docenti Anna Pia Mastrangelo ed Anna Rita Gianfrancesco,  formate da alunni provenienti dalle secondarie di I grado di Alvignano, Dragoni e Baia e Latina che hanno eseguito gli inni di Mameli e dell’Europa, chiudendo poi la manifestazione con “Inno di Giocosport”, un brano inedito il cui testo è stato elaborato dagli allievi della Corale Cubulteria. Gli interventi delle autorità hanno avuto inizio con il saluto delle dirigenti scolastiche dei due Istituti Comprensivi, proff.sse Cecilia Cusano  ed Angelina Lanna, nel corso del quale hanno espresso vivo apprezzamento per l’iniziativa ed incoraggiamento ai giovanissimi atleti per lo svolgimento delle competizioni sportive che vedranno la premiazione finale il 28 maggio a Dragoni. Anche il prof. Silvio Lavornia, già sindaco di Dragoni e in veste di delegato del Presidente della Provincia, ha rivolto un significativo saluto ai presenti, unitamente all’assessore e vice-sindaco di Dragoni Pierino Piucci. Tra le autorità erano presenti i sindaci dei comuni limitrofi e don Davide Ortega, sacerdote della comunità di Dragoni, che ha impartito la solenne benedizione alla manifestazione e a tutti i partecipanti. Ad allietare i presenti sono stati, tra gli altri, i piccoli allievi della Scuola dell’Infanzia di Dragoni che hanno eseguito un grazioso balletto coordinato dall’insegnante Silvia Lavornia e gli alunni della Scuola Primaria, sempre di Dragoni, che hanno offerto al pubblico una suggestiva coreografia sulle note del tradizionale Sirtaki della Grecia. Infine gli allievi della Scuola Primaria di Alvignano, grazie ad un progetto musicale promosso dal Sindaco di Baia e Latina, dott. Michele Santoro, e diretti dal M° Biagio Ciallella, hanno eseguito con successo un medley di brani per flauto dolce. Ancora una volta, quindi, l’I. C. di Alvignano si distingue per iniziative e riconoscimenti, ultimo dei quali il 1° premio al concorso musicale “S.Alfonso Maria dè Liguori” di Pagani per gli allievi del corso strumentale e il prestigioso Primo Premio Nazionale nell’ambito del concorso “Diventare cittadini europei” vinto dalle alunne della classe 3 A della secondaria di Alvignano Maria Teresa Civitella, Martina Mastroianni, Concetta Sgueglia e Celina Sofia Rossi. Con un elaborato di gruppo, e seguite dalla docente di Lettere prof.ssa Cristina Nacca, le ragazze sono state ricevute a Montecitorio dalla Presidente della Camera, On. Laura Boldrini, ed hanno partecipato alla manifestazione dedicata all’Europa, incontrando il Ministro della Pubblica Istruzione, on. Stefania Giannini ed altre importanti personalità del mondo politico. Successivamente, in Campidoglio, hanno ricevuto l’importante riconoscimento direttamente dalle mani del Presidente della Camera dei Deputati. Come sempre, ad accompagnare gli alunni insieme alle sue collaboratrici, la Dirigente Scolastica dott.ssa Angelina Lanna che non fa mai mancare il sostegno e l’incoraggiamento a tutti i componenti dell’I.C. di Alvignano.

Pietro Rossi