23 maggio 2016

GIORNATA NAZIONALE DEI CASTELLI, OCCHI PUNTATI SUI MAGNIFICI MANIERI DELL’ALTO CASERTANO

VAIRANO PATENORA-Cominciata questa mattina, andrà a concludersi nella giornata di domani la XVIII° edizione della Giornata Nazionale dei Castelli, che, per quanto attiene alla provincia di Caserta, vede sotto i riflettori gli antichi manieri posti a protezione della zona solcata dalla storica Via Latina. Ci riferiamo, ovviamente, ai castelli e alle costruzioni fortificate che dominano una fascia molto importante e, purtroppo, non adeguatamente conosciuta dell’Alto Casertano, quella che si insinua tra i castelli di Vairano Patenora, Riardo, Pietravairano, Roccaromana e Marzano Appio. Qui, come testimoniano le cronache storiche e le monumentali vestigia della grandezza che fu, si è scritta una grande pagina della storia politica e sociale di Terra di Lavoro. Ed oggi, anche se spesso trascurati e bistrattati da chi di dovere, cinque magnifici manieri inseriti nel programma della kermesse dedicata alla conoscenza e alla salvaguardia dello sterminato patrimonio di castelli di cui si compone il nostro territorio nazionale, ne sono testimonianza più che eclatante. Tra le 10.00 e le 13.00 e le 14.00 e le 19.00 di domani; via libera a guide turistiche e visitatori per quella che si presenta come un’occasione unica ed assolutamente da non sottovalutare. Intanto, ottimi riscontri e promettenti sviluppi anche per la mostra di fotografie, documenti ed oggettistica a tema, in corso presso lo stupendo salone del castello di Marzano Appio che, inaugurata questa mattina, al termine di un interessante conferenza-dibattito sul valore e l’importanza delle cittadelle fortificate nell’economia della storia e del vissuto quotidiano non solo nell’area geografica di riferimento, ha interessato oltremisura non solo gli addetti ai lavori. Per quanto riguarda l’aspetto puramente informativo circa la cinquina di strutture fortificate oggetto di interesse, gli interessati potranno far capo a contatti e strumenti di comunicazione che variano a seconda del castello che intendono visitare. Per Pietramelara, la gestione del tutto è affidata all’Associazione “Work in Progress(3391471719, 3392937667 e www.workinprogresspietramelara.it): a Riardo, invece, gli stessi compiti toccano agli attivisti della Pro Loco cittadina(3899613626 e prolocoriardo@gmail.com): per Marzano Appio, Coordinamento “S. Cardarelli(3209176514 e serena88@hotmail.it); ancora Pro Loco per Vairano Patenora(3406230771, 3664856969 e info@prolocovairanopatenora.it), a Roccaromana, le specifiche mansioni sono appannaggio del locale Corpo di Polizia Municipale, chef risponde ai numeri telefonici 0823986119 e 338879187). L’importante evento culturale, curato, nei minimi dettagli, dalla Sezione campana dell’Associazione “Istituto Italiano dei Castelli”(nelle more del proprio operato, ha beneficiato del patrocinio del Ministero del Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), e dal cosiddetto “Coordinamento delle Giornate per Terra di Lavoro, di cui sono apprezzati Presidenti Luigi Maglio e Gennaro Farinaro, si inquadra, a pieno titolo, nel quadro delle iniziative e dei progetti che, da decenni ormai, vengono portati avanti per scongiurare tutte quelle negatività che, complici gli effetti devastanti prodotti dal trascorrere del tempo e dall’incuria dell’uomo, rischiano di cancellare del tutto il prezioso patrimonio di bellezze artistico-monumentali di cui andiamo tanto fieri. 
Daniele Palazzo