02 aprile 2016

IL PENSIERO DELLA CHIESA SULLE NUOVE NORME MATRIMONIALI

Don Emilio Salvatore
Dott. Raffaele Di Robbio 
PIEDIMONTE MATESE – Giovedì 31 marzo, nella splendida locazione di Villa Turrita, la conviviale con signore del Rotary Club Alto Casertano Piedimonte Matese è stata arricchita dalla presenza di Don Emilio Salvatore , “padre” di una comunità  popolosa come quella di Ave Gratia Plena in Piedimonte Matese.  La sua conversazione è stata centrata sul pensiero  della Chiesa e sulle nuove norme matrimoniali. Ad accogliere l’illustre ospite il Presidente del Rotary Club dr. Raffaele Di Robbio con i numerosi soci del Club accompagnati dalle rispettive consorti. Come riporta Clarus:“Don Emilio Salvatore, parroco da molti anni della Chiesa Ave Gratia Plena  di Piedimonte Matese, fu ordinato sacerdote il 5 gennaio 1991. In questi  anni di operosa attività  di sacerdote “ i suoi studi, le attitudini, i doni della sua persona sono diventati servizio per molti. Il suo impegno pastorale si è tradotto  anche in attività culturali che lo vedono animatore di dibattiti e convegni; autore di libri e collaboratore della rivista Catechisti parrocchiali, e in Diocesi fondatore di Clarus di cui oggi è direttore editoriale. Prima di essere prete è stato presidente diocesano di Azione Cattolica, poi da sacerdote assistente spirituale dell’Associazione per lunghi anni; poi animatore presso il Seminario interregionale di Posillipo, e in seguito docente di Sacra Scrittura presso la Pontificia facoltà Teologica dell’Italia Meridionale. A livello regionale, ormai da qualche anno riveste il ruolo – conferitogli dai vescovi della Campania –  di responsabile per le Vocazioni. Il suo più recente impegno, al servizio della Chiesa italiana è stata la partecipazione all’organizzazione del V Convegno ecclesiale nazionale di Firenze.”
“ Don Emilio, solare e dinamico, custode delle tradizioni ma continuamente aperto al nuovo si è formato nutrendosi di una Chiesa ormai nuova, e di esso si è fatto promotore e “missionario” dei più alti valori che ne scaturivano: partecipazione, corresponsabilità, aggiornamento, nuova umanità della Parola di Dio tradotta nei modi e nelle forme più vicine agli uomini.”

  Cav.Uff.Nicola Iannitti