05 marzo 2016

Il Comitato di rappresentanza dei Sindaci chiede un ulteriore confronto sulla razionalizzazione delle unità operative in provincia di Caserta



PIEDIMONTE MATESE - Si è riunito il Comitato di rappresentanza dei Sindaci Asl Caserta, guidato dal presidente Carmine Antropoli, primo cittadino di Capua. Nella seduta, i membri Vincenzo Cappello (Piedimonte Matese), Antonio Papa (Santa Maria La Fossa), Giosuè Santoro (Francolise) e Marcello De Rosa (Casapesenna) hanno messo in evidenza il disappunto rispetto alla delibera Asl n.54 del 25 febbraio 2016, che predispone il riordino delle unità operative, semplici e complesse, nella provincia di Caserta. Un piano di razionalizzazione, secondo quanto imposto dalla Corte dei Conti, che prevede il taglio delle unità operative in esubero in adeguamento ai parametri di legge.  In particolare il Comitato, pur considerando opportuno il provvedimento, ritiene necessario un ulteriore confronto sulla questione, rispetto alle problematiche territoriali, poiché alcuni raggruppamenti delle unità operative (ad esempio quello indicato come Distretto dell’area Alto Casertano: Piedimonte Matese-Teano-Mondragone-Sessa) appaiono del tutto sproporzionati e non tengono conto della geografia del territorio e delle sue esigenze. Dopo un primo incontro con il subcommissario Anna Iervolino, il Comitato si è aggiornato alla seduta prevista per il prossimo giovedì, quando ci sarà occasione per un confronto con il commissario straordinario Giuseppe Matarazzo, affinché il Comitato possa dare il suo contributo per migliorare il provvedimento adeguandole  alle esigenze del territorio di cui è espressione.