11 novembre 2015

Visita guidata ai monumenti storico – architettonici della Città di Alife

Alife – Le classi seconde dell’Istituto Professionale di Stato Industria ed Artigianato “Manfredi Bosco” di Alife hanno potuto ammirare le bellezze architettoniche del luogo, con l’ausilio di una guida esperta quale il prof. Gianni Parisi. Si susseguono con ritmo costante, dunque, le visite ai preziosi monumenti di epoca romana custoditi nella cittadina alifana: dopo una comitiva di Napoli che ha potuto apprezzare i resti del Mausoleo degli Acillii Glabriones, dell’Anfiteatro Romano, del Criptoportico, stamane è stata la volta di circa 30 alunni dell’IPIA di Alife (ora facente parte dell’Istituto d’Istruzione Superiore “V. De Franchis”), guidato dalla dirigente scolastica prof.ssa Isabella Balducci. Gli allievi sono stati dapprima accolti in aula consiliare, dove ad attenderli vi era il Sindaco della Città di Alife, Giuseppe Avecone, l’assessore alla cultura, Luigi Zazzarino, e l’esperta guida turistica, il prof. Gianni Parisi. Dopo aver ricevuto in dono dall’amministrazione comunale opuscoli, mappe e testi, prima tappa è stato il Mausoleo degli Acilli Glabriones, dove i ragazzi sono rimasti incantati dalla bellezza e dalla conservazione plurimillenaria di un prezioso monumento. Quindi, visita obbligata ai resti dell’Anfiteatro romano, dove il prof. Parisi ha raccontato le gesta in loco, oltre duemila anni orsono, dei gladiatori (in questo anfiteatro hanno lottato 30 coppie di guerrieri romani) e delle loro battaglie con le belve più feroci, tra cui tigri, leoni che i romani facevano venire direttamente dall’Africa. Non poteva mancare la visita al Criptoportico, nel centro della città, luogo gelosamente custodito dal Comune ed accessibile dopo le operazioni di restauro di qualche anno fa. Infine, visita guidata al Museo Nazionale della Città di Alife, che conserva reperti antichissimi oggetto di scavi che si sono susseguiti negli anni passati nel vasto territorio alifano. Una mattinata indimenticabile per gli alunni, che certamente faranno tesoro di quanto visto, soprattutto in merito all’importanza di mantenere tali importanti resti alle generazioni future.
Pietro Rossi                    

Furti, truffa e spaccio, dieci persone denunciate dai Carabinieri di Isernia. Sotto sequestro hashish e marijuana. Recuperata refurtiva.

ISERNIA - Nell’ambito di una serie di operazioni predisposte dai Carabinieri in varie zone della provincia di Isernia, in particolare per contrastare fenomeni di microcriminalità e di illegalità, dieci persone sono state denunciate per reati che vanno dal furto aggravato alla truffa, dai reati in materia di stupefacenti a quelli in materia di armi. Eseguiti anche numerosi sequestri e recuperata refurtiva di ingente valore. Ad Isernia, due 20enni del posto, sono stati denunciati dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, per il furto di capi di abbigliamento asportati da un negozio ubicato nel centro cittadino. I due sono stati bloccati dai Carabinieri, subito dopo aver asportato merce per un valore di alcune centinaia di euro. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al legittimo proprietario. A Frosolone, un 50enne del luogo, è stato denunciato dai militari della locale Stazione, perché ritenuto responsabile del furto di prodotti agricoli asportati dall’interno di un camion adibito al trasporto della merce, mentre ancora ad Isernia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno denunciato un 45enne del luogo, per sottrazione di cose sottoposte a sequestro. Quest’ultimo, faceva sparire due autovetture, che gli erano state affidate in custodia giudiziaria dopo essere state sottoposte a sequestro preventivo. A Venafro, i militari della locale Stazione, denunciavano un 48enne ed un 25enne, entrambi di origine Calabrese, per truffa e frode informatica ai danni di una donna del posto. I due, attraverso artifizi e raggiri, si facevano versare la somma di quattrocento euro su carta postepay, quale corrispettivo del pagamento  di un ciclomotore messo in vendita online, poi scoperto essere inesistente. A Cantalupo nel Sannio, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 22enne del posto, per detenzione illegale di sostanze stupefacenti, il giovane è stato trovato in possesso di alcune dosi di marijuana, sottoposte a sequestro. E, stessa sorte è toccata ad un 25enne di Ciorlano, in provincia di Caserta, beccato dai militari del locale Nucleo Operativo e Radiomobile, nei pressi di Sesto Campano, mentre trasportava a bordo della propria autovettura alcuni involucri contenenti sostanze stupefacenti del tipo marijuana. Anche in questo caso la droga è stata sottoposta a sequestro, mentre sono in corso ulteriori indagini per accertare la provenienza e la destinazione delle dosi rinvenute. E ancora per detenzione illegale di stupefacenti è finito nei guai un 24enne di Marigliano, in provincia di Napoli, bloccato dai militari della locale Stazione, nel territorio di Sesto Campano, a bordo di un’autovettura, mentre trasportava alcuni involucri contenenti hashish e marijuana, sottoposti a sequestro. Infine a Venafro, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 46enne del posto, per detenzione illegale di munizioni. L’uomo, aveva occultato all’interno dell’autovettura su cui viaggiava, ottanta cartucce calibro 22, illegalmente detenute. Le munizioni sono state sottoposte a sequestro, mentre sono in corso indagini per accertarne la provenienza e quale ne fosse l’utilizzo.


COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI ISERNIA


Congresso ordinario dell’IKA “International Kurash Association”

Si è svolto il 4 novembre scorso a Khorramabad (Iran), in occasione dei Campionati Mondiali di Kurash, il Congresso ordinario dell’IKA “International Kurash Association” (organizzazione internazionale con sede a Tashkent, in Uzbekistan, che coordina le 123 federazioni nazionali) che ha approvato l’affiliazione all’IKA della FEDERAZIONE ITALIANA KURASH, fondata lo scorso anno per iniziativa del presidente Vittorio Giorgi, avvocato civilista di Caserta, Console onorario della Repubblica dell’Uzbekistan per la Campania e il Molise, e del segretario Raffaele Vicario. Il Congresso ha poi affidato all’avvocato Giorgi la presidenza della Commissione Giuridica dell’IKA. Le prossime competizioni internazionali, che si svolgono nelle versioni Indoor, Outdoor e Beach Kurash, vedranno quindi la partecipazione degli atleti della Nazionale Italiana. Il Kurash è un tipo di lotta nata molti secoli fa in Asia centrale nel territorio dell’attuale Repubblica dell’Uzbekistan, del quale è oggi sport nazionale. Fin dalla sua nascita è stato utilizzato sia come arte marziale che come intrattenimento per il pubblico durante le principali feste ed i matrimoni; le sue tecniche e la sua filosofia sono state trasmesse di generazione in generazione. Nel 1991, quando l’Uzbekistan è diventato uno Stato indipendente, il Presidente della Repubblica Islam Karimov stabilì l’obiettivo di fare del Kurash uno sport internazionale attraverso il quale far conoscere nel mondo la storia, le tradizioni e la filosofia del suo meraviglioso Paese, situato sull’antica Via della Seta. Per questo affidò a Komil Yusupov, esperto di Arti Marziali l’incarico di scrivere il Regolamento Internazionale del Kurash. Il Presidente Karimov è oggi presidente onorario dell’IKA.

Fonte: Federazione Italiana Kurash a.s.d.
Via Ricciardelli, 29 – CASERTA

Mezza Maratona Internazionale da Reggia a Reggia

Francesco Marzano
Gustavo De Negri 
CASERTA - In occasione della II edizione della “Mezza Maratona Internazionale da Reggia a Reggia”, che avrà luogo a Caserta, domenica 22 Novembre 2015, PMI Campania, in collaborazione con l’Ente Provinciale del Turismo, ha ottenuto che l’Infopoint, sito in Piazza Antonio Gramsci, rimanesse aperto e a disposizione delle oltre 2.000 persone che si prevede arriveranno in città in occasione dell’evento podistico. A tal proposito, Pmi Campania intende rivolgere all’intera città un appello finalizzato alla ricerca di volontari animati di spirito di dedizione e di servizio per la propria città, disposti a dedicare, domenica 22 novembre 2015, parte del loro tempo libero all’accoglienza di podisti e turisti provenienti dall’Italia e dell’estero e di fornire tutte le informazioni utili a consentire loro di conciliare al meglio sport, turismo e cultura. “PMI Campania – dichiara il Presidente Gustavo De Negri - ha scelto di accompagnare con convinzione la II Edizione della “Mezza Maratona Internazionale da Reggia a Reggia”, perché l’alto livello di partecipazione conferma la bontà dell’intuizione originaria di quanti con passione e competenza continuano a spendere quotidianamente il proprio impegno al servizio dello sport. Il coinvolgimento di atleti provenienti da ogni parte dell’Italia e dall’estero fornisce anche l’occasione per valorizzare le energie e le intelligenze impegnate sia nelle organizzazioni sportive che nel sistema dell’accoglienza turistica e delle strutture ricettive. La risonanza dell’avvenimento consente, inoltre, di promuovere ulteriormente le risorse ambientali, artistiche e culturali di cui l’intero Casertano è così notevolmente dotato”. “I cittadini Casertani – aggiunge Francesco Marzano, Vice Presidente e Responsabile Turismo di Pmi Campania - hanno voglia di dare e di impegnarsi per contribuire alla rinascita e al rilancio del posto in cui vivono. Per questa ragione cerchiamo volontari animati da forte senso civico e da spirito di collaborazione, disposti a mettere, per una giornata, le  proprie abilità personali al servizio della collettività, in un’occasione che pone la città di Caserta al centro di flussi turistici, e la Reggia come ineguagliabile scenario naturale di un importante evento sportivo. Auspichiamo che il rilievo internazionale contribuisca a richiamare l’attenzione dei media su una manifestazione che costituisce un vetrina di primo piano per le eccellenze della nostra terra”.

Per adesioni ed ulteriori informazioni scrivere a:
dott. Francesco Marzano - Reggia Travel


Partita regolarmente la mensa nelle scuole di Dragoni

Lavornia e Piucci
DRAGONI - L’amministrazione comunale del sindaco e consigliere provinciale Silvio Lavornia, dopo aver comunicato ufficialmente già la scorsa settimana alla dirigenza dell’Istituto Comprensivo Statale di Alvignano di essere pronta da subito a garantire il servizio nei diversi plessi ubicati sul territorio, stamattina darà il via alla refezione affidata ad una cooperativa specializzata nel settore, la Matesina, al termine della procedura negoziata seguita dal Comune. Su impulso del vice sindaco e delegato alla Pubblica Istruzione Pierino Piucci, nelle scorse settimane era stato avviato l'iter per individuare la ditta che deve occuparsi della mensa scolastica per l’anno appena iniziato, fino al prossimo mese di maggio. Per il quarto anno consecutivo, a causa delle note condizioni di difficoltà economiche che vive il Comune, i costi per la realizzazione della mensa saranno sostenuti interamente dalle mamme che verseranno le quote per l’acquisto dei buoni pasto direttamente all’Ente che, poi, provvederà ad accreditarli nelle casse dell'azienda, fermo restando il diritto di controllo e vigilanza sull’efficacia e la bontà della refezione al fine di tutelare i bambini che ne usufruiranno. “L’avvio della mensa serve a garantire una sempre migliore offerta formativa e didattica agli alunni di concerto con le istituzioni scolastiche presenti in paese. – dichiarano il sindaco Lavornia ed il suo vice Piucci – Come comune abbiamo garantito e garantiremo l’assistenza necessaria affinchè il servizio venga espletato correttamente nelle scuole cittadine, convinti come siamo della fondamentale importanza che riveste la refezione proprio nell’ottica di assicurare agli alunni la possibilità di partecipare e seguire anche le numerose attività extra-curriculari contenute nel piano dell’offerta formativa dell’Istituto Comprensivo Statale”.  La mensa scolastica sarà assicurata nei plessi delle elementari e delle medie per l’intero anno e sarà gestita da una ditta specializzata nel settore della ristorazione che dovrà soddisfare in toto le esigenze e le aspettative in termini di qualità, quantità, genuinità e igienicità tanto del Comune quanto dei genitori che dovranno sostenere i costi del servizio. L’azienda dovrà occuparsi della provvista, della preparazione, della cottura, del trasporto e della distribuzione dei pasti, stimati in circa 4 mila, oltre che della pulizia e del riordino dei locali mensa messi a disposizione dal Comune, per un costo molto contenuto.
Pietro Rossi


UN CALENDARIO CON LE FOTO PIU’ BELLE DELL’ALTO CASERTANO PER FINANZIARE IL RIPRISTINO DEL MURO D’INGRESSO DELLA SORGENTE DEL TORANO

PIEDIMONTE MATESE - Il Gruppo Facebook “ Le foto più belle della nostra terra” è una comunità di fotoamatori riservata ai soli  iscritti che conta circa cinquemila componenti, nata nell’aprile del 2013 con il fine di raccogliere in un album virtuale  tutte le foto più belle del Parco regionale  del Matese. Da uno dei  tanti concorsi fotografici indetti dal Gruppo, ha spiegato Anna Lisa Di Baia - ideatrice del Gruppo,  è stato selezionato il materiale per la pubblicazione di un calendario da tavolo la cui realizzazione sarà sostenuta da una singolare operazione di crowdfunding che non si avvarrà della piattaforma on line. In relazione ai fondi raccolti si provvederà alla pulizia del muro di ingresso della sorgente del Torano ed eventualmente al ripristino della scritta in originale “ Cassa per il mezzogiorno Acquedotto campano – Sorgente del Torano”. Un doveroso ringraziamento va ai quattro sponsor che hanno sostenuto il progetto: Ferramenta Bisceglia, Linea Due di Stefania Ferlenghi, Scalelle Fitness Club A.S.D. e Servizi Ecologici del Matese di Tommaso Contenti.  Un ringraziamento speciale va alla mia compagna di viaggio attenta e insostituibile: Margherita Bisceglia ed ai validi collaboratori Giovanna Mastrati e  Gianfrancesco D’Andrea. La presentazione ufficiale ci sarà domenica 15 alle ore 19 presso il Cotton Village con una serata aperitivo. L’Alto Casertano, nel nostro caso l’area matesina, ha ribadito Carmine Antonio Simeone è terra di fotografi. Lo scenario naturale che si dispiega alla visione dei numerosi estimatori, offre bellezze incomparabili sul piano paesaggistico e biogeologico. La sua storia affonda le radici nella costituzione di  antichissime civiltà autoctone e di respiro universalistico, corroborando il tessuto socio-culturale del territorio, tanto da infondere un originale sentimento del bello mediato dalle attuali tecnologie  fotografiche. I fotoamatori raccolti in questo calendario documentano la passione  per i luoghi vissuti, così fortemente evocativi, impiegando il più esteso eclettismo stilistico. I fotografi matesini preservano l’irripetibilità di un mondo naturale che mostra intatta la sua magia nonostante la minaccia del degrado ambientale. La selezione delle opere, un vero florilegio di istantanee dell’anima, vuole essere una succinta ma indicativa sintesi di vestigia monumentali, storia rurale ed artistica, continuità spirituale verso gli elementi della natura che costituiscono l’habitat reale ed immaginativo della popolazione locale. Luoghi del presente che emanano, come le remote sorgenti che affiorano dalle montagne del Matese, un tempo ideale, cristallizzato luminosamente, anche grazie ai fotografi di questa pubblicazione, nella memoria collettiva.

Pietro Rossi